I 104 migranti a bordo della Ocean Viking sbarcheranno in Italia, nel porto di Pozzallo. A farlo sapere è il Viminale: il ministero dell’Interno comunica che “si è appena conclusa la procedura di ricollocazione degli stessi in base al pre-accordo raggiunto nel corso del vertice di Malta. Francia e Germania, in particolare, accoglieranno 70 migranti. A questo punto è stato individuato in Pozzallo il porto di sbarco”. La nave delle Ong Sos Mediterranee e Medici senza frontiere è stata in mare 11 giorni dopo aver soccorso 104 persone nel Mediterraneo, a circa 50 miglia dalle coste libiche.

La conferma del via libera da parte del Viminale arriva anche dalla stessa Sos Mediterranee su Twitter: “Dopo 11 giorni di blocco in mare, è stato annunciato che la Francia, la Germania e l'Italia hanno trovato un accordo per il ricollocamento delle 104 persone sulla Ocean Viking e delle 90 sulla Alan Kurdi”. L’accordo, quindi, viene esteso anche alla Alan Kurdi, che ha soccorso altre 90 persone nel Mediterraneo sabato scorso, nonostante le grosse difficoltà dell’operazione con due motoscafi battenti bandiera libica che hanno sparato colpi di avvertimento verso i gommoni di salvataggio. Sempre Sos Mediterranee specifica ancora che che “alla Ocean Viking è stato assegnato Pozzallo come luogo sicuro”. Messaggio simile viene rilanciato attraverso i suoi canali social internazionali anche da Medici senza frontiere: "Dopo 11 giorni in mare è stato annunciato che Francia, Germania e Italia hanno trovato un accordo per la redistribuzione delle 104 persone sulla Ocean Viking e per le 90 sulla Alan Kurdi. Pozzallo è stato assegnato come porto sicuro".

In mattinata era stata proprio Sos Mediterranee a chiedere, con un appello diffuso nuovamente tramite Twitter, un porto sicuro per i 104 migranti a bordo, tra cui anche 41 minori e due incinte: "Questo è come appare uno stallo inutile su una mappa. La Ocean Viking è ferma dal 20 ottobre, in attesa di un luogo sicuro per i 104 uomini, donne e bambini soccorsi 11 giorni fa. Una coalizione di Stati europei deve permettere il loro sbarco senza ulteriori ritardi". Sempre questa mattina si erano sollevate le proteste di molti esponenti, soprattutto del Pd e di Italia Viva, per chiedere al governo di far sbarcare i 104 migranti della Ocean Viking.