video suggerito
video suggerito
Elezioni europee 2024

A che ora aprono e chiudono i seggi oggi domenica 9 giugno per le elezioni europee e comunali 2024

Oggi, domenica 9 giugno, si potrà votare dalle 7 alle 23. Si vota per le elezioni europee, per i sindaci di 3.700 Comuni e per le elezioni regionali in Piemonte. Ecco quali documenti servono per votare, come si vota e cosa cambia da quest’anno per scrutatori e presidenti di seggio.
A cura di Pietro Forti
67 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Oggi è il secondo e ultimo giorno in cui in tutta Italia si vota per le elezioni europee 2024, per le regionali in Piemonte e, nelle città interessate, per le elezioni amministrative. Per oggi l'orario in cui è possibile andare a votare sarà più lungo: i seggi apriranno alle 7:00 e chiuderanno alle 23:00.

Tra gli oltre 3700 Comuni che da ieri sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo sindaco ci sono sei capoluoghi di regione: Bari, Cagliari, Campobasso Firenze, Perugia e Potenza.

Chi va a votare deve portare un documento d'identità valido e la propria tessera elettorale. Gli elettori che hanno smarrito la tessera elettorale – o che hanno raggiunto il limite di timbri – possono ancora chiedere di averne una nuova presso gli uffici elettorali del proprio Comune dopo aver verificato gli orari di apertura.

Chi vuol essere scelto come scrutatore o presidente di seggio, invece, deve essere iscritto all'albo elettorale del comune dove risiede: la legge prevede che gli scrutatori devono essere nominati tra i 20 e i 25 giorni prima delle elezioni. C'è una novità per quanto riguarda il compenso: il presidente di seggio e gli scrutatori sono pagati il 15% in più. Si tratta, quindi, di un compenso di 110,40 euro per chi fa da scrutatore e 138 euro per il presidente di seggio. Per i lavoratori dipendenti è prevista anche una retribuzione delle giornate "perse", considerate normali giornate di lavoro.

Per le elezioni europee, gli elettori votano su una scheda con i simboli dei partiti iscritti nella propria circoscrizione, accanto ai quali sono presenti tre righe per esprimere fino a tre preferenze. Si può votare quindi per tre persone della lista di cui si è sbarrato il simbolo, ma deve essere rispettata l'alternanza di genere: se si vota per due uomini bisogna alternarli con almeno una preferenza per una donna, e viceversa. Se si scrivono due nomi di soli uomini o di sole donne, la seconda preferenza è annullata.

In ogni circoscrizione agli elettori viene consegnata una scheda di colore diverso. Il Piemonte fa parte della circoscrizione Nord-Ovest, quindi voterà con una scheda grigia, oltre alla quale viene consegnata una scheda verde per votare per le elezioni regionali. Il regolamento per l'alternanza di genere è lo stesso, ma si possono esprimere solo fino a due preferenze.

Per quanto riguarda le amministrative le regole sono diverse: si può sbarrare il nome il solo nome del candidato sindaco, il simbolo di una delle liste oppure entrambe le cose. In tutti i comuni "superiori", ovvero che contano più di 15mila abitanti, è possibile il voto disgiunto: si può perciò votare un candidato sindaco, barrando il suo nome, e per una lista collegato a un altro candidato sindaco, anche esprimendo due preferenze (sempre secondo la regola dell'alternanza di gente). Per i comuni superiori è previsto un secondo turno nel caso in cui nessun candidato riesca a superare il 50% dei voti. Gli eventuali ballottaggi avranno luogo domenica 23 giugno e lunedì 24 giugno.

Lo scrutinio avrà inizio immediatamente dopo la chiusura dei seggi per le elezioni europee: dopo la chiusura dei seggi saranno resi noti i primi exit poll, mentre le proiezioni sulla base del conteggio dei voti validi arriveranno a partire dalla mezzanotte. I risultati definitivi saranno resi noti lunedì. Per le amministrative i tempi saranno più lunghi: lo scrutinio inizierà, sia per le Regionali in Piemonte sia per le amministrative, alle 14:00 di lunedì 10 giugno. Per il Piemonte saranno resi noti exit poll a partire dalle 23:00.

67 CONDIVISIONI
374 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views