357 CONDIVISIONI
10 Maggio 2022
17:54

Lo Stato paga la manutenzione dei beni congelati agli oligarchi (che dovranno poi saldare il conto)

Ci pensa un nuovo emendamento al decreto Ucraina bis a tutelare le casse dello Stato, che rischierebbero altrimenti di risentire dell’effetto boomerang di queste sanzioni, dovendosi caricare di costi di manutenzione non indifferenti visto il valore dei beni congelati agli oligarchi russi.
A cura di Annalisa Girardi
357 CONDIVISIONI

Per la manutenzione delle ville di lusso e degli yacht sequestrati agli oligarchi russi il governo ha stanziato ben 10,7 milioni di euro per il 2022. Inizialmente infatti sarà lo Stato a farsi carico dei costi per la cura dei beni congelati, ma quando scadranno le sanzioni a Mosca verrà chiesto di saldare il conto ai diretti interessati. Le mega imbarcazioni e le case lussuose potranno essere trattenute fino a quando nelle casse dello Stato non rientrerà fino all'ultimo centesimo di quanto speso per la loro manutenzione. E nel caso in cui gli oligarchi si rifiutassero di pagare, il governo si potrà rivalere mettendo in vendita i loro beni.

Ci pensa un nuovo emendamento al decreto Ucraina bis a tutelare le finanze statali, che rischierebbero di risentire dell'effetto boomerang di queste sanzioni, dovendosi caricare di costi di manutenzione non indifferenti, visto il valore dei beni congelati. Il provvedimento, targato Antonio Misiani (Pd), autorizza appunto una spesa di 10,7 milioni di euro per il 2022 "per l'attuazione delle misure di congelamento delle risorse economiche derivanti dalla crisi internazionale in atto in Ucraina e dai connessi regolamenti europei". E stabilisce che l'Agenzia del demanio, a cui per il momento spetta occuparsi della cura di questi beni, "dalla cessazione delle misure di congelamento, può esercitare il diritto di ritenzione dei beni fino all’integrale recupero" da parte degli oligarchi "elle spese sostenute per la conservazione e l'amministrazione degli stessi, nonché provvedere alla vendita ove ricorrano le condizioni".

In altre parole, all'Agenzia viene riconosciuto il diritto di rivalersi direttamente sugli oligarchi per recuperare i soldi spesi, nel momento in cui si chiude la misura di congelamento, o di vendere i beni in caso di inadempienza. Il tema si pone soprattutto dal momento che non sappiamo quanto potrebbe durare ancora la guerra e, di conseguenza, per quanto tempo ancora lo Stato dovrebbe farsi carico dei costi di manutenzione dei beni degli oligarchi arrivando anche a spendere cifre elevatissime.

357 CONDIVISIONI
Gli studenti ucraini in Italia non dovranno fare l'esame di Stato: Bianchi firma l'ordinanza
Gli studenti ucraini in Italia non dovranno fare l'esame di Stato: Bianchi firma l'ordinanza
Elezioni e referendum, stop all'obbligo della mascherina: saranno
Elezioni e referendum, stop all'obbligo della mascherina: saranno "fortemente raccomandate"
Gimbe:
Gimbe: "Evitiamo focolai ai seggi e indossiamo le mascherine, con variante BA.5 serve prudenza"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni