Polina Kochelenko, l’istruttrice di nuoto (Fonte: Facebook)
in foto: Polina Kochelenko, l’istruttrice di nuoto (Fonte: Facebook)

Si è lanciata nel canale forse nel tentativo di salvare uno dei suoi due cani, ai quali era molto legata: l'istruttrice di cani Polina Kochelenko, 35 anni, è morta annegata nella giornata di venerdì 16 aprile e il suo corpo è stato trovato nelle campagne di Valeggio, comune in provincia di Pavia, questa mattina all'alba. A lanciare l'allarme era stata la madre e poi anche i vicini di casa della 35enne che non l'hanno vista rientrare.

Era uscita di casa insieme ai suoi due cani

Le ricerche sono partite infatti sabato mattina e si sono concluse con la triste scoperta: stando a quanto ricostruito dai carabinieri della compagnia di Vigevano, che si sta occupando del caso, la donna sarebbe uscita da casa insieme ai suoi due cani, due cuccioli di pastore tedesco. Da quel momento non si sono più avute sue notizie. Nel telefonino, trovato sulla riva della roggia Malaspina insieme alle chiavi di casa, sono state trovate diverse telefonate della madre che vive in provincia di Torino e si è recata a Valeggio, denunciando la scomparsa.

Probabilmente trascinata via dalle forti correnti

Oltre ai militari di Vigevano, sono intervenuti anche i pompieri, i sommozzatori e la protezione civile. Le forze dell'ordine hanno concentrato le ricerche sul canale: il fosso è profondo circa un metro e mezzo, ma – secondo le ricostruzioni – sono state le forti correnti a trascinare via la donna e a causarne così la morte. Fin da subito infatti è stata esclusa l'ipotesi di effrazione o colluttazione considerato che la casa era in ordine e non c'era nessun segno. Non si hanno ancora notizia dei due cuccioli.