Può tornare a sorridere il leader leghista Matteo Salvini, che rispetto a una settimana fa cresce nei consensi, invertendo la rotta che lo vedeva in calo, secondo le rilevazioni di una settimana fa di Monitor Italia, il sondaggio nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e l’istituto Tecnè. I dati più recenti mostrano che Matteo Salvini può sorridere due volte, se si considera che parallelamente alla crescita della Lega si verifica un calo delle due principali forze di governo, Pd e M5s, mentre Italia Viva di Matteo Renzi continua sulla scia della crescita, seppur lieve. In leggera espansione anche i due alleati di Salvini del centrodestra, Fratelli d'Italia e Forza Italia che, a pari merito, combattono per la seconda posizione all'interno della coalizione.

I dati del sondaggio Tecnè

Nel dettaglio la Lega fa registrare un +0,4% salendo al 31,6%, saldamente primo partito in Italia. Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, che nell'ultima settimana erano risultati in leggero aumento, registrano una flessione. I dem perdono mezzo punto percentuale e si fermano al 20,2%, mentre i pentastellati perdono uno 0,2%, ma si posizionano sotto il Pd, al 19,8%. L'unico partito della maggioranza che continua a salire sembra essere Italia Viva, che però guadagna un modesto 0,1% posizionandosi al 4,1%. Salgono anche Forza Italia e Fratelli d'Italia, il primo di uno 0,1% e il secondo di 0,2 punti. Entrambi sarebbero al 7,8%, un testa a testa tra il partito di Silvio Berlusconi e quello di Giorgia Meloni che ormai dura da mesi. Per quanto riguarda gli altri partiti +Europa è al 2%, La Sinistra all'1,8% e i Verdi all'1,7%. Un dato importante però è anche l'aumento delle astensioni e degli incerti che attualmente rappresentano il 44,3% dei cittadini, una cifra in crescita dello 0,4%.

Le coalizioni di governo secondo i sondaggi

Se si sommano i valori dei diversi partiti è possibile stimare il peso delle due coalizioni attualmente in campo: il centrodestra unito e l'attuale maggioranza di governo. In prima posizione, se pur di poco, è la coalizione a guida leghista, con circa il 47% dei consensi. Le forze di governo unite invece, hanno un peso complessivo di circa il 46%. Si tratta di un testa a testa che va avanti da diverse settimane e che vede un sostanziale equilibrio tra l'attuale maggioranza e l'opposizione di centrodestra.