19 maggio 23:09 Lo stato d’emergenza per Covid-19 non è stato prorogato

Lo stato d’emergenza per Covid-19 non è stato prorogato, lo mette in chiaro un articolo del decreto Rilancio firmato stasera da Mattarella. Il testo prevede il prolungamento degli stati d’emergenza in scadenza entro il 31 luglio (come quello per il Covid-19), ma solamente per quelli non prorogabili ea specifica chiaramente che non si fa riferimento a quello per il Coronavirus e cioè "quello dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri 31 gennaio 2020 per il Covid-19.

19 maggio 23:02 L’avvertimento del Viceministro Sileri: “La Fase due sarà cronica”

La fase due, quella della convivenza col nuovo coronaviorus sarà "cronica, più lunga, e quindi sarà una guerra che potrebbe diventare anche estenuante", è l'avvertimento lanciato dal viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri. "Non credo che siamo partiti al buio ma in maniera graduale, con una verifica settimanale di quelli che sono l'impegno in termini di numeri di persone che si infettano e di pressione del Servizio sanitario nazionale e le capacità di tamponamento, però è chiaro che deve essere fatto un passo in avanti", ha sottolineato Sileri intervistato  a "Fuori dal Coro" su Retequattro, aggiungendo: "Il materiale manca, per due ragioni principali: perché la stragrande maggioranza del materiale che noi acquistavamo prima del periodo Covid veniva proprio dai Paesi asiatici che sono stati i Paesi colpiti dall'inizio da questo maledetto virus. Questo significa che la capacità produttiva del paese fornitore degli altri Paesi occidentali è venuta meno. Poi il virus è arrivato in Europa e questo ha fatto si che vi sia stata una gara ad accaparrarsi il materiale".

19 maggio 22:56 Oltre 320mila morti per coronavirus nel Mondo

Sono oltre 320mila i morti per coronavirus nel mondo. Secondo i dati raccolti dalla Johns Hopkins University, le persone morte a causa della pandemia sono oltre 321mila con Stati Uniti come Paese con il maggior numero di vittime (91.187), seguiti da Gran Bretagna (35.422), l'Italia (32.169) e Francia (28.025). I casi di Covid-19 nel mondo, invece, sono oltre 4 milioni e 800mila con Usa sempre in testa seguiti da Russia, Brasile e Gran Bretagna

19 maggio 22:48 Ministro Speranza: “Il virus non è battuto e ora aumenta il rischio ma non si poteva lasciare tutto fermo”

"Un governo deve dire la verità. Il virus non è stato battuto, l'epidemia che siamo riusciti a contenere è grazie ai sacrifici degli italiani, però oggi il virus c'è e smettere con il lockdown aumenta il rischio", così il Ministro della salute Roberto Speranza ha voluto ricordare agli italiani il pericolo ancora incombente, avvertendo che ora "sono ancora più importanti i comportamenti" delle persone. "La consapevolezza di tutti è che siamo dentro ad una partita, dobbiamo mantenere i giusti comportamenti. Con le regioni abbiamo fatto un accordo sulla ripartenza, ci sono una serie di cose che non si possono fare. Ma dopo 70 giorni non si poteva lasciare tutto fermo" ha spiegato Speranza a Cartabianca su Raitre, aggiungendo: "E' evidente che ora la fotografia è diversa, ma non dobbiamo vanificare il lavoro fatto. E' evidente che la curva si è piegata ma è chiaro che ora arriva la prova più difficile. Per questo abbiamo costruito un sistema di monitoraggio per verificare l'andamento epidemiologico. La posta in gioco oggi è più alta e non possiamo sprecare il vantaggio".

19 maggio 22:36 Sindrome infiammatoria sui bimbi, primi casi segnalati in Florida

Primi casi di sindrome infiammatoria sui bimbi segnalati anche in Florida. Un ospedale pediatrico di Miami ha riferito di due casi di pazienti colpiti da questa strana sindrome che si crede possa essere associata al nuovo coronavirus. Entrambi i bimbi  sono in terapia intensiva pediatrica ma mostrano segni di miglioramento. In Usa molti casi di questa malattia, che colpisce i vasi sanguigni e gli organi e presenta sintomi simili alla malattia di Kawasaki e alla sindrome da shock tossico, sono stati riscontrati a New York, epicentro del contagio

19 maggio 22:29 Trump difende l’efficacia dell’idrossiclorochina: “Ci sono grandi studi in Italia”

Donald Trump difende l'utilizzo dell'idrossiclorochina e la sua efficacia e per farlo cita addirittura "grandi studi in Italia".  Durante una conferenza alla Casa Bianca, rispondendo alle domane dei giornalisti rispetto alla sua scelta di assumere il farmaco anche in assenza di sintomi, Trump ha spiegato che "sull'idrossiclorochina ci sono grandi studi dell'Italia" e di altri Stati europei e che si tratta di un farmaco antimalarico che "non fa male". Per Trump, gli studi che ne mettono in dubbio l'efficacia sono "falsi" e politicamente motivati "contro l'amministrazione". I danni collaterali "non sembra avere alcun impatto su di me, mi sento come prima" ha assicurato Trump

19 maggio 22:04 Guerra (Oms): “Vaccino nel 2021 a essere ottimisti”

Sono "un'ottantina i trial" in corso sulla ricerca di un virus contro il coronavirus nel mondo, ma nonostante alcuni segnali positivi una svolta non appare dietro l'angolo: "Se le cose vanno in modo sfrenatamente ottimistico" si può prevedere "qualcosa di solido nel primo bimestre" del 2021 e una commercializzazione diffusa "nella seconda metà dell'anno" prossimo. Lo ha affermato il professor Ranieri Guerra, vicedirettore dell'Oms e componente del comitato scientifico intervenendo a un webinar organizzato dall'ambasciata a Londra sulla mitigazione della pandemia. Guerra ha anche insistito sulla necessità sostenuta dall'Oms di evitare un approccio troppo commerciale su un futuro vaccino, che sarebbe quasi "un crimine contro l'umanità".

19 maggio 21:36 Confusione in Francia per il numero di vittime, la spiegazione

Sono 28.022 i morti per coronavirus in Francia. Il dato ha creato un po' di confusione oggi, perché è inferiore di 217 unità rispetto a ieri, quando era stato diffuso un bilancio di 28.239 decessi. La diminuzione è dovuta ad un aggiustamento dei dati che erano stati inviati dalle case di riposo: sul sito della direzione generale della salute questi decessi sono ora 10.308, mentre ieri ne figuravano 10.650. Per quanto riguarda i morti negli ospedali, sono 17.714, ovvero 125 più di ieri.

19 maggio 21:26 Rossi (Toscana): “Abbiamo dato il messaggio che tutto è finito, ma purtroppo non è così”

"Credo che abbiamo dato, purtroppo, un messaggio che tutto è finito, e invece non è così". Lo ha detto Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, a proposito della Fase 2 a Zapping su Radio 1. "Bisogna stare molto attenti – ha aggiunto -, richiamare i cittadini alle loro responsabilità, e anche la comunicazione deve essere corretta, e dire che il virus non è stato ancora sicuramente estirpato. Parlare di indebolimento del virus mi pare un po’ fantascienza".

19 maggio 20:54 Mattarella ha firmato il decreto Rilancio

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto Rilancio. Lo si è appreso al Quirinale. La notizia del via libera al provvedimento governativo  era stata anticipata dal Ministro dell'economia Gualtieri poco prima spiegando che il Dl già questa sera sarà in Gazzetta ufficiale e dunque le sue norme saranno subito in vigore e da domani le risorse stanziate saranno immediatamente utilizzabili.

19 maggio 20:16 Dl Rilancio stasera in Gazzetta ufficiale, Gualtieri: “Da domani via alle richieste per i bonus”

Il decreto rilancio sarà pubblicato stasera in Gazzetta ufficiale e già da domani da domani si potrà procedere alle richieste per i vari bonus previsti. Lo ha annunciato questa sera il ministro dell'economia dell'Economia, Roberto Gualtieri. Il Dl Rilancio "è stato bollinato e stasera sarà in Gazzetta. Da domani le risorse saranno immediatamente utilizzabili" ha spiegato il Ministro al Tg1, aggiungendo: "Ci sarà il pagamento diretto di 600 euro a tutti i 4 milioni di lavoratori autonomi, di collaboratori, che li hanno già avuti e questo pagamento avverrà nell'arco di due tre giorni al massimo". Da domani inoltre "sarà possibile fare la domanda per i 1.200 euro per il bonus babysitter o per i centri estivi e poi a giugno ci saranno i contributi a fondo perduto per le imprese e la terza tranche fino a 1.000 euro per gli autonomi".

19 maggio 20:09 Manifestazioni di piazza consentite ma solo se statiche e con distanze

Lo svolgimento di manifestazioni pubbliche durante la fase due è consentito ma "soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze interpersonali prescritte e le altre misure di contenimento, nel rispetto delle prescrizioni del questore", è quanto mette in chiaro una circolare del Viminale inviata a tutti i prefetti per chiarire alcuni punti  dell'ultimo decreto governativo per fronteggiare l'emergenza Covid. Tra gli altri chiarimenti anche quello sugli spostamenti tra regioni a partire dal 3 giugno che potranno essere limitati solo con provvedimenti statali e riguardare "specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree".

19 maggio 19:51 Nel Regno Unito 545 morti nelle ultime 24 ore, in totale 35.341 decessi

Nel Regno Unito si sono registrati ulteriori 545 decessi per coronavirus nelle ultime 24 ore che portano il totale dei morti dall'inizio delle pandemia a 35.341. Sono i dati  dell'ultimo bollettino sull'emergenza Covid rilasciato dalle autorità sanitarie di Londra. La nuova impennata di casi come sempre risente del recupero dei dati non raccolti durante il week-end. I contagi complessivi nel Paese sono 248.818.

19 maggio 19:44 Con l’emergenza coronavirus 60 milioni di persone a rischio povertà, l’allarme della Banca mondiale

Con l'emergenza coronavirus, almeno 60 milioni di persone sono a rischio povertà, a lanciare l'allarme è Banca mondiale ricordando che a rischio sono sopratutto i Paesi in via di sviluppo. Per questo, come annunciato dal presidente della Banca mondiale, David Malpass, la Banca fornirà aiuti per 160 miliardi di dollari a cento Paesi nei quali vive il 70% della popolazione del pianeta

19 maggio 19:20 Vaccino anti covid-19, positivi i primi test sull’uomo a Oxford

Sono positivi in primi risultati della sperimentazione sull'uomo del vaccino messo a punto dallo Jenner Institute della Oxford University con la partnership dell'azienda italiana Advent-Irbm di Pomezia. La prima fase che prevedeva il test su 510 volontari  si è conclusa "positivamente", ha spiegato il presidente dell'Irbm, Pietro Di Lorenzo, assicurando che tutti i vaccinati "stanno bene". Per questo la sperimentazione prosegue e "partirà a giorni la fase successiva, l'ultima, di sperimentazione su circa 3mila volontari, che si concluderà a fine settembre". Se l'esito si confermerà positivo a dicembre, secondo Di Lorenzo, già a dicembre potrebbero arrivare i primi ingenti quantitativi di dosi.

19 maggio 19:10 A New York 105 morti nelle ultime 24 ore

Continua a rimarne alto il numero dei decessi giornalieri per coronavirus nello stato di New York, quello più colpito dalla pandemia in Usa. Solo oggi registrati altri 105 decessi "Il dato è fortemente ridotto rispetto a quanto era inizialmente, ma è sempre dolorosamente alto", ha dichiarato il governatore Andrew Cuomo nell'annunciare il nuovo bilancio. Il totale dei contagiatio nello stato di New York è di 28.339. In tutti gli Usa, secondo Johns Hopkins University, i morti sono 90.432, i contagiati un milione e 510 mila.

19 maggio 18:56 Serie A, il 28 maggio si decide quando inizia il campionario di calcio

Il 28 maggio si deciderà quando inizia il campionario di calcio, lo ha annunciato il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora.  "Ho convocato poco fa una riunione per il 28 maggio alle 15 con il presidente della Figc Gravina e della Lega Serie A Dal Pino, con tutte le altre componenti perché credo che saremo nelle condizioni di avere tutti i dati a disposizione, anche in base all'evoluzione dell'emergenza sanitaria, per potere insieme decidere la data, ovvero se e quando ripartirà il campionato" ha dichiarato Spadafora, al TgSport su Raidue.

19 maggio 18:48 Serie A di calcio, via agli allenamenti di gruppo

Via agli allenamenti di gruppo per le squadre della Serie A di calcio. Il comitato Tecnico scientifico infatti ha validato il protocollo rivisto per la ripresa degli allenamenti degli atleti. In particolare il protocollo ha superato le criticità relative alla gestione di eventuali casi di contagio, con il resto della squadra che sarà sottoposta ad un isolamento fiduciario che le permetterà comunque di continuare ad allenarsi.

19 maggio 18:41 Ancora troppi contagi e morti in Lombardia, Piemonte e Liguria, i dati del 16 maggio spiegati

In Lombardia e Piemonte il contagio non rallenta. In Lombardia i numeri dei nuovi contagiati sono uguali a due settimane fa. E i decessi giornalieri da Coronavirus lombardi e piemontesi sono ancora più di 100 al giorno. In più, preoccupano gli oltre 60 casi della Liguria. I dati del 16 maggio spiegati

19 maggio 18:35 Dombrovskis: “Dall’Ue fondi per oltre mille miliardi in prestiti e sovvenzioni”

L'Ue ha intenzione di rimpolpare il Recovery Fund per l'emergenza coronavirus con fondi pari a oltre mille miliardi di euro suddividi tra prestiti e sovvenzioni. Lo ha annunciato il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis nella conferenza stampa al termine della riunione Ecofin. "Rinforzeremo sia la parte sovvenzioni che la parte prestiti dello strumento per la ripresa dell’economia. Sul livello di ambizione dello strumento per la ripresa, si tratta di aumentare il finanziamento non in termine di centinaia miliardi ma di oltre un migliaio di miliardi" ha dichiarato Dombrovskis

19 maggio 18:27 Di Maio: “Italia pronta ad accogliere i turisti, trascorrete le vacanze da noi”

"Venite e trascorrete le vacanze in Italia. Visitate le nostre spiagge, il nostro mare, i nostri paesini di montagna, gustate la nostra cucina. Noi siamo pronti ad accogliervi con il nostro sorriso", così il Ministro degli esteri Luigi DI Maio si è rivolto ai tedeschi invitandoli a trascorrere le prossime  vacanze e stive le nostro Paese. L'occasione è stata una intervista alla Bild durante la quale ha assicurato che l’Italia è pronta a ospitare i turisti, nonostante l’emergenza Covid. “L’Italia è un Paese trasparente, un Paese in salute e forte. Questo significa che in estate siamo pronti ad accogliere i turisti anche europei, ovviamente in sicurezza" ha aggiunto di Maio.

19 maggio 18:14 La Grecia riapre le frontiere al turismo il 15 giugno

La Grecia riaprirà le sue frontiere al turismo già a partire dal prossimo 15 giugno, lo ha annunciato il premier greco Kiryakos Mitsotakis intervenendo ad un vertice quadrilaterale con altri Paesi dei Balcani per fare il punto sulla ripresa della regione dopo la pandemia di coronavirus. Il premier greco si è detto d'accordo anche per la riapertura dei confini il primo giugno per i viaggi d'affari, i lavoratori stagionali e i componenti familiari residenti in altri Paesi. Nel Paese le spiagge sono state già riaperte anche se per il momento solo per il turismo interno ma la Grecia non può fare a meno di una delle sue entrare principali come il turismo. Ovviamente ci saranno nuove regole rispetto al passato come il divieto di assembramenti e giochi in spiaggia.

19 maggio 18:10 Riapertura scuole, lezioni accorciate a 45 minuti e più prof: le ipotesi in campo

Lezioni accorciate a 45 minuti e più prof con nuove assunzioni a tempo determinato, sono le prime ipotesi allo studio della commissione Bianchi al ministero dell’Istruzione per la riaperture delle scuole a settembre dopo lo stop per l'emergenza coronavirus. Per quanto riguarda le lezioni il cambio riguarderebbe le scuole supereroi mentre per le elementari si punta a più prof con maggiori assunzioni per un anno soltanto. Sarebbe stata invece scartata l'ipotesi di didattica mista con metà alunni in aula e metà a casa con didattica a distanza.

19 maggio 17:59 Bollettino 19 maggio: 162 morti nelle ultime 24 ore, 226.669 i contagi totali

I contagiati totali in Italia sono 226.669 mentre i decessi sono 32.169. Sono questi i dati dell'ultimo bollettino della protezione civile di martedì 19 maggio 2020 per l'emergenza coronavirus in Italia. Nelel ultime 24 ore registrarti ulteriori 162 decessi. I tamponi sono stati 63.158 con 813 nuovi casi. In calo ancora le terapie intensive con 716 ricoveri rispetto ai 749 di ieri.

19 maggio 17:53 “App immuni tra fine maggio e inizio giugno” la conferma di Arcuri

La app Immuni individuata dal Governo per il tracciamento dei contatti durante la fase due arriverà no prima della fine di maggio, lo ha confermato il commissario straordinario emergenza coronavirus Domenico Arcuri. "La app Immuni sarà fruibile tra fine maggio e inizio giugno" ha spiegato infatti Arcuri

19 maggio 17:42 Boccia: “Se una regione avrà problemi dovrà chiudere altrimenti interviene lo Stato”

Se durante la fase due delle riaperture qualche regione "dovesse avere qualche problema, dovrà chiudere e se non lo fa interviene lo Stato", Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia. "Abbiamo coniugato autonomia e responsabilità, noi continuiamo ad aiutare le regioni. Se ci dovessero essere dei problemi, i problemi di una regione non dovranno incidere sulle altre regioni"ha aggiunto il Ministro alla Vita in diretta su Rai Uno. Al momento comunque nessuna regine barese a rischio elevato. "Al momento le regioni sono tutte a basso e medio rischio, nessuna ad alto rischio" ha chiarito infatti lo stesso rappresentante del Governo.

19 maggio 17:38 Bollettino coronavirus Lombardia: nelle ultime 24 ore sono decedute 54 persone

Sono 85.481 i casi confermati di contagio da Coronavirus in Lombardia, con un aumento di 462 unità rispetto a ieri, mentre sono 15.597 i morti con un incremento di 54 unità nelle ultime 24 ore. Son questi i dati del bollettino dell'emergenza Coronavirus in Lombardia aggiornato a oggi, martedì 19 maggio.

19 maggio 17:34 Confine Usa-Canada rimane chiuso fino al 21 giugno

Il confine tra Canada e USA rimarrà chiuso almeno fino al 21 giugno per i viaggi non essenziali. Lo hanno deciso di comune accordo i due stati come misura per contenere la diffusione del contagio. La precedente intesa, che aveva già previsto il blocco, scadeva questa settimana ma i due governi hanno annunciato un'estensione di 30 giorni delle restrizioni. I lavoratori transfrontalieri essenziali come gli operatori sanitari, ma anche i camionisti, sono ancora autorizzati ad attraversare.

19 maggio 17:27 A Wuhan oltre 1,3 milioni di tamponi in una settimana

Sono stati oltre 1,3 milioni i tamponi effettuati a Wuhan in appena una settimana e cioè da quando le autorità locali hanno deciso di avviare una campagna di test a tappeto a seguito di nuovi casi accertati di contagio. Lo ha reso noto la Commissione sanitaria della città della Cina interna da cui si è' diffusa l'epidemia di Covid-19. Solo ieri sono stati effettuati 467mila tamponi. Lo screening di massa, secondo l'ultimo aggiornamento della Commissione nazionale della Sanità cinese, ha portato alla scoperta di un nuovo caso di contagio nella città, un paziente di 77 anni che va a sommarsi ai sei casi di contagio registrati la settimana scorsa.

19 maggio 17:19 Bollettino coronavirus Lazio, 20 nuovi contagi di cui 10 a Roma

Il bollettino della Regione Lazio di martedì 19 maggio segnala 20 nuovi contagi, dei quali 10 a Roma città, 48 guariti e 12 morti nelle ultime 24 ore. Nelle province nessun positivo né morti

19 maggio 17:15 Virologo Palù: “Per Trump la idrossiclorochina può avere un senso, medicina non è scienza esatta”

La scelta del presidente americano Trump di assumere idrossiclorochina in via preventivacontro Covid-19 "potrebbe anche avere un senso, perché è una persona che ha ogni giorno moltissimi contatti", lo ha spiegato il virologo Giorgio Palù, membro della della Società europea di virologia e professore emerito di Microbiologia dell'università di Padova. Palù ha spiegato che il farmaco "non ha una funzione antivirale diretta ma blocca alcune funzioni cellulari che il virus sfrutta per la sua replicazione". Al momento però sono state condotte ricerche solo in vitro che hanno dato buoni risultati ma "sono ancora in corso studi per capire se nell'uomo possa funzionare".

"L'idrossiclorochina ha una certa tossicità a livello di conduzione atrio-ventricolare. Quindi è opportuno che prima di assumerla un paziente anziano sia sottoposto a controllo elettrocardiografico. Molti farmaci si usano a livello sperimentale o compassionevole per bloccare o prevenire una malattia. Penso che i medici di Trump avranno vagliato le sue condizioni cardiache, e quella di assumere idrossiclorochina sarà stata una scelta personale basata su parere medico" ha tenuto a precisare Palù, concludendo: "Non ci si può sempre scandalizzare, la medicina non è una scienza esatta al contrario della chimica o della fisica, e ancora il buon senso e l'opinione dell'esperto contano. Non si può fare uno studio clinico su tutto, non si può invocare l'approccio e il metodo scientifico per ogni cosa, tanto più che questo virus è diverso in ognuno di noi. D'altro canto abbiamo provato a trattare i primi pazienti con lopinavir-ritonavir e abbiamo visto poi che non serviva. Ma valeva la pena farlo, credo"

19 maggio 17:00 Italiani bloccati in Marocco: “Venerdì partiranno 248 persone, ma ce ne sono ancora centinaia”

"Finalmente l'Unità di crisi e la Farnesina hanno predisposto due voli speciali che partiranno il 22 maggio da Casablanca diretti a Milano-Malpensa, ma noi quando partiremo? Siamo centinaia e vogliamo delle risposte". È l'appello raccolto dall'agenzia Dire dagli italiani, gli italo-marocchini e i marocchini residenti in Italia, che a causa del blocco ai voli non riescono a tornare in Italia. Da ieri Unità di crisi e rete consolare contattano direttamente le persone selezionate, fornendo un codice per acquistare il volo della compagnia Neos Air. Da questa lista è rimasta esclusa Abla Benyahya, italo-marocchina da anni residente in Umbria dove lavora per un'azienda che ha una filiale in Marocco: "Sono venuta qui per lavoro" – ha spiegato -, Fortunatamente non soffro di patologie gravi, sono in salute e mio figlio rimasto in Italia è maggiorenne. Non rischio il posto, ma per quanto ancora la mia azienda pazienterà? Da settimane contatto ambasciata e consolato, nessuna risposta". Lo stop al traffico aereo dovrebbe continuare fino all'11 giugno, ma non è escluso verrà ancora prolungato fino a fine luglio. "Vorrei che i funzionari italiani mi dicessero se sono stata inserita in una lista e in che posto sono in graduatoria. Venerdì partiranno 248 persone, ma qui ce ne sono ancora centinaia", ha spiegato. Sarebbero seicento, secondo uno dei gruppi di italo-marocchini che si sono formati su Whatsapp. Novecento, invece, le persone iscritte a un altro gruppo su Facebook. Tra questi, Souhail Falsy, che alla Dire ha detto che la moglie è incinta al quinto mese e soffre di pressione alta. "In Italia era seguita, qui ogni visita costa tanto e la qualità della sanità è scadente. Ci saremmo aspettati che il Consolato ci inserisse sul volo del 22 maggio", ha detto. Neanche Mohamed Laglil riesce a tornare dal figlioletto di tre anni che a Pompei, con la mamma senza patente, non può ricevere le cure di cui avrebbe bisogno a Napoli: "Stiamo organizzando un nuovo sit-in a Casablanca. Dormiremo qui fuori se necessario anche per le persone che non possono venire qui o a Rabat: per via della quarantena serve l'autocertificazione firmata dal prefetto per cambiare città. È praticamente impossibile raggiungere le sedi diplomatiche e i funzionari non rispondono né alle email né al telefono". Con qualcuno però, il portavoce di uno di questi gruppi, Lassen Ait El-Mouden, è riuscito a parlare. "Appena venuto a conoscenza dei due voli speciali di venerdì – racconta il portavoce – sono riuscito a contattare l'ambasciata di Rabat fornendo una lista di dieci casi urgenti e ne hanno accettati solo quattro". Tra questi, persone anziane, donne incinte e una bambina di un anno con una patologia al cuore. "Noi siamo naturalmente disposti a dare la precedenza ai casi gravi – conclude El-Mouden – ma vorremmo capire quando toccherà a noi".

19 maggio 16:37 Nel primo giorno dopo il lockdown controllate 51mila attività: 15 chiuse, sanzionati 39 imprenditori

Lunedì 18 maggio, primo giorno dopo il lockdown, secondo i dati pubblicati dal Viminale sono state controllate 127.601 persone, 608 delle quali sono state sanzionate, 18 sono state denunciate per falsa attestazione o dichiarazione e 5 per aver violato il divieto di allontanarsi dalle proprie abitazioni perché positive al coronavirus. Le attività o esercizi commerciali sottoposti a controlli sono stati 51.590, sanzionati 39 imprenditori e disposta la chiusura per 15 attività.

19 maggio 16:20 Centri estivi potranno riaprire dal 15 giugno, l’annuncio della ministra Bonetti

"La bella notizia è che i centri estivi potranno aprire il 15 giugno, in realtà il Dpcm prevede la possibilità da parte delle Regioni eventualmente di anticipare o posticipare, a seconda della situazione dello stato epidemiologico del territorio regionale. Questa apertura potrà essere fatta eventualmente anche con ulteriori specificazioni di regole e protocolli a livello regionale". A dirlo la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti in una diretta Facebook nella pagina di Italia Viva. In un’intervista Bonetti ha anche spiegato che sono stati stanziati 185 milioni di euro per consentire l’apertura dei centri in sicurezza: "Avevo promesso che non ci saremmo scordati dei centri estivi, ma che li avremmo riorganizzati in sicurezza. Infatti abbiamo dato le indicazioni e stanziato 185 milioni di euro, l'investimento più alto in questo settore nella storia della Repubblica. Ora sta alle Regioni decidere se anticiparne o posticiparne l'avvio, rispetto alla data del 15 giugno, in base al loro andamento epidemiologico".

19 maggio 16:08 “Un’inchiesta indipendente sull’azione dell’Oms al momento opportuno”

"Avvierò" il processo per un'inchiesta indipendente sull'azione dell'Oms sulla gestione della pandemia da coronavirus "al momento opportuno più prossimo". È quanto ha detto il direttore generale dell'organizzazione Tedros Adhanom Ghebreyesus, chiudendo i lavori dell'assemblea dell'Oms. "Siamo pienamente impegnati per la trasparenza e la responsabilità. La vogliamo più di chiunque altro", ha aggiunto il direttore. L'assemblea dell'Oms ha approvato una risoluzione che sancisce l'accordo di "avviare al momento opportuno e in consultazione con gli Stati membri – si legge nel testo – un processo graduale di valutazione imparziale, indipendente e globale della risposta sanitaria coordinata dall'Oms" nella crisi del coronavirus. L'inchiesta dovrà valutare le azioni dell'Oms e la loro tempistica relativa alla pandemia e formulare raccomandazioni per migliorare la prevenzione globale e la capacità di risposta, anche attraverso un rafforzamento appropriato del programma di emergenza sanitaria dell'Oms.

19 maggio 15:54 Gran Bretagna, i dati dell’Ons: oltre 41.000 i morti

Secondo le elaborazioni statistiche aggiornate settimanalmente dall'Ons, l'equivalente britannico dell'Istat, sarebbero oltre 40.000 i morti causati dalla pandemia di coronavirus. Finora il ministero della Sanità ha accertato poco meno di 35.000 vittime. L'ultimo dato, aggiornato all'8 maggio e limitato a Inghilterra e Galles, indica poco più di 39.000 morti, circa 10.000 in più di quelli censiti dal ministero a quella data e negli stessi territori. Sommati a Scozia e Irlanda del Nord, superano i 41.000 evocata dall'Ons una settimana fa. L'istituto conteggia inoltre, fra il 21 marzo e l'8 maggio, un totale di 121.000 in Inghilterra e Galles, quasi 50.000 in più della media degli ultimi 5 anni (54.000 con Scozia e Ulster): calcolando tuttavia non più d'un 75% del sovrappiù come riconducibile alla pandemia. In cifra assoluta, il Regno Unito risulta al momento primo in Europa e secondo al mondo dopo gli Usa per vittime. Ma superato da Belgio e Spagna in rapporto alla popolazione.

19 maggio 15:26 Conte: “Italia tra i Paesi più colpiti, ora i dati epidemiologici sono incoraggianti”

"L'Italia è stata uno dei primi e più colpiti paesi da questa pandemia. A marzo, dovevamo prendere misure drastiche per contenere la diffusione del virus. Dopo due mesi, i dati epidemiologici sono incoraggianti: confermano che i nostri sforzi e sacrifici collettivi hanno dato i loro frutti". A dirlo il presidente del Consiglio Giuseppe Conte alla sessione conclusiva dell'Assemblea mondiale della salute dell'Oms. L'Italia sta "allentando la maggior parte delle restrizioni, pur mantenendo rigorose misure di sicurezza per ogni attività sociale e commerciale. Continuiamo a rafforzare la nostra infrastruttura sanitaria, aumentando le unità di terapia intensiva e assumendo medici e operatori sanitari. Abbiamo ampliato i test e sviluppato un piano di monitoraggio nazionale in sinergia con le nostre autorità locali. Stiamo entrando nella ‘Fase due' con cauto ottimismo e senso di responsabilità", ha aggiunto il premier.

19 maggio 15:02 Sperimentazione plasma iperimmune su ospiti di una Rsa di Mantova

Il plasma iperimmune sarà utilizzato anche per curare malati Covid ricoverati nelle Rsa. La sperimentazione a cui collaborano l'ASST di Mantova e il San Matteo di Pavia partirà dalla Rsa Green Park di Mantova. Il comitato etico Val Padana ha dato l'autorizzazione alla nuova sperimentazione, ideata con il San Matteo di Pavia

19 maggio 14:46 Quasi 5 milioni di casi di coronavirus nel mondo

Sono quasi 5 milioni i casi di coronavirus nel mondo. Gli ultimi dati aggiornati della Johns Hopkins University parlano di 4.823.479 casi confermati di Covid-10 in tutto il mondo, e di 318.857 vittime legate alla pandemia. Gli Stati Uniti restano la nazione più colpita dal contagio, poi troviamo la Russia. Preoccupa sempre più la situazione in Brasile, terzo Paese più colpito, e in generale in tutta l'America Latina dove i casi sono in forte aumento. La pandemia sembra invece rallentare in Europa.

19 maggio 14:34 In Brasile più di 13.000 contagi in 24 ore

Sono 13.140 i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Brasile, che portano il totale a 254.200. Lo rivela il ministero della Salute, precisando che nello stesso periodo le vittime accertate sono state 674, per un totale di 16.792. Il nuovo aumento di casi in Brasile ha provocato un ulteriore balzo in avanti di ben oltre 20.000 casi dei contagi in America latina che hanno raggiunto quota 543.378, di cui 30.474 morti, secondo un conteggio dall'Ansa. Il Brasile ha ormai superato la Gran Bretagna e si piazza al terzo posto nella classifica mondiale per contagi, dopo Stati Uniti (1.504.244) e Russia (290.678).

19 maggio 14:15 Spiagge aperte in Sardegna: “Si può fare il bagno ma con distanza anche in acqua”

"Le spiagge in Sardegna sono aperte e si può fare anche il bagno ma si dovrà mantenere il distanziamento sociale anche in acqua". Lo ha detto all'Ansa l'assessore degli Enti locali e del demanio Quirico Sanna. Comunque, "arriverà una precisazione oggi stesso dallo stesso presidente della Regione", ha assicurato.

19 maggio 13:50 Decreto Rilancio, i richiedenti asilo verranno ospitati negli Sprar fino a fine emergenza

Un articolo del decreto Rilancio introduce una misura straordinaria per l’accoglienza dei migranti: i richiedenti asilo infatti potranno essere ospitati nella rete Siproimi (ex Sprar), che normalmente accolgono i beneficiari di protezione internazionale e i minori stranieri non accompagnati. Ciò  potrà avvenire però fino al 31 gennaio 2021, cioè entro sei mesi dalla fine dello stato d’emergenza per il Covid.

19 maggio 13:40 Confcommercio: “Riaperto il 90% dei negozi di abbigliamento e il 70% dei bar e ristoranti”

Più del 90 per cento dei negozi di abbigliamento ha riaperto in sicurezza: intimo, camicie e scarpe sono tra i prodotti più richiesti. Riprende ossigeno la ristorazione ma l'avvio stenta: il 70% dei bar e dei ristoranti hanno aperto tutti ben equipaggiati di mascherine e gel disinfettanti, ma con personale al minimo: infatti il 40% dei dipendenti è rimasto a casa, pari a circa 400.000 unità. Tanti sono i titolari che utilizzeranno i divisori all'interno del ristorante soprattutto nell'area cassa, quasi nessuno sui tavoli. Lo riferisce Confcommercio

19 maggio 13:25 Zaia: “Troppi video della movida, siamo pronti a richiudere tutto”

"Ci sono arrivate, ma credo a tutti, decine di foto e video dei centri delle nostre città con movida a cielo aperto. Non ho nulla contro la festa, ma divieto di assembramenti e l'uso della mascherina sono la conditio sine qua non, i salva vita per la tutela dei cittadini". A dichiararlo il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, commentando i primi assembranti con spritz registrati ieri sera. "In 10 giorni – ha aggiunto – io li vedo i contagi: se aumentano richiuderemo bar, ristoranti, le spiagge, e torneremo a chiuderci in casa col silicone".

Il governatore ha aggiunto: "Chi pensa che sia finito tutto è sulla strada sbagliata. Il virus non avrà più a sua disposizione una mitragliatrice ma è un cecchino, se ci contagia gli ospedali si tornano a riempire e torniamo al punto di partenza. Ora che abbiamo svuotato gli ospedali la responsabilità di contenere il contagio spetta ai cittadini non più ai medici. Le regole d'ingaggio sono chiare: fino al 2 giugno bisogna rispettare tutte le norme. Mi appello ai giovani e ai cittadini: siate prudenti".

19 maggio 13:13 In Corea del Sud domani riaprono le scuole superiori

La Corea del Sud da domani riaprirà le scuole, a partire da quelle superiori, dopo il rinvio deciso la scorsa settimana a causa dell'impennata improvvisa delle infezioni collegate al focolaio di Itaewon, quartiere di Seul. Il Paese ha modificato il 6 maggio le rigide regole sul distanziamento sociale a favore di un modello di "quarantena di vita quotidiana", permettendo la ripresa delle attività economiche e sociali sia pure in modo controllato. Nel frattempo, le nuove infezioni registrate sono state 13, di cui 9 domestiche e 4 importate. Secondo gli ultimi aggiornamenti del Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), i contagi sono saliti in totale a 11.078, di cui almeno 170 riconducibili ai locali notturni della movida di Itaewon. I decessi restano fermi a 263, mentre i guariti sono saliti a 9.938, 34 in più nelle ultime 24 ore.

19 maggio 13:04 Recovery fund, Crimi: “500 miliardi sono pochi, ma è un primo passo”

Il capo politico del Movimento 5 Stelle e vice ministro dell'Interno Vito Crimi ha commentato i risultati del confronto di ieri tra Francia e Germania sulle misure economiche da attuare nell'Unione Europea per uscire dalla crisi causata dalla pandemia di covid-19: "Il Recovery fund è un primo passo. Ci dispiace che sia venuto in questo consesso un po’ privato dell’asse franco-tedesco, però ricalca il percorso che il presidente Conte aveva già avviato con lo stesso presidente Macron. È una risposta positiva alle richieste che venivano anche dall’Italia. Adesso iniziamo da questa bozza di proposta e da lì costruiamo un vero e proprio intervento potente, perché 500 miliardi sono pochini per quello che serve realmente al nostro Paese”.

19 maggio 12:27 Chiudono i covid hospital di Susa e Jesolo. Medici e infermieri: “Battaglia vinta”

Il reparto Covid dell'ospedale di Susa, in provincia di Torino, ha chiuso ieri pomeriggio intorno alle 16 e 50: dopo mesi di vera e propria battaglia contro il coronavirus medici e infermieri hanno voluto festeggiare il momento con una foto ricordo. "Oggi – scrive in un commento su Facebook il dottor Alfredo Monaco –  si è scritta una pagina di storia a Susa. Il piccolo Ospedale, quello ‘che vale nulla', dimettendo l'ultimo paziente che ha lottato disperatamente per la sua vita, vincendo. E noi con lui". L'appello dei medici  che nelle foto indossano tutti le mascherine è, tuttavia, a non abbassare la guardia. "Sottovalutare oggi le insidie del virus significherebbe vanificare questi successi e trascinare l'intero Paese in una tragedia irreversibile, ancora più grande di quanto non sia stata".

Chiude anche il covid hospital di Jesolo

Sempre ieri, in coincidenza con la riapertura di numerose attività, è stato chiuso anche il covid-hospital di Jesolo, in Veneto, dopo aver trasferito al reparto malattie infettive l'ultimo paziente malato di coronavirus. Nell'ospedale restano, secondo i dati del bollettino serale di Azienda Zero, 6 pazienti Covid, tutti però in "area non critica". "La riduzione del numero dei contagi e dei pazienti sintomatici gravi ci consente di chiudere quest’area allestita lo scorso marzo – ha commentato il direttore dell'Ulss 4, Carlo Bramezza -. È un fatto epocale perché mai ci saremmo immaginati di arrivare a questa situazione, ma finalmente iniziamo a vedere la luce e a ritornare pian piano alle attività ordinarie. Tuttavia non cantiamo vittoria, perché il coronavirus è ancora presente e può ritornare se allentiamo le dovute precauzioni".

19 maggio 12:08 La Spagna riapre a voli e navi dall’Italia, ma con obbligo di quarantena

La Spagna ha ripristinato i viaggi marittimi e aerei dall'Italia: i passeggeri, tuttavia, saranno obbligati a rispettare un periodo di quarantena di due settimane, così come devono fare tutti gli altri viaggiatori che raggiungono il suolo iberico. Il governo spagnolo aveva imposto il blocco totale degli arrivi il 14 marzo scorso, quando l'emergenza sanitaria era esplosa in tutta la sua violenza anche nel paese. In Spagna i contagi di coronavirus sono 231.606 e i morti 27.709.

19 maggio 11:57 Anche per l’economia tedesca grave crisi alle porte: nel 2020 il pil crollerà del 10%

Se l'Italia piange e di appresta ad affrontare la più severa recessione della sua storia anche la Germania non ride, anzi… Secondo l'associazione tedesca dell'industria e delle Camere di commercio DIHK nel 2020 il prodotto interno lordo tedesco subirà un crollo di almeno il 10%. Lo ha affermato il presidente Eric Schweitzer in una videoconferenza a Berlino. Si tratta di stime ben peggiori rispetto a quelle del governo, che ha finora previsto un calo del 6,3%. Alla base di questi calcoli la constatazione che la domanda dei prodotti made in Germany sia crollata del 15%.

19 maggio 11:49 Fase 2, Gimbe: “Gli interessi economici del Paese anteposti alla tutela della salute”

Secondo la fondazione Gimbe "l’emergenza coronavirus e soprattutto la gestione della Fase 2 hanno accentuato il cortocircuito di competenze tra Governo e Regioni in tema di tutela della salute, oltre che la ‘competizione’ tra Regioni su tempi e regole per la riapertura. Questo decentramento decisionale dimostra che, sulla tutela della salute, dalla leale collaborazione Stato-Regioni siamo passati ad una ritirata del Governo al fine di prevenire conflitti con le Regioni”. Per la fondazione è stata “demandata interamente alle Regioni la responsabilità del monitoraggio epidemiologico e delle conseguenti azioni, con il ministero della Salute che rimane spettatore passivo da informare sui dati e sulle eventuali azioni intraprese dai governatori”. Un approccio che, secondo la fondazione, rivela “incongruenze costituzionali, oltre che rischi non calcolabili”.

Secondo Gimbe "è evidente che le decisioni sulle riaperture hanno anteposto gli interessi economici del Paese alla tutela della salute. Tuttavia la dichiarazione del premier Conte secondo cui si tratta di un rischio calcolato è smentita dall’impossibilità stessa di calcolarlo, perché la gestione e il monitoraggio dell’epidemia sono affidati a 21 diversi sistemi sanitari che decideranno in totale autonomia ampliamenti e restrizioni delle misure in base ad una situazione epidemiologica autocertificata. La storia insegna che non è sano quando controllore e controllato coincidono”.

19 maggio 11:27 L’Inps: “Durante il picco epidemico +110% di certificati di malattia”

Tra il 2 febbraio e l'11 aprile, mesi nei quali si è concentrata l'epidemia da Covid-19, i certificati medici di malattia arrivati all'Inps sono stati più di 6,58 milioni con una crescita del 14% rispetto allo stesso periodo del 2019. Lo rileva l'istituto di previdenza secondo cui la crescita nel periodo tra l'8 e il 14 marzo è stata del 110% per poi scendere al +59% nella settimana successiva. In Lombardia nella settimana 8-14 marzo i certificati sono cresciuti del 176% .

19 maggio 11:16 Il 18 febbraio l’Ecdc sosteneva: “Coronavirus? Tutto sotto controllo”

Il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) avrebbe sottovalutato il pericolo di una pandemia di coronavirus. Nel documento finale del vertice che si svolse in Svezia il 18-19 febbraio la diffusione del Covid 19 nel continente venne reputata “sotto controllo”, ma appena due giorni dopo si registrò il primo caso in Italia, a Codogno.  L’organismo perciò classificò il rischio per la popolazione come “basso” e quello per il sistema sanitario come “basso o moderato”.

19 maggio 11:01 All’Ikea di Torino migliaia di persone in coda nel giorno della riapertura

Allo scoccare dell'"ora x" migliaia di persone ieri mattina – lunedì 18 maggio – si sono messe in coda all’Ikea di Collegno, a Torino, per la riapertura dopo il lockdown per il coronavirus. I sindacati, che hanno denunciato la presenza di 15.000 persone nel primo giorno di apertura, hanno chiesto alla multinazionale di limitare gli accessi e regolare l’afflusso nei vari reparti.

19 maggio 10:58 La Cina replica Trump: “Attacca l’OMS per nascondere le sue responsabilità”

Zhao Lijian, portavoce del Ministero degli Esteri cinese, ha risposto agli ultimi attacchi degli Stati Uniti sulla gestione dell'emergenza covid.  La lettera inviata dal presidente Usa Donald Trump all'Oms "inganna l'opinione pubblica e infanga la Cina", ha scritto il funzionario di Pechino replicando alla mossa del tycoon che ha postato in piena notte su Twitter le 4 pagine della missiva al direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus, accusando la cattiva gestione dell'Oms nella crisi del Covid-19 e la mancanza di indipendenza da Pechino. La lettera "tenta di spostare le colpe dalla risposta maldestra" degli Usa alla pandemia, ha aggiunto Zhao.

19 maggio 10:52 Rivolte e scontri a Santiago del Cile per la carenza di cibo

Tensione in aumento in Cile: i residenti di El Bosque, un quartiere povero di periferia della capitale Santiago, si sono scontrati con la polizia durante le proteste per la mancanza di cibo in questo periodo di isolamento imposto per contrastare la diffusione del coronavirus nel Paese. I manifestanti, in larga parte con viso coperto, hanno eretto barricate, usato bastoni e lanciato pietre contro gli agenti, i quali hanno risposto con gas lacrimogeni. I partecipanti alla protesta inoltre hanno intonato slogan contro il governo di destra che, a loro avviso, li ha abbandonati. "Non la quarantena, ma gli aiuti e il cibo: questo è ciò che chiede la gente in questo momento", ha spiegato all'Afp una manifestante.

19 maggio 10:46 In Russia quasi 300mila casi di coronavirus

Continuano a crescere, e sfiorano ormai i 300mila, i contagi di coronavirus in Russia: secondo le autorità sanitari del paese nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 9.263 contagi, portando a 299.941 il numero complessivo di casi.

19 maggio 10:36 Negli USA ieri 21.551 nuovi casi di coronavirus e 785 morti

Ieri, lunedì 18 maggio, negli Stati Uniti sono stati registrati  21.551 casi di coronavirus e 785 morti. E' quanto emerge dalle statistiche pubblicate dall'università americana Johns Hopkins. Come riportato in precedenza, il bilancio complessivo dei morti nel Paese ha superato quota 90.000 (è adesso a 90.369), mentre i contagi accertati sono 1.508.957. Finora le persone guarite sono 283.178

19 maggio 10:22 Il sindaco di Milano Sala: “Conte ha fatto un buon lavoro, ma riveda compagine ministeriale”

Il sindaco di Milano Beppe Sala, intervenendo alla trasmissione radiofonica 24 Mattino su Radio24, ha suggerito al presidente del Consiglio Giuseppe Conte di "rafforzare il suo sistema". "Non lo chiamerei tanto un rimpasto", ha chiarito il sindaco, precisando che "oggi non vedo alternative a questo governo", ma ha aggiunto: "Non è che la compagine ministeriale non possa essere rivista". Il giudizio di Sala sulla gestione dell'emergenza Covid-19 da parte del governo Conte è positivo: "Non si è mosso male – ha detto – per quello che ci aspettavamo e per l'esperienza che ha dovuto maturare in fretta". I timori di Sala sono però per l'immediato futuro, in particolare per ottobre, "momento in cui è possibile che le agenzie di rating facciano un downgrade del Paese, esploda spread".

La critica di Sala nei confronti del governo è in particolare sull'apporto dei tecnici nelle decisioni: "La collaborazione tra tecnici e politici funziona per un breve periodo", ha detto il sindaco, che in altre occasioni aveva sottolineato come le decisioni, alla fine, spettassero sempre alla politica. Tra gli altri punti toccati nel suo intervento, Sala ha parlato della sua città, Milano, e della necessità di cambiare le regole sull'indebitamento dei comuni per far fronte alla crisi economica scaturita dall'emergenza sanitaria. "Le regole permettono alle amministrazioni di prendere debito per fare investimenti e non per la spesa corrente. Ma io non voglio tagliare la spesa corrente, i servizi di chi è in difficoltà".

19 maggio 10:19 Vendeva online kit per test sierologici: ora rischia 130mila euro di multa

Aveva deciso di speculare sulla tragedia del coronavirus vendendo online, attraverso un sito creato ad hoc, "kit test anticorpi" per il Covid-19 importati in Italia senza autorizzazione del ministero della Salute e senza certificazione. Un torinese di 30 anni è stato scoperto dalla Guardia di Finanza e ora rischia 130 mila euro di multa. Secondo i finanzieri, l'uomo acquistava i kit da una società cinese e li rivendeva sul web. I test acquistati online venivano poi spediti a domicilio. Le Fiamme Gialle ne hanno sequestrati circa un centinaio.

19 maggio 10:10 In Germania torna a crescere la curva dei contagi: 513 casi nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Germania sono stati registrati 513 nuovi casi di covid-19 per un totale di 175.210 infezioni nel Paese; a renderlo noto il bollettino dell'Istituto Robert Koch, evidenziando una nuova accelerazione dopo quattro giorni di flessione della curva dei contagi. Nello stesso lasso di tempo sono stati registrati anche 72 decessi che portano il totale a 8.007.

19 maggio 10:04 Veneto, tamponi anche nelle fabbriche: solo 4 contagiati su 1.518 lavoratori testati

La Regione Veneto ha avviato un esperimento pilota, il primo in Italia, per capire il tasso di diffusione del virus nelle fabbriche. La sperimentazione è stata affidata al dottor Michele Mongillo, che al Corriere della Sera ha rivelato che sono solo quattro le persone contagiate su 1.518 lavoratori testati al tampone: “In azienda gli infetti non hanno diffuso il contagio – ha dichiarato – Pare che le misure di contenimento applicate sotto i capannoni stiano funzionando". I primi dati, raccolti su un campione di nove aziende, inducono a pensare “che il rischio sia contenuto” puntualizza Mongillo. Dopo i primi esiti si è deciso di allargare l’esperimento pilota per avere aver eun campione ancora più significativo. Ad essere coinvolte saranno altre 113 aziende per oltre 15 mila lavoratori testati.

19 maggio 09:54 Galli: “Giusto tenere le scuole chiuse, sono incubatori del virus”

"Tutte belle le parole della ministra Bellanova, sono da sottoscrivere, ma 5 ore di stanziamento nella stessa aula di bambini e ragazzi è un perfetto incubatore per il virus". A dirlo ad Agorà il primario di Malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, rispondendo a quanto detto poco prima da Teresa Bellanova, secondo la quale le scuole andavano riaperte. Perché le palestre riaprono e le scuole no? "Perché in palestra non ci stai per 5 ore – ha risposto Galli – e probabilmente il distanziamento lo riesci a tenere, a scuola no. Noi vorremmo il mondo ideale, delle cose perfette, ma abbiamo un'epidemia. Questo, ricordiamocelo, è un paese che non vaccina i bambini per l'influenza e ogni anno i bambini contagiano le famiglie".

19 maggio 09:48 Le domande per la cassa integrazione in deroga andranno fatte all’Inps

Importanti novità per la cassa integrazione in deroga nel decreto Rilancio: la domanda va fatta direttamente all’Inps e non più alle Regioni e l'istituto di previdenza potrà anticipare il 40% al lavoratore e nel mese seguente erogherà la restante parte. Sugli ammortizzatori “resta necessaria una riforma, anche per l’erogazione in modo celere”, ha spiegato la ministra Catalfo.

19 maggio 09:39 A picco il mercato delle auto: ad aprile crollo delle vendite su base annua del 76,3%

La crisi economica causata dalla pandemia di coronavirus sta avendo conseguenze drammatiche sul mercato dell'auto: nel mese di aprile infatti le immatricolazioni di nuove autovetture nell'Unione europea hanno registrato un crollo su base annua del 76,3%. Il primo mese intero con restrizioni Covid-19 in atto ha provocato il più forte calo mensile della domanda di auto, con la stragrande maggioranza degli showroom in Europa chiusi per l'intero mese: il numero di nuove vetture vendute è sceso da 1.143.046 unità dell'aprile 2019 a 270.682 unità il mese scorso. Ciascuno dei 27 mercati dell'UE ha registrato cali a doppia cifra in aprile, ma Italia e Spagna hanno subito le maggiori perdite, con le immatricolazioni delle auto in calo rispettivamente del 97,6% e del 96,5%.

Osservando gli altri mercati principali, la domanda è scesa del 61,1% in Germania, mentre la Francia ha registrato una contrazione dell'88,8% ad aprile. Da gennaio ad aprile la domanda dell'UE di nuove autovetture si è contratta del 38,5%, a causa dell'impatto negativo del coronavirus sui risultati di marzo e aprile. Finora quest'anno le registrazioni sono diminuite della metà in tre dei quattro mercati chiave dell'UE: Italia -50,7%, Spagna -48,9% e Francia -48,0%. In Germania, la domanda e' diminuita del 31,0% nei primi quattro mesi del 2020.

19 maggio 09:31 Lamorgese: “Per gli imprenditori in difficoltà lo stato c’è”

"C'è attenzione soprattutto sulla crisi che ha colpito medi e piccoli imprenditori. Per agevolare l'accesso al credito, ho chiesto ai prefetti di assumere iniziative con l'Abi e le associazioni di categoria. E ora faccio appello agli imprenditori in difficoltà: rivolgetevi alle istituzioni perché in gioco non c'è solo la sopravvivenza delle vostre attività, ma anche la salvaguardia dell'economia legale; segnalate alle forze di polizia proposte di aiuto provenienti da persone sconosciute o con modalità opache. Lo Stato c'è. E per gli imprenditori che sono già caduti nelle maglie della criminalità mette a disposizione il fondo anti-racket gestito dal Viminale". A dirlo il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, in un'intervista a la Repubblica. Sui timori di una ripresa della criminalità comune, osserva: "I reati che hanno subito una flessione più marcata sono quelli legati alla criminalità diffusa. La graduale riapertura porterà, inevitabilmente, a una ripresa della criminalità comune e predatoria. E l'attività di prevenzione delle forze di polizia sul territorio è molto intensa".

In merito alle riaperture e alle limitazioni imposte, il ministro spiega che ai prefetti è stata data indicazione di "fare rispettare il divieto di assembramento e verificare che venga mantenuta la distanza minima prevista tra le persone. I controlli delle forze di polizia continueranno. Voglio ricordare, però, che le precauzioni non sono mai troppe, al di là degli obblighi e dei divieti". Per finire, sulla modifica dei decreti sicurezza voluti da Salvini "il lavoro svolto fino a febbraio qui al Viminale, per predisporre un testo, non andrà certo perduto. Spetta ora alle forze di maggioranza e al governo decidere tempi e modalità per riprendere in mano anche questo tema".

19 maggio 09:06 Sanguinetti (Policlinico Gemelli): “Non abbassiamo la guardia, il virus continua a circolare”

"Ora è fondamentale individuare subito eventuali piccoli focolai, come il funerale dell'altro giorno a Roma, scoprire gli infetti e tracciarne i contatti. Non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia". A dirlo il professor Maurizio Sanguinetti, direttore del dipartimento di Scienze di laboratorio e infettivologiche della Fondazione policlinico Gemelli e professore ordinario di Microbiologia all'università Cattolica, secondo cui è ancora molto presto per cantare vittoria perché "il virus continua a circolare". "Non c'è una mutazione ma ci sono meno casi: ci sono minori quantità di virus in giro con cui una persona si può infettare e, quindi, meno casi gravi. Questo grazie agli effetti del lockdown".

19 maggio 08:54 Boccia: “Pronti a nuovi lockdown regionali se i contagi aumenteranno”

Nuovi lockdown regionali potranno essere sempre possibili se il numero dei contagiati aumenterà. A dirlo il Ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia: "Se il sistema di monitoraggio dirà che una Regione è ad alto rischio, dovrà richiudere. Non si ferma tutt’Italia però. D’ora in poi ognuno dovrà essere in grado di mettere in sicurezza il suo territorio". Sulla riapertura iniziata ieri, "solo gli incoscienti possono dirsi non preoccupati – ha dichiarato -. Da ieri è iniziata la nostra nuova convivenza con il Covid-19. Tre mesi fa ci ha messo in grave difficoltà, ora dobbiamo essere rigorosi nei comportamenti e dimostrare di essere più forti.  E' scontato che il primo giorno si debbano seguire nuove regole: serve un rispetto diffuso e convinto da parte delle categorie produttive coinvolte. Ma mi sembra che bar, ristoranti, parrucchieri abbiano risposto benissimo". In merito alla decisione di adottare regole meno rigide, "abbiamo calato i principi sanciti dal comitato tecnico scientifico nella pratica – spiega Boccia -. Penso che ogni commerciante abbia tutto l’interesse a seguire le norme. I cittadini devono fare la loro parte. Questa nuova normalità impone due cose: pazienza e rispetto. Gli italiani hanno dimostrato di averli entrambi e il mondo intero lo ha scoperto e apprezzato". "Penso che ogni presidente di Regione abbia a cuore il suo territorio – continua -, che voglia fare di tutto per proteggere i suoi cittadini, ma deve anche sapere che comportamenti sbagliati rischiano di rimandare l’Italia sotto chiave. Attenzione. Serve uno sforzo immane per riprendersi, ma basta l’errore più banale per precipitare".

19 maggio 08:43 Palermo, movida e poche protezioni alla Vucciria

Alla Vucciria, il mercato di Palermo diventato uno dei luoghi più frequentati dai giovani della città, ieri sera si è tornati come ai vecchi tempi, prima della emergenza covid. Centinaia di persone si sono date appuntamento, molte delle quali non a distanza di sicurezza e prive di mascherine protettive, così come prevede il Dpcm e l'ordinanza del presidente della Regione. Diversi locali sono stati presi d'assalto senza le misure precauzionali per contrastare il contagio previste dalle disposizioni che da ieri hanno dato il via libera alla riapertura anche di bar e ristoranti.

19 maggio 08:37 Negli USA superati i 90mila morti di coronavirus

Continuano a salire i contagi negli Stati Uniti: sono infatti stati superati i 90mila morti per coronavirus e il milione e mezzo di casi. Lo riferisce il conteggio tenuto dalla Johns Hopkins University, che ha registrato 10 mila decessi in una settimana, passando dagli 80 mila dell’11 maggio ai 90.312 di oggi.

19 maggio 08:30 Pesaro, dimesso l’ultimo paziente ricoverato in rianimazione

Anche Pesaro, città duramente colpita nei mesi scorsi dall'emergenza coronavirus, può tirare un sospiro di sollievo: il reparto di rianimazione Covid dell'ospedale Marche Nord può infatti per il momento chiudere:  "Dopo oltre 16 settimane, oggi (ieri, per chi legge ndr) abbiamo trasferito l’ultimo paziente – ha dichiarato al Resto del Carlino Michele Tempesta, direttore del dipartimento di Emergenza-Urgenza -. Ovviamente restiamo pronti ad accogliere eventuali nuovi degenti Covid in gravi condizioni, ma ci auguriamo di poter tenere chiuso il reparto per molto tempo". "Da diversi giorni non stiamo registrando casi di malati Covid che necessitano di cure in rianimazione. Siamo sempre pronti a cambiare l’organizzazione, qualora ce ne fosse bisogno, ma al momento i pazienti che avranno bisogno di queste cure saranno trasferiti nella nuova struttura di Civitanova, cosi da permettere all’azienda ospedaliera di tornare alla quasi normalità dei percorsi".

19 maggio 08:22 L’ecobonus al 110% potrebbe essere esteso anche alle seconde case in condominio

Ancora una modifica nell'ultima bozza del decreto Rilancio. L’ecobonus cambia ancora e potranno ottenerlo i condomìni, i proprietari di case unifamiliari, e gli Istituti autonomi case popolari. Non possono accedervi dunque i singoli condòmini, a meno che l’intervento non rientri nell’ambito di un più ampio lavoro che agisce sull’intero edificio, come la ostituzione nelle parti comuni degli edifici degli impianti di climatizzazione, o il ‘cappotto’.

19 maggio 08:17 Secondo ha compiuto 105 anni: sopravvissuto alla spagnola e al coronavirus

Ha superato indenne non solo il coronavirus, ma anche l'influenza spagnola del 1918. Già, perché Secondo Bertotti ieri ha compiuto 105 anni ed ha festeggiato insieme alla moglie 96enne Edvige: "Sono riuscito a passare indenne la micidiale influenza spagnola degli Anni Venti del secolo scorso – ricorda l'uomo, nato il 18 maggio 1915 -. Anche il coronavirus mi ha finora risparmiato. Per un anziano, questa lunga quarantena è stata meno difficile da superare. Come d’abitudine non sono uscito da casa, mia figlia ha fatto massima attenzione ad osservare tutte le precauzioni". Come se non bastasse l'uomo si è lasciato alle spalle anche un tumore alla gola.

