26 Gennaio 23:00 Negli Usa entro l’estate saranno vaccinati 300 milioni di cittadini

L'amministrazione Biden ritiene che entro la fine dell'estate avrà vaccini per il Covid sufficienti per 300 milioni di americani. Lo riportano i media americani citando fonti dell'amministrazione, che intende ordinare altri 200 milioni di dosi di vaccini Pfizer e Moderna, ovvero 100 milioni per ognuna delle due società.

26 Gennaio 22:32 Negli Stati Uniti mai così tanti morti Covid come a gennaio 2021: quasi 78mila decessi

Gennaio 2021 negli Usa è stato il mese in cui sono stati registrati più morti per Covid-19 dall'inizio della pandemia. Come riporta la Cnn, citando i dati della Johns Hopkins Unviersity, negli ultimi 31 giorni sono stati accertati 77.698 decessi legati al coronavirus, numeri che superano già il record negativo finora detenuto da dicembre, con 77.486 vittime.

26 Gennaio 22:20 La Germania ha chiesto formalmente lo stop all’esportazione extra Ue dei vaccini europei

La Germania ha ora chiesto formalmente che l'Ue blocchi tutte le esportazioni di vaccini anti Covid-19 prodotti all'interno dei 27 Paesi membri. "I vaccini che lasciano l'Ue hanno bisogno di una licenza in modo che sappiamo almeno che cosa viene prodotto e che cosa lascia l'Europa", aveva detto questa mattina il ministro della Salute, Spahn.

26 Gennaio 22:09 Ilaria Capua: “La pandemia non andrà via a breve”

Per Ilaria Capua, numero uno del dipartimento dell’Emerging Pathogens Institute dell’Università della Florida, “il virus muta ma i vaccini rispondono. La pandemia è un fenomeno che non andrà via nel breve periodo e si manifesterà in maniera diversa a seconda di come noi sapremo gestirla. Elezioni anticipate? Tutte le movimentazioni non necessarie andrebbero evitate”, ha detto intervenendo a DiMartedì su La7.

26 Gennaio 21:51 Covid Usa, gli scienziati avvertono: “Ritorno a scuola sicuro se prese precauzioni”

Gli scienziati del Center for Disease Control and Prevention (Cdc) negli Usa ritengono che il rientro in classe per gli studenti può essere sicuro, se vengono prese le giuste precauzioni nei campus e a livello comunitario. "La preponderanza delle prove disponibili" indica che dare istruzione per il ritorno a lezioni in presenza è sicuro, se si indossano le mascherine e si mantiene il distanziamento. Lo riporta il New York Times, citando quanto scrivono gli esperti del Cdc su Jama.

26 Gennaio 21:42 Coronavirus in Israele, nel 2020 morti 900 sopravvissuti all’Olocausto

Circa 900 persone sopravvissute all'Olocausto durante la Seconda Guerra Mondiale sono morte a causa del Covid-19 in Israele lo scorso anno. Lo ha reso noto l'Ufficio centrale di statistica del Paese alla vigilia della Giornata della memoria.

26 Gennaio 21:34 Ritardi Vaccini, Soriot (CEO di AstraZeneca): “Non c’è alcun obbligo verso l’Europa”

Il vaccino AstraZeneca
in foto: Il vaccino AstraZeneca

"Regno Unito e Ue hanno due catene produttive diverse e al momento quelle britanniche sono più efficienti perché sono partite prima. In ogni caso, sia chiaro: non c'è alcun obbligo verso l'Unione europea. Nel nostro contratto c'è scritto chiaramente: ‘best effort', ossia ‘faremo del nostro meglio'". È quanto ha spiegato a Repubblica e ai giornali del gruppo Lena Pascal Soriot, CEO di AstraZeneca, in merito ai ritardi nella consegna dei vaccini. "In quella sede abbiamo deciso di utilizzare questa formula nel contratto perché all'epoca l'Ue voleva avere la stessa capacità produttiva del Regno Unito, nonostante il contratto sia stato firmato tre mesi dopo – afferma -. Così noi di AstraZeneca abbiamo detto: "Ok, faremo del nostro meglio, faremo il possibile, ma non possiamo impegnarci contrattualmente perché abbiamo tre mesi di ritardo rispetto al Regno Unito". Non è dunque un obbligo contrattuale, ma un impegno a fare il massimo. Perché sapevamo che sarebbe stato difficile e difatti ora abbiamo un po' di ritardo". Sulle tempistiche ha detto: "Appena avremo l'approvazione dell'Ema, nei giorni successivi invieremo subito 3 milioni di dosi in Ue, poi ci sarà un'altra fornitura corposa nella settimana successiva e così nella terza e quarta settimana del prossimo mese. L'obiettivo è recapitare all'Unione europea 17 milioni di dosi entro la fine di febbraio. Di queste, faccio una stima superficiale perché l'esatta allocazione la fa l'Ue, 3 milioni di dosi in Germania, 2,5 circa in Italia e due in Spagna".

26 Gennaio 20:31  Sanofi affiancherà Pfizer per la produzione di vaccini anti-Covid

Sanofi affiancherà Pfizer per la produzione di vaccini anti-Covid. "La aiuterà nella produzione di oltre 100 milioni di dosi da qui alla fine dell'anno" ha annunciato l'Amministratore delegato del gruppo farmaceutico francese, Paul Hudson, in un'intervista a Le Figaro. "Dall'inizio dell'epidemia, Sanofi è stata impegnata nella lotta contro Covid-19, lavorando allo sviluppo di farmaci e di due vaccini. Dal momento che siamo in ritardo di qualche mese sul nostro vaccino principale, ci siamo chiesti come renderci utili adesso, in quale altro modo partecipare allo sforzo collettivo per uscire da questa crisi il più rapidamente possibile. Abbiamo studiato le diverse opzioni possibili prima di rivolgerci a Pfizer/BioNTech con cui abbiamo firmato un accordo martedì". "Utilizzeremo il nostro stabilimento di Francoforte, in Germania – ha aggiunto Hudson – per confezionare il prodotto che ci verrà fornito da Pfizer-BioNTech a partire da luglio".

26 Gennaio 20:15 Casi Covid nelle scuole di Pescara, oltre mille persone in isolamento fiduciario

Aumenta il numero di classi scolastiche in quarantena a Pescara a causa di casi di Covid-19. Tra scuole dell'infanzia, primarie e medie si registrano problemi in sette istituti comprensivi, per un totale di oltre mille persone – alunni, docenti e collaboratori – in isolamento fiduciario. A questi numeri si aggiungono quelli delle scuole superiori. Nelle ultime ore è scattata la quarantena, fino al 2 febbraio, per otto classi della scuola media ‘B. Croce' di via Scarfoglio dell'Istituto comprensivo 6. In quarantena precauzionale, inoltre, all'istituto comprensivo 7, anche una prima media della ‘Antonelli' a causa della sospetta positività di un alunno. Stamani si è svolta la seduta della commissione consiliare Pubblica istruzione, cui ha preso parte anche l'assessore e vicesindaco Gianni Santilli, per fornire un aggiornamento dettagliato della situazione nelle scuole. "Organizzazione dello screening di massa anti-Covid-19 nelle scuole primarie di competenza comunale e utilizzo dei cittadini-redditi di cittadinanza per garantire la sorveglianza dinanzi alle scuole e impedire gli assembramenti dei genitori. Sono le due misure che andranno attuate dall'amministrazione comunale di Pescara per far fronte alla pandemia che, inevitabilmente, sta colpendo i nostri istituti comprensivi", afferma il presidente della Commissione, Fabrizio Rapposelli, parlando di una "situazione difficile" che comunque viene "monitorata ventiquattro ore su ventiquattro".

26 Gennaio 20:06 Vaccini anti-Covid, in Italia 1.490.821 dosi somministrate finora

Sono 1.490.821 le dosi di vaccino contro il Covid 19 finora somministrate in Italia, l'80,4% del totale delle dosi consegnate (1.853.475). La somministrazione ha riguardato 935.420 donne e 555.401 uomini. Il dato è aggiornato alle 16 di oggi. Le persone che hanno ricevuto anche la seconda dose sono 195.350. Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate a 990.500 operatori sanitari, 341.844 unita' di personale non sanitario, 145.192 ospiti di strutture residenziali e 13.285 over 80.

26 Gennaio 19:48 Torino, festa di compleanno in casa: arriva la polizia, invitati multati

Una segnalazione sull’applicazione della Polizia di Stato YouPol ha indicato lo svolgimento di una presunta festa, nonostante le restrizioni anti-Covid, in un appartamento in zona Santa Rita a Torino. La polizia è intervenuta sul posto e ha trovato i diversi invitati che si erano nascosti ovunque. Tutti sono stati multati e il padrone di casa, che non ha dato le generalità e ha offeso e minacciato i poliziotti, è stato denunciato.

26 Gennaio 19:31 Casi Covid in aumento a Cuba: situazione “molto complessa”

Nelle ultime 24 ore a Cuba sono stati registrati 786 nuovi casi, il dato giornaliero più alto dall’inizio della pandemia a marzo dello scorso anno. Complessivamente nel Paese i positivi sono stati 22.614 e i morti 200. Le autorità sanitarie cubane considerano la situazione "molto complessa" in relazione alla pandemia, come ha spiegato Francisco Durán, direttore nazionale di Epidemiologia del ministero della Salute, parlando alla televisione nazionale.

26 Gennaio 19:16 Ema: “Ci sono varie terapie anti-Covid in cantiere, possibili sviluppi nei prossimi mesi”

"Ci sono varie terapie anti-Covid in cantiere. Abbiamo avuto contatti con 180 sviluppatori" e potrebbero esserci sviluppi nei prossimi mesi per alcune di queste. Lo ha detto la direttrice dell'Agenzia europea per il farmaco, Emer Cooke, intervenendo al Parlamento europeo.

26 Gennaio 19:05 Il premier Boris Johnson: “Dolore inesprimibile per le 100.000 vittime del Covid”

Il premier britannico Boris Johnson ha formalizzato stasera il superamento dei 100.000 morti per Covid nel Regno Unito, primo Paese in Europa, ammettendo che si tratta di "un dolore difficile da esprimere" e rivolgendo "le condoglianze" a tutti coloro che hanno perduto persone care, spesso "senza neppure poter loro dire addio, nella più grande crisi" affrontata "dalla II Guerra Mondiale". Il premier si è poi impegnato a onorare in futuro, quando la pandemia sarà passata, tutte le vittime e coloro che si sono sacrificati "eroicamente" per salvare vite umane, ma anche a "riflettere" per  trarre lezioni" sugli errori che vengono imputati al suo governo. "Abbiamo fatto e continuiamo a fare tutto il possibile" per salvare vite, ha sottolineato Johnson in una conferenza stampa a Downing Street. Johnson ha precisato che si assume piena responsabilità per l'azione del governo.

26 Gennaio 18:55 Due anticorpi monoclonali abbattono del 70% ricoveri e decessi

La combinazione dei due anticorpi monoclonali Bamlanivimab (LY-CoV555) ed Etesevimab (LY-CoV016) sviluppati dalla casa farmaceutica Eli Lilly ha ridotto del 70 percento il rischio di ricovero in ospedale e morte in pazienti contagiati dal coronavirus SARS-CoV-2. Erano tutti considerati ad alto rischio per la forma severa della COVID-19.

26 Gennaio 18:44 In Baviera un ospedale in quarantena: focolaio propagato da variante inglese

Dopo la clinica di Vivantes Humboldt di Berlino, anche in Baviera un ospedale è stato messo in quarantena, a causa di un focolaio di infezione propagato probabilmente dalla variante britannica del Covid. Si tratta dell'ospedale di Bayreuth, dove sono stati messi in quarantena 3.000 dipendenti: questi potranno muoversi soltanto fra le loro abitazioni e l'ospedale, esclusivamente su mezzi di trasporto privato. I casi per i quali si sospetta un contagio avvenuto a partire dalla mutazione B.1.1.7. sono 11. Fra i dipendenti della struttura 99 sono risultati positivi al Coronavirus.

26 Gennaio 18:28 In calo pazienti nei reparti ordinari e in terapia intensiva

Tornano a calare i ricoveri in terapia intensiva: sono 49 in meno nel saldo tra entrate e uscite rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 162. In totale in rianimazione ci sono 2.372 persone. Nei reparti ordinari sono invece ricoverati 21.355 pazienti, anche in questo caso in calo di 69 unità rispetto a ieri.

26 Gennaio 18:22 Effettuati 257.034 tamponi, tassi positività al 4,1%

Sono 257.034 i tamponi eseguiti in 24 ore tra molecolari e antigenici che hanno fatto rilevare un tasso di positività pari al 4,1%. È quanto emerge dai dati del ministero della Salute sulla situazione del contagio.

26 Gennaio 18:13 Bollettino Covid Italia: nelle ultime 24 ore 10.593 casi e 541 morti

Sono 10.593 i nuovi casi Covid registrati nelle ultime 24 ore e 541 i morti. Lo riporta il bollettino del ministero della Salute. I casi attuali sono 482.417 (-9.204), i guariti 1.917.117 (+19.256).

26 Gennaio 18:11 Nuovo record di morti in Portogallo: 291 in 24 ore 

Nuovo record di morti per coronavirus in Portogallo: nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 291, superando il precedente picco di 275. I nuovi casi di Covid sono stati 10.765, per un totale di 653.878 dall'inizio dell'epidemia.

26 Gennaio 17:59 Risalgono a 1.631 i decessi giornalieri per Covid nel Regno Unito

Risalgono a 1.631 i decessi giornalieri per Covid nel Regno Unito, alle prese con la cosiddetta variante inglese del virus e tuttora stretto in un lockdown talmente severo da aver comportato oggi multe da 200 sterline ciascuno persino a 31 poliziotti sorpresi a farsi tagliare i capelli a dispetto dell'ordine di chiusura dei parrucchieri. Lo certificano i dati censiti nelle 24 ore – ma comprendenti alcuni ritardi statistici relativi al weekend – a margine di un nuovo briefing di Boris Johnson. Il totale dei morti supera ora 100.000, mentre i casi scendono da 22.000 a 20.000 circa, su 542.000 test.

26 Gennaio 17:51 Coronavirus Lombardia: oggi 1.230 contagi e 77 morti

Il bollettino di oggi della Lombardia: nella Regione sono stati segnalati 1.230 nuovi casi di Coronavirus e 77 morti, per un totale di 26.789 decessi ufficiali. Continua a crescere il numero dei guariti/dimessi, ora arrivato a 452.231. Aumentano i ricoveri in ospedale (più 118), cala però il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: 15 in meno il saldo, per un totale di 392 ricoverati.

26 Gennaio 17:43 In Piemonte 728 nuovi casi e 38 decessi

Sono 728 i nuovi casi di contagio registrati nelle ultime 24 ore in Piemonte. Lo comunica l'Unità di crisi della Regione Piemonte, evidenziando che dei nuovi casi, 172 sono risultati positivi al test antigenico), pari al 3,4% dei 21.364 tamponi eseguiti, di cui 13.420 antigenici. Dei728 nuovi casi, gli asintomatici sono 370 (50,8%).I casi sono così ripartiti: 235 screening, 339 contatti di caso, 154 con indagine in corso; per ambito: 66 rsa/strutture socio-assistenziali, 49 scolastico, 613 popolazione generale.Il totale dei casi positivi diventa quindi 223.033 così suddivisi su base provinciale: 19.973 Alessandria, 11593 Asti, 7689 Biella, 30.786 Cuneo, 17.473 Novara, 116.278 Torino, 8325 Vercelli, 7992 Verbano-Cusio-Ossola, oltre 1141 a residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1783 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.I ricoverati in terapia intensiva sono 163 (+ 0 rispetto a ieri); i ricoverati non in terapia intensiva sono 2307 (- 57rispetto a ieri); le persone in isolamento domiciliare sono 10.247 I tamponi diagnostici finora processati sono 2.400.134(+ 21.364 rispetto a ieri), di cui1.005.945 risultati negativi.Sono 38 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui2verificatosi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale è ora di 8642 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1314 Alessandria, 566 Asti, 367 Biella, 994 Cuneo, 722 Novara, 3923 Torino, 397 Vercelli, 278 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 81 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.I pazienti guariti sono complessivamente 201.674(+ 1174 rispetto a ieri) così suddivisi su base provinciale: 17.607 Alessandria, 10.282 Asti, 6969 Biella, 28.214 Cuneo, 15.791 Novara, 105.427 Torino, 7.581 Vercelli, 7.147 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1034 extraregione e 1622 in fase di definizione.

26 Gennaio 17:39 Liguria, 271 nuovi positivi e 17 decessi

Sono 271 i nuovi casi Covid registrati in Liguria a fronte di 4.629 tamponi molecolari processati e 2727 test antigenici effettuati. In Asl 3 genovese il maggior numero dei casi (84) seguita da Asl1 Imperiese con 73 casi e Asl2 Savonese con 72 casi. 13 sono i casi rintracciati nell'Asl 4 Tigullio mentre alla Spezia (Asl5) i casi sono 29 Il quotidiano bollettino diffuso da Regione Liguria sulla base dei dati flusso Alisa-Ministero riporta anche 17 decessi di pazienti con età compresa tra i 66 e i 94 anni. Gli ospedalizzati sono 682, in lievissimo calo (-7) rispetto a ieri. In terapia intensiva ci sono 65 pazienti. Per quanto riguarda la campagna vaccinale sulle 65.840 dosi consegnate ne sono state somministrate 48.204, il 73% del totale.

26 Gennaio 17:25 In Emilia Romagna 993 nuovi positivi e 75 morti in 24 ore

I nuovi casi di Coronavirus in Emilia-Romagna sono 993, i decessi sono 75. Nelle ultime 24 ore i tamponi eseguiti sono stati 24.641. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 4%. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 3.060 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 154.178. I casi attivi a oggi sono 49.142 (-2.142 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 46.629 (-2.011), il 94,8% del totale dei casi attivi. Si registrano 75 nuovi decessi.

26 Gennaio 17:19 Covid Lazio, 1.039 nuovi casi e 43 morti

Il bollettino di oggi della Regione Lazio registra 1.039 diagnosi nuovi casi di coronavirus su quasi 30mila tamponi processati. Nelle ultime 24 ore sono morte 43 persone e guarite 2525. I pazienti ricoverati in ospedale sono 2544 e quelli ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 283.

26 Gennaio 17:14 Il nuovo calendario dei vaccini anti-Covid

Tra l’8 e il 22 febbraio in Italia dovrebbero arrivare 2.405.430 dosi di vaccino (1.753.830 Pfizer e 651.600 Moderna). A renderlo noto il commissario straordinario Domenico Arcuri. Nella sua comunicazione ai governatori il commissario straordinario scrive: "Si trasmette il calendario previsionale delle consegne dei vaccini dall’8 al 22 febbraio redatto esclusivamente sulla base della programmazione comunicata dalle due aziende fornitrici Pfizer e Moderna". Alla luce dei ritardi degli ultimi giorni tuttavia Arcuri mette le mani avanti: "Di essa non si è alcun modo responsabili e ci si impegna sin da ora a comunicare eventuali non auspicabili modifiche che dovessero pervenire dalle stesse aziende fornitrici".

26 Gennaio 17:09 Ema: “Vaccini Pfizer e Moderna sembrano altamente efficaci contro le nuove varianti”

"Dai primi dati che abbiamo sembrano altamente efficaci contro le nuove varianti di Covid entrambi i vaccini con Rna messaggero", Pfizer e Moderna. Lo ha dichiarato la direttrice dell'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali, Emer Cooke, in audizione alla commissione Salute dell'Europarlamento.

26 Gennaio 17:05 Ema sui ritardi dei vaccini: “Speriamo che tutto si risolvi in tempi brevi”

Sui ritardi nella consegna dei vaccini anti Covid "stiamo lavorando con le imprese e speriamo che sia tutto risolto entro tempi brevi". Lo dice Emer Cooke, direttrice esecutiva dell'Ema, in audizione in commissione Ambiente e salute del Parlamento europeo.

26 Gennaio 16:54 Le varianti Covid più diffuse in Europa

In Europa cresce la preoccupazione sulle nuova varianti di Covid-19, tutte accomunate dalla maggiore contagiosità rispetto al ceppo originario. Parliamo della cosiddetta variante inglese scoperta a settembre scorso nell'area compresa tra Londra e il Kent, e che potrebbe essere addirittura più letale come ha annunciato il premier britannico Boris Johnson, di quella sudafricana e di quella brasiliana. Qui l'elenco dei Paesi più colpiti dalla loro circolazione, con Germania e Francia tra le zone più a rischio.

26 Gennaio 16:44 Crisanti: “D’estate dovremo essere più cauti rispetto allo scorso anno, speriamo di poter andare in spiaggia”

La previsione del virologo Andrea Crisanti sui prossimi mesi: “D’estate dovremo essere più cauti rispetto allo scorso anno, speriamo di poter andare in spiaggia. Ma tanto se si faranno le zone arancioni o rosse non si porrà nemmeno il problema. Andremo avanti con la suddivisione in aree almeno fino a ottobre, cioè fino a che non ci sarà l’impatto del vaccino”.

26 Gennaio 16:31 Un farmaco anticancro 30 volte più potente del Remdesivir contro il Covid

La plitidepsina, farmaco anticancro utilizzato contro il mieloma multiplo, ha dimostrato in test di laboratorio un’efficacia nel neutralizzare il coronavirus SARS-CoV-2 circa trenta volte superiore al Remdesivir e quasi cento volte maggiore a un altro medicinale. Il principio attivo è ottenuto da invertebrati marini chiamati ascidie. I promettenti risultati dovranno essere confermati nei pazienti con COVID-19.

26 Gennaio 16:15 Germania valuta lo stop ai voli: “Rischio rappresentato dalle mutazioni impone misure drastiche”

"Il rischio rappresentato dalle mutazioni del virus impone che si verifichino anche misure drastiche e che se ne discuta nel gabinetto". Lo ha detto il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer alla Bild. "Fra queste misure si prendono in considerazione i controlli più severi alle frontiere, soprattutto con le aree ad alto rischio, ma anche la riduzione quasi a zero della circolazione aerea verso la Germania, come sta facendo Israele", ha aggiunto.

26 Gennaio 16:03 Biden alza l’asticella della campagna di vaccinazioni: 150 milioni in 100 giorni

Il presidente Usa Joe Biden ha alzato l'asticella della campagna di vaccinazioni anti Covid, prevedendo nei primi 100 giorni della sua presidenza non più 100 milioni ma 150 milioni di dosi inoculate, ossia 1,5 milioni al giorno. Finora in Usa sono state vaccinate 19,3 milioni di persone, il 5,8% della popolazione e il 16,9% della popolazione considerata prioritaria. Intanto e' stato scoperto in Minnesota il primo caso di variante brasiliana.

26 Gennaio 15:54 Ceo di Johnson & Johnson: “Settimana prossima i risultati del vaccino”

"Siamo ottimisti. Pensiamo di avere un robusto set di dati sul nostro candidato vaccino contro Covid-19 e non vedo l'ora di condividere i risultati della sperimentazione di fase 3 presto. Mi aspetto di presentare i dati già la prossima settimana". Lo ha sottolineato il Ceo di Johnson & Johnson, Alex Gorsky, commentando i risultati finanziari della multinazionale nel quarto trimestre del 2020. A febbraio, dunque, potrebbe arrivare l'autorizzazione della Fda statunitense al vaccino J&J, che rispetto agli altri già autorizzati necessita di una sola dose. I dati della fase 3 dovrebbero essere "molto solidi", ha detto il Chief Financial Officer di J&J, Joseph Wolk, all'emittente Cnbc, spiegando che potrebbero esserci delle differenze nei risultati per le persone testate in Paesi come il Sudafrica, dove circola la nuova variante di Sars-Cov-2, più contagiosa.

26 Gennaio 15:46 Due nuovi positivi in Valle d’Aosta

 Confermano una frenata della diffusione del coronavirus in Valle d'Aosta gli ultimi dati diffusi dal bollettino regionale che segnalano solo due nuovi positivi nelle ultime 24 ore (su 103 persone sottoposte a tampone) e nessun decesso. I casi totali di contagio scendono a 282 (25 in meno di ieri) con 27 nuovi guariti. I ricoverati sono ora 44 (4 in terapia intensiva), di cui 38 nell'ospedale Parini di Aosta e 6 nell'ospedale da campo dell'esercito.

26 Gennaio 15:38 Manaus, l’illusione dell’immunità di gregge sta causando una carneficina

Manaus, città in Brasile di oltre 2 milioni di abitanti capitale del grande stato di Amazonas, è alle prese con una seconda ondata di contagi spaventosa: le autorità sanitarie si erano illuse nei mesi scorsi di aver raggiunto l’immunità di gregge e hanno lasciato circolare liberamente il virus, che così ha sviluppato la “variante brasiliana” e ora sta causando una carneficina.

26 Gennaio 15:30 In Puglia 995 nuovi contagi e 30 morti

Sono 995 i nuovi contagi registrarti nelle ultime 24 ore in Puglia. Si registrano anche 30 morti. Sono stati effettuati 11.790 tamponi. I 995 casi positivi si registrano in queste province: 272 in provincia di Bari, 97 in provincia di Brindisi, 82 nella provincia BAT, 121 in provincia di Foggia, 163 in provincia di Lecce, 246 in provincia di Taranto, 9 residenti fuori regione, 5 casi di provincia di residenza non nota. Il tasso di positività cala all'8,4%

26 Gennaio 15:15 In Basilicata 60 positivi e quattro decessi covid nell’ultima giornata 

In Basilicata ieri sono stati analizzati 694 tamponi molecolari: 60 sono risultati positivi al coronavirus ma di questi solo 56 appartengono a persone residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati quattro decessi (due non residenti in Basilicata), con il totale delle vittime lucane salito quindi a 309. Scende da 92 a 85 il numero delle persone ricoverate negli ospedali, delle quali solo due in terapia intensiva, al San Carlo di Potenza. Con 22 guariti (in totale 5.531) i lucani attualmente positivi sono 6.743 (6.658 in isolamento domiciliare).

26 Gennaio 15:05 Esperto inglese: “Vaccino Astrazeneca efficace su giovani e anziani”

"Il consigliere scientifico capo" del governo britannico, Patrick Vallance, "ha affermato che il vaccino Oxford/AstraZeneca rimane sicuro ed efficace e che gli studi hanno mostrato risposte immunitarie simili sia nei giovani che negli anziani". Lo ha riferito un portavoce del numero 10 di Downing Street dopo le notizie riportate da alcuni media tedeschi, come ‘Bild' e ‘Handelsblatt', sulla ridotta efficacia del vaccino sugli over 65. Il portavoce ha riferito che Vallance aveva aggiornato il governo sul tema al mattino. Lo riportano i media britannici.

26 Gennaio 14:54 Il vaccino italiano ReiThera potrebbe arrivare in estate

Potrebbe essere distribuito in estate il vaccino anti-Covid italiano di ReiThera: se le procedure e i test di sicurezza ed efficacia sul siero andranno a buon fine, la fase 2 e la fase 3 dovrebbero concludersi, a quanto si apprende, a giugno 2021, prima di ottenere il via libera da parte delle Autorità di Vigilanza.

26 Gennaio 14:46 Variante brasiliana arriva in Abruzzo: 3 casi di positività

Primo caso di variante brasiliana in Abruzzo: l'istituto zooprofilattico di Teramo ha rilevato tre positività. Lo ha riferito il governatore Marsilio Marsilio. "L'Istituto zooprofilattico ha evidenziato tre casi di positività al covid con variante brasiliana: si tratta di una famiglia di Poggio Picenze, di ritorno dal Brasile. Un caso – così Marsilio – tempestivamente individuato e isolato".

