Tragedia questa mattina all'alba a Brescia dove un uomo è stato trovato morto in casa mentre la moglie, che lo aveva vegliato per giorni, è rimasta vittima di un malore, è stata ricoverata in ospedale al Civile in gravi condizioni. Sull'accaduto stanno ora indagando le forze dell'ordine giunte sul posto insieme con i soccorritori del 118.

I vicini allarmati hanno chiamato i soccorsi

L'allarme è scattato nella mattinata di oggi sabato 19 settembre intorno alle 7 quando alcuni vicini di casa della coppia hanno chiesto l'intervento dei soccorritori dopo aver provato invano a contattare i due coniugi senza però avere risposta: in pochi minuti, nel quartiere Casazza sono giunte un'ambulanza e un'auto medica con personale medico a bordo. Con loro anche gli agenti di polizia e i vigili del fuoco, sono stati questi ultimi a forzare la porta dell'appartamento dove viveva la coppia di anziani coniugi. Non ricevendo risposta è stato infatti necessario sfondare la porta d'ingresso.

La donna è ricoverata prognosi riservata al Civile di Brescia

Quando i soccorritori sono riusciti a entrare si sono trovati dinanzi al corpo senza vita di un uomo di 83 anni e alla moglie 82enne vittima di un malore. Stando alla ricostruzione della polizia, l'uomo risulta deceduto da alcuni giorni. Gli investigatori escludono un atto doloso. Si tratterebbe di morte naturale e la moglie avrebbe vegliato il marito per alcuni giorni in profondo stato di prostrazione e incapace di qualunque azione.

Il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell'uomo, mentre la moglie è stata immediatamente soccorsa e trasportata in ospedale al Civile di Brescia in codice rosso. Sul posto anche gli agenti insieme con gli uomini della Scientifica. Le condizioni dell'anziana sono piuttosto serie e la prognosi rimane dunque riservata.