Imma Cerasuolo

Al Caffè Gambrinus di Napoli è stato presentato l'ebook (prodotto anche in forma cartacea), intitolato "Olimpiadi quotidiane", scritto dagli atleti paralimpici Imma Cerasuolo e Gianluca Attanasio, accompagnati dagli interventi dei campioni olimpici Pino Maddaloni e Patrizio Oliva. A dare un contributo alla presentazione del testo anche Francesco Merolda: "Olimpiadi quotidiane" è disponibile sia in formato e-book, al costo di 3,50€, sia in formato cartaceo al prezzo di 6,90€ ed è acquistabile sul sito www.epressepress.com  oppure nelle edicole di Napoli.

Imma Cerasuolo, "La nostra vita è una vita da esempio": Imma è una nuotatrice. Ha iniziato l'attività sportiva sin da bambina, ma un incidente in moto le ha tolto l'uso del braccio destro. Pertanto, è diventata un atleta con la categoria di disabilità S8. Ciononostante, Imma non si è scoraggiata e ha voluto combattere l'incidente che le aveva impedito di utilizzare il braccio come una sorta di sfida. Come lei stessa ha dichiarato, "La voglia di continuare a nuotare, di essere l'atleta e di essere la figlia perfetta, la "figlia di sempre", mi ha permesso di continuare", aggiungendo che l'operazione post-incidente per lei era "una gara, uno dei due deve vincere, o io o l'incidente e l'ho vinta". Imma Cerasuolo ha disputato gare ai Campionati del mondo del Comitato Paralimpico Internazionale nel 2002 in Argentina e Mar del Plata e nel 2006 a Durban, in Sudafrica, guadagnando due argenti. Ha vinto, inoltre, due medaglie alle Paralimpiadi estive del 2004.

Gianluca Attanasio, "Cerchiamo di dare la forza a chi non ha la forza": queste le parole di Gianluca Attanasio, atleta di nuoto agonistico, il quale ha vinto diversi titoli italiani, arrivano al 36esimo posto nel ranking mondiale della stessa categoria. "Il nostro esempio di campioni – sottolinea Attanasio – in particolare quello di Imma Cerasuolo, che sarà sul blocco di partenza di Londra 2012 è un messaggio importante da una campionessa importante" e che "le medaglie non sono medaglie se dietro non c'è qualcosa di concreto, di reale, di vero".

Olimpiadi quotidiane, essere disabile non è un impedimento: l'ebook, ricco di filmati interattivi, nonché la versione cartacea del libro raccontano la vita di questi due campioni, i quali svelano cosa significhi vivere una vita da atleta diversamente abile e di come la disabilità non rappresenti un impedimento per realizzare i propri sogni e continuare a portare avanti le proprie passioni. Lo sport è uno strumento importante per affrontare i momenti bui dell'esistenza e per far emergere le proprie potenzialità e i propri limiti. Bisogna vivere la propria ‘olimpiade quotidiana' senza mai abbattersi, affrontando le gioie e i dolori giornalieri con forza e determinazione.