974 CONDIVISIONI
Elezione del Presidente della Repubblica 2022

Settima votazione per il Quirinale, l’ultima fumata nera prima del bis: Mattarella a 387 voti

Anche il settimo scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica si è concluso con una fumata nera. Quasi certamente, però, si tratta dell’ultima.
A cura di Tommaso Coluzzi
974 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezione del Presidente della Repubblica 2022

Si è concluso anche il settimo scrutinio per l'elezione del Presidente della Repubblica, sempre con un nulla di fatto. Questa fumata nera, però, potrebbe e dovrebbe essere l'ultima. Non a caso anche durante quest'ultimo scrutinio il più votato è stato Sergio Mattarella. Il capo dello Stato uscente ha raccolto 387 voti, nell'ultimo scrutinio prima della sua probabile rielezione, che dovrebbe avvenire nel pomeriggio all'ottava votazione che comincerà alle 16.30. A quest'ultima votazione non hanno partecipato Lega, Forza Italia e Coraggio Italia, mentre Fratelli d'Italia ha votato il magistrato Carlo Nordio. Dal centrosinistra era arrivata l'indicazione generica di votare scheda bianca. Indicazione che, numeri alla mano, anche oggi non è stata rispettata.

Elezione Quirinale, boom di voti per Mattarella

La settima votazione per l'elezione del Presidente della Repubblica si è conclusa con quella che, con ogni probabilità, sarà l'ultima fumata nera. Il Presidente Mattarella ha ottenuto 387 voti, superando i 336 di ieri, seguito da Carlo Nordio che ne ha ottenuti 64 e Nino Di Matteo 40. Poi 10 voti sono andati a Pier Ferdinando Casini e 8 voti a Elisabetta Belloni. Sono state 61 le schede bianche.

Perché si va verso un Mattarella bis

Lo stallo delle trattative, con diversi nomi bruciati uno dopo l'altro e l'accordo che non si è mai trovato a nessun livello, ha spianato la strada al bis dell'attuale Presidente della Repubblica. La prossima votazione è fissata alle 16.30. Quasi certamente arriverà l'indicazione da tutti i capi di partito della maggioranza di governo, mentre Meloni attacca duramente Salvini sui social. La richiesta di un secondo mandato del capo dello Stato è arrivata dal basso, dal Parlamento che ha votato giorno dopo giorno mentre i leader trattavano senza trovare una soluzione. Ora sembra l'unica strada possibile, con il vertice di maggioranza che si è tenuto prima di pranzo che ha dato il via libera al Mattarella bis.

974 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni