Le dimissioni di Luigi Di Maio da capo politico del Movimento 5 Stelle suscitano le reazioni di tanti esponenti pentastellati. Sono in moltissimi a ringraziare il ministro degli Esteri per quanto fatto in questi anni alla guida del Movimento. Un commento arriva anche dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “La scelta di Luigi Di Maio di lasciare la guida del Movimento 5 Stelle mi rammarica, ma è una decisione di cui prendo atto con doveroso rispetto. Bisogna riconoscergli il merito di tanti risultati ottenuti. Luigi è stato il protagonista della realizzazione di questi valori cardine del Movimento”. Per Conte la decisione di Di Maio è “una tappa di un processo di riorganizzazione interna al Movimento 5 Stelle ormai in corso da tempo e che, sono persuaso, non avrà alcuna ripercussione sulla tenuta dell’esecutivo e sulla solidità della sua squadra”.

Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, Conte ha le idee chiare: “Il Movimento deve affrontare questa nuova fase. Ora dovrà completare questo processo e abbracciare con coraggio ed entusiasmo le nuove sfide che dovrà affrontare. Auguro a Vito Crimi di svolgere al meglio il lavoro che lo attende. Con Luigi Di Maio continueremo a lavorare fianco a fianco fino al 2023 per consolidare il ruolo di primo piano dell’Italia nell’Europa e nel mondo”.

M5s, il ringraziamento di Davide Casaleggio a Di Maio

Anche Davide Casaleggio vuole ringraziare Di Maio e lo fa con un lungo post su Facebook: “Rispetto la decisione di Luigi Di Maio. Luigi ha avuto il grande ruolo in questi anni di dimostrare che questo Movimento poteva sedere sui banchi del governo, poteva portare a casa le grandi riforme che chiedeva nelle piazze e dai banchi dell'opposizione. La sua resilienza da agonista gli ha permesso di raggiungere grandi risultati personali, ma soprattutto per una grande comunità di persone. Purtroppo non tutti glielo hanno riconosciuto in modo pubblico con la falsa convinzione che, non esponendosi, avrebbero evitato di inimicarsi qualcun altro. Altri con dolo pubblicavano i loro distinguo per inseguire un titolo di giornale. Ma la maggior parte delle persone lo sa. Sa che per ogni parola di attacco a Luigi ce ne sarebbero volute altre dieci di elogio per tutto il lavoro che ha portato e continua a portare avanti, e per tutto quello che è riuscito ad ottenere. E tutto questo lo sapeva anche mio padre. Per cui sono certo che questa sua decisione potrà servire a generare consapevolezza di tutto questo. Voglio quindi dire grazie pubblicamente a Luigi per tutto quello che ha fatto fino ad oggi per il Movimento e per il suo impegno futuro a difendere il MoVimento, con il cuore”.

Dimissioni Di Maio, i commenti di Fico e Zingaretti

Anche il presidente della Camera e storico esponente del Movimento 5 Stelle, Roberto Fico, scrive su Facebook un messaggio rivolto a Di Maio: “Con Luigi abbiamo percorso molta strada insieme. Un percorso importante, iniziato tanti anni fa e che continua ancora oggi. Con lui mi sono confrontato spesso, anche vivacemente. A volte abbiamo avuto visioni e opinioni diverse su alcuni temi e questioni da affrontare. Credo però che questo sia il momento per ringraziare Luigi del suo impegno e della dedizione di questi anni, che nessuno può mettere in discussione. Ma ogni percorso conosce fasi diverse. Il Movimento si è assunto una responsabilità nei confronti dei cittadini e deve portare avanti il lavoro avviato nel tempo, grazie al contributo di attivisti e portavoce, presenti nei vari livelli istituzionali. Lo deve fare con rinnovata energia, con serietà e tenacia, con l’impegno quotidiano dei gruppi parlamentari. Quello che succede oggi non cambia in alcun modo questo percorso e l’impegno nel governo”. Ora per Fico “si apre una nuova fase per il Movimento”, con un nuovo modello che deve essere “più collegiali” per “affrontare le sfide che verranno”.

Le reazioni alle dimissioni di Di Maio non arrivano solo dal Movimento 5 Stelle, ma anche dagli altri partiti. Con le critiche degli esponenti del centrodestra e le accuse al governo – ritenuto “finito” – da parte di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Ma c’è anche chi, da alleato di governo del M5s, manda a Di Maio “un abbraccio per una scelta difficile che rispettiamo”, come fa il segretario del Pd Nicola Zingaretti. “A Vito Crimi un grande in bocca al lupo. C'è un'Italia che ha bisogno di crescita, lavoro, equità. Continueremo a lavorare per dare risposte e soluzioni concrete alle persone”, scrive su Twitter.