3.572 CONDIVISIONI
18 Giugno 2021
19:37

Draghi: “Chi vuole potrà comunque fare seconda dose con AstraZeneca, ma mix vaccini più indicato”

“Se una persona con meno di 60 anni ha fatto la prima dose con AstraZeneca e non vuole fare l’eterologa è libera di fare anche la seconda con AstraZeneca con parere del medico favorevole. È raccomandata la seconda dose con altro vaccino, ma chi non vuole farla può comunque fare AstraZeneca, la cosa peggiore sarebbe non fare affatto la seconda dose”: lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi in conferenza stampa con il ministro Speranza e il generale Figliuolo.
A cura di Annalisa Girardi
3.572 CONDIVISIONI

Chi ha meno di 60 anni e ha fatto la prima dose di vaccino AstraZeneca, potrà fare anche il richiamo con questo  stesso vaccino se non vuole fare la seconda dose con uno diverso. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi in conferenza stampa con il ministro della Salute, Roberto Speranza e il commissario straordinario, il generale Francesco Figliuolo, spiegando che comunque è consigliata la vaccinazione eterologa. "Indubbiamente c'è stata confusione negli ultimi giorni, quindi vorrei chiarire alcune cose. Primo, vaccinarsi è fondamentale: la confusione è su che vaccino è meglio fare, ma sull'importanza della vaccinazione non ci sono dubbi. Secondo, l'eterologa funziona. Io stesso sono prenotato martedì con l'eterologa perché la prima dose che ho fatto con AstraZeneca ha dato una risposta immunitaria bassa, quindi farò l'eterologa. Terzo, se una persona con meno di 60 anni ha fatto la prima dose con AstraZeneca e non vuole fare l'eterologa è libera di fare anche la seconda con AstraZeneca con parere del medico favorevole. È raccomandata la seconda dose con altro vaccino, ma chi non vuole farla può comunque fare AstraZeneca, la cosa peggiore sarebbe non fare affatto la seconda dose. La cosa peggiore che si può fare è non vaccinarsi o vaccinarsi con una dose sola".

Il ministro Speranza ha poi aggiunto: "Oggi ho firmato un'ordinanza che porta il 99% del Paese in area bianca, il merito è di una campagna molto forte di vaccinazione che stiamo portando avanti. Quindi il messaggio è di vaccinarsi. La risposta del Cts che oggi si è riunito è per una raccomandazione molto forte per la vaccinazione eterologa sotto i 60 anni, ma resta aperta la possibilità di utilizzare AstraZeneca per chi lo richiede sotto consenso medico".

Draghi ha comunque sottolineato che non ci sia motivo di pensare che questo comporti un rallentamento delle vaccinazioni, anzi. Il presidente del Consiglio ha assicurato che il numero di dosi disponibili permette di assicurare la vaccinazione eterologa per il mese di giugno. Il generale Figliuolo ha aggiunto: "Abbiamo una media di 500 mila somministrazioni al giorno e questo ci porterà, a settembre, ad avere l'80 per cento della popolazione vaccinata". Infine, il presidente del Consiglio non ha voluto esprimersi su una possibile proroga dello stato di emergenza, sottolineando che manca ancora un mese e mezzo alla scadenza, e invece sul prossimo addio alle mascherine all'aperto ha detto: "Domani inoltrerò un'istanza al Cts per chiedere se possiamo togliere la mascherina all'aperto o no. Date? Non ci sono".

3.572 CONDIVISIONI
Figliuolo dice che siamo pronti per somministrare a tutti la terza dose di vaccino contro il Covid
Figliuolo dice che siamo pronti per somministrare a tutti la terza dose di vaccino contro il Covid
Vaccino, il report settimanale del governo: 2,2 milioni di over 60 ancora senza la prima dose
Vaccino, il report settimanale del governo: 2,2 milioni di over 60 ancora senza la prima dose
Lollobrigida (Fdi): "Se Draghi è così sicuro sui vaccini, li renda obbligatori"
Lollobrigida (Fdi): "Se Draghi è così sicuro sui vaccini, li renda obbligatori"
511.136 di Marco Billeci
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni