30 Novembre 22:51 Toti: “Possibile chiusura dei confini per evitare che il nostro pubblico vada a sciare all’estero”

"Le Regioni si sono interrogate sulla possibile chiusura dei confini nazionali per evitare che il nostro pubblico vada a sciare in Svizzera, Slovenia o Austria". Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti al termine della Conferenza delle Regioni. Le Regioni hanno inoltre valutato la possibilità di riaprire gli impianti sciistici per i soli ospiti degli hotel e proprietari di seconde case, in modo da dare una parziale compensazione agli impianti di risalita e alle località sciistiche.

30 Novembre 22:33 Superati i 63 milioni di contagi da Coronavirus nel mondo

I casi di Covid-19 nel mondo hanno superato la soglia dei 63 milioni: secondo il conteggio della Johns Hopkins University sono nel momento in cui scriviamo 63.089.305 i casi registrati nel mondo, con 1.465.067 morti. Gli Stati Uniti rimangono il Paese più colpito sia per numero di contagi (13.492.101) che per numero di decessi (267.600).

30 Novembre 22:11 Il presidente Mattarella ha firmato il decreto Ristori quater

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto Ristori quater. Si tratta del quarto provvedimento del governo della serie Ristori, che permette appunto di erogare contributi e indennizzi alle attività più colpite dalle chiusure e restrizioni in vigore a causa della pandemia di coronavirus. In tutto i quattro decreti legge mettono sul tavolo circa 18 miliardi di euro. Solo per il Ristori quater il governo ha chiesto uno scostamento di bilancio da 8 miliardi. Con il decreto, oltre ai ristori a fondo perduto, si sospendono i versamenti e i contributi fiscali di fine anno, si rinnova la cassa integrazione e il reddito di emergenza.

30 Novembre 21:31 In Francia 4.005 nuovi contagi e 406 morti

Sono 4.005 i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati in Francia nelle ultime 24 ore, una cifra che non era così bassa dal 28 settembre (4.070). Da ieri, i decessi registrati sono stati 406, che portano il totale da inizio pandemia a 52.731.

30 Novembre 21:10 Oltre 120 clienti accalcati senza distanziamento, polizia chiude locale a Treviso

Oltre 120 clienti accalcati all'interno del locale senza alcun distanziamento, per questo la polizia locale di Treviso ha chiuso un esercizio pubblico alla prima periferia della città veneta non in grado di ospitare tutte quelle persone con le dovute misure anti-contagio. La segnalazione era giunta agli agenti da residenti della zona insospettiti dal volume della musica elevato e da gruppetti di avventori in sosta anche all'esterno dell'esercizio pubblico. Il locale è stato chiuso e la sua riapertura non potrà avvenire prima di cinque giorni.

30 Novembre 20:58 Covid a Bari, muore decano degli anestesisti: tra un mese sarebbe diventato nonno

In Puglia salgono a 7 i medici morti a causa del coronavirus. L'ultima vittima del covid-19 è Vito Roberto De Giorgi, medico e decano degli anestesisti baresi che tra poco più di un mese sarebbe diventato nonno. De Giorgi lottava da oltre un mese nella Rianimazione del Policlinico del capoluogo pugliese per i gravi sintomi covid. De Giorgi aveva concluso la sua carriera all'ospedale Fallacara di Triggiano ed era in pensione dall’estate 2019 ma tutti lo ricordano ancora come un medico valido e capace.

30 Novembre 20:44 Le line guida Ue per Natale: “Evitare assembramenti e messe”

Nelle linee guida che saranno pubblicate mercoledì sulle misure anti-Covid, per il Natale, la Commissione europea raccomanda di valutare di "non permettere la celebrazione delle messe". In particolare chiede di "considerare di evitare cerimonie religiose con grossi assembramenti, sostituendole con iniziative online, in tv, o alla radio", secondo quanto si apprende a Bruxelles.

30 Novembre 20:14 Marito e moglie sposati da 47 anni muoiono di Covid lo stesso giorno

Una coppia del Michigan sposata da 47 anni è morta a causa del Covid-19 lo stesso giorno. Leslie e Patricia McWaters sono morti il 24 novembre dopo essere stati ricoverati in ospedale a causa del coronavirus. Marito e moglie si sono spenti negli stessi minuti. “È bello, ma è così tragico. Un po’ come Romeo e Giulietta", ha detto la figlia Joanna: “Non avrebbero voluto stare lontani l’uno dall’altra”. Patricia McWaters, 78 anni, conosciuta da amici e parenti come Pat, era un’infermiera. Leslie McWaters, 75 anni, era un camionista e un veterano. "È già abbastanza difficile perdere un genitore, ma questa è stata la cosa peggiore", così ancora la figlia: “Tutta la nostra famiglia è completamente devastata”.

30 Novembre 19:55 Cremona, per 3 visoni positivi al Covid ne verranno abbattuti 30.000

Trentamila visoni verranno abbattuti a Cremona perché tre di loro sono risultati essere debolmente positivi al Covid-19. Così, a seguito di un’ordinanza del ministero della Salute, dovranno essere uccisi e cremati per tutelare la salute pubblica. "Ho pianto tutta la mattina, quarant'anni di lavoro in fumo con danni economici enormi", ha commentato il titolare dell'azienda, il 70enne Giovanni Boccù.

30 Novembre 19:37 Vaccino anti-Covid, in corso incontro tra il commissario Arcuri e Pfizer

Da almeno un'ora, secondo quanto si apprende, è iniziato l'incontro tra il commissario all'emergenza Domenico Arcuri e i rappresentanti della multinazionale del farmaco Pfizer, che sta lavorando a uno dei tre vaccini – con quelli di Moderna e di AstraZeneca – che potrebbero essere disponibili in Italia entro la fine di gennaio. Tra i temi in discussione probabilmente i 200 milioni di dosi che il governo potrebbe acquistare da Pfizer e la catena del freddo da organizzare per conservare il vaccino a bassissime temperature per la distribuzione.

30 Novembre 19:25 Il confine tra Usa e Canada chiuso fino al 21 dicembre

Il confine tra Canada e Stati Uniti resterà chiuso fino al 21 dicembre. Lo ha annunciato il primo ministro canadese Justin Trudeau. Il divieto di attraversare il confine tra i due paesi scadeva lo scorso 20 novembre ma è stato prolungato di un mese. Il confine canadese è stato chiuso lo scorso 18 marzo a causa della pandemia e sono stati banditi tutti gli spostamenti non essenziali. Il divieto è applicato anche al traffico aereo.

30 Novembre 19:11 “Il Coronavirus arrivato a Wuhan dall’estero con cibi surgelati”

Da mesi la Cina cerca di dimostrare che i prodotti surgelati possono essere uno dei veicoli di trasmissione del Coronavirus e ora Pechino sembra intenzionata ad andare oltre riscrivendo la stessa storia dell’origine del virus. Si sta facendo sempre più spazio l’ipotesi secondo cui il coronavirus non sia nato a Wuhan ma che nel mercato del pesce sia arrivato attraverso cibi surgelati.

30 Novembre 18:54 Carica virale più bassa rispetto a ottobre, Broccolo: “Spiega perché test antigenici sono meno affidabili”

Si è decisamente abbassata la carica virale, ossia il numero delle copie di materiale genetico del coronavirus presenti in un millilitro di materiale biologico prelevato con il tampone, tanto che attualmente solo il 5% dei pazienti analizzati, pari al 20% dei positivi, ha una carica virale superiore a un milione, contro l′80% che si registrava in ottobre. Lo ha detto all’Ansa il virologo Francesco Broccolo, dell’Università Milano Bicocca e direttore del laboratorio Cerba di Milano. I campioni sopra il miliardo provengono da circa l′1% dei pazienti analizzati, pari al 5% dei positivi. “Quindi – ha spiegato Broccolo – le cariche virali stanno diminuendo significativamente rispetto ad inizio di ottobre, quando circa l′80% dei positivi aveva una carica superiore ad 1 milione, indicando una riduzione delle infezioni attive”. Si tratta di “un’importante informazione che giustifica perché i test antigenici immunocromatografici vadano sempre peggio e siano poco affidabili”.

30 Novembre 18:42 Ricciardi: “Riaperture? Regioni non si rendono conto dei rischi”

Le regioni "non si rendono conto" dei rischi. Eventuali riaperture in questo momento non farebbero altro che "preparare la strada a una nuova ripartenza del virus" in Italia. A dirlo Walter Ricciardi, consigliere del ministro Roberto Speranza. "Il nostro governo sta facendo le cose migliori rispetto ad altri, ha varato strategie differenziate in funzione della diffusione del virus. Il problema è sempre la tensione tra governo e regioni, queste ultime vivono i colori come uno stigma e sono pressati dall'economia locale e non si rendono conto che l'interesse principale per tutti è che se non risolviamo in maniera stabile la curva epidemica, che in questo momento è 300 su 100mila abitanti, e dobbiamo riportarla a sei volte meno, ovvero a 50 su 100mila", così parlando delle ‘Lezioni apprese dalla pandemia' nel suo intervento all'evento online ‘Il dialogo conta – Ripartire dalla salute per costruire insieme la società sostenibile di domani', promosso da Novartis Italia e realizzato con il contributo di The European House-Ambrosetti. "Solo quando arriverà a questi numeri potremmo permetterci delle riaperture con una vita normale, se riapriamo con un'incidenza tra 50 e 300 casi su 100mila abitanti, non facciamo altro che preparare la strada a una nuova ripartenza del virus", ha aggiunto Ricciardi. E ancora: "Sono preoccupato, siamo di fronte ad un cambiamento epocale che la mente fa fatica a comprendere, ora non possiamo tornare alla normalità e non lo faremo per mesi o anni. Noi scienziati ce lo possiamo permettere, i politici no. La politica vuole il consenso e vuole rassicurare i cittadini, ma chi ha detto la verità in maniera brutale ha fatto bene alla salute e all'economia". "Mi viene in mente la prima ministra neozelandese, o la Merkel. Mentre il programma inglese mi fa rabbrividire, è quello di un Governo che determina una serie di scelte non basate sull'evidenza", aggiunge.

30 Novembre 18:31 Continua calo di contagi e morti nel Regno Unito: in 24 ore 12.330 casi e 205 morti

Continuano a calare i nuovi contagi e l'incremento giornaliero dei morti nel Regno Unito mentre si avvicina il termine del lockdown nazionale bis in Inghilterra, fissato dopo quattro settimane per il 2 dicembre e destinato comunque a essere rimpiazzato dal governo da un sistema rafforzato di restrizioni locali graduate attraverso livelli di allerta inizialmente arancione e rosso pressoché ovunque. In base all'aggiornamento dei dati odierno, nelle 24 ore si sono contati altri 12.330 casi e altri 205 decessi, mentre risultano in discesa i nuovi ricoveri in ospedale e in terapia intensiva. Sul totale quotidiano dei morti potrebbe pesare peraltro il consueto ritardo statistico parziale sui dati riferiti al weekend nel Regno, recuperati di norma fra il martedì e il mercoledì. Le indicazioni arrivano a margine del briefing del lunedì sugli sviluppi della pandemia, tenuto oggi a Downing Street dal ministro della Sanità, Matt Hancock: incaricato d'illustrare dettagli sui piani per un ulteriore diffusione capillare dei tamponi – dopo il picco europeo di test raggiunto in cifra assoluta negli ultimi mesi – nelle varie comunità del Paese, per cercare di tenere sotto controllo l'infezione anche nel dopo lockdown.

30 Novembre 18:19 La Valle d’Aosta riapre i negozi di prossimità nonostante la zona rossa

Nonostante sia ‘zona rossa', la Valle d'Aosta ha deciso di riaprire da domani i negozi di prossimità e i centri per servizi alla persona. Lo ha detto il presidente della Regione, Erik Lavevaz, che ha firmato un'ordinanza. "Rispettando la necessità di garantire la massima sicurezza, che è la priorità, è necessario dare uniformità di trattamento ai cittadini. Per questo abbiamo deciso di dare la possibilità di aprire da domani fino al 3 dicembre. Poi sappiamo che da venerdì diventeremo zona arancione. Rispetto ai fenomeni di assembramento avvenuti nelle grandi città, da noi questo non accadrà perché non abbiamo i centri commerciali" ha aggiunto.

30 Novembre 18:06 Oms: “Scorsa settimana primo calo dei nuovi casi segnalati a livello globale da settembre”

"La scorsa settimana ha visto il primo calo dei nuovi casi di Covid-19 segnalati a livello globale da settembre, a causa di una diminuzione dei casi in Europa grazie all'efficacia delle misure difficili ma necessarie messe in atto nelle ultime settimane". Lo ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Oms, nel consueto briefing da Ginevra. "Questa è una buona notizia – ha aggiunto il direttore -, ma deve essere interpretata con estrema cautela. Il vantaggio può essere facilmente perso e c'è stato ancora un aumento dei casi nella maggior parte delle altre regioni del mondo e un aumento dei decessi".

30 Novembre 17:54 Coronavirus Campania, 1.626 contagi e 42 morti

Sono 1.626 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Campania nelle ultime 24 ore, su 14.286 tamponi analizzati. Si contano anche 42 decessi, mentre sono 1.843 le persone che sono guarite. In totale, sale a 155.319 il numero dei contagiati in Campania dall’inizio della pandemia.

30 Novembre 17:41 Le differenze tra vaccino antinfluenzale e vaccino anti-Covid

I primi vaccini contro il coronavirus saranno distribuiti molto probabilmente a partire dal prossimo mese negli Stati Uniti, mentre per l’Italia si dovrà attendere il mese di gennaio, qualora le autorità competenti dovessero autorizzarli. Qui spieghiamo quali sono le caratteristiche che distinguono i vaccini anti-Covid dal comune vaccino antinfluenzale. Al momento sono tre le preparazioni più vicine alla distribuzione, sebbene attraverso un'approvazione per l'uso di emergenza. Il BNT162 di Pfizer e della società di biotecnologie tedesca BioNTech; l'mRNA-1273 messo a punto sviluppato da Moderna Inc. e dal The National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) guidato da Anthony Fauci; e il ChAdOx1 o AZD1222 sviluppato dallo Jenner Institute dell'Università di Oxford in collaborazione con l’azienda italiana Advent-Irbm di Pomezia e la casa farmaceutica britannico-svedese AstraZeneca, che avrà il compito di distribuirlo.

30 Novembre 17:28 Covid Lombardia, 1.929 contagi e 208 morti

Il bollettino della Regione Lombardia di oggi: sono 1.929 i nuovi casi di Coronavirus e 208 i morti. I ricoveri in ospedale aumentano rispetto a ieri: sono stati 33 in più, per un totale di 7.433. Calano i ricoveri in terapia intensiva (meno uno rispetto a ieri, per un totale di 906).

30 Novembre 17:17 Il bollettino di oggi, calano i contagi: 16.377 nuovi casi. I dati su terapie intensive e ricoveri

Secondo il bollettino di oggi, lunedì 30 novembre, i nuovi casi di Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore sono stati 16.377 su 130.524 tamponi analizzati per un totale di 1.601.554 contagi dall’inizio dell’emergenza sanitaria. I guariti in totale sono invece 757.507 (+23004). I decessi registrati nell’ultima giornata sono invece 672 per un totale di 55.576 da inizio epidemia. I casi attualmente positivi sono 788.471. Di questi, 33.187 sono i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi e 3.744 quelli in terapia intensiva.

30 Novembre 17:10 Brusaferro (ISS): “L’epidemia durerà ancora per un anno e mezzo”

Quello causato dalla pandemia "è uno stress che non è stato puntiforme, come un terremoto o un'alluvione, è uno stress che si prolunga per oltre un anno e ci accompagnerà per un anno e mezzo circa, e stiamo mettendo in atto strategie di adattamento che lasceranno il segno in futuro, alcune probabilmente in maniera permanente". Lo ha affermato il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro durante un forum all'Ansa.

30 Novembre 17:07 Coronavirus Lazio: oggi 1.993 contagi e i 19 decessi

La situazione dell’epidemia di Coronavirus  nel Lazio con i dati del bollettino della Regione di oggi dopo i 1.993 contagi e i 19 decessi di ieri: 1.589 casi e 39 decessi. Si tratta del dato più basso del mese di novembre e per la prima volta Roma città scende al di sotto dei mille casi (947)

30 Novembre 16:51 Oggi in Puglia, oltre 1000 contagi e 30 morti: il bollettino

Sono 1.101 i nuovi casi positivi e 30 i morti oggi in Puglia secondo i dati diffusi nel bollettino. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle ultime notizie fornite dal direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi nella Regione sono stati registrati 4.151 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.101 casi positivi: 515 in provincia di Bari, 69 in provincia di Brindisi, 87 nella provincia Bat, 198 in provincia di Foggia, 65 in provincia di Lecce, 162 in provincia di Taranto, 5 residenti fuori regione.

Sono stati registrati 30 decessi: 14 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 9 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Taranto.

30 Novembre 16:36 Pregliasco: “Ci aspettiamo una terza ondata a gennaio”

"Cosa può succede in termini di contagio da Covid a gennaio? Una terza ondata, ce la aspettiamo per quella che è la storia delle precedenti pandemie. L'entità dipenderà da noi". Lo dice Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli studi di Milano, in collegamento con la trasmissione Tagadà su La7.

"Già questa seconda ondata è dipesa un po' da noi, da quanto abbiamo fatto o meglio non fatto durante l'estate", sottolinea il virologo, evidenziando come "in questo momento ogni contatto è un potenziale rischio". In particolare, secondo Pregliasco, con l'aumento dei contatti durante le feste "c'è il rischio di incappare in un soggetto asintomatico e questo è l'elemento che dobbiamo continuare a ricordare".

30 Novembre 16:27 Coronavirus Emilia-Romagna, 2.041 nuovi positivi e 39 decessi

In Emilia Romagna ci sono stati 2.041 nuovi positivi al Covid-19, di cui 1.189 asintomatici, su un totale di 10.992 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 18,5%. Rispetto a ieri si sono registrati 39 nuovi decessi. In aumento sia i pazienti ricoverati in terapia intensiva che sono complessivamente 249 (+4 rispetto a ieri) e sia quelli negli altri reparti Covid pari a 2.755 persone (+87). Dall'inizio dell'epidemia da coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 123.073 casi di positività. Questi i principali dati sull'emergenza sanitaria forniti dalla Regione.

30 Novembre 16:19 Moderna annuncia efficacia 100% del proprio vaccino: ma ciò non significa immunità totale

Il dato di efficacia annunciato dalla società statunitense di biotecnologie per il suo candidato vaccino mRna-1273 si basa su 30 casi di forma grave della malattia che si sono verificati tutti nel braccio di studio cui è stato somministrato placebo. Non è però escluso che le persone vaccinate possano comunque contrarre l’infezione senza mostrare i sintomi della malattia.

30 Novembre 15:45 Fedriga (Friuli Venezia Giulia): “Al via test salivari senza operatori

"In Friuli Venezia Giulia si sta sperimentando con ottimi risultati un nuovo trattamento per i contagi che se funziona sarebbe una cosa rivoluzionaria. Cioè non più on la necessità di effettuare tamponi, ma tramite il prelievo salivare". Lo ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga. "Questo significa – ha aggiunto – che avremmo dati e tempi migliori del classico tampone naso-faringeo, ma soprattutto non servirebbero più operatori sanitari per effettuare i prelievi e questo rivoluzionerebbe totalmente tutto quel passaggio che oggi serve ed è molto difficile per la mancanza di personale".

30 Novembre 15:26 Usa, nuovi casi scendono a 138.903, ma è ancora record di ricoverati

Gli Stati Uniti hanno registrato 138.903 nuovi casi di Covid 19 nella giornata di ieri, in ribasso dai 155.596 del giorno prima e dai 205.557 (record) di venerdì. I decessi sono stati 801, portando il totale a quasi 267.000, secondo i dati della Johns Hopkins University. Continua a salire il numero di ricoverati a causa del virus, che ha raggiunto il livello record di 93.219, secondo i dati del Covid Tracking Project; solo tre settimane fa, il numero di ricoverati superava per la prima volta le 60.000 unità. Numeri senza precedenti anche per i ricoverati in terapia intensiva, che sono 18.198.

30 Novembre 15:22 In Toscana, oggi 893 nuovi casi: il bollettino

"I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 893 su 10.383 tamponi molecolari e 1.027 test rapidi effettuati". Lo ha scritto, sulla sua pagina Facebook, il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato sui nuovi casi di positivi al Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore. "Siamo fieri delle donne e uomini che ogni giorno e notte salgono sulle ambulanze e auto mediche – ha aggiunto Giani, pubblicando la foto di un infermiere in tuta anti Covid – Dall'inizio dell'emergenza lavorano senza sosta con turni logoranti per dare il massimo nella lotta al virus. A loro va il nostro più grande ringraziamento".

30 Novembre 14:57  Morto farmacista 64enne, è la 20esima vittima della categoria

"È con profonda amarezza" che la Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani e la Federfarma annunciano "che la professione ha subito un'altra grave perdita a causa del Covid. È il collega Enzo Bosso, 64 anni", che esercitava nella sua farmacia di Castellamare di Stabia (Napoli). "Nell'arco di pochi giorni — ricordano — sale così a venti il triste computo dei farmacisti caduti mentre svolgevano la loro opera al servizio della collettività". Una scomparsa che "ci ricorda dolorosamente quanto questa epidemia sia ancora lontana dall’essere sconfitta e quanto i farmacisti siano una figura centrale nelle comunità in cui operano".

30 Novembre 14:51 Il presidente della Provincia di Bolzano: “Mancano tutti i presupposti per avvio sci”

"E' ormai evidente che per l'avvio della stagione sciistica attualmente mancano tutti i presupposti". Lo ha affermato il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher. "Dobbiamo lavorare tutti assieme per creare le condizioni per poter partire dopo Capodanno – ha aggiunto -. Per questo motivo chiediamo i ristori per tutti i settori colpiti dallo stop".

30 Novembre 14:46 Bari, festa di compleanno in casa nonostante il coprifuoco: 14 sanzionati

Quattordici giovani sono stati sanzionati a Bari perché, alle 2 di notte, in pieno coprifuoco, partecipavano ad una festa privata in violazione delle norme anti-Covid.

I carabinieri sono intervenuti dopo una segnalazione di assembramenti in corso Italia, strada centrale della città. Lì hanno scoperto che era in corso una festa organizzata da ragazzi all’interno di un’abitazione, per festeggiare il compleanno di uno di loro, con musica ad alto volume e in piena violazione delle misure di contenimento dei contagi.

30 Novembre 13:15 L’annuncio di Moderna: “Nostro vaccino efficace al 100 per cento nei casi severi”

Il candidato vaccino dell'azienda Usa Moderna ha dimostrato un'efficacia pari al 94,1% contro Covid-19, ed ha inoltre dimostrato un'efficacia pari al 100% nei casi severi. Lo rende noto l'azienda, annunciando i risultati dei test di fase 3 su 196 casi. Oggi Moderna farà richiesta all'autorità statunitense per i farmaci Fda dell'autorizzazione per l'uso di emergenza, e all'Agenzia europea per i medicinali Ema di un'autorizzazione condizionata.

30 Novembre 13:06 A Sassari 31 sanzioni in una sola serata: non rispettavano le misure anti Covid

Ben 31 sanzioni sono state effettuate venerdì sera a Sassari in seguito alla violazione delle misure anti Covid. Si tratta nella maggior parte dei casi di giovanissimi coinvolti in assembramenti o perché senza mascherina in piazza Sacro Cuore, tra via Adelasia e largo Pazzola e in piazza Maestri del Lavoro. Sono state numerose le segnalazioni degli abitanti nella zona della piazza Sacro Cuore.

30 Novembre 13:00 In Corea del Sud boom di nuovi casi Covid: verso nuove restrizioni a Seul, chiuse saune e palestre

La Corea del Sud ha registrato 438 nuovi casi di Coronavirus ieri, di cui 24 importati. Lo riferiscono le autorità sanitarie annunciando nuove restrizioni nell'area metropolitana di Seul. Da domani fino al 7 dicembre nella capitale chiuderanno saune e palestre e agli hotel sarà vietato organizzare veglioni per Capodanno.

30 Novembre 12:50 Coronavirus in Veneto, oggi 2.003 nuovi positivi e 34 morti

Secondo l'ultimo bollettino regionale, sono 2.003 i nuovi positivi al Coronavirus in Veneto per un totale di 145.593 infezioni dall'inizio dell'emergenza ad oggi. Salgono di 26 i posti letti occupati negli ospedali per 2.608 posti totali e di otto quelli delle terapie intensive (339 totali). Trentaquattro i decessi verificatisi nelle ultime 24 ore, 3.711 dal 21 febbraio ad oggi.

30 Novembre 12:47 L’Ema: “Rischio suicidio collegato a uso idrossiclorochina”

L’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha sottolineato come comportamenti associati al suicidio di alcuni soggetti siano considerati uno degli effetti collaterali dell'idrossiclorochina e della clorochina, raccomandando di aggiornare le informazioni di prodotto per tutti i farmaci contenenti queste sostanze che sono stati utilizzati come trattamento off-label in pazienti con infezione da nuovo coronavirus Sars-Cov-2. La revisione, si legge sul portale dell'ente regolatorio, è stata avviata a maggio 2020 dopo che l'Ema "era stata informata dall'agenzia spagnola dei medicinali (Aemps) di 6 casi di disturbi psichiatrici in pazienti Covid a cui erano state somministrate dosi di idrossiclorochina superiori a quelle autorizzate".

30 Novembre 12:27 In Italia negli ultimi 30 giorni sono statu registrati 801.000 casi e 12.900 morti: i dati Iss

Sono 800.953 i casi di infezione da Sars-Cov-2 registrati negli ultimi 30 giorni in Italia, di cui 22.712 tra gli operatori sanitari, e, nello stesso arco di tempo, sono stati ben 12.904 i decessi e 304.531 i guariti. È quanto mostrano i Dati della Sorveglianza integrata Covid-19, pubblicati dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e aggiornati al 29 novembre. L’età mediana dei casi negli ultimi 30 giorni di 48 anni, aumentata dopo il calo dell’estate. Il 48,3% dei contagiati sono maschi e il 51,7% femmine; l’11% ha sotto i 18 anni, il 15,5 è over 70, il 29% ha tra 51 e 70 anni e la maggior parte, il 44,3%, ha tra 19 e 50 anni.

30 Novembre 12:16 In Italia sale il bilancio dei medici morti per Covid: ne sono 221

Si aggrava ancora il bilancio dei medici morti dopo essere risultati positivi al Coronavirus in Italia. Sono 221 stando a quanto riferito dalla Fnomceo, Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri. Le ultime vittime registrate sono Vito Roberto De Giorgi, anestesista in pensione, deceduto venerdì e Bartolomeo Borgialli, medico di medicina generale in pensione, morto ieri.

30 Novembre 12:03 Iss: “Il caldo diminuisce capacità del virus di infettare”

Così come è stato dimostrato anche per altri virus respiratori, la capacità del Sars-Cov-2 di infettare è sensibile all'aumento della temperatura ambientale: diminuisce col caldo e aumenta col freddo. È quanto ha potuto osservare, confermando delle ipotesi già da molti avanzate, un team di ricercatori del Dipartimento di Malattie Infettive dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), in uno studio pubblicato sulla rivista Clinical Microbiologi and Infection dell'European Society of Clinical Microbiology and Infectious Diseases. Gli esperimenti condotti in vitro hanno dimostrato che innalzando la temperatura fino a 28 gradi centigradi, che è quella prevista per il mese di giugno, la carica virale subisce un drastico decadimento entro le prime 24 ore dall'emissione di droplet infette, mentre per raggiungere gli stessi livelli di decadimento alla temperatura di 20-25 gradi centigradi (considerata la "temperatura ambiente") sono necessari tre giorni.

30 Novembre 11:41 Negli Usa virologi preoccupati: “Rischio picco di contagi dopo il Ringraziamento”

Secondo l’immunologo Anthony Fauci gli Stati Uniti dovranno “prepararsi ad affrontare un’ondata dopo l’altra di Covid-19”. Il consigliere del governo ha poi aggiunto che “quasi certamente ci sarà un incremento dei contagi per la gente che si è messa in viaggio il Giorno del Ringraziamento. Non vogliamo spaventare le persone, ma questa è la realtà”.

30 Novembre 11:28 Bonaccini: “L’Emilia-Romagna potrebbe tornare zona gialla”

"In due settimane è decisamente migliorata la curva dei contagi e il numero dei ricoverati ed è possibile che potremmo presto tornare in zonagialla". Così, il governatore dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, parlando a Mattino Cinque. "Qui — ha aggiunto — prendemmo misure restrittive prima ancora che si prendessero nel resto del Paese, nel corso della prima ondata e anche in questa seconda, prima di diventare zona arancione". Sulle sue condizioni di salute, dopo essere risultato positivo al virus ha detto: "Ho fatto tre settimane in isolamento, sto terminando la cura della polmonite e tra una settimana spero di essere completamente guarito. Sono stato ricoverato solo una giornata e poi ho potuto continuare le cure a casa. Ho seguito le indicazioni dei medici, qui abbiamo una sanità che è un'eccellenza nazionale e non solo. Sarebbe utile — ha concluso — portare nelle terapie intensive chi nega l'esistenza del Covid, cambierebbe opinione immediatamente".

30 Novembre 11:20 L’appello dei medici per Natale: “Non vanno fatti gli errori dell’estate, il virus ora circola di più”

"A Natale le misure restrittive messe in atto dal Governo avranno sicuramente raffreddato la curva dei contagi. Ma questo non significa un "liberi tutti": il virus circola ancora, e in maniera molto più forte rispetto all'estate quando uscivamo da due mesi di lockdown totale. Non compromettiamo in pochi giorni mesi di sacrifici, non ripetiamo gli errori di Ferragosto. Continuiamo a limitare gli spostamenti a quelli necessari e a rispettare le misure igieniche di prevenzione": è l'appello lanciato dal presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, Filippo Anelli.

30 Novembre 11:05 Diagnosticare il Covid prima del tampone? Si può, con una ecografia

Un team di ricerca della Città della Salute e della Scienza di Torino – Ospedale Molinette ha dimostrato che attraverso un’ecografia ai polmoni (accompagnata da una visita medica) è possibile diagnosticare prima del tampone oro-rinofaringeo i casi di COVID-19 con polmonite. Test su 140 pazienti ha rilevato il 20 percento di positivi, risultati tutti negativi al primo tampone.

30 Novembre 10:45 Scuole chiuse, Miozzo (Cts): “Meglio tenere i ragazzi in aula, più rischio contagio fuori”

"È più facile che uno studente risulti contagiato da Covid-19 se non frequenta la scuola e fa didattica a distanza piuttosto che il contrario, il rischio "è molto sbilanciato" e quindi i ragazzi "è meglio mandarli in aula". Lo ha detto Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, intervenendo a Studio24 su RaiNews24, sottolineando anche i problemi che comunque una didattica a distanza prolungata nel tempo finisce con il comportare nell'equilibrio anche psichico degli studenti. Miozzo ha aggiunto che "come Cts ci confrontiamo con una comunità scientifica internazionale. Per le scuole ci siamo confrontati costantemente con l'Oms e altre istituzioni e il parere collegiale è che il rischio tra l'esserci e il non esserci in aula è molto sbilanciato".

30 Novembre 10:21 Boccia: “Domani confronto Stato-regioni su Dpcm, a Capodanno si festeggia a casa”

"Domani mattina ci sarà una riunione della conferenza Stato-regioni, poi ci sarà un confronto parlamentare" e infine "il presidente Conte tirerà le somme". Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, a Rainews24, parlando del nuovo Dpcm sulle misure anti-Covid in vista del Natale. Boccia ha poi aggiunto, rispondendo ad una domanda sui festeggiamenti per l'anno nuovo: "Se decidiamo che c'è un limite orario per gli spostamenti, che si torna a casa indipendentemente da quello c'è da fare: c'è da festeggiare il Capodanno? Si festeggia a casa".

30 Novembre 10:00 Galli (Sacco): “A Natale a tavola non più di 6, dalle zie novantenni ci vado tamponato”

Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco-università degli Studi di Milano, torna a parla di Natale al tempo della pandemia di Coronavirus. "Se non si assumeranno tutti i tentativi di sicurezza che sono nel potere dei singoli non ne usciremo", ha detto intervenendo ad Agorà su Rai 3. "Bisogna avere il massimo possibile della prudenza nei contatti, specie con le parti più anziane della famiglia, se ci vado lo faccio da tamponato", ha sottolineato, aggiungendo per quanto riguarda il cenone: "L'indicazione corretta sarebbe non più di 6 persone a tavola, sicuramente non più di 10, ma sempre con le debite precauzioni. Ricordando che il ristorante o la festa in famiglia sono situazioni senza mascherina e che queste situazioni, magari parlando forte o gridando, non sono certamente le più sicure".

30 Novembre 09:54 Natale e Covid, dalla Liguria la proposta di “zona bianca” per le regioni con Rt basso

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti ha lanciato la proposta di una "zona bianca" in vista delle vacanze di Natale. L’intenzione è chiedere al governo qualche libertà in più per "consentire un Natale un po’ più libero visto che è un pezzo importante dell’economia del Paese", soprattutto per le regioni che meglio si stanno comportando meglio e che hanno un indice Rt più basso.

30 Novembre 09:51 Vaccino anti Covid, in Francia priorità ad anziani nelle Rsa

Le persone anziane che risiedono in case di cura devono essere vaccinate in via prioritaria "all'arrivo delle primissime dosi" contro il Covid-19. È questa la raccomandazione dell'Alta autorità francese per la Salute, "dato il numero limitato di dosi che saranno disponibili all'avvio della campagna di vaccinazione". Per la campagna, l'autorità sanitaria definisce "cinque fasi progressive" con una linea guida: "proteggere come priorità i più vulnerabili e coloro che se ne prendono cura", ha spiegato il presidente dell'ente, Dominique Le Guludec.

30 Novembre 09:35 Cirio (Piemonte): “Folla e shopping ieri a Torino inaccettabili”

"Quello che ho visto ieri in alcune vie a Torino è qualcosa che mi riporta con la mente in estate e non possiamo permettercelo". Il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, commenta così le immagini della folla che ieri hanno accompagnato la riapertura dei negozi e degli assembramenti per lo shopping. "È qualcosa di inaccettabile", sottolinea ai microfoni di Radio Veronica One, aggiungendo: "Questa mattina parteciperò al Comitato per l'Ordine pubblico e chiederò al prefetto interventi rigorosissimi. So che le forze dell'ordine hanno fatto tanto ma evidentemente non basta. I piemontesi si stanno comportando in modo serio, ma laddove ci sono situazioni che scappano di mano bisogna intervenire subito in maniera netta".

30 Novembre 09:32 Da oggi riaprono scuole medie e negozi in Alto Adige

Dopo un lockdown di 16 giorni e uno screening di massa, in Alto Adige da oggi riaprono tutti i negozi e i mercati alimentari. Riprendono la loro attività anche i parrucchieri e gli estetisti. Bar e ristoranti per il momento possono offrire solo servizio d'asporto, ma venerdì, quando l'Alto Adige dovrebbe uscire dalla zona rossa, probabilmente potranno lavorare dalle 5 alle 18. Oggi è ripresa anche la didattica in presenza in tutte le scuole medie, mentre sul ghiacciaio della val Senales riaprono gli impianti per gli allenamenti della squadre agonistiche.

