Elezioni regionali Lombardia 2023
10 Giugno 2022
17:51

Moratti candidata alle Regionali, Girelli (Pd) risponde a Calenda: “Non lasciamoci andare a fantasie”

Il Pd risponde al segretario di Azione Calenda, secondo il quale Letizia Moratti sarebbe “un’ottima candidata” alle regionali 2023. Per il consigliere Girelli, questo clima è agevolato dal fatto che il centrosinistra non abbia ancora individuato un nome da proporre.
A cura di Enrico Spaccini
Il consigliere regionale del Pd, Gian Antonio Girelli; la vicepresidente e assessora al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti; il segretario di Azione, Carlo Calenda.
Il consigliere regionale del Pd, Gian Antonio Girelli; la vicepresidente e assessora al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti; il segretario di Azione, Carlo Calenda.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni regionali Lombardia 2023

Il Salone del Mobile, anche quest'anno, è alle sue battute finali. Tuttavia, uno degli eventi più importante per la Lombardia continua a regalare scenari di cui discutere. In questo caso non si parla tanto di design poco ergonomici e fin troppo stravaganti, ma di politici che approfittano della fiera per lanciarsi messaggi di stima e altri un po' più indispettiti. È il caso di Carlo Calenda, il segretario di Azione che, tra uno stand e l'altro, con poche parole accende il dibattito sulle elezioni regionali previste per il 2023: "Letizia Moratti sarebbe un'ottima candidata a fare il presidente della Regione". Una dichiarazione che non può fare bene al centrosinistra che non ha ancora individuato un nome da contrapporre all'uscente Attilio Fontana. "Il quadro fluido lascia aperti scenari imprevedibili", ha commentato a Fanpage.it Gian Antonio Girelli, consigliere regionale per il Pd: "La necessità è fare presto, di non lasciarsi andare a fantasie".

Le risposte del consigliere Girelli e del segretario regionale Peluffo del Pd

"Credo sia piuttosto strana come dichiarazione", sintetizza Girelli. Letizia Moratti è stata chiamata l'8 gennaio 2021 a sostituire l'assessore al Welfare Giulio Gallera, travolto dalle ondate della pandemia da Covid-19. "Un chiaro intento di rimediare a quanto avvenuto durante la gestione dell'emergenza", afferma il consigliere regionale che poi fa notare come la riforma sanitaria rappresenti "la piena continuità con quanto da anni perseguito da Regione Lombardia". Posizione condivisa dal segretario regionale del Pd, Vinicio Peluffo: "Moratti è parte integrante di quel centrodestra, e lo è stata come ministro, come sindaco di Milano e poi come vice di Fontana", afferma sottolineando come il centrosinistra abbia "il compito di proporre ai lombardi un’alternativa credibile". Alternativa che non ha ancora trovato. "Non so se Calenda sia a conoscenza di tutto questo", conclude Girelli.

Letizia Moratti ringrazia Calenda, intanto il presidente Fontana richiama all'unità

Calenda ha poi ribadito di aver fatto un nome, "che per noi è molto valido, ossia Carlo Cottarelli". Tuttavia, il segretario di Azione si dice pronto a riflettere "su una candidatura terza". Porte aperte, quindi, anche a Letizia Moratti che sempre dal Salone del Mobile ringrazia, "e ricambio", Calenda per le parole senza sbilanciarsi troppo sull'ipotesi di una sua candidatura. Meno entusiasta di queste dichiarazioni è l'attuale presidente di Regione, Attilio Fontana, che al momento ha solo l'appoggio del suo segretario Matteo Salvini e che richiama il centrodestra all'unità. "I nomi non contano più di tanto", commenta provando a chiudere la questione.

14 contenuti su questa storia
Crisi di governo, cosa succede per le Regionali 2023 in Lombardia? A rischio l'alleanza PD-M5S
Crisi di governo, cosa succede per le Regionali 2023 in Lombardia? A rischio l'alleanza PD-M5S
Regionali 2023, Cottarelli: “Nessuno mi ha ancora contattato. Ma dovrei pensarci  molto bene
Regionali 2023, Cottarelli: “Nessuno mi ha ancora contattato. Ma dovrei pensarci molto bene"
Regionali 2023 in Lombardia, Gian Antonio Girelli (Pd):
Regionali 2023 in Lombardia, Gian Antonio Girelli (Pd): "Manca solo l'ok di Carlo Cottarelli per iniziare a lavorare"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni