90.386 CONDIVISIONI
News su Diana, la bimba di 18 mesi morta a Milano
21 Luglio 2022
17:34

Chi è Alessia Pifferi, la mamma che ha abbandonato la bimba Diana di 16 mesi morta di stenti

Alessia Pifferi, 37enne che abita in zona Ponte Lambro a Milano, ha lasciato morire la figlia Diana di 16 mesi di stenti. Al compagno Mario Angelo D’Ambrosio aveva detto di averla lasciata alla sorella.
A cura di Francesca Del Boca
90.386 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News su Diana, la bimba di 18 mesi morta a Milano

Alessia Pifferi è la mamma di Diana Pifferi, la bimba di 16 mesi abbandonata in casa per sei giorni e morta di stenti a Milano. Diceva di essere una psicologa infantile ma non lavorava da tre anni e viveva grazie ai soldi della madre e dell'ex marito.

Era uscita di casa per andare a trovare il compagno Mario Angelo D'Ambrosio, in provincia di Bergamo a Leffe, giovedì scorso. E per una settimana, nonostante abbia fatto alcune puntate di ritorno a Milano, non è più passata a controllare la figlia di 16 mesi, lasciata sola dentro l'appartamento.

Fino a giovedì 21 luglio 2022, quando ha ritrovato cadavere la piccola Diana. Si trovava in un lettino da campeggio, con al suo fianco il biberon e una boccetta di benzodiazepine. Il frigorifero completamente vuoto, le stanze in disordine. Diana è rimasta sola per sei giorni, ed è morta di stenti. La madre, 37 anni, è stata così arrestata.

Chi è Alessia Pifferi, mamma di Diana morta a 16 mesi di stenti

Alessia Pifferi viveva con la piccola Diana in zona Ponte Lambro. Fino a qualche anno fa, condivideva l'appartamento con la madre che poi si è trasferita a Crotone. A Milano vive ancora la sorella della 37enne. Dalle informazioni emerse, sembrerebbe che dopo la nascita della piccola la donna fosse cambiata molto e avrebbe iniziato a curarsi di più: più attenta al modo di vestire, anche per fare una commissione, e più attiva sui social.

È stata arrestata con l'accusa di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi. Alla polizia avrebbe detto che sapeva che la piccola "poteva morire". Adesso si trova in carcere a San Vittore. Nell’appartamento accanto, sempre al primo piano, abita l’ex marito. La 37enne ha raccontato agli inquirenti di non sapere chi fosse il padre della piccola e di aver scoperto la gravidanza solo al settimo mese: la bambina, Diana, è poi nata prematura il 29 gennaio dello scorso anno.

Chi è Mario Angelo D'Ambrosio, il compagno di Alessia che non sapeva fosse incinta

Una data spartiacque per la vita di Alessia Pifferi. Dopo la nascita di quella bambina indesiderata, e scoperta troppo tardi, ha subito una vera e propria metamorfosi.

Forse per non soccombere alla quotidianità e agli spazi di vita personali che un figlio neonato ti strappa via, sopratutto se a crescerlo si è da soli, dopo il gennaio del 2021 Alessia ha iniziato a curarsi di più, a vestirsi sempre con attenzione anche solo per fare commissioni nel quartiere.

Un modo di vivere anche un amore appena sbocciato, quello con un uomo della provincia di Bergamo. Una nuova storia che rischiava di essere appesantita e fermata dalla gestione della piccola. Il sogno di ricominciare, dopo un matrimonio completamente naufragato, che è stato più forte della realtà.

Agli inquirenti l'uomo ha raccontato che, durante la gravidanza di Alessia Pifferi, i due si frequentavano già. L'uomo però non sapeva che fosse incinta: lei lo aveva rassicurato al riguardo. Durante la convivenza aveva notato che la 37enne non aveva il ciclo e che la sua pancia cresceva sempre più: "Mi aveva giurato di non essere incinta".

Le verifiche sul suo stato psichico

Al momento non risulta che la donna avesse problemi di droga. Sono invece in corso verifiche su eventuali problematiche psichiche.

Sul suo profilo Facebook personale, tante frasi motivazionali e dediche nei confronti delle persone care. Parole d'amore e di affetto, sull'importanza di prendersi cura degli amici, degli amati e dei familiari. Parole oscure, lette alla luce di ciò che è successo oggi.

Abbandonata anche in passato per il weekend

Non era neanche la prima volta che lasciasse sola la figlia Diana. In almeno altre due occasioni, dei finesettimana fuori casa, la donna aveva lasciato la piccola senza nessuno a casa, nel lettino e con un biberon.

Una volta l'avrebbe lasciata sola anche con la nonna mentre lei era a Monaco con il compagno e in quell'occasione la piccola era finita in ospedale per un'infezione alle vie urinarie. Alessia Pifferi era quindi dovuta rientrare a Milano.

Stavolta aveva programmato di stare via per più giorni, e all'attuale compagno aveva detto di aver mandato la bambina al mare con la sorella.

(Pezzo aggiornato mercoledì 27 luglio 2022)

90.386 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni