116 CONDIVISIONI
6 Ottobre 2022
13:26

Il nuovo segretario della Lega a Bologna ha un tatuaggio neofascista sul braccio

Cristiano Di Martino, il nuovo segretario della Lega a Bologna, ha un tatuaggio neofascista sul braccio. Parliamo del dente di lupo, la runa utilizzata dalle SS, con un pugno che regge un martello: è il simbolo di Terza posizione.
A cura di Tommaso Coluzzi
116 CONDIVISIONI

Ha un tatuaggio neofascista sul braccio, ma senza saperlo. Scoppia la polemica sul nuovo segretario della Lega a Bologna, Cristiano Di Martino: nelle foto dell'esponente del Carroccio, infatti, si nota il simbolo di Terza posizione – movimento neofascista eversivo attivo in Italia tra gli anni '70 e '80 – tatuato sul suo braccio. È formato dalla runa dente di lupo – utilizzata dalle SS tedesche e perciò vietata in Germania – e da una mano che stringe un martello. Il caso, sollevato dal Corriere di Bologna, ha fatto immediatamente discutere. Anche per via della linea, abbastanza improvvisata, tenuta da di Di Martino per difendersi dagli attacchi.

Quel simbolo rappresenta il movimento eversivo nero, ma all'insaputa del segretario della Lega a Bologna. "Non ho mai fatto parte di quel gruppo, ho fatto quel tatuaggio da ragazzino perché mi è sempre piaciuta la mitologia nordica – ha detto Di Martino al Corriere – Quando ho fatto quel tatuaggio, a 16 anni, neanche sapevo cos’era Terza Posizione". Questo spiegherebbe in qualche modo la runa, secondo quanto ha raccontato l'esponente del Carroccio, ma il martello? "Io sono sempre stato appassionato di fumetti, mi piace Thor".

Poi però Di Martino è passato al contrattacco: "Ci sono in giro segretari con la croce celtica e io devo essere messo in croce per un tatuaggio dell’86? – ha chiesto ancora il leghista – A volte in gioventù si fanno cose che magari nel corso degli anni si potevano fare in maniera diversa, ma non ho mai avuto nulla a che spartire con certi mondi". Questo, però, non è del tutto vero. Come dimostra un volantino del 2011.

Al tempo consigliere provinciale del Pdl, Di Martino partecipava agli eventi di Casapound, tra l'altro insieme a Gabriele Adinolfi. Non si tratta di un nome qualsiasi, ovviamente. Parliamo del fondatore – nel 1978, insieme a Roberto Fiore e Giuseppe Dimitri – proprio del movimento eversivo Terza posizione.

116 CONDIVISIONI
È morto Roberto Maroni, l’ex ministro Lega aveva 67 anni ed era malato da tempo
È morto Roberto Maroni, l’ex ministro Lega aveva 67 anni ed era malato da tempo
4.546 di Videonews
Enrico Letta non si dimetterà (per il momento) da segretario del Pd
Enrico Letta non si dimetterà (per il momento) da segretario del Pd
Cos'è il bonus Maroni, il premio per chi resta al lavoro e non va in pensione
Cos'è il bonus Maroni, il premio per chi resta al lavoro e non va in pensione
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni