Mario Draghi, che ha partecipato oggi in videoconferenza al Consiglio europei, incontrando gli altri capi di Stato e di governo dell'Unione europea, è tornato a parlare della campagna vaccinale contro il coronavirus e a puntare il dito contro le aziende farmaceutiche che non rispettano i contratti stretti con Bruxelles. Draghi ha ribadito che gli Stati non possono restare inermi di fronte agli impegni non onorati: "I cittadini europei hanno la sensazione di essere stati ingannati da alcune case farmaceutiche", avrebbe detto agli altri leader, a quanto riportano fonti europee.

Cosa ha detto Draghi al Consiglio europeo sul vaccino AstraZeneca

Draghi avrebbe anche sottolineato che questo sentimento sia scatenato, nei cittadini, soprattutto da AstraZeneca, che in più di un'occasione non ha consegnato tante dosi di vaccino anti-Covid quante ne erano state pattuite. Il presidente del Consiglio avrebbe anche riportato quanto accaduto con i vaccini AstraZeneca ritrovati nello stabilimento di Anagni. Per poi chiedere alla presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, se è d'accordo con il fatto che le dosi di vaccino anti-Covid prodotte in Belgio o in Olanda vadano al di fuori dell'Unione. Von der Leyen, riportano sempre fonti Ue, lo avrebbe rassicurato sottolineando che i vaccini prodotti dentro l'Unione europea non usciranno dai confini comunitari.

Il Certificato verde digitale

Nel corso del Consiglio europeo Draghi avrebbe anche detto di condividere la proposta della Commissione Ue sul Certificato verde digitale. Tuttavia, avrebbe messo in luce dei possibili punti critici, ribadendo che gli Stati membri avranno bisogno di tutto l'aiuto che la Commissione è in grado di offrire per creare delle piattaforme nazionali e renderle interoperabili. Draghi avrebbe fatto anche notare, sempre secondo quanto riportano le fonti europee, i rischi di discriminazione sul certificato.

L'intervento di Joe Biden al Consiglio europeo

Questa sera è intervenuto al Consiglio europeo anche il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. Durante l'Eurosummit Draghi avrebbe indicato proprio gli USA come esempio da seguire per rafforzare il ruolo dell'euro. Il presidente del Consiglio, ex governatore della Banca centrale europea, avrebbe sottolineato, come elementi chiavi per il ruolo internazionale del dollaro, l'unione dei mercati dei capitali e l'unione bancaria completa.