19 maggio 08:10 Lagarde (BCE): “Dobbiamo cambiare il patto di stabilità”

Christine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea, ha commentato la trattativa in corso sull'ideazione del ‘recovery fund'.  "Le proposte franco-tedesche sono ambiziose, mirate e benvenute. Aprono la strada a un'emissione di debito a lungo termine effettuata dalla Commissione europea e soprattutto permettono di dare rilevanti aiuti diretti agli stati più colpiti dalla crisi. Non può esserci un rafforzamento della solidarietà finanziaria senza un maggiore coordinamento delle decisioni a livello europeo". In un'intervista concessa a Les Echos, Corriere della Sera, Handelsblatt ed El Mundo, Lagarde ha chiamato in causa direttamente il Patto di stabilità e crescita, che ha fatto il suo tempo e deve essere modernizzato. La presidente della Bce se ne dice consapevole: "Credo che i termini del Patto, oggi sospeso, debbano essere rivisti e semplificati prima che si pensi a reintrodurlo, quando saremo usciti da questa crisi. È importante che tutti i Paesi ripartano in buone condizioni, usando tutti gli strumenti disponibili".

19 maggio 08:02 La presidente di TPL: “Impossibile garantire le condizioni basilari di sicurezza sui bus”

Simona Sacone, presidente di TPL (Trasporti Ponente Ligure), in un'intervista a La Stampa ha spiegato quanto sia difficile far rispettare le regole di sicurezza sui mezzi pubblici: "La verità è che ad oggi non siamo in grado di garantire le due condizioni basilari per la sicurezza: l’uso obbligatorio delle mascherine per tutti i passeggeri, e le distanze di sicurezza. Se le istituzioni a tutti i livello sconsigliano di prendere mezzi pubblici, un motivo ci sarà".

19 maggio 07:53 Trump minaccia ancora l’OMS: “Se non migliora stop ai fondi”

Se l'Organizzazione Mondiale della Sanità "non si impegna su sostanziali miglioramenti nei prossimi 30 giorni, renderò definitiva la mia decisione temporanea di sospendere i finanziamenti Usa all'Oms e riconsidererò la nostra adesione". Lo scrive il presidente Donald Trump in una lettera al direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus, in cui il capo della Casa Bianca elenca le accuse sulla gestione della crisi del Covid-19 e l'eccessiva vicinanza a Pechino.

19 maggio 07:44 Zaia: “Dal governo sono mancate indicazioni basilari”

Il Presidente delle Regione Veneto Luca Zaia, intervistato dal Corriere, non ha lesinato critiche al governo per la gestione dell'emergenza coronavirus. Secondo il governatore il ruolo delle regioni è stato fondamentale perché da Roma "sono mancate le indicazioni basilari. Abbiamo sentito che le mascherine ai non malati non servivano, ne abbiamo sentite tante. Qui, tutto è accaduto su scelte nostre, a partire dalla chiusura di Vò euganeo e dai tamponi che abbiamo fatto subito alla popolazione di quel comune e poi ad allargare il cerchio. Mi dicevano che sprecavo soldi. A proposito, e i tamponi? Noi li abbiamo fatti con il sistema veneto, ma non è che qualcuno si fosse dotato di magazzini di tamponi…".

19 maggio 07:16 Xi Jinping: “Il vaccino cinese diventerà un bene pubblico mondiale”

"La Cina ha agito con trasparenza e rapidità, fornendo tutte le informazioni in tempo utile e aiutando con tutti i mezzi i Paesi che ne avevano bisogno" nell'emergenza coronavirus. A dichiararlo il presidente cinese Xi Jinping in occasione della 73esima assemblea dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, la prima virtuale. Xi Jinping ha poi annunciato che la Cina donerà "2 miliardi di dollari" all'organizzazione per combattere il coronavirus e che se Pechino dovesse trovare un vaccino contro il Covid-19 ne farebbe "un bene pubblico mondiale".

19 maggio 07:11 Trump: “Prendo antimalarico da oltre una settimana e mezzo”

"Prendo l'idrossiclorochina da oltre una settimana e mezzo". A dichiararlo il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, spiegando di essere comunque sempre stato negativo al coronavirus e di essere sottoposto a test ogni due giorni. "Una pillola al giorno, cosa c'è da perdere…", ha aggiunto il capo della Casa Bianca. "La prendo. Sono venute fuori molte cose positive. Sareste sorpresi se sapeste quante persone la stanno prendendo, soprattutto tra i lavoratori impegnati in prima linea. Molti di loro la stanno prendendo", ha sottolineato Trump, che in passato ha ripetutamente elogiato il farmaco, utilizzato per curare il lupus e l'artrite reumatoide. Non ci sono evidenze definitive sull'efficacia contro il coronavirus.

19 maggio 07:06 Esce dalla rianimazione e riceve una proposta di matrimonio in videochiamata

Finito l'incubo del coronavirus una ragazza di 28 anni ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Foggia ha ricevuto una proposta di matrimonio da parte del fidanzato, che le ha chiesto se volesse sposarlo non appena possibile. "Qualche giorno dopo il mio ricovero, avvenuto esattamente il 19 marzo, il mio compagno Damiano, collegato in videochiamata mi ha chiesto di sposarlo", ha raccontato Cristina. La donna, casalinga di San Severo, mentre racconta la sua storia si trova ancora in un letto di ospedale. La donna, casalinga di San Severo, ha aggiunto: "Ricordo che i medici chiamarono Damiano, il mio compagno con cui conviviamo  già da qualche tempo. Lui durante la videochiamata mi ha chiesto di sposarlo, ed io ho fatto cenno di sì con la testa. Ero attaccata ad una macchina e non potevo parlare". Immediatamente dopo Cristina ha informato la mamma che ha accolto la notizia tra le lacrime.

19 maggio 07:00 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di martedì 19 maggio

Sono 225.886 i contagi da Coronavirus in Italia, con un incremento di 451 casi rispetto al giorno precedente. Era dal 29 febbraio che non si registravano così pochi contagi, ma non c'è ancora molto da festeggiare, come spiegato dall'analista Giovanni Forti. Dei contagi totali, 127.326 sono i guariti e 32.007 i decessi. Ecco la situazione aggiornata regione per regione:

Lombardia: 85.019

Piemonte: 29.619

Emilia Romagna: 27.267

Veneto: 18.950

Toscana: 9.961

Liguria: 9.191

Lazio: 7.485

Marche: 6.678

Campania: 4.695

Trento: 4.351

Puglia: 4.386

Sicilia:3.395

Friuli VG: 3.198

Abruzzo: 3.193

Bolzano: 2.582

Umbria: 1.424

Sardegna: 1.353

Valle D'Aosta: 1.174

Calabria: 1.151

Molise: 422

Basilicata: 392

Iniziata ieri la nuova Fase 2 di convivenza con il Coronavirus e ritorno a una nuova normalità, con la riapertura di negozi, ristoranti, bar, parrucchieri e centri estetici quasi in tutta la penisola. In Campania e in Piemonte si dovranno attendere i prossimi giorni per l'apertura di bar e ristoranti, e alcuni Governatori di Regione hanno espresso diverse perplessità sulla riapertura dei confini regionali a partire dal 3 giugno. Da ieri, inoltre, non è più necessaria l'autocertificazione per spostarsi tra Comuni, ma soltanto per gli spostamenti tra Regioni. Tante le nuove regole che bisognerà seguire nella Fase 2, dall'uso obbligatorio delle mascherine anche all'aperto alle linee guida per ristoranti e bar, parrucchieri e centri estetici. Giovedì 21 maggio il premier Conte terrà un'informativa alla Camera sull'emergenza Covis-19 e sul nuovo dpcm.

Nel mondo i casi da Coronavirus superano i 4,5 milioni: il Paese con più contagi resta gli Stati Uniti, seguito dalla Russia, dal Regno Unito e dal Brasile. In Danimarca, tra i Paesi che per primo ha allentato le misure del lockdown, tutti gli adulti potranno sottoporsi al test del tampone. L'America Latina si configura sempre più come il nuovo epicentro della pandemia: i casi da Coronavirus raggiungono quota 520mila. Si è tenuta oggi la 73esima assemblea dell'Oms: il presidente Tedros Adhanom Ghebreyesus ha avvertito che "i Paesi che si muovono troppo veloci corrono un serio pericolo di ostacolare la loro ripresa". Il Presidente cinese Xi Jinping ha dichiarato che la Cina ha risposto con trasparenza e rapidità all'emergenza sanitaria, fornendo agli altri Paesi dati trasparenti sul Coronavirus; ha così risposto alle accuse giunte dagli altri Stati sulle reticenze della Cina nel comunicare quanto stesse avvenendo nel Paese. Sono 194 i Paesi del mondo che hanno chiesto di avviare un'inchiesta indipendente sulle origini e le cause del Coronavirus.