in evidenza 24 Novembre 21:06 Turchia abbatte jet russo: il punto della situazione

Alle 9.24 del mattino due caccia F-16 turchi aprono il fuoco al confine con la Siria contro un jet Su-24 russo, accusato di aver violato lo spazio aereo di Ankara. “È stata una pugnalata alle spalle da parte dei complici del terrorismo. Non possiamo tollerare un crimine del genere. Ci saranno conseguenze tragiche”, ha tuonato il presidente russo Vladimir Putin.

Giallo sulle sorti dei piloti – Sulla sorte dei piloti, paracadutatisi prima che il jet venisse colpito, è ancora giallo. Gruppi di ribelli siriani hanno sostenuto di aver sparato a entrambi mentre stavano atterrando, ma Mosca ha confermato solo la morte di uno e fonti della sicurezza di Ankara hanno detto di aver aperto canali con le milizie locali, che potrebbero trattenere l'altro. Diversi elicotteri russi sono stati inviati nella zona per cercarli e uno di questi è stato colpito provocando la morte di un soldato.

Nato invita alla calma – “Prenderemo ogni genere di misura contro le violazioni dei nostri confini”, ha detto il premier Ahmet Davutoglu. Stesso discorso è arrivato da parte del presidente Recep Tayyip Erdogan, forte del sostegno giunto da Barack Obama. Al termine del Consiglio Atlantico convocato nel pomeriggio, il segretario Jens Stoltenberg ha invitato alla calma e alla de-escalation, sottolineando la necessità di “rafforzare il meccanismo per evitare questi incidenti nel futuro”. Secondo le tracce radar diffuse dall'esercito turco, il jet russo ha sconfinato nella provincia sudorientale di Hatay mentre volava nei pressi del confine. Dopo 10 avvertimenti di cambiare rotta nell'arco di 5 minuti, rimasti senza risposta, gli F-16 turchi hanno sparato. Una violazione dello spazio aereo confermata anche dalla Nato durata in tutto 17 secondi e compiuta anche da un secondo jet russo, poi allontanatosi. Ma Mosca ha negato. Secondo il Cremlino il jet non rappresentava una minaccia per la Turchia ed è stato abbattuto a un km dal confine, dentro il territorio siriano. Mosca ha escluso al momento minacce militari ma ha parlato di “conseguenze inevitabili”, tra cui lo stop proprio ai contatti militari.

24 Novembre 20:17 Incrociatore russo Moskva avanzerà verso la costa di Latakia

Dopo quanto accaduto oggi l'incrociatore russo Moskva avanzerà verso la costa di Latakia – dove si trova la base aerea russa – per rafforzare la difesa contraerea. Lo ha annunciato il ministero della difesa russo. “Saranno adottate misure per rinforzare la difesa contraerea, a tale scopo l'incrociatore Moskva, dotato del sistema contraereo Fort, analogo agli S-300, occuperà una postazione nella zona costiera di Latakia. Avvisiamo che tutti i bersagli che rappresentano per noi un pericolo potenziale saranno distrutti”, ha ammonito Serghiei Rudski, capo dipartimento operativo dello Stato maggiore.

24 Novembre 20:01 Mosca, stop a contatti militari con la Turchia

Mosca sospenderà i contatti militari con la Turchia, dopo l'abbattimento del jet russo da parte di F16 turchi: lo ha annunciato il ministero della difesa russo.

24 Novembre 19:55 Segretario Onu molto preoccupato

Il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon sta seguendo gli sviluppi sull'aereo russo abbattuto dalla Turchia ed è “molto preoccupato per la situazione”. Lo ha detto il portavoce del Palazzo di Vetro, Stephane Dujarric. Ban ha ribadito il suo appello affinché “vengano adottate tutte le misure necessarie per la de-escalation del conflitto”.

24 Novembre 19:38 Ribelli abbattono elicottero di soccorso

 

24 Novembre 19:25 Da Nato appello a calma

La Nato lancia un appello alla “calma e alla de-escalation” e sottolinea la necessità di “rafforzare il meccanismo per evitare questi incidenti nel futuro”. Lo dichiara il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, al termine del Consiglio Atlantico indicando che oggi ci sono stati contatti diretti tra Ankara e Mosca.

