409 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Campi Flegrei

Tre forti scosse di terremoto a Napoli oggi 14 aprile, la più forte magnitudo 3.7. Ingv: “Importante sciame sismico”

Tre forti scosse di terremoto a Napoli, epicentro ai Campi Flegrei, a distanza di pochi minuti, attorno alle ore 9,40. La maggiore di magnitudo 3.7. Ingv: “Importante sciame sismico”. Gente in strada a Pozzuoli, chiuso l’Anfiteatro Flavio.
A cura di Pierluigi Frattasi
409 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Tre forti scosse di terremoto a Napoli, nella zona dei Campi Flegrei, sono state registrate questa mattina, domenica 14 aprile 2024, dai sismografi dell'Osservatorio Vesuviano dell'Ingv, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La prima, alle ore 9,44, è stata in via preliminare stimata di magnitudo 3.7 e profondità 2,5 chilometri, con epicentro tra la Solfatara e l'Accademia Aeronautica di Pozzuoli, e la seconda di magnitudo 3.1 alle ore 9,46 a 2,8 chilometri, sempre alla Solfatara. La terza alle ore 10,01, di magnitudo 3.0 con epicentro sempre nella Solfatara.

Il sisma è stato distintamente avvertito dalla popolazione. Molti cittadini hanno segnalato letti e stoviglie che ballavano nelle case e finestre e pareti tremanti. Tante le persone che hanno lasciato le proprie abitazioni per scendere in strada. Sono almeno 75 le scosse registrate. A Pozzuoli centinaia di persone in strada, chiuso per precauzione l’Anfiteatro Flavio.

Il Direttore dell'Osservatorio Vesuviano, Mauro Di Vito, a Fanpage.it, ha dichiarato che "il suolo ai Campi Flegrei sta continuando a sollevarsi e che quindi anche le scosse continueranno".

Lo sciame sismico: 4 scosse di magnitudo superiore a 2

Sono almeno 8 le scosse rilevanti registrate in una manciata di minuti dall'Osservatorio Vesuviano, come si legge sul sito dell'Ingv.

  • md 1.1 alle 09:39 profondità 2.6km
  • md 1.5 alle 09:41 profondità 2.5km
  • md 3.7 alle 09:44 profondità 2.5km
  • md 1.9 alle 09:45 profondità 2.7km
  • md 2.0 alle 09:45 profondità 2.6km
  • md 3.1 alle 09:46 profondità 2.8km
  • md 2.8 alle 10:01, profondità 2.4km
Immagine

Decine di segnalazioni ai vigili del fuoco

Al momento, a quanto apprende Fanpage.it da fonti qualificate, si registrano decine di segnalazioni ai vigili del fuoco nella zona di Fuorigrotta e Monteruscello e Bagnoli. Il personale del comando dei vigili del fuoco di Napoli sta fornendo tutti i chiarimenti alla popolazione ed è impegnato costantemente nelle verifiche di sicurezza. Ma non si registrano danni. I pompieri sono intervenuti in varie zone, anche a Pozzuoli, dove diverse persone sono rimaste chiuse fuori casa, dopo essere scappate in fretta per il terremoto.

Il Prefetto di Napoli, Michele Di Bari, in relazione alla sequenza di eventi sismici nell’area dei Campi Flegrei, registrati nella mattinata, ha comunicato che:

Sono stati tenuti costanti contatti con i Vigili del Fuoco e i Comuni di Napoli e Pozzuoli per le verifiche sui possibili danni cagionati dagli eventi sismici, anche presso lo stadio Maradona in relazione alla partita di calcio Napoli- Frosinone.

Allo Stadio Maradona di Fuorigrotta, infatti, cancelli aperti in ritardo per consentire l'ispezione urgente dei tecnici della Protezione Civile, in vista della partita Napoli-Frosinone delle 12,30.

Il sindaco di Pozzuoli in strada con la Polizia Locale

Il sindaco di Pozzuoli, Luigi Manzoni, sta monitorando la situazione con la Protezione Civile ed è sceso in strada per incontrare i cittadini, affiancato dalla Polizia Locale. Il primo cittadino puteolano in una nota afferma:

L’Osservatorio Vesuviano ha provveduto a comunicare a questa amministrazione che a partire dalle ore 9.35 (ora locale) del 14/04/2024 è in corso una sequenza di eventi sismici nell’area dei Campi Flegrei.All’orario di emissione del presente comunicato sono stati rilevati in via preliminare 75 terremoti con magnitudo Md ≥ 0 e magnitudo massima Md = 3.7 ± 0.3

Si riporta l’elenco degli eventi localizzati con magnitudo Md ≥ 1.Per eventuali segnalazioni di danni e/o disagi è possibile chiamare i seguenti numeri:

Centrale Operativa Polizia Municipale: 081/8551891

Protezione Civile: 081/18894400

In considerazione di quanto sopra esposto l’Amministrazione Comunale insieme alla Protezione Civile del Comune di Pozzuoli segue da vicino l’evolversi della sequenza sismica in atto e fornirà successivi aggiornamenti fino a conclusione del fenomeno.

Il sindaco di Pozzuoli, Luigi Manzoni, incontra i cittadini scesi in strada dopo il terremoto
Il sindaco di Pozzuoli, Luigi Manzoni, incontra i cittadini scesi in strada dopo il terremoto

Osservatorio Vesuviano: "Importante sciame sismico dalle 9,40"

Lo sciame sismico è in corso nella zona flegrea, con scosse avvertite anche in diversi quartieri della città di Napoli ma anche in vari comuni dell'area flegrea, come Pozzuoli, Bacoli e Quarto e della zona metropolitana, come Casoria, Marano, Melito e Mugnano.

Ingv ha comunicato la seguente nota:

I sensori dell'Osservatorio Vesuviano stanno registrando al vulcano Campi Flegrei, dalle ore 09.40 del 14/04/2024, un importante sciame sismico risentito ampiamente in tutta l'area flegrea.

Sarebbero almeno 26 le scosse di questo sciame, anche se l'Ingv non si è ancora espressa in merito. Intorno alle 9,45, intanto, due forti terremoti, verificatisi a distanza di un paio di minuti, sono stati distintamente avvertiti dalla popolazione, non solo nelle aree del bradisismo ma anche in quartieri napoletani come il Lungomare, Chiaia e la zona ospedaliera, oltre ai quartieri della periferia occidentale, come Bagnoli, Agnano, Fuorigrotta e Pianura. A queste due scosse ne è seguita una terza, anche questa molto forte.

Dalla tarda serata di ieri era già in corso una serie di scosse nella zona dei Campi Flegrei, con almeno 4 scosse superiori a magnitudo uno ed epicentro localizzato nella zona del parco archeologico sommerso di Baia e Lucrino e nell'ultimo caso nella zona della Solfatara e Pisciarelli.

Immagine
409 CONDIVISIONI
193 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views