I dati Gimbe sul Covid19 relativi alle province della Campania del 26 novembre 2020
in foto: I dati Gimbe sul Covid19 relativi alle province della Campania del 26 novembre 2020

La Campania è quarta in Italia per incidenza dei casi di Coronavirus su 100.000 abitanti delle ultime 2 settimane (12 – 26 novembre) e per l'incremento percentuale dei casi (19 – 26 novembre), dietro Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna. In Campania si registrano al momento 103.384 positivi attivi, seconda regione dopo la Lombardia a 140.401. Questi gli ultimi dati diffusi dalla Fondazione Gimbe sull'andamento del contagio da Covid19 in Italia. Nelle ultime 24 ore, la Campania ha registrato un aumento di 3.008 positivi su 23.761 tamponi, al terzo posto dietro Lombardia (5.697 positivi con 44.231 tamponi) e Veneto (3.980 casi con 19.146 tamponi), secondo i dati comunicati dalla Protezione Civile Nazionale relativi alla pandemia, nella giornata di oggi 26 novembre 2020.

La provincia messa peggio è quella di Caserta

Nella settimana 18-24 novembre, rispetto all'ultimo bollettino di Gimbe, la Regione Campania ha registrato un incremento percentuale dei contagi da SARS-CoV-2 del 18,5%; nelle ultime 2 settimane si rileva un'incidenza di 818 casi positivi per 100.000 abitanti. Se si guarda alle province, in relazione alle medie regionali di incidenza per 100.000 abitanti delle ultime 2 settimane (10 – 24 novembre) e dell'incremento percentuale dei casi (17 – 24 novembre), Caserta resta in zona rossa con un incremento percentuale di casi di poco inferiore al 20%, Benevento e Salerno in area arancione, Napoli in zona gialla, di poco superiore al 15% e Avellino in zona verde. I colori del grafico, precisa Gimbe, non si riferiscono in alcun modo a quelli delle aree di rischio identificate dal DPCM 3 novembre 2020.