6.124 CONDIVISIONI
31 Maggio 2022
15:58

“Addio Carolina, angelo dolce”, lutto in Irpinia per la morte della 21enne allieva sottufficiale

Oggi i funerali alle 17,30, nella Parrocchia di S. Giovanni Battista e S. Nicola da Tolentino a Piano di Montoro, paese dell’avellinese di cui era originaria.
A cura di Pierluigi Frattasi
6.124 CONDIVISIONI

Irpinia in lutto per la morte di Carolina Citro, allieva della Marina Militare di Taranto, vittima a 21 anni di un tragico incidente avvenuto in Basilicata sulla Basentana, nella giornata di ieri, 30 maggio. La giovane vittima, stava viaggiando a bordo di una Fiat 500 quando all’altezza dello svincolo di Pisticci Scalo, si è scontrata con una Punto guidata da un 86enne, anche lui purtroppo deceduto in ospedale. Feriti gli altri 3 passeggeri a bordo della Fiat, colleghi allievi militari tutti campani. Carolina era originaria di Piano di Montoro, una frazione del Comune di Montoro, in provincia di Avellino. Era molto appassionata di sport ed era diventata speaker dell'Asd Sanseverinese, di Mercato Sanseverino. I funerali della giovane sottufficiale si terranno oggi, nella chiesa di San Giovanni Battista e San Nicola da Tolentino a Piano, alle 17,30. La salma sarà poi tumulata nel Cimitero di Leone Montoro.

Tantissimi i messaggi di cordoglio e di affetto che stanno arrivando in queste ore alla famiglia per la terribile e prematura perdita. "Non ci sono parole – scrive l'Asd Sanseverinese – solo tanto dolore e rabbia. L' A.S.D. Sanseverinese tutta soffre per questa grave, inspiegata e prematura perdita e si stringe attorno a tutta la famiglia Citro ed in particolar modo al papà Mimmo, nostro collaboratore storico, alla mamma, alla sorella ed al fratellino. Cara Carolina, ci siamo conosciuti appunto per via della collaborazione di papà, poi ti abbiamo vista crescere piano piano ed appassionarti sempre più seguendoci ovunque fino a diventare speaker della squadra ed organizzatrice e responsabile della pagina Facebook e per tanto, sulle orme di papà, anche tu sei diventata nostra collaboratrice.Un dolore immane e senza senso. Ciao Carolina, ti vogliamo bene".

Anche l'Asd Preturo si unisce "al dolore che ha colpito la famiglia Citro per la prematura scomparsa della cara figlia Carolina, e in modo particolare alla socia Antonella Giaquinto per la perdita dell'amata amica". "Oggi con il cuore a pezzi – scrive su Facebook Rosa – non posso ancora non ringraziarti per la fortuna che ho avuto per avermi scelto come fotografa per immortalare il tuo 18esimo.Per me non è solo lavoro e ognuna di voi resta nel mio cuore.Non posso ancora credere a questa bruttissima notizia..Non ti dimenticherò mai".

Mentre Silvana aggiunge: "Sembrano andare lontano gli angeli che non sono davanti ai nostri sguardi…sì, sembra ma non è così perché restano nel cuore dove tutto inizia e dove tutto è vita. Lontani se guardiamo quel vuoto che sembra riempire tutto il giorno, tutto il passato, tutto il futuro ma non è quell'assenza che parla del loro prezioso tempo trascorso quaggiù…Sono semplicemente andati oltre ma in modo speciale presenti perché sono ovunque come il cielo, come il sole, come l'aria, come le stelle, come il giorno e la notte….Ciao Carolina Citro abbraccia forte forte il cuore dei tuoi cari". "Come comunità – scrive don Adriano, della Parrocchia di S. Giovanni Battista e S. Nicola da Tolentino, Montoro – manifestiamo la nostra vicinanza e il nostro cordoglio ai suoi familiari , in particolare ai genitori".

6.124 CONDIVISIONI
Lutto a Caggiano per la morte di Rosario Lamattina, ucciso nel suo ristorante a Stoccarda
Lutto a Caggiano per la morte di Rosario Lamattina, ucciso nel suo ristorante a Stoccarda
Uccide commerciante a martellate e manda cliente in coma: arrestato a Monteforte Irpino
Uccide commerciante a martellate e manda cliente in coma: arrestato a Monteforte Irpino
Fiume di fango a Monteforte Irpino: danni e paura in vista dell'allerta meteo di domani
Fiume di fango a Monteforte Irpino: danni e paura in vista dell'allerta meteo di domani
Tornata in Costiera Amalfitana per lavorare: il paradiso dei turisti è l'inferno per i lavoratori
Tornata in Costiera Amalfitana per lavorare: il paradiso dei turisti è l'inferno per i lavoratori
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni