Da una parte gli ultimi sondaggi evidenziano la poca fiducia degli italiani nel nuovo governo, composto da Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. Dall’altra emerge un dato in parte contrastante: scende la fiducia nell’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e sale quella nel presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Così il secondo supera il primo nel gradimento degli italiani. Partiamo dal sondaggio realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera: solo il 36% degli intervistati ha un giudizio positivo sul governo Conte 2. Negativo il parere del 52%. Andando a vedere l’indice di gradimento realizzato da Ipsos (escludendo chi non si esprime), il risultato è 41. Basti pensare che lo scorso governo, al momento dell’insediamento, faceva registrare un tasso di 60. Inoltre, l’attuale governo è quello che ha l’indice di gradimento più basso al momento dell’insediamento rispetto a tutti gli ultimi esecutivi, fatta eccezione per quello guidato da Paolo Gentiloni.

Il governo uscente, composto da Lega e M5s, solo a luglio godeva di un gradimento di 61. E sempre a fine luglio l’ipotesi di un governo tra Pd e 5 Stelle era la meno gradita in assoluto, con un parere favorevole solo del 15% degli elettori. Ovviamente l’attuale esecutivo piace più agli elettori dem e pentastellati (di poco sopra il 70% entrambi), ma anche tra di loro i giudizi negativi rimangono superiori al 25% del campione. Per quanto riguarda il futuro dell’esecutivo Conte 2, in molti credono che avrà durata breve: pochi mesi, al massimo un anno, per il 45% degli intervistati. Solo il 20% ritiene che durerà due anni e il 18% pensa che arriverà a fine legislatura, nel 2023.

Sondaggi, Conte supera nel gradimento Salvini

A sondare la fiducia degli italiani nei leader politici ci prova invece Repubblica, chiamando in causa i direttori di vari istituti. Alessandra Ghisleri, di Euromedia Research, spiega che “Salvini ha pagato in termini di fiducia: dal 40% è sceso al 37% ma soprattutto è stato scavalcato da Conte”. A confermarlo è anche Emg Acqua con Fabrizio Masia: la popolarità e la fiducia in Salvini scendono. “Quaranta giorni fa superavano il 50%, ora siamo otto punti più giù. Conte, se non ha superato l’ex ministro, lo ha raggiunto”. Infine, lo stesso Masia spiega che dopo la crisi di governo il Pd si attesta più o meno sullo stesso livello di consensi delle europee, mentre i 5 Stelle salgono e la Lega è in calo.