Virginia Raggi incontra gli atleti paralimpici in partenza per Rio

Nel corso della mattinata Vittorio Sgarbi, in un'intervista concessa a Radio Cusano Campus e La Zanzara di Radio 24, ha rivelato di essere in possesso di una registrazione, ottenuta prima dell'editto sugli indagati voluto dal garante del Movimento 5 Stelle, in cui Beppe Grillo sostiene che il sindaco di Roma Virginia Raggi sia "una depensante", scatenando un vero e proprio terremoto politico. "Un giorno ero con Parenzo e abbiamo chiamato Beppe Grillo insieme. Abbiamo registrato la telefonata, lo abbiamo fatto apposta. E lui mi ha detto: ‘Guarda Vittorio, dobbiamo difendere la Raggi ma è una depensante, una totale depensante, una povera cretina assoluta depensante", racconta Sgarbi, aggiungendo che Grillo avrebbe inoltre detto che la Raggi sarebbe "il modello perfetto per quello che voglio al potere. La vorrei mollare, ma, se la mollo, casca tutto".

Nel corso dell'intervista, Sgarbi sostiene che Beppe Grillo sia quindi in totale malafede "perché si è persino inventato una legge in base alla quale per tutti vale essere indagati meno che per lei. La Raggi è una traffichina profondamente priva di onestà, perché dopo il caso della polizza e la vicenda Marra, sembrava innocente e invece no. Una che sembra la vispa Teresa e potrebbe aver fatto delle cose minori, ma in realtà sono molto peggio degli errori di Ignazio Marino", spiega Sgarbi, rincarando la dose. "Grillo ha capito che se cade la Raggi cade tutto. La vuole tenere in piedi come quando tenevano in vita Brèžnev. Ma lei non è più viva, è un automa, è plagiata. Grillo infatti mi ha detto che purtroppo la Raggi era deviata da Marra e dagli altri e non poteva controllarla. E lui vuole controllare e dominare questi depensanti e minus habentes senza cervello”.

In seguito alla diffusione della rivelazione di Vittorio Sgarbi, il comico ha smentito la notizia con un tweet, sostenendo che il critico d'arte non avrebbe parlato con il vero Beppe Grillo ma con un banale imitatore. Dopo qualche ora, Sgarbi ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la registrazione di una conversazione tra lui e Beppe Grillo, in cui il comico gli chiede di smentire la notizia diffusa perché falsa e perché sta creando numerosi problemi nel Movimento 5 Stelle. "La Raggi mi ha chiamato 30 volte, devi smentire!", dice Grillo. "Devi smentire, io non ti ho mai sentito. Hai combinato un casino, devi smentire… Vittorio, dai… che fai? Smentisci, fai qualcosa…", ripete nuovamente il garante del Movimento 5 Stelle, aggiungendo "La Raggi è bravissima. Mi hai messo in bocca cose che non penso. Smentisci, bisogna smentire. Non è il mio pensiero".

Nel corso della puntata odierna de La Zanzara è stato però rivelato il mistero: a chiamare Sgarbi nel pomeriggio e a sostenere che la Raggi fosse una depensante non era il vero garante del Movimento 5 Stelle, ma Andro Merku, famoso imitatore di politici.