Migliaia di persone in strada e assembramenti a Napoli da questa mattina, nonostante il ritorno della Campania in zona arancione Covid. Moltissime persone, soprattutto giovani, stanno affollando le piazze e le strade del centro storico, dal Lungomare di via Caracciolo e via Partenope, a via Toledo, a San Martino al Vomero. Molti hanno approfittato della bella giornata di sole e del caldo quasi primaverile, per fare una passeggiata in famiglia. Decine di giovani, invece, ad ora di pranzo, si sono riversate sul Lungomare per spritz e aperitivi, visto che le consumazioni da asporto sono consentite fino alle ore 18.

Con il passaggio della Campania dal giallo all'arancione, il consumo in bar, pasticcerie e ristoranti, è possibile solo con asporto. In qualche zona si sono registrate file davanti ai locali per caffè e bevande da portare via. Diversi assembramenti si sono registrati sul Lungomare di via Caracciolo, nella zona antistante la Villa Comunale. Sui marciapiedi tanti venditori ambulanti di palloncini, snack e dolciumi. Un fiume di persone che prosegue anche in piazza del Plebiscito, piazza Trieste e Trento e via Toledo, letteralmente presi d’assalto. I napoletani, quindi, continuano a scendere in strada, nonostante la Zona Arancione e le normative anti-Covid. Ieri sera, le piazze della città sono state invase da folle di giovani, molti senza mascherina, come testimoniato da decine di immagini e video. A partire da oggi, infatti, domenica 21 febbraio 2021, la Campania è tornata nuovamente zona arancione insieme al Molise e all'Emilia Romagna, per ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza. I cittadini ieri sera hanno approfittato dell'ultimo sabato in zona gialla per fare shopping nelle vie del centro. Verso sera i giovani hanno affollato bar, take away, ristoranti e pub: "Non siamo irresponsabili, siamo stati a casa da tre mesi e volevamo prenderci una birra – spiega un ragazzo – appena potrò, farò il vaccino".