Una festa con braciata tra parenti non conviventi a Posillipo. Assembramenti in pizzeria a via Cilea al Vomero. Gruppi di giovani che bevono alcolici in strada fino a notte al centro storico. Continua il caos a Napoli, nella prima serata in zona arancione. Ieri sera, la Polizia Municipale di Napoli è dovuta intervenire in diversi punti della città, nell’ambito dei controlli anti-Covid19. Nonostante le restrizioni più rigorose per la zona arancione, con la chiusura di bar, ristoranti e gelaterie che possono fare solo asporto e consegne a domicilio, moltissime persone si sono riversate in strada per tutta la giornata di domenica. In via Aniello Falcone al Vomero, storica strada dei baretti, niente tavoli ieri mattina, ma tantissimi ragazzi assembrati sui muretti del belvedere.

A Posillipo braciata fuorilegge tra parenti fermata dai vigili

Sabato sera, ultimo giorno di zona gialla, le strade di Napoli sono state prese d'assalto da migliaia di persone che si sono intrattenute fino a tardi, incuranti del coprifuoco e delle normative anti-Coronavirus. A Posillipo, la Polizia Municipale, guidata dal comandante Ciro Esposito, è intervenuta su segnalazione per una festa privata. I familiari, non conviventi tra loro, avevano organizzato una braciata fuorilegge. La festa è stata sospesa. I commensali verbalizzati. Un altro intervento si è avuto al Vomero, in via Cilea, dove è stata sanzionata una pizzeria per assembramenti. Altre multe sono state elevate a persone che consumavano alcol in strada dopo le ore 18. Per tutta la giornata di ieri le strade, soprattutto del Lungomare, da via Partenope, a via Caracciolo, fino a piazza del Plebiscito e via Toledo, sono state invase da una folla di persone. Gli spostamenti in città, in zona arancione, sono consentiti, nonostante la forte raccomandazione ad evitarli. Questo ovviamente non consente alle forze dell’ordine di verbalizzare le persone che passeggiano. A meno di interventi per assembramento.

In serata la presenza di persone in strada è diminuita, anche se non si è azzerata. La zona dei baretti di Chiaia è rimasta quasi deserta. Sul Lungomare molti controlli, ma pochi verbali. Gruppi di giovani sono rimasti in strada a bere fino a tardi ancora nei vicoli adiacenti via Mezzocannone e piazza Bellini, mentre queste ultime erano presidiate dalle forze dell'ordine.