30 Novembre 09:29 L’allarme del virologo Fauci: “Rischiamo un’ondata dopo l’altra”

La pandemia da Coronavirus "non farà registrare un'improvvisa inversione di tendenza". Al contrario, nelle prossime settimane "continueremo ad avere lo stesso tipo di cose. E forse potremmo avere un'ondata dopo un'altra ondata". È questo l'allarme lanciato da Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, che intervenendo su NBC, ha anche chiesto a quanti stanno rientrando a casa dopo il weekend del Thanksgiving di contribuire a contenere le infezioni indossando la mascherina e mantenendo la distanza sociale.

30 Novembre 09:26 Coronavirus in Germania, 11.169 casi e 125 decessi nelle ultime 24 ore

In Germania sono stati registrati 11.169 nuovi casi di Coronavirus in un giorno portando il totale a 1.053.869, numero in calo rispetti ai giorni precedenti. Per quanto riguarda i decessi, ne sono stati segnalati 125 nelle ultime 24 ore facendo salire il bilancio a 16.248. Lo riporta il Robert Koch Institut.

30 Novembre 09:18 Il viceministro Sileri: “No agli spostamenti a Natale, non saremo al sicuro fino a ottobre 2021”

Non sarà un Natale tradizionale ed anzi per tornare alla normalità bisognerà aspettare ancora mesi. Parola del viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri. "Siamo lontani dal cantare vittoria. Sarà necessario un Natale diverso, altrimenti crescerà di nuovo la curva", ha detto in una intervista a La Stampa, aggiungendo: "Gli spostamenti tra Regioni dovranno essere limitati. È brutto dirlo, ma credo sia necessario. Dobbiamo ridurre le possibilità di contagio. Entro la fine di dicembre è verosimile che la maggior parte delle Regioni siano in fascia gialla e a quel punto sarebbero sufficienti i pranzi di Natale con dei positivi a tavola per rischiare una strage". In primavera potrebbe esserci una recrudescenza del virus, ha avvertito Sileri. Sul vaccino: "Se arriveranno 20 milioni di dosi in 6 mesi, vorrà dire che potremo vaccinare 10 milioni di italiani, la metà, perché per ogni dose di vaccino va fatto un richiamo. Credo che solo a ottobre avremo dei numeri sufficientemente alti. L'Europa si dovrà attrezzare. Si potrebbe avere un'anagrafe vaccinale finalmente funzionante, che riconosca chi ha fatto il vaccino e preveda misure di precauzione diverse a seconda dei casi".

30 Novembre 09:09 Il sottosegratario Zampa: “Niente riapertura della scuola prima di Natale”

"Non credo che ci saranno delle riaperture prima di Natale". Lo ha detto la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, a 24Mattino su Radio 24 parlando della riapertura delle scuole in Italia. "È un elemento non positivo, negativo – ha sottolineato – perché alla fine il Paese non è in grado di reggere. Però – ha proseguito – la scuola aperta a spot non serve a nessuno, serve solo a creare vampate di contagi". Per Zampa, è "necessario un piano di recupero delle ore andate perse in parte perché anche una buona Dad non è equiparabile alle lezioni in presenza".

30 Novembre 09:03 Le raccomandazioni Ue per Natale e Capodanno: niente canti in chiesa e cenoni ristretti

L'Unione europea sta per rendere note delle linee guida non vincolanti per aiutare gli Stati membri ad organizzare le misure per Natale e Capodanno evitando il rischio di una terza ondata della pandemia di Coronavirus a inizio gennaio. Tra le raccomandazioni: evitare eventi di massa, stabilire un numero massimo di partecipanti al cenone, mantenere il coprifuoco notturno e proibire i canti in chiesa.

30 Novembre 08:55 Salvini al governo: “Non rubino il Natale ai bambini”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, va all’attacco del governo chiedendo di evitare restrizioni eccessive per il Natale: “Se i dati della pandemia di Coronavirus lo consentono, perché non concedere a chi vuole tornare a casa per Natale di rivedere i suoi cari? Si può fare senza seminare paura e terrore prima del tempo. Spero che non rubino il Natale ai bambini”.

30 Novembre 08:37 Galli (Sacco): “Mi rendo conto delle esigenze economiche, ma la salute della gente è importante”

"Il punto è che c'è ancora moltissimo virus che circola e appena ottenuto l'accenno di un risultato non si può pensare ad una situazione di ‘liberi tutti', l'abbiamo gia' vissuta questa esperienza", quindi "è evidente che se non si mantengono le precauzioni si vedranno le conseguenze che abbiamo già vissuto". Lo ha detto Massimo Galli, direttore di Malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano, ad Agorà su Rai 3, aggiungendo: "Non è un merito né una gara tra le Regioni che cambiano colore, mentre sembra quasi, e lo si sente dal lessico corrente di qualche politico o Governatore. Mi rendo perfettamente conto dell'esigenze dell'economia e del commercio – ha concluso – però è altrettanto evidente che il problema della salute della gente è veramente importante".

30 Novembre 08:33 Oggi rientrano a scuola oltre 700mila studenti italiani

Con il cambio di colore di alcune regioni, riaprono gli istituti che ospitano gli alunni fino alla terza media. Solo in Calabria e in Lombardia, passate dal rosso all'arancione, ritornano a seguire le lezioni in presenza circa 719mila alunni, per la maggior parte delle classi seconde e terze di scuola secondaria. Ancora in didattica a distanza le superiori. Unica eccezione il Piemonte, che nonostante sia passato alla zona arancione, utilizzerà ancora la dad per tutte le classi d'età.