26 Gennaio 14:30 Vaccino covid, l’Ue: “In settimana ci aspettiamo il 100% delle dosi promesse da Pfizer”

La Commissione europea si aspetta che tutti gli ordini dei vaccini Pfizer/BioNTech vengano consegnati ai governi nazionali entro la fine di questa settimana. "Pfizer ha annunciato che entro questa settimana consegnerà il 100% delle dosi previste" ha dichiarato infatti un portavoce dell'Esecutivo europeo. "Stiamo seguendo la situazione e stiamo controllando che gli impegni che la compagnia ha preso siano raggiunti, ma siamo ancora all'inizio della settimana", ha aggiunto.

26 Gennaio 14:25 Dati errati e zona rossa, Fontana: “Non accetto che la Lombardia venga calunniata”

“Non accetto che la Lombardia venga calunniata con mistificazioni della realtà. Non per me. Non per la mia Giunta. Ma per i lombardi”. Così il presidente della Regione Attilio Fontana in Consiglio regionale per riferire della presunta rettifica dei dati all’Iss in merito alla decisione di porre la Lombardia in zona rossa e non arancione. Il governatore ha offerto la sua versione dei fattiricostruendo quanto avvenuto.

26 Gennaio 14:19 Il Regno Unito sfonda la soglia dei 100.000 morti per Covid, primo Paese in Europa

Il Regno Unito supera la soglia dei 100.000 morti per Covid, primo Paese in Europa. Il dato emerge dalle ultime stime dell'Office for National Statistics (equivalente britannico dell'Istat) aggiornate al 15 gennaio ed elaborate oggi dai media. Il dato include tutti i casi in cui il coronavirus sia stato indicato sui certificati di morte – fin dall'inizio della pandemia – come causa o concausa del decesso. E in totale, fino a oggi, porta secondo la Bbc il bilancio è a quota 104.000. Stando viceversa al conteggio ufficiale, che considera solo chi è morto dopo un test positivo, il totale si ferma al momento a 98.700.

26 Gennaio 14:12 La Germania insiste col lockdown anche se i contagi calano: “Con variante covid elevato pericolo”

La Germania è seriamente preoccupata per le nuove varianti del coronavirus e in modo particolare della cosiddetta “variante inglese”, motivo per cui sarebbe “un errore interrompere il lockdown”, dice il portavoce del governo, Steffen Seibert: “Siamo ancora in una situazione molto difficile” per quanto riguarda la pandemia. Ma i tedeschi sono stanchi di restare chiusi in casa

26 Gennaio 14:06 In Toscana 346 nuovi positivi al coronavirus su 7749 tamponi nell’ultima giornata 

In Toscana 346 nuovi positivi al coronavirus su 7749 tamponi molecolari analizzati nell'ultima giornata. Lo ha comunicato il Governatore Eugenio Giani. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 346 su 13.784 test di cui 7.749 tamponi molecolari e 6.035 test rapidi" ha speigato il Presidente della Provincia, aggiungendo: "Il tasso dei nuovi positivi è del 2,51%".  "Continuiamo sempre a portare la mascherina ed evitare gli assembramenti. L’andamento del contagio dipende dai nostri comportamenti, manteniamo insieme la Toscana" ha esortato infine il governatore.

26 Gennaio 14:01 In Alto Adige contagio alto: da domenica bar e ristoranti chiusi

Resta alto il contagio da coronavirus in Alto Adige dove anche le autorità locali hanno deciso di intervenire decretando da domenica la chiusura di bar e ristoranti. Lo ha annunciato il governatore Arno Kompatscher, che giovedì firmerà un'ordinanza. La Provincia di Bolzano è già zona rosa per il Governo e per la mappa Ue è a rischio rosso scuro. "Siamo convinti che la nostra strategia di effettuare molti test, ben oltre la media nazionale e internazionale, sia la strada giusta, anche se questo ci penalizza nelle classificazioni", ha aggiunto Kompatscher. "Sarebbe infatti giusto – ha proseguito – non solo contare i positivi, ma anche i test effettuati su 100.000 abitanti".

26 Gennaio 13:54 Coronavirus Veneto, 746 nuovi positivi e 93 morti covid in 24 ore

Sono 746 i nuovi positivi al coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore dato che porta il totale delle infezioni dall'inizio della pandemia a 306.952. sono invece 93 i decessi covid registrati nell'ultima giornata. I dati del bollettino della Regione Veneto di oggi 26 gennaio sula situazione del contagio in regione mostrano anche il calo costante dei ricoveri, oggi 2.230 con un riduzione di 13 posti letto nei reparti non gravi e di 16 nelle terapie intensive.

26 Gennaio 13:50 L’Oms raccomanda rinvio del vaccino covid a chi si è contagiato negli ultimi 6 mesi

L’Oms raccomanda di rinviare la somministrazione a chi si è già contagiato negli ultimi 6 mesi. L'indicazione arriva dal Gruppo strategico di esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità (Sage) attraverso una serie di raccomandazioni preliminari sull'uso del vaccino di Moderna. Non si tratta dunque di uno stop totale ai contagiati ma una raccomandazione a posticipare la somministrazione del vaccino a queste categorie di persone in una situazione di scorte limitate di vaccini anti-Covid

26 Gennaio 13:40 Vaccino italiano ReiThera approvato entro giugno

Se le procedure e i test di sicurezza ed efficacia sul vaccino italiano Reithera andranno a buon fine, la fase 2 e la fase 3 dovrebbero concludersi, a quanto si apprende, a giugno. Successivamente è prevista la procedura di approvazione da parte delle Autorità di vigilanza sia europee che italiane per poter somministrare il vaccino. Intanto il Cda di Invitalia ha approvato il contratto di Sviluppo presentato da Reithera che finanzia un investimento industriale e di ricerca da 81 milioni di euro che di fatto dà il via libera alla fase due di sviluppo del vaccino covid italiano.

26 Gennaio 13:23 Sileri: “Siamo in guerra, dobbiamo produrre vaccini per conto terzi”

"In tempo di guerra si produce in conto terzi così tutta l'industria, e l'Italia è tra i migliori produttori farmaceutici in Europa, che non produce i vaccini lo può fare in conto terzi. Al di là dei brevetti", lo ha sottolineato il il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri ospite di ‘L'aria che tira' su La7, aggiungendo: "Più vaccini abbiamo e meglio è, purché siano garantiti per l'efficacia e la sicurezza da enti certificatori come l'Ema. Ben venga quindi il vaccino russo Sputnik o il vaccino cinese, ma devono aver fatto questo percorso. Sileri ha rivendicato la necessità di "una maggior trasparenza nei contratti, perché non renderli liberi e trasparenti, in modo che tutti li possano vedere, crea poi quel substrato di non conoscenza che può far pensare cose strane. Questo nell'ultimo anno sarebbe stato utile su tutto. Più trasparenza c'è e più è facile che le persone ti seguano in quello che fai".

26 Gennaio 13:09 Per l’Italia 2 milioni e mezzo di dosi di vaccino covid dall’8 febbraio

Per l'Italia sono in arrivo 2 milioni e mezzo di dosi di vaccino covid a partire dall’8 febbraio, tra quelle di Pfizer e quelle di Moderna. Lo ha spiegato il commissario all'emergenza covid Domenico Arcuri alle regioni. Si tratta della somma tra il vaccino di Pfizer che dai piani dovrebbero consegnare 1.753.830 milioni di dosi e quello di Moderna che dovrebbe consegnare 651.600 mila dosi. Il problema è che non si sa se al momento il numero di dosi sia effettivamente quello promesso visto che i ritardi sono stati sempre comunicato all'ultimo momento. "Della programmazione non si è alcun modo responsabili e ci si impegna sin da ora a comunicare eventuali non auspicabili modifiche che dovessero pervenire dalle stesse aziende fornitrici" ha chiarito infatti lo stesso Arcuri.

26 Gennaio 12:55 In Portogallo non c’è più posto per malati covid: pazienti all’estero

Gli ospedali portoghesi sono ormai al collasso per l'emergenza coronavirus e in Portogallo non c'è più posto per i malati covid tanto che si sta pensando di mandare i nuovi pazienti all'estero. Lo ha rivelato il ministro della Salute portoghese, Marta Temido, in un'intervista alla rete pubblica RTP ripresa da El Mundo, in cui ha affermato che "il governo portoghese sta attivando tutti i meccanismi disponibili, principalmente in ambito internazionale, per garantire che i malati abbiano la migliore assistenza". Alla domanda se l'esecutivo del socialista António Costa stia valutando la possibilità di "chiedere aiuto a livello internazionale ed europeo per il trasferimento di pazienti" in altri paesi, il ministro ha risposto: "Siamo ad un' estremità della penisola e, quindi, con maggiori difficoltà geografiche, ma in ogni caso ci sono meccanismi e modi per ottenere aiuti e per adeguare forme di collaborazione, ed ovviamente li stiamo valutando".

26 Gennaio 12:32 Da Israele speranze contro la pandemia: dopo 2 dosi di vaccino covid si infetta solo lo 0,014%

Da Israele arrivano ottime notizie per la lotta alla pandemia: dopo 2 dosi di vaccino infatti la percentuale degli infetti è solo dello 0,014%. I primi dati sulla vasta campagna vaccinale contro il coronavirus SARS-CoV-2 avviata in Israele sono estremamente positivi. In base ai rapporti diffusi dal Maccabi Health Services e dal Ministero della Salute, a una settimana di distanza dalla seconda dose del vaccino si sta infettando solo lo 0,014 percento degli immunizzati.

26 Gennaio 12:12 Invitalia approva sviluppo vaccino covid italiano Reithera: ora fase due

Il Cda di Invitalia ha approvato il contratto di Sviluppo presentato da Reithera che finanzia un investimento industriale e di ricerca da 81 milioni di euro che di fatto dà il via libera alla fase due di sviluppo del vaccino covid italiano. La Fase 1 della sperimentazione dell'antidoto al coronavirus  si è conclusa con successo e ha dimostrato la sicurezza e l'"immunogenicità" del vaccino. Ora, anche grazie a questo ulteriore investimento, si passa allo stadio successivo, relativo ai test di sicurezza ed efficacia. L'obiettivo è arrivare in tempi rapidi ad ottenere le necessarie autorizzazioni da Ema e Aifa. La capacità produttiva prevista a regime è pari a 100 milioni di dosi all'anno. Lo comunica la struttura del Commissario per l'Emergenza, Domenico Arcuri.

26 Gennaio 12:00 Dubbi sul numero di dosi in ogni fiala di vaccino covid, la Svezia sospende i pagamenti alla Pfizer

La Svezia ha interrotto i pagamenti del vaccino alla Pfizer perché vuole chiarimenti sul vero numero di dosi di vaccino presenti in ciascuna fiala consegnata dall'azienda farmaceutica. Lo riporta la stampa svedese. In particolare la Svezia sta cercando chiarimenti sul numero di dosi che è stato fatturato dopo che Pfizer ha addebitato sei dosi in ciascuna fiala.  Inizialmente si pensava che solo cinque dosi potessero essere estratte da ciascuna fiala e la Svezia ora vuole che la Commissione europea e Pfizer raggiungano un chiarimento definitivo sul vero numero di dosi presenti in ciascuna fiala. "Fino ad allora, abbiamo detto alla società che dobbiamo aspettare con le fatture fino a quando non avremo chiarito ", ha detto al Dagens Nyheter il capo epidemiologo Anders Tegnell.

26 Gennaio 11:45 Von der Leyen ai leader del mondo: “Dobbiamo agire sull’ambiente subito o avremo altre pandemie”

"Abbiamo parlato molto dei legami tra perdita di biodiversità e Covid. Ma ora dobbiamo agire o avremo altre pandemie". Lo ha dichiarato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, nel suo intervento al Forum di Davos, che ha ricordato come si pensa sia nata l'epidemia di Ebola in Africa. "Un ragazzino che giocava accanto a un albero in un remoto villaggio della Guinea. Un albero che era stato infestato dai pipistrelli che erano stati spinti verso il villaggio perché l'80% delle foreste della regione era stato distrutto. Conosciamo le tragiche ripercussioni che ciò  ha avuto", ha spiegato. "E se non agiamo, la prossima pandemia potrebbe essere dietro l'angolo", ha ammonito.

26 Gennaio 11:35 Nel mondo superati i 100 milioni di contagi da Coronavirus

Sono più di 100 milioni i casi di Covid-19 accertati nel mondo. Secondo Worldmeter, sono 100.339.568; i morti sono 2.151.272 i guariti 72.387.647. Gli Usa sono il Paese piu' colpito con 25.861.597 positivi al test e 431.392 morti. L'India è  al secondo posto per casi accertati, 10.677.710 e 153.624 morti. Mentre il Brasile è terzo per casi accertati, 8.872.964, ma al secondo per morti, 217.712. In Europa, tre Paesi hanno superato la soglia dei tre milioni di contagi: Russia 3.756.931, Gran Bretagna 3.669.658 e Francia 3.057.857. Per numero di morti, la prima è la Gran Bretagna con 98.531 decessi, seconda è  l'Italia con 85.881 morti e terza la Francia con 73.494 morti. Quanto al rapporto fra numero di morti e popolazione, il Belgio registra 1.791 per milione di abitanti, seguito da Gran Bretagna con 1.447 morti per milione e Italia 1.422 morti per milione.

26 Gennaio 11:17 In Belgio torna la paura covid, casi di contagio e ricoveri aumentano di nuovo

In Belgio torna la paura covid a causa di un nuovo aumento dei contagi da coronavius. Il numero medio di infezioni da Sars-Cov-2 infatti nel Paese è in aumento in Belgio, con 2.119 nuovi casi giornalieri registrati nel periodo dal 16 al 22 gennaio che rappresentano un incremento del +5% rispetto al periodo precedente. Lo riportano i dati provvisori dell'Istituto di sanità pubblica belga citai die meida locali. Di pari passo anche i ricoveri covid che, in crescita del 17% tra il 19 e il 25 gennaio, sono ora in media 135 al giorno

26 Gennaio 11:13 Quali Regioni potrebbero cambiare colore da domenica prossima

Le regioni italiane si preparano a un nuovo cambio di colore a partire da domenica prossima 31 gennaio in base ai dati dell’andamento dell’epidemia che saranno comunicati dall’Istituto superiore di sanità col nuovo monitoraggio di venerdì. Liguria e Veneto in pole per passare in zona gialla mentre la Sicilia spera nell’addio alla zona rossa.

26 Gennaio 10:52 Moderna studia modifiche al vaccino e “una possibile terza dose” contro le varianti Covid

Moderna studia modifiche al vaccino anti covid e “una possibile terza dose” contro le varianti Covid. La società di biotecnologie statunitense testerà un’ulteriore dose di richiamo per rafforzare la risposta immunitaria e valuterà una nuova fase di sperimentazione clinica con un siero modificato per rispondere efficacemente anche alle mutazioni del virus. Gli anticorpi indotti dalla somministrazione di due dosi a distanza di 28 giorni una dell’altra sono stati dunque in grado di riconoscere le versioni mutate di Sars-Cov-2 ma, per assicurare una più elevata protezione, l’azienda testerà una terza dose di richiamo per rafforzare ulteriormente la risposta immunitaria contro la variante sudafricana.

26 Gennaio 10:38 In Germania contagi in calo ma altri 903 morti covid nelle ultime 24 ore

In Germania registrati altri 903 morti covid nelle ultime 24 ore. Nonostante la conferma del giallo dei contagi con ulteriori 6.408 casi positivi segnalati nell'ultima giornata, infatti, il Paese fa segnare ancora un elevato numero di decessi quotidiani diretta conseguenza del numero elevato di ricoveri dei giorni scorsi. Il tasso di contagio nell'ultima settimana è di 107,6 casi ogni 100.000 abitanti, quasi la metà dei 197,6 registrati il 22 dicembre.

 

26 Gennaio 10:29 Cosa cambierebbe in Italia con le zone rosso scuro

Il commissario europeo per la Giustizia, Didier Reynders, ha presentato la proposta dell’Ue per le zone rosso scuro mostrando come verrebbe colorata la mappa dell’Unione europea in base ai livelli di rischio legati all’emergenza coronavirus. Anche alcune Regioni italiane entrerebbero in quest’area: si tratta di Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Bolzano, Veneto ed Emilia Romagna. Ma cosa cambierebbe per questi territori? I cittadini provenienti da queste aree sarebbero sottoposti a test e quarantena per viaggiare verso il resto dell’Ue.

26 Gennaio 10:11 “Mascherine Ffp2 obbligatorie nei luoghi al chiuso” la proposta in Italia

Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Uso delle mascherine Ffp2 in tutti i luoghi chiusi, compreso il trasporto pubblico, e il contemporaneo divieto di utilizzo all’aperto delle mascherine di comunità (quelle in tessuto), è la proposta avanzata da alcuni consiglieri al sindaco di Piacenza prendendo ad esempio quanto accaduto i Germania e Austria dove i governi locali hanno imposto l'uso delle mascherine ffp2 nei luoghi publici. "Il ricorso a dispositivi di protezione individuale più sicuri e il contemporaneo controllo serrato del rispetto delle regole dovrebbero a stretto giro portare a un calo sensibile della curva dei contagi, con tutto ciò che di positivo questa condizione potrà produrre. Prima i numeri saranno dalla nostra parte, prima potremo tornare a una parvenza di normalità, a partire dalle auspicate riaperture" concludono i consiglieri.

26 Gennaio 09:46 Crisanti: “Se i casi di variante covid brasiliana aumentano serve lockdown duro in tutta Italia”

"Se i casi di variante covid brasiliana aumentano serve lockdown duro in tutta Italia", è quanto sostiene Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Azienda ospedaliera di Padova e docente di Microbiologia dell’ateneo veneto. Il primo caso in Italia di variante brasiliana non vuol dire ancora niente, ma è un segnale del fatto che non siamo difesi dalle varianti di Sars-CoV-2. E visto che sembra da alcuni primi studi che quella brasiliana risponda meno al vaccino, se si incominciano a vedere casi dispersi in tutta Italia e qualche cluster bisogna agire con prontezza. Soprattutto se si conferma una minore protezione da parte del vaccino, mi dispiace ma rimane solo un’opzione: bloccare tutto” ha dichiarato Crisanti all’Adnkronos Salute.

26 Gennaio 09:36 Vaccino covid, AstraZeneca: “Efficace anche sugli over 65”. Cosa sappiamo

"I rapporti secondo cui l'efficacia del vaccino AstraZeneca è dell'8% negli adulti di età superiore ai 65 anni sono completamente errati. Nel Regno Unito, il Jcvi ne ha supportato l'uso in questa popolazione e l'Mhra ha incluso questo gruppo senza aggiustamento della dose nell'autorizzazione per la fornitura di emergenza". Così da Astrazeneca smentiscono le voci su una presunta bassa efficacia del vaccino sul la popolazione anziana e confermano l'efficacia del 60% del vaccino covid prodotto dall'università di Oxford. In realtà i dati sarebbero comunque non abbastanza per calcolare la protezione nella popolazione più anziana, come indicato nello studio su The Lancet dove meno del 4% dei volontari aveva più di 70 anni. Per l’Europa il nodo da sciogliere va ben oltre il taglio delle dosi, con i singoli Stati che, in caso di approvazione dell’Ema, potrebbero decidere di riservare questo vaccino ai più giovani.

26 Gennaio 09:13 Uomo con variante brasiliana del covid scoperto a Malpensa e ricoverato a Varese

malpensa_scalo

Resta ricoverato a Varese il primo uomo individuato in Italia con contagio dovuto alla variante covid brasiliana. L'uomo era rientrato nei giorni scorsi dal Brasile all'aeroporto di Malpensa via Madrid ed è risultato positivo al tampone disposto da ATS Insubria in ottemperanza alla recente ordinanza ministeriale. L'uomo è in buone condizioni di salute, ma precauzionalmente resta ricoverato nel reparto di malattie infettive. ATS evidenzia che sono state adottate tutte le misure di sanità pubblica previste dai vigenti protocolli sanitari per il controllo della diffusione della variante brasiliana sul nostro territorio“

26 Gennaio 09:01 In Nuova Zelanda frontiere chiuse per tutto l’anno per emergenza covid

Il premier neozelandese Jacinda Ardern (Getty).
in foto: Il premier neozelandese Jacinda Ardern (Getty).

In Nuova Zelanda frontiere per tutto dell'anno per emergenza covid. Il governo locale infatti ha annunciato che non prevede una apertura completa dei suoi confini fino alla fine dell'anno, ma portera avanti la politica delle bolle d'aria con i vicini poco colpiti dalla pandemia come l'Australia e i Paesi del Pacifico.  La decisione dopo aver riscontrato il primo casi di contagio locale dopo due mesi, dovuto alla variante covid. "Il resto del mondo rappresenta un rischio troppo alto per la nostra salute e la nostra economia", ha affermato il primo ministro, Jacinda Ardern, in una conferenza stampa trasmessa online. Ardern ha sottolineato che per riaprire le porte al turismo internazionale è necessario essere sicuri che i vaccini impediscano la diffusione del virus, o "avere una parte sufficiente della popolazione vaccinata", ma ha ammesso che "entrambe le soluzioni richiederanno del tempo. "La Nuova Zelanda si sentirà davvero tornata alla normalità quando ci sarà un certo livello di normalità' nel resto del mondo".

