La Lega perde consensi insieme al Movimento 5 Stelle, ne approfittano Pd e Fratelli d’Italia, in ascesa dopo il voto delle elezioni regionali del 20 e 21 settembre. È questo il quadro emerso dal primo sondaggio realizzato da Bidimedia dopo l’ultima tornata elettorale. A uscirne più forti sono soprattutto Pd e Fdi, entrambi con un guadagno di circa un punto percentuale. Non si può dire lo stesso per la Lega (-0,7%) e per il Movimento 5 Stelle (1,2%): il Carroccio viene avvicinato dal Pd, mentre i pentastellati subiscono il sorpasso al terzo posto del partito di Giorgia Meloni.

Le intenzioni di voto nel sondaggio Bidimedia

La Lega rimane in testa, pur perdendo consensi e fermandosi al 25,5% (-0,7%). Il Pd ne approfitta e si riavvicina: ora è al 22,2% (+1,2%). Bene anche Fratelli d’Italia, che guadagna il terzo posto incrementando i suoi consensi di un punto percentuale e raggiungendo il 15,4%. Superato il Movimento 5 Stelle, che perde l’1,2% e si ferma al 14% dei voti. Molto più indietro tutti gli altri partiti, a partire da Forza Italia (-0,2%) ora al 5,9%. Stabile Italia Viva al 3,1%, mentre perde lo 0,2% Liberi e Uguali, attestandosi al 2,8%. Lieve crescita per Azione, ora al 2,6%, mentre Europa Verde è all’1,8% e +Europa all’1,4%. La differenza tra area di centrodestra (poco sotto il 47%) e area di governo (poco sotto il 43%) è di circa 4 punti percentuali.

Sondaggi, la fiducia nel governo Conte

Nel mese di settembre la fiducia nel governo Conte subisce una lieve flessione, secondo il sondaggio Bidimedia. Sale, però, il dato di chi dice di avere molta fiducia nell’esecutivo, mentre scende il tasso di chi sostiene di averne abbastanza. Complessivamente, un giudizio positivo viene fornito dal 45% degli elettori, contro un 50% di giudizi negativi e un 5% di indecisi. Il giudizio è molto positivo per il 18% degli elettori, abbastanza positivo per il 27%, mentre esprime poca fiducia il 12% e nessuna fiducia il 38%. Esprimono maggiore fiducia gli elettori di M5s, Leu e Pd, minore nel caso di quelli di Italia Viva (solo il 51% di positivi). Giudizi negativi dagli elettori di Lega e Fdi, mentre ben il 36% di quelli di Forza Italia offre un giudizio positivo. Dato simile a quello di +Europa e Azione.