Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ancora sangue in Nigeria e ancora una volta ad essere presa di mira è una chiesa cristiana. Nelle scorse ore infatti un commando armato ha assaltato un edificio religioso  dove era in corso una messa per i fedeli facendo una strage di fedeli. L'episodio nella chiesa di un villaggio remoto nello Stato nigeriano del Benue, Mbalom. Gli assalitori hanno fatto irruzione armi in pugno nella struttura sparando all'impazzata e uccidendo 19 persone . A terra sono rimasti i due presti che celebravano la messa e 17 fedeli. Secondo quanto ha affermato alla Cnn il portavoce della polizia locale, Terver Akase, gli aggressori sarebbero dei mandriani musulmani di etnia Fulani che avrebbero preso di mira l'intero villaggio appiccando anche il fuoco a una cinquantina di abitazioni  ai campi agricoli  circostanti prima di andare via.

"Sono in programma degli arresti perché stanno diventando sempre più sfrontati", ha aggiunto il portavoce sottolineando che nella stessa zona alcuni giorni fa un altro assalto ha fatto dieci vittime tra i residenti. Secondo quanto riportato dai media locali, l'assalto potrebbe rientrare nello scontro in atto da tempo tra pastori Fulani, per lo più musulmani, e gli agricoltori, che sono prevalentemente cristiani, ma che negli ultimi tempi si è inasprito fino agli assalti armati. Almeno 72 persone infatte sono state uccise dall'inizio dell'anno a causa degli scontri tra pastori nomadi e agricoltori nella parte centrale del paese dell'Africa occidentale.