15.616 CONDIVISIONI
2 Luglio 2022
15:15

Di Maio: “Se cade il governo costi enormi per le famiglie. Ius scholae? Si trovi un compromesso”

Il ministro degli Esteri e leader di Insieme per il futuro ammonisce Lega e Movimento 5 stelle, dicendo che se cadesse il governo in questa fase il costo per gli italiani sarebbe enorme.
A cura di Giacomo Andreoli
15.616 CONDIVISIONI

"Se il governo cade non so a quanto può arrivare lo spread, ma certo i costi continueranno a salire di molto per le famiglie italiane". Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ospite a a RinascitaFest, nella sua Pomigliano d'Arco, lancia un ulteriore monito alle forze di maggioranza più critiche rispetto all'operato del governo: Lega e il suo ex Movimento 5 stelle.

"Chi vuole far cadere il governo o sa cosa rischia o non lo sa che cosa si rischia in questo momento storico – avverte- Nel mondo c'è grande fiducia in questo governo, in Draghi e Mattarella. Serve un governo con un'ampia maggioranza come questa per vincere battaglie come il tetto al prezzo del gas e le battaglie si fanno e vincono ai tavoli internazionali se si è un Paese compatto". Poi interviene sul dibattito del momento, attorno a quello Ius scholae che garantirebbe la cittadinanza a chi conclude un ciclo scolastico di 5 anni in Italia.

"Mi auguro – spiega- che si trovi un compromesso in Parlamento, il dibattito parlamentare va rispettato, quello che mi sconcerta è che si usi come una bandierina per picconare il governo". Poi un ulteriore attacco a leghisti e grillini: "Siamo in una situazione in cui i partiti all'opposizione sono più responsabili dei partiti in maggioranza".

Quanto al presunto ruolo occulto del premier Draghi dietro alla scissione dal M5s guidata dal ministro, Di Maio smentisce e chiede, duro, di "non scherzare su queste cose". Infine chiarisce quale saranno le prossime mosse di Insieme per il futuro. "Noi – argomenta- non vogliamo fondare partiti personali, noi stiamo unendo un sacco di amministratori locali, i sindaci sono il volto e le braccia della Repubblica come dice Mattarella, quelli sono i nostri interlocutori, noi vogliamo metterli insieme per un manifesto politico e vedere se si può sviluppare un progetto".

A questo progetto sembra essere interessato il governatore della Liguria Giovanni Toti, che dice di stimare Di Maio come ministri degli Esteri, ma aggiunge: "Come leader politico non so dove voglia andare". Quindi si lascia andare ad un sornione "non escludo nessuno dall'interlocuzione".

15.616 CONDIVISIONI
La settimana calda del governo Draghi tra l'incognita M5S sul decreto Aiuti, cannabis e ius scholae
La settimana calda del governo Draghi tra l'incognita M5S sul decreto Aiuti, cannabis e ius scholae
Perché di Ius scholae e legge sulla Cannabis non si parlerà più almeno fino a settembre
Perché di Ius scholae e legge sulla Cannabis non si parlerà più almeno fino a settembre
Cos'è lo Ius Scholae: il significato e cosa prevede la proposta di legge sulla cittadinanza
Cos'è lo Ius Scholae: il significato e cosa prevede la proposta di legge sulla cittadinanza
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni