14 Settembre 2021
22:05

Calabria verso la zona gialla da lunedì insieme alla Sicilia, il resto d’Italia in zona bianca

La Calabria dovrebbe raggiungere la Sicilia in zona gialla a partire da lunedì 20 settembre. Guardando i dati di oggi, che sono quelli che utilizza l’Iss nel monitoraggio del venerdì, la Regione è sopra entrambe le soglie sia in terapia intensiva che in area medica. La conferma arriverà solo venerdì, ma i numeri della Calabria sono da zona gialla.
A cura di Tommaso Coluzzi

La Sicilia non sarà sola in zona gialla dalla prossima settimana. I dati di oggi su terapie intensive e ricoveri in area medica negli ospedali sono decisivi per capire quali Regioni cambieranno colore la prossima settimana, dato che il monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità di venerdì – che di fatto determina i passaggi di fascia – considera proprio i dati del martedì e non quelli dei giorni successivi. Insomma, la fotografia scattata oggi da Agenas è quella che darà indicazioni alla cabina di regia venerdì, quando, con ogni probabilità, il ministro Speranza firmerà una nuova ordinanza per ordinare il passaggio della Calabria dalla zona bianca alla zona gialla a partire da lunedì 20 settembre.

Quali Regioni passano in zona gialla dalla prossima settimana

Il colore della cartina italiana, anche se in minima parte, da lunedì prossimo dovrebbe cambiare. La Calabria passerà in zona gialla, dato che ha superato sicuramente il limite del 15% in area medica segnando oggi il 17%. In terapia intensiva, invece, la Regione è al 10%, tanto quanto la soglia per la zona gialla. Bisognerà capire se il valore sarà superiore al 10,0%, ma non è possibile saperlo prima di venerdì, perché il numero dei letti in rianimazione su cui viene calcolato il dato può essere aggiornato ed è spesso risultato leggermente diverso da quello che ha a disposizione l'Agenas. In questa situazione anche qualche letto in più può spostare una Regione da una zona all'altra, come insegna l'esempio della Sicilia. Marche, Toscana e Sardegna hanno superato il limite delle terapie intensive, ma non la soglia in area medica e perciò restano in zona bianca. La Sicilia, invece, resta ancora in zona gialla.

Le differenze tra zona gialla e zona bianca: cosa cambia

Le differenze tra zona gialla e zona bianca sono poche, precisamente due. Nella fascia gialla torna la mascherina obbligatoria anche all'aperto, che invece nell'area bianca è stata eliminata a fine giugno. La seconda differenza riguarda i servizi di ristorazione: in zona gialla torna il limite delle quattro persone non conviventi sedute allo stesso tavolo sia all'interno che all'esterno; in zona bianca, invece, è stato portato a sei persone al chiuso ed eliminato all'aperto. Per il resto non ci sono limitazioni alla circolazione e agli spostamenti in entrambi i casi, sia in bianco che in giallo. Non c'è coprifuoco e tutte le attività sono aperte tranne le discoteche.

I colori delle Regioni da lunedì 6 settembre: la Sicilia è ancora l'unica in zona gialla
I colori delle Regioni da lunedì 6 settembre: la Sicilia è ancora l'unica in zona gialla
La Calabria resta in zona bianca, nonostante dati da gialla nel monitoraggio Iss
La Calabria resta in zona bianca, nonostante dati da gialla nel monitoraggio Iss
L'Italia resta in zona bianca, solo la Sicilia in giallo: nessun cambio di colore dal 13 settembre
L'Italia resta in zona bianca, solo la Sicilia in giallo: nessun cambio di colore dal 13 settembre
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni