562 CONDIVISIONI
Covid 19
18 Marzo 2021
07:14
AGGIORNATO19 Marzo

Le notizie sul Coronavirus del 18 marzo

562 CONDIVISIONI

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 in Italia e nel mondo e i dati di oggi, giovedì 18 marzo 2021, prima giornata della memoria per le vittime del Covid. Nel bollettino di oggi, 24.935 nuovi casi e 423 morti; 353.737 i tamponi effettuati, il tasso positività si attesta al 7,0%. Via libera dell'Ema sul vaccino AstraZeneca: "Sicuro ed efficace". Anche gli esperti dell’Oms ritengono che al momento i benefici superino i suoi rischi e raccomandano di continuare le vaccinazioni. Aifa, domani pomeriggio riprende campagna vaccinale con AstraZeneca anche in Italia. In Sicilia al via le vaccinazioni per le categorie fragili, prenotazioni in corso in Campania. Gimbe: allarme terapie intensive in 10 regioni. Intanto Gerli rinuncia a incarico in Cts. Nel mondo 121.196.160 contagi, morto a 61 anni il presidente negazionista della Tanzania John Magufuli: “Problema cardiaco”. L’Ue si prepara intanto a una nuova stretta sull’export dei vaccini verso il Regno Unito. Ue lancia inoltre il green pass Covid per tornare a viaggiare liberamente. In Francia scatta il nuovo lockdown, anche a Parigi.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
18 Marzo
22:53

Brasile, morte cerebrale per il senatore Olimpio: aveva il Covid

Morte cerebrale per il senatore brasiliano Sergio ‘Major' Olimpio, colpito dal Covid-19 il 2 marzo scorso. Olimpio, 58 anni, del Partito social liberale (Psl, di estrema destra), è stato dichiarato in coma irreversibile dai medici dell'ospedale San Camilo di San Paolo, dove era ricoverato in terapia intensiva ed era stato intubato. Lo ha reso noto la famiglia su Twitter. Ex ufficiale della polizia militare, Olimpio è il terzo senatore brasiliano vittima del Covid-19. Lo scorso ottobre, è morto il senatore Arolde de Oliveira, 83 anni, e all'inizio di febbraio Josè Maranhao, di 87 anni.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
22:38

Massimo Galli: "Avremo decessi per somministrazioni tardive"

"In questo momento abbiamo un gran bisogno di vaccinare, i veri decessi sono quelli che verranno per aver tardato nel vaccinare. Purtroppo la gente muore e se muore in prossimità di un vaccino questo non vuol dire che sia colpa di un vaccino". Così, a ‘Dritto e Rovescio' su Rete 4 l'infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, interpellato dopo il via libera di Ema al vaccino di AstraZeneca.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
22:02

AstraZeneca: "Confidiamo nella ripresa dei vaccini in Ue"

Dopo il via libera dell’Ema, è arrivata in serata anche la nota di Ann Taylor, Chief Medical Officer di AstraZeneca: "La sicurezza dei vaccini è fondamentale- scrive- e accogliamo con favore le decisioni delle autorità di regolamentazione che affermano l’enorme vantaggio del nostro vaccino nel fermare la pandemia. Confidiamo che, dopo le attente decisioni delle autorità di regolamentazione, le vaccinazioni possano riprendere ancora una volta in tutta Europa".

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
21:24

Serbia, il vaccino si sceglie online: Sinopharm, Sputnik V, Pfizer o AstraZeneca

La Serbia, che non ha mai interrotto la somministrazione del vaccino anticovid di AstraZeneca, dopo le assicurazioni date oggi dall’Ema, ha annunciato in serata che da domani saranno aperte altre due postazioni a Belgrado e a Novi Sad, dove ci si potrà vaccinare con l’AstraZeneca senza prenotazione. La precedenza sarà data ai più anziani. Nel Paese balcanico la vaccinazione di massa avviene con una richiesta online nella quale è possibile indicare il vaccino prescelto tra i quattro disponibili – cinese della Sinopharm, russo Sputnik V, Pfizer-BioNTech e AstraZeneca. I vaccini cinese e russo sono quelli più somministrati.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
20:41

Ue: "Sicurezza e efficacia vaccini è priorità, Ema rigorosa"

"La sicurezza e la fiducia nei vaccini sono fondamentali per le vaccinazioni. La priorità della Commissione è sempre stata la sicurezza e l'efficacia di qualsiasi vaccino Covid-19 autorizzato per l'uso nell'Ue. Questo è il motivo per cui abbiamo assicurato che tutti i vaccini, prima di essere somministrati, passino attraverso il controllo di sicurezza rigoroso e indipendente dell'Agenzia europea per i medicinali". È quanto ha detto la commissaria europea alla salute Stella Kyriakides, dopo lo sblocco dell'Ema.

A cura di Ida Artiaco
18 Marzo
20:40

Biden annuncia: "Domani traguardo 100 milioni di vaccinazioni negli Usa"

"Sono lieto di annunciare che domani, nel 58esimo giorno della mia presidenza, raggiungeremo il traguardo dei 100 milioni di vaccinazioni anti Covid": lo ha detto Joe Biden parlando alla Casa Bianca. Il presidente aveva promesso inizialmente questo obiettivo nei suoi primi 100 giorni.

A cura di Ida Artiaco
18 Marzo
20:01

Pasqua blindata, come cambiano le regole per alcune Regioni

L’ultimo provvedimento del governo in teoria consente gli spostamenti verso le seconde case, anche in una Regione diversa da quella di residenza. Ma le Regioni si muovono in ordine sparso. Alcuni governatori hanno infatti emanato ordinanze per impedire gli spostamenti verso le seconde case ed evitare così gli arrivi di massa per la Pasqua.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
19:41

I Paesi UE che riprendono la vaccinazione dopo l'ok Ema ad Astrazeneca

Dall’Italia alla Francia, dalla Spagna a Cipro, ecco tutti i paesi europei che tra domani e la prossima settimana riprendono le vaccinazioni anti Covid con AstraZeneca dopo lo stop di 4 giorni e in attesa del via libera dell’Ema, che poche ore fa ne ha confermato l’efficacia e la sicurezza. Uniche eccezioni la Svezia e l’Irlanda.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
19:33

In Francia scatta il nuovo lockdown: anche a Parigi, ma scuole restano aperte

Il premier francese, Jean Castex, ha annunciato il terzo lockdown anti-coronavirus, 7 giorni su 7, in 16 dipartimenti della Francia tra cui quelli dell'Ile-de-France, la regione Parigi, a partire da venerdì a mezzanotte. "La progressione dell'epidemia accelera nettamente", ha avvertito il premier, aggiungendo che questa ripresa  assomiglia sempre di "più a una terza ondata", in un contesto in cui ci "avviciniamo ai centomila morti". Di qui, la decisione di "frenare massicciamente" il virus, ha detto Castex.

Il governo, secondo quanto si è appreso, ha atteso l'annuncio delle decisioni dell'Ema sui vaccini per poter poi affrontare anche il tema della ripresa della campagna vaccinale durante la conferenza stampa.  Lo stesso primo ministro ha detto che si farà vaccinare domani con Astrazeneca.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
19:23

Israele, le parole del capo della task force anti Covid: "Ne siamo fuori e torniamo ai concerti"

"In Israele ai vaccinati stiamo rilasciando il green pass: possono andare nei ristoranti, ai concerti, ovunque. Il numero dei casi è ridotto sensibilmente, tra i malati gravi ci sono di fatto solo persone che non avevano ricevuto ancora la seconda dose. Forse oggi voi in Europa ci invidiate, ma i risultati che stiamo ottenendo con la vaccinazione di massa anti Covid vi possono aiutare, mostrano che funziona e che è possibile migliorare drasticamente la situazione". Sono le parole di Arnon Shahar è il capo della task-force anti Covid del Maccabi Health-Services, in Israele, dove quasi il 50% dei cittadini ha già ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer e dove si sta festeggiando perché bar e ristoranti hanno riaperto. L'intervista al Messeggero.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
18:57

Cosa ha detto l'Ema su legame tra trombosi e vaccino AstraZeneca

La revisione dei dati dell’Agenzia europea del farmaco (EMA) sulle segnalazioni dei coaguli di sangue nelle persone vaccinate con il vaccino di Astrazeneca “non ha escluso definitivamente un collegamento tra vaccino e alcuni casi di tromboembolismo”. La vaccinazione riprende a marciare, anche se con un “warning” su questo rischio.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
18:49

Regno Unito, il premier Johnson: "Confermati benefici, domani riceverò AstraZeneca"

Le ultime revisioni della autorità regolatorie confermano che i benefici dei vaccini anti Covid "sopravanzano di gran lungo i rischi", con la raccomandazione a tutte le persone che vengono convocate ad accettare di vaccinarsi. Lo ha detto Boris Johnson precisando che lui stesso riceverà una dose di AstraZeneca domani. "L'antidoto di Oxford è sicuro, l'antidoto Pfizer è sicuro, ciò che non è sicuro è prendersi il Covid", ha rimarcato il premier, ricordando che gli ultimi dati accreditano un 60% di efficacia di una singola dose AstraZeneca contro il contagio, dell'80% contro il ricovero e dell'85% contro i rischi di morte.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
18:39

Aifa: domani alle 15 ripartono vaccinazioni con AstraZeneca

Dopo l’ok dell’Agenzia europea del farmaco, anche l’agenzia italiana (Aifa) ha dato il via libera alla ripresa delle vaccinazioni: da domani alle 15.00 riprende la campagna con AstraZeneca, come conferma anche il ministero della Salute. "Sono venute meno le ragioni alla base del divieto d’uso in via precauzionale dei lotti del vaccino, emanato il 15 marzo 2021", scrive l’Aifa, spiegando che bisogna aspettare il via libera del Comitato per i farmaci a uso umano, prima di ricominciare.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
18:28

Draghi: "Accogliamo con soddisfazione okay Ema ad AstraZeneca. Il piano riparte domani"

"Il governo italiano accoglie con soddisfazione il pronunciamento dell’Ema sul vaccino di AstraZeneca. La somministrazione del vaccino Astrazeneca riprenderà già da domani. La priorità del Governo rimane quella di realizzare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile". Lo dice il presidente del Consiglio Mario Draghi.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
18:20

ReiThera, inizia la seconda fase per il vaccino italiano

Entra oggi in fase avanzata di sperimentazione clinica il vaccino anti-COVID 19 di ReiThera, società italiana con sede a Castel Romano. Lo studio di Fase 2/3, denominato Covitar, ha già ricevuto l’autorizzazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco ed è stato valutato positivamente dal Comitato etico dell’INMI Spallanzani.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
18:09

Le parole di Salvini dopo l'ok di Ema ad Astrazeneca

L’Ema ha ribadito il via libera al vaccino anti-Covid di AstraZeneca. Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta: “Ora avanti tutta con il piano vaccinale sul modello Figliuolo-Bertolaso. Non sono tollerabili altri errori da parte di Bruxelles: aspettiamo tutti i licenziamenti di quelli che hanno sbagliato”. I presidenti di Regione si dicono pronti a riprendere con le vaccinazioni.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
17:58

Bollettino Coronavirus Campania, 2.507 nuovi casi e 13 decessi

Il bollettino sull’andamento della pandemia di Coronavirus in Campania diramato dall’Unità di Crisi della Protezione Civile regionale: sono 2.507 i nuovi casi nelle ultime 24 ore, a fronte di 26.207 tamponi analizzati. In Campania si registrano purtroppo anche 13 nuovi decessi, mentre sono 1.298 le persone guarite.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
17:46

Serie A, Inter-Sassuolo non si giocherà: ci sono troppi casi Covid tra i giocatori

Stefan De Vrij e Matias Vecino sono positivi al Covid. Adesso sono quattro i casi nell’Inter dopo i contagi di Danilo D’Ambrosio e Samir Handanovic. Secondo il protocollo si può giocare ma la decisione dell’Ats lombarda blocca tutto: dagli allenamenti fino al rinvio della partita con il Sassuolo, compreso impedire il viaggio all’estero dei calciatori convocati nelle rispettive nazionali.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
17:41

Bollettino Coronavirus Lombardia, i numeri di oggi: 5.641 nuovi casi e 92 decessi

Aumentano i casi di Coronavirus in Lombardia: sono 5.641 i nuovi contagi. Nelle ultime 24 ore sono stati purtroppo registrati altri 92 decessi, per un totale dall’inizio della pandemia di 29.551 morti. Aumentano ancora sia i ricoveri in ospedale (più 103 per un totale di 6.744) sia il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: sono 786 (più 5 rispetto a ieri). Ecco il bollettino con i dati di oggi giovedì 18 marzo sui contagi Covid in Lombardia.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
17:30

Il bollettino di oggi: 24.935 nuovi contagiati e 423 morti

Secondo il bollettino di oggi, giovedì 18 marzo 2021, sono 24.935 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. I test effettuati nell’ultima giornata, tra tamponi antigenici e molecolari, sono stati 353.737. Il tasso positività si attesta al 7,0% (+0,8%). 423 i decessi per Covid.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
17:19

Alberto Gerli rinuncia a incarico nel Comitato tecnico scientifico

Alberto Giovanni Gerli, uno dei 12 membri nominati nel nuovo Comitato tecnico scientifico (Cts) del governo, ha comunicato la rinuncia all’incarico. Domani si riunirà per la prima volta l’organismo rinnovato.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
17:10

AstraZeneca, EMA: "Vaccino è sicuro ed efficace, rischi molto minori dei benefici"

È arrivata l’attesa decisione dell’Ema sul vaccino AstraZeneca dopo che alcuni paesi europei, tra cui Germania, Italia e Francia, aveva deciso di sospenderne in via cautelativa la somministrazione in seguito ad alcune segnalazioni di trombosi venosa cerebrale in connessione con la vaccinazione: “È efficace e sicuro, non è associato al rischio di sviluppare trombi”.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
16:34

Farmacisti vaccineranno contro Covid, 5.174 già abilitati

I farmacisti potranno effettuare direttamente la somministrazione dei vaccini anti-Covid, previa l'abilitazione con la frequenza di un corso: sono 5.174, secondo quanto apprende l'ANSA, i farmacisti già abilitati, mentre altri 2.800 stanno ultimando il corso. Il via libera sarà previsto in una norma nell'ambito del Dl Sostegni, che dovrebbe arrivare domani all'esame del Consiglio dei ministri. La Legge di Bilancio 2021 prevede inoltre la figura di medici ‘supervisori' di riferimento.

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
16:21

Coronavirus Puglia, oltre 2mila nuovi casi. Lolpaco: "Colpa della zona gialla"

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha reso noto che in Puglia, sono stati registrati 11211 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.082 casi positivi. Sono stati registrati 27 decessi. "I dati registrati oggi riflettono il risultato dei comportamenti generali tenuti durante il periodo della zona gialla", questa l'interpretazione dell'assessore alla Sanità della Regione Puglia. "L'intervento precoce di istituzione della zona rossa ha certamente prevenuto una ulteriore diffusione, ma i suoi effetti saranno evidenti non prima di almeno dieci giorni dalla sua istituzione

A cura di Biagio Chiariello
18 Marzo
16:08

Giornata nazionale dedicata a vittime del Covid, Von der Leyen: “Famiglia europea al fianco dell’Italia"

"Oggi è la giornata del silenzio e del ricordo. Nella giornata nazionale italiana dedicata alle vittime del Covid, i nostri pensieri vanno a tutti quelli che ci hanno lasciato in questo anno. La famiglia europea resta al fianco dell'Italia, ne usciremo insieme". Lo scrive in italiano in un tweet la presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
15:57

Slitta alle 17 la conferenza stampa Ema sul vaccino AstraZeneca

La conferenza stampa dell'Agenzia europea del farmaco sull'esame del vaccino di AstraZeneca, inizialmente attesa alle 16, è stata posticipata alle 17. Lo spiegano dall'ufficio stampa dell'Ema.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
15:50

Friuli Venezia Giulia, 1.058 nuovi contagi Covid e 19 vittime

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 8.525 tamponi molecolari sono stati rilevati 724 nuovi contagi. La percentuale di positività è all'8,49%. Sono 3.915 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 334 casi (8,53%). I decessi registrati sono 19; i ricoveri nelle terapie intensive sono 77 mentre quelli in altri reparti risultano essere 545. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.076: 677 a Trieste, 1.574 a Udine, 616 a Pordenone e 209 a Gorizia. I totalmente guariti sono 67.952, i clinicamente guariti 2.707, mentre quelli in isolamento risultano essere 14.904. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 89.261 persone con la seguente suddivisione territoriale: 16.546 a Trieste, 42.806 a Udine, 18.176 a Pordenone, 10.734 a Gorizia e 999 da fuori regione.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
15:41

In Umbria 168 nuovi contagi: tornano a scendere casi attualmente positivi

Sono 168 i nuovi positivi in Umbria, 255 guariti e 6 i morti. Tornano a scendere gli attualmente positivi, oggi 5.811, 93 meno di ieri in base ai dati aggiornati dalla Regione. I tamponi analizzati sono stati 2.773 e i test antigenici 2.611. Il tasso di positività sul totale è del 3,1 per cento (ieri 4,9) e del 6 per cento sui soli molecolari (era 9,6). I ricoverati negli ospedali sono 480, cinque in meno, 76 dei quali (tre in meno) nelle terapie intensive.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
15:27

Authority Gb: nessuna prova contro vaccino AstraZeneca

L'agenzia britannica del farmaco (Mhra) esclude formalmente che vi sia alcuna prova di un legame fra l'uso del vaccino anti Covid di AstraZeneca e i singoli casi di trombi sanguigni diagnosticati ad alcune persone dopo la somministrazione, e raccomanda quindi di continuare a inoculare questo siero: mai sospeso nel Regno Unito e già ricevuto da milioni di individui. Lo dice Sky, anticipando la conferenza stampa a Downing Street a cui la numero uno della Mhra, dottoressa June Raine, parteciperà nel pomeriggio insieme al primo ministro Boris Johnson.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
15:17

Pm Catania: non emerge pericolo da AstraZeneca

Alla Procura di Catania "non constano elementi che consentano di ipotizzare che gli eventi sui quali sta indagando siano sintomatici di un pericolo nell'utilizzo del vaccino di AstraZeneca, e neanche di alcuni suoi lotti, da parte della generalità dei soggetti nei cui confronti tale utilizzo è consentito". Lo afferma in una nota il procuratore Carmelo Zuccaro, sottolineando che "la fermezza di tale convinzione è dimostrata dal fatto che lo scrivente e la stragrande maggioranza dei magistrati e del personale di questo ufficio si sono recati a ricevere la somministrazione del vaccino" AstraZenaca quando l'inchiesta era già aperta. Nella nota si legga che "va altresì premesso che, per quanto concerne il decesso dell'agente di polizia Davide Villa, l'accertamento della causa mortis costituisce oggetto di un procedimento di competenza della Procura di Messina, con la quale sin dall'inizio si è stabilito un collegamento investigativo per evitare sovrapposizioni e duplicazioni di attività e per mettere, invece, a fattor comune, mediante lo scambio delle informazioni, le conoscenze progressivamente emergenti dalle indagini e così avere un più ampio quadro di riferimento". "Fatte queste doverose premesse – prosegue la nota – si rappresenta che i primi accertamenti medici effettuati, seppur parziali rispetto ai quesiti proposti, consentono tuttavia di affermare che, in base alle caratteristiche genetiche riscontrate in relazione ai quesiti proposti, non sussistono fattori genetici predisponenti ad eventi trombotici a carico del Villa, mentre invece dalla storia clinica pregressa dello stesso risulta che questi rientrava nelle categorie per le quali è raccomandata la somministrazione di un diverso vaccino". "Ciò tuttavia – sottolinea il procuratore di Catania – non comporta di per sé l'esistenza di un nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino di Astrazeneca e il decesso del Villa, valutazione per la quale sono necessari numerosi altri accertamenti di competenza, come si è detto, di altra Procura". "Appare ancora importante – si legge nella nota – sottolineare il ruolo fondamentale di una corretta comunicazione e informazione preventiva e propedeutica a qualsiasi forma di vaccinazione utile a far maturare nei vaccinanti la consapevolezza dell'importanza di una scrupolosa ricostruzione della propria storia clinica". "Altri accertamenti – conferma il procuratore Zuccaro – sono in corso da parte di questo Ufficio sulle componenti del lotto del vaccino somministrato al Villa e ad altro paziente attualmente in cura per eventi trombotici al fine di verificare le modalità di conservazione e trasporto del lotto da cui sono stati prelevati i vaccini in questione e se per determinati soggetti con caratteristiche genetiche o con storie cliniche particolari tali componenti possano rappresentare un rischio".

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
15:05

Scoperta in Piemonte variante inglese in un gatto: è il primo caso in Italia

I laboratori dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte Liguria e Valle d'Aosta hanno identificato il primo caso di variante inglese di SARS-CoV-2 (lineage B.1.1.7) in un gatto. Da bibliografia si tratta della prima segnalazione a livello nazionale. Si tratta di un gatto maschio castrato di razza europea, di otto anni, che vive nel novarese in un contesto domestico. I sintomi respiratori nel gatto sono comparsi una decina di giorni dopo l'insorgenza della malattia e dall'isolamento domiciliare dei suoi conviventi. Grazie al tempestivo intervento del Servizio Veterinario della Asl di Novara, che ha seguito con scrupolo le linee guida del Ministro della Salute, e a seguito di ulteriori accertamenti, è stata riscontrata la presenza della variante inglese.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
14:58

La nuova mappa Ue delle zone a rischio

La nuova mappa aggiornata dall’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie: sono sei le regioni italiane, più una provincia autonoma, classificate ad alto rischio di contagio Covid: Piemonte si aggiunge a Lombardia, Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Campania e Provincia di Trento tra le aree rosso scuro, mentre solo la Sardegna è arancione.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
14:47

In Val d'Aosta 37 nuovi contagi Covid

Sono 37 i nuovi contagi registrati in Valle d'Aosta nelle ultime 24 ore. I casi positivi attuali sono 398, di questi 22 ricoverati in ospedale e 2 in terapia intensiva. Invariato a 419 il numero dei decessi che ci sono stati in Valle d'Aosta dall'inizio della pandemia.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
14:37

Basilicata, oggi 184 contagi e 4 morti

In Basilicata su 1.349 tamponi molecolari analizzati si registrano 184 positivi al coronavirus. Di questi 179 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri quattro decessi, con il totale delle vittime lucane salito quindi a 388. Sale da 173 a 176 il numero delle persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali 12 (due in meno di ieri) in terapia intensiva, quattro al San Carlo di Potenza e otto al Madonna delle Grazie di Matera.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
14:27

Al Policlinico di Bari trapiantati organi da pazienti positivi al Coronavirus

Al Policlinico di Bari sono stati donati per la prima volta gli organi di due pazienti positivi al Covid-19. Il protocollo prevede che possano essere donati solo gli organi salvavita e che a ricevere il trapianto possano essere o pazienti in urgenza Covid positivi o pazienti presenti in lista d