28 Agosto 2022
8:45

La dedica del rapper Ernia a Stella, morta tornando dal concerto: “Penso a te, uccisa da un ubriaco”

La dedica del rapper Ernia a Stella, morta a Rezzato (Brescia) in un incidente causato da un ragazzo con un livello di alcol in corpo tre volte il limite consentito dalla legge: al momento è indagato a piede libero per omicidio stradale.
A cura di Francesca Del Boca

"Tornando a casa dopo essere venuta a un mio concerto a Brescia, Stella ha perso la vita in un incidente stradale causato da un automobilista ubriaco. Sono seriamente addolorato". E poi le note di una canzone, dedicata solo a lei. 

Le parole di Ernia per Stella

Il brano che il rapper Ernia ha dedicato a Stella, la ragazza di 19 anni morta al ritorno da un suo concerto nella notte tra tra giovedì 25 e venerdì 26 agosto a Rezzato (Brescia), si intitola Bella. Le parole, su sfondo nero, a indicare il lutto: "Siamo come un orecchino di perla, un cacciavite a stella dentro un sotto sella. Ed è come se, dopo anni lei non sappia stare lontano da me. Perché per me era bella".

E ancora. "La felicità è spesso scritta in grassetto dentro una parentesi che prima o poi finisce".  Come la vita di Stella, stroncata troppo presto.

La dinamica dell'incidente

Sì, perché Stella è stata investita e sbalzata dalla moto su cui viaggiava con il fidanzato Ivan, 22 anni. A speronarla una jeep guidata da un 27enne ubriaco, i valori dell’alcol nel sangue oltre il doppio del limite di legge. È morta sul colpo.

Secondo quanto ricostruito, Stella e il fidanzato Ivan sarebbero stati fermi al semaforo rosso di un incrocio a Rezzato (Brescia), accanto alla jeep. Una volta scattato il verde, il 27enne alla guida della macchina cercato di fare manovra per svoltare a sinistra, mentre la moto sarebbe stata invece in fase di sorpasso. 

Così può essere avvenuto l'urto tra il fuoristrada e la parte posteriore della moto Yamaha, proprio dove c’era Stella. Che, colpita in pieno dalla macchina, è stata scaraventata con violenza sull'asfalto. Nonostante i due mezzi andassero piano, a una velocità che pare non raggiungesse i dieci chilometri orari. Il giovane automobilista adesso è indagato a piede libero per omicidio stradale.

Il funerale di Stella

I funerali si sono svolti nella chiesa di San Lorenzo a Nuvolera, paese d'origine di Stella. Chiesa gremita, in prima fila mamma Isabella e papà Roberto con i fratelli Romeo e Margherita. "Uno, due, tre, Stella" ha chiesto con la voce rotta a tutti i presenti, di condividere il gioco che lui faceva con la sua piccola. Poi un lunghissimo applauso, e il feretro portato a spalla dai compagni di Stella. 

Omicidio suicidio tra coniugi a Milano: l'uomo ha sparato alla moglie malata
Omicidio suicidio tra coniugi a Milano: l'uomo ha sparato alla moglie malata
L'amico che ha visto per ultimo Bonomelli ancora in vita:
L'amico che ha visto per ultimo Bonomelli ancora in vita: "Discuteva al telefono poi è andato via"
Si allaccia abusivamente alla rete elettrica per alimentare la piantagione di marijuana, 58enne denunciato
Si allaccia abusivamente alla rete elettrica per alimentare la piantagione di marijuana, 58enne denunciato
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni