Un albero caduto ieri a Pavia
in foto: Un albero caduto ieri a Pavia

Sarà ancora una giornata all'insegna del maltempo in Lombardia, interessata già nella giornata di ieri da forti temporali dopo il caldo record. Non sono mancati i disagi in diverse zone della Regione: se a Milano l'esondazione del Seveso è stata finora scongiurata, altrove si sono segnalati alberi caduti, smottamenti e frane. Su Pavia e la provincia alla forte pioggia si è aggiunto il vento: numerosi gli alberi e i rami caduti in strada. Vento e pioggia anche in Alta Valsassina, nel Lecchese: i danni maggiori si sono registrati tra Casargo e Premana, sulla strada provinciale Sp67, dove i vigili del fuoco sono intervenuti per degli smottamenti e dove sono stati segnalati dei blackout. Resta ancora chiuso fino a data da destinarsi il Passo del Gavia, sulla strada provinciale 29, nella zona di Ponte di Legno. La Regione Lombardia lo ha comunicato a causa degli smottamenti dovuti alle forti piogge degli ultimi giorni. Il valico alpino divide la provincia di Sondrio da quella di Brescia.

Ancora in vigore anche oggi l'allerta meteo arancione su tutta la Regione

Anche nella giornata odierna resta in vigore l'allerta meteo arancione (criticità moderata) per forti piogge su tutta la Lombardia: dalla provincia di Sondrio (Valchiavenna e Valtellina), al bacino idraulico di Milano, passando per i laghi, la pianura e l'Appennino Pavese. "Nella mattinata di lunedì è attesa un'attenuazione dell'intensità dei fenomeni – si legge nel bollettino della protezione civile – ma nel successivo corso della giornata l'accentuarsi della rotazione delle correnti in quota dai quadranti meridionali determinerà il passaggio di un secondo impulso perturbato, con precipitazioni nuovamente in intensificazione, ancora a carattere temporalesco e diffuse sul territorio. Locali rinforzi di vento sono da attendersi in occasione dei fenomeni temporaleschi".