24 Novembre 19:17 Obama: “Turchia ha diritto di difendere il proprio territorio”

“La Turchia ha il diritto di difendere il proprio spazio aereo e il proprio territorio”: è quanto ha detto il presidente degli Stati Uniti rispondendo, nel corso della conferenza stampa con Hollande, a una domanda sul jet abbattuto. Sottolineando che è ancora in corso la raccolta di informazioni per stabilire quanto accaduto, Obama ha poi riferito che sarà in diretto contatto con Erdogan.

24 Novembre 17:52 Spari contro i piloti che si lanciano col paracadute

 

24 Novembre 17:50 Secondo tv turca i piloti sono vivi

I due piloti del jet russo paracadutatisi fuori prima che l'aereo venisse colpito sarebbero vivi e si sta cercando di portarli in Turchia. Lo sostiene la tv privata Ntv, citando fonti della sicurezza turca. Secondo la stessa fonte i piloti sarebbero al momento nelle mani di gruppi non specificati dell'opposizione siriana, con cui le autorità turche avrebbero aperto dei canali per cercare di ottenerne la liberazione.

24 Novembre 16:03 I ribelli: “Abbiamo ucciso i due piloti mentre atterravano col paracadute”

I due piloti del jet sarebbero stati uccisi dai ribelli turcomanni nel nord della Siria. Lo ha detto il comandante di un gruppo di insorti. "Abbiamo sparato a entrambi mentre stavano atterrando con il paracadute e i loro corpi sono qui".

24 Novembre 14:11 Putin: “Pugnalata alla schiena dalla Turchia, conseguenze tragiche”

 

Quello che è accaduto al confine tra Siria e Turchia con l'abbattimento di un jet miliare russo da parte delle forze armate di Ankara è una "pugnalata alla schiena che avrà serie conseguenze tragiche nelle relazioni con la Turchia". Così il Presidente russo Vladimir Putin ha commentato l'abbattimento del cacciabombardiere Su-24 di Mosca in missione in Siria al fianco di Assad. "I piloti russi non rappresentavano nessuna minaccia e il cacciabombardiere è stato abbattuto mentre era all’interno del confine siriano" ha sottolineato ancora Putin, aggiungendo che la Turchia "si comporta come se la Russia avesse abbattuto il suo stesso aereo". Il riferimento probabilmente è al fatto che il ministero degli Esteri turco ha convocato l'ambasciatore russo ad Ankara a proposito dell'abbattimento del jet di Mosca. "Una pugnalata alle spalle, condotta dai complici dei terroristi, non posso definirlo in altro modo" ha tuonato Putin aggiungendo che il jet russo è stato colpito da un F16 turco con un missile aria aria mentre il velivolo era in territorio siriano, ad 1 km dal confine turco, e conduceva operazioni contro l'Isis a nord di Latakia.

24 Novembre 13:36 Nato convoca vertice straordinario

Un vertice straordinario del Consiglio Atlantico della Nato è stato convocato per il pomeriggio di oggi dopo l' abbattimento del jet russo da parte delle forze armate turche. Lo si apprende da fonti dell'alleanza Atlantica che tengono a specificare che la riunione avrà solo uno scopo informativo e che la Turchia non ha invocato l'art.4 che prevede consultazioni se è minacciata l'integrità territoriale, l'indipendenza o la sicurezza del Paese. Anche l'ufficio stampa dell'Alleanza Atlantica ha confermato che la riunione è stata chiesta dalla Turchia e che "lo scopo della riunione è quello di informare gli alleati sull'abbattimento di un aereo russo". La riunione straordinaria è stata convocata per le 17. Gli ambasciatori della Nato quindi si riuniranno a Bruxelles, quartier generale dell'Alleanza per "permettere alla Turchia di informare i propri alleati sull'abbattimento dell'aereo russo", ha spiegato la portavoce dell'Alleanza atlantica Carmen Romero.

24 Novembre 12:49 Elicotteri russi cercano i due piloti che si sono lanciati con il paracadute

Il territorio siriano in cui è precipitato l'aereo è costantemente sorvolato da elicotteri militari russi che stanno cercando i due piloti, uno dei quali sarebbe morto.