26 Gennaio 08:28 Regioni italiane a rischio zona rossa scuro per l’Ue: “Punito chi fa tanti tamponi”

Protestano i presidenti delle regioni italiane finite nel mirino dell'Ue e a rischio di entrare in zona "rosso scuro" secondo i parametri dell'Ecdc per la nuova mappa del contagio in Europa. I governatori di Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Veneto, indicate come le regioni  più a rischio insieme alla provincia di Bolzano, hanno reagito con durezza sostenendo che con questi paramenti è "punito chi fa tanti tamponi". "Imporre ai nostri cittadini test e quarantena per viaggiare nell'Ue significherebbe penalizzare" chi fa tanti tamponi e non "operare una valutazione su parametri epidemiologici oggettivi" hanno spiegato.

26 Gennaio 08:12 In Messico oltre 150mila morti per covid

Sono più di 150mila i morti per covid in Messico dall'inizio del pandemia. Nelle ultime 24 ore nel Paese nordamericano sono state registrate altre 659 vittime, per un totale di 150.273 che fanno del Paese il quarto al mondo con più morti. Nello stesso arco di tempo registrate anche altre 8.521 infezioni, per un totale di 1.771.740 contagi dall'inizio dell'epidemia.

26 Gennaio 07:56 Nei Paesi Bassi seconda serata di scontri anti-lockdown

Ancora scontri di piazza dei Paesi Bassi dopo il lockdown deciso dal governo per l'emergenza cvid , il primo dal dopoguerra. Dopo gli scontri di domenica che hanno visto andare a fuco anche un cento per i test covid, I manifestanti ieri sera son scesi nuovamente in piazza in diverse città per protestare contro l’introduzione del coprifuoco per il coronavirus nel fine settimana e in alcuni casi gruppi hanno dato vita a veri e propri scontri con la polizia. In particolare tafferugli sono stati registrati nella città portuale di Rotterdam ma anche vicino a Maastricht. La polizia in assetto antisomosa è intervenuta con cariche ma anche con idranti per disperdere i manifestanti.

26 Gennaio 07:37 In Italia somministrati un milione e mezzo di vaccini anti covid

In Italia somministrati quasi un milione e mezzo di vaccini anti covid. Secondo l'ultimo aggiornamento del report stilato dal Ministero della salute e dal commissario Straordinario all'emergenza Covid-19 son precisamente 1.434.550 le dosi somministrate fino a ieri sera nel nostro Paese. Son invece 149.350 le persone che hanno già ricevuto anche la seconda dose e quindi ufficialmente vaccinati contro il coronavirus

26 Gennaio 07:33 Gli Usa superano i 25 milioni di casi di coronavirus ma Biden è ottimista: “Entro l’estate immunità di gregge”

Gli Stati Uniti hanno superato i 25 milioni di casi di coronavirus toccando quota 25.293.201 secondo i dati della Johns Hopkins University. I morti per Covid dall’inizio della pandemia sono invece 420.972. dati che confermano il Paese nordamericano come quello più colpito al mondo dalla pandemia. Il neo Presidente Biden però mostra ottimismo. "Potremmo anche arrivare a vaccinare 150 milioni di americani nei primi 100 giorni della mia presidenza" ha dichiarato, spiegando che "entro l'estate dovremmo essere sulla strada dell'immunità di gregge". Biden ha anche avito un colloquio con la cancelliera tedesca Merkel  in cui hanno concordato sulla necessità di rafforzare gli sforzi internazionali per contrastare la pandemia del coronavirus.

26 Gennaio 07:26 Conferenza Stato-Regioni approva intesa sul Piano pandemico

La Conferenza Stato-Regioni ha approvato l'intesa sul tanto discusso Piano pandemico influenzale ovvero il Piano strategico-operativo nazionale di preparazione e risposta a una pandemia influenzale (PanFlu 2021 – 2023). "Facciamo tesoro anche delle esperienze acquisite in questo durissimo anno di crisi sanitaria globale e mettiamo a sistema la capacità di reazione dell'Italia e del nostro Servizio Sanitario Nazionale", ha sottolineato il ministro della Salute, Roberto Speranza, annunciando l'intesa raggiunta da governo ed enti locali.

26 Gennaio 07:23 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, martedì 26 gennaio

Continua l'emergenza coronavirus covid-19 in Italia dove  nuovi casi  registrati in Italia nelle ultime 24 ore sono 8.561. Dall’inizio dell’epidemia di Covid-19 nel nostro Paese i contagi sono 2.475.372. Questi i dati che emergono dall'ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salute e riguardante la situazione epidemiologica in Italia. Nell’ultima giornata sono stati registrati 420 decessi per Covid per un totale di 85.881 morti dall’inizio dell’emergenza sanitaria. I guariti salgono a 1.897.861 (+15.787). I casi attualmente positivi sono 491.630 (-7.648), di cui 21.424 ricoverati in ospedale, mentre i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.421. I test effettuati nelle ultime 24 ore, considerando sia i tamponi molecolari che quelli antigenici, sono stati 143.116. Ecco tutti i dati regione per regione:

Lombardia: +1.484

Veneto: +533

Piemonte: +600

Campania: +754

Emilia Romagna: + 1.164

Lazio: +874

Toscana: +422

Sicilia: +885

Puglia: +401

Liguria: +164

Friuli Venezia Giulia: +181

Marche: +200

Abruzzo: +69

Sardegna: +207

P.A. Bolzano: +200

Umbria: +66

Calabria: +207

P.A. Trento: +32

Basilicata: +73

Molise: +40

Valle d'Aosta: +8

Il governo, alle prese con una crisi che vedrà oggi Conte al Quirinale per le dimissioni, ha confermano per ora nessun rischio di nuove misure più restrittive. La Conferenza Stato-Regioni intanto ha approvato l'intesa sul Piano pandemico influenzale.  "Facciamo tesoro anche delle esperienze acquisite in questo durissimo anno di crisi sanitaria globale e mettiamo a sistema la capacità di reazione dell'Italia e del nostro Servizio Sanitario Nazionale", ha sottolineato il ministro della Salute, Roberto Speranza. Continua lo scontro tra governo e case farmaceutiche per i vaccini covid: l'Avvocatura di Stato ha inviato una diffida a Pfizer per conto del Commissario straordinario all'emergenza Domenico Arcuri  dopo i ritardi. Sono 1.434.550 le dosi somministrate finora secondo l'ultimo aggiornamento.

Sempre sul fronte vaccini l'Ue ha spiegato che da AstraZeneca sono arrivate risposte insufficienti sui ritardi annunciati e per questo è pronta ad agire per vie legali. Secondo l'Ue alcune regioni italiane sono a rischio zona rossa scuro nella nuova mappa stilata dell'Ecdc. I presidenti delle tre regioni interessate, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Veneto, però hanno reagito con durezza: "Imporre ai nostri cittadini test e quarantena per viaggiare nell'Ue significherebbe penalizzare chi fa tanti tamponi e non operare una valutazione su paramentri epidemiologici oggettivi".  Nel mondo ci si avvicina ai cento milioni di casi e sono oltre 1,2 milioni i morti covid. Negli Usa oltre 420mila morti e 25 milioni contagi ma Biden è ottimista: "Entro l'estate sulla strada per l'immunità di gregge".