L’ufficializzazione della crisi di governo, aperta da Matteo Salvini rompendo l’alleanza tra Lega e Movimento 5 Stelle, comporta una immediata reazione da tutti i partiti delle opposizioni. A partire dal Pd, che con il suo segretario, Nicola Zingaretti, si dice pronto a nuove elezioni: “Siamo pronti alla sfida. Nelle prossime elezioni non si deciderà solo quale Governo ma anche del destino della nostra democrazia, della collocazione internazionale del nostro Paese. Il PD chiama a raccolta tutte le forze che intendono fermare idee e personaggi pericolosi. Da subito tutti al lavoro, insieme, per far vincere l’Italia migliore”.

All’interno del Pd commenta anche l’ex presidente del Consiglio, Matteo Renzi: “Questo Governo ha fallito e ha fallito prima del previsto. Il tempo è galantuomo, la verità arriva. E bene abbiamo fatto a essere coerenti con le nostre idee, non solo sulla Tav. Capitan Fracassa non ha avuto coraggio di fare la legge di bilancio e ha troppa paura delle inchieste. Adesso tutti a spiegare casa per casa perché grazie a Salvini l’IVA aumenta al 25% e i mercati ballano. La Lega Ladrona fa male all’Italia”.

Diversa la posizione di Fratelli d’Italia. A commentare è la sua presidente, Giorgia Meloni: “Come sempre sostenuto da Fratelli d’Italia non è possibile dare all’Italia il Governo di cui ha bisogno insieme al M5S di Di Maio, Fico e Toninelli. Bene la Lega che ne ha preso atto. Ora si torni al voto per dare agli italiani il governo sovranista che alle ultime elezioni europee hanno dimostrato di volere. Un Governo che abbia come priorità la difesa dei confini e dell’economia italiani, la riduzione delle tasse e il sostegno a chi crea posti di lavoro”.

Da Forza Italia, invece, arriva una rassicurazione per bocca di Licia Ronzulli: “Oggi non c'è più una maggioranza, non c'è più un governo. Giuseppe Conte ne prenda atto e salga al Colle per rassegnare le dimissioni, non faccia perdere altro tempo al Paese. Bene ha fatto Matteo Salvini a creare le condizioni perché gli italiani possano tornare ad esprimersi e si riesca così finalmente dare vita ad un governo compatto, con un programma coerente e realmente riformatore. Forza Italia, come sottolineato dal presidente Silvio Berlusconi, non è disponibile a soluzioni ‘di palazzo', diverse dal voto anticipato, ed è pronta per dare il suo contributo di idee e di energie alla prossima campagna elettorale”.