24 Novembre 12:16 Morto uno dei due piloti: il video shock girato con un cellulare

Un video diffuso dai media arabi e girato con un cellulare mostra uno dei due piloti del jet. L'uomo giace a terra senza vita.

 

24 Novembre 12:01 Fonti russe: “Morto uno dei piloti del jet”

Secondo alcune fonti citate dal quotidiano Russia Today uno dei piloti del jet abbattuto sarebbe morto.

24 Novembre 11:51 Lavrov annulla visita di stato in Turchia

Il Ministro degli Esteri russo Lavrov ha annullato il viaggio che avrebbe dovuto compiere domani in Turchia in seguito all'abbattimento del jet.

24 Novembre 11:44 Portavoce di Putin: “Fatto molto grave ma presto per prendere provvedimenti”

"L'abbattimento dell'aereo russo è un fatto molto grave". L'ha detto il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, aggiungendo che è ancora troppo presto per trarre conclusioni sui provvedimenti che Mosca prenderà.

24 Novembre 11:28 I piloti si salvano gettandosi con il paracadute

 

24 Novembre 11:26 I tracciati radar del volo russo

L'esercito turco ha rilasciato il tracciato radar del volo militare russo abbattuto che dimostrerebbe gli sconfinamenti.

24 Novembre 11:17 Aereo russo abbattuto da terra

Il ministro della difesa russo ha confermato che molto probabilmente il caccia è stato abbattuto dalla contraerea di terra.

24 Novembre 10:40 Turchia: “Aereo russo ha violato 10 volte il nostro spazio aereo”

Le forze armate turche hanno confermato che il Sukhoi Su-24 dell'aviazione russa avrebbe invaso lo spazio aereo della Turchia per 10 volte nei cinque minuti antecedenti l'abbattimento.

24 Novembre 10:32 Ministro russo: “Jet sorvolava spazio aereo siriano”

Il ministro della Difesa russo è intervenuto in conferenza stampa ed ha confermato che il jet stava sorvolando lo spazio aereo siriano "come è evidente dai rilevamenti che abbiamo effettuato".

24 Novembre 10:29 Il momento in cui i piloti si sono eiettati

24 Novembre 10:28 Il ministro degli esteri russo Lavrov domani in Turchia

Era stato da tempo programmato proprio per domani un viaggio in Turchia da parte del Ministro degli Esteri Russo Sergei Lavrov: la "missione" avrebbe avuto lo scopo di migliorare le relazioni diplomatiche tra i due paesi.

24 Novembre 10:13 Feriti due giornalisti russi al confine tra Siria e Turchia

Anche due giornalisti russi del quotidiano RT sono stati feriti al confine tra Turchia e Siria.

24 Novembre 10:00 Ministro russo: “Non abbiamo violato lo spazio aereo turco”

Secondo il Ministero della Difesa russo il jet non aveva violato lo spazio aereo turco e volava a 6mila metri di quota. I piloti sono riusciti ad espellersi dalla cabina ma non si sa ancora se siano vivi.

24 Novembre 09:54 Il Jet abbattuto in Turchia è russo

Il jet abbattuto dagli F-16 turchi è russo. Si tratta di un Sukhoi 24: la notizia dell'abbattimento è stata confermata da Mosca.

24 Novembre 09:53 Ordine di abbattere il jet arrivato dal premier

Secondo alcuni media turchi a dare l'ordine di abbattere il jet militare sarebbe stato il primo ministro Ahmet Davutoglu dopo essere stato informato dai vertici militari di Ankara. Il premier ha anche ordinato al ministero degli Esteri di avviare una consultazione d'urgenza con la Nato, l'Onu e i Paesi interessati.

24 Novembre 09:20 Jet “non identificato” abbattuto tra Siria e Turchia

I sistemi di difesa aerea della Turchia hanno abbattuto un caccia "non identificato". Secondo il Ministero della Difesa di Ankara il jet aveva violato lo spazio aereo turco. Il caccia è stato colpito nell'area di Kasab, nella provincia nord di Latakia.

Secondo alcune testimonianze raccolte da CNN i piloti sarebbero riusciti a eiettarsi dalla cabina e a mettersi quindi in salvo. Un'emittente televisiva turca, Haberturk, ha mostrato un video del velivolo in fiamme che precipita al suolo.