30 Novembre 08:25 In arrivo bonus di Natale da 1000 euro con il Decreto Ristori quater

Con l’approvazione del decreto Ristori quater, a cui il Consiglio dei ministri ha dato il via libera, arriva anche il bonus di Natale. Si tratta di un’indennità una tantum da 1.000 euro per i lavoratori precari del turismo, dello spettacolo e del settore termale. A questo si aggiunge un altro bonus da 800 euro per i lavoratori dello sport.

30 Novembre 08:19 L’allarme del ministro degli Esteri inglese: “Senza restrizioni rischio terza ondata a gennaio”

Il ministro degli esteri britannico Raab ha detto che se non si prendono le giuste misure restrittive ora che è passata la seconda ondata, la Gran Bretagna rischia seriamente di affrontare la terza all'inizio dell'anno nuovo. Uno studio dell’Imperial College calcola, infatti, che in una sola settimana di lockdown a novembre il numero di infezioni si è ridotto del 30 per cento.

30 Novembre 07:49 Nuovo Dpcm, a Natale coprifuoco alle 22 e niente festeggiamenti e tavolate

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, conferma che per il 24 e il 31 dicembre dovrebbe restare in vigore il coprifuoco a partire dalle 22, per evitare festeggiamenti eccessivi ed assembramenti. Il dpcm contenente le regole per il Natale, che entrerà in vigore dal 4 dicembre, dovrebbe contenere anche una stretta agli spostamenti tra Regioni e la possibilità per i negozi di rimanere aperti fino alle 21.

30 Novembre 07:38 Miozzo (Cts): “I grandi numeri facilitano il virus, non può essere un Natale tradizionale”

"Siamo preoccupati dai grandi spostamenti, la fine dell’anno tradizionalmente ha una marcata mobilità. I grandi numeri facilitano la trasmissione del virus. Non può essere un Natale tradizionale, purtroppo", è quanto ha affermato Agostino Miozzo, coordinatore del Cts, in una intervista al Messaggero, consigliando di sottoporsi a tampone prima del cenone: "Va fatto, assolutamente. Però bisogna essere consapevoli che il test non ti garantisce che non sei negativo. Il virus potrebbe essere in incubazione o semplicemente potresti essere contagiato nelle ore successive. Dunque: fate i tamponi rapidi, perché così si riducono le possibilità di essere positivo, però continuate a essere molto prudenti anche a casa di un familiare. Mantenete distanze e mascherine, perché comunque non avrete la certezza di non essere positivi".

Sulle immagini di assembramento e shopping natalizio che si sono viste ieri a Milano e Torino dopo il passaggio di Lombardia e Piemonte da zona rossa ad arancione ha detto: "Noi diciamo: cari italiani, guardate che comunque siamo a 20-25 mila casi al giorno, anche a più di 800 morti ogni 24 ore. L’Rt (l’indice di trasmissione del virus), anche se è sceso a 1,08, è comunque alto, sopra a 1, insidioso quando si parte da una base di 25mila casi giornalieri. La matematica non è una opinione. Sa cosa succederà? Con gli ospedali affollati di pazienti Covid, si morirà di infarto perché le ambulanze sono bloccate, se hai un trauma cranico non troverai posto in terapia intensiva. Le regole ci sono: se via del Corso è piena, se una strada di un’altra città è troppo affollata, chiudiamo, numero chiuso".

30 Novembre 07:29 Le Regioni alpine chiedono l’apertura degli impianti sciistici prima di Natale

Nella prima domenica d'Avvento arriva una richiesta dalle regioni alpine italiane in merito all'apertura degli impianti di risalita. Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia, Alto Adige, Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia, hanno infatti avanzato la proposta di dare il via alla stagione sciistica già prima di Natale. Il pacchetto, che sarà sottoposto al governo, riguarda l'apertura degli impianti di risalita già durante le festività ma solo ad ospiti di alberghi (vale anche un solo pernottamento) e proprietari o inquilini delle seconde case.

30 Novembre 07:25 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, lunedì 30 novembre

Continua l'emergenza Coronavirus in Italia e nel mondo. Nel nostro Paese continua il calo del numero dei nuovi contagi, che nelle ultime 24 ore ha raggiunto quota 20.648 su 176.934 tamponi effettuati secondo il bollettino di ieri, per un totale di 1.585.178 casi dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Diminuiscono anche le vittime, da ieri 541, e i ricoveri sia ordinari che in terapia intensiva. La Lombardia, che da ieri è passata da zona rossa ad arancione, resta la regione con il più alto incremento giornalieri di infezioni, seguita da Veneto, Campania e Piemonte. Ecco, di seguito, l'elenco dettagliato:

Lombardia: +3.203

Piemonte: +2.021

Campania: +2.022

Veneto: +2.617

Emilia Romagna: +1.850

Lazio: +1.993

Toscana: +908

Sicilia: +1.024

Liguria: +437

Puglia: +907

Marche: +518

Abruzzo: +413

Friuli Venezia Giulia: +680

Umbria: +310

P.A. Bolzano: +437

Sardegna: +416

P.A. Trento: +265

Calabria: +294

Valle d'Aosta: +47

Basilicata: +172

Molise: +114

Nella tarda serata di ieri il Cdm ha dato il via libera al Decreto Ristori quater per un totale di 8 miliardi di euro per attività e lavoratori in difficoltà a causa del Covid. Il governo lavora al prossimo Dpcm sul Natale: tra i temi al centro del dibattito, ancora il coprifuoco alle 22 anche la sera della vigilia, il che metterebbe a rischio il cenone, ma anche spostamenti tra regioni e il nodo della stagione sciistica. Oggi incontro tra la Pfizer e Arcuri e vertice tra Regioni.

Intanto, a livello globale, sono 62.730.726 i contagi di Covid-19. Gli Usa restano il Paese più colpito: da oggi via al coprifuoco a San Francisco, mentre riaprono dopo mesi le scuole a New York a cominciare da quelle elementari pubbliche dopo la decisione del sindaco Bill de Blasio. In Europa si cominciano a vedere i primi effetti dei lockdown: l’indice Rt nel Regno Unito è calato ora a 0,88, come certificato dallo studio di sorveglianza di massa React, finanziato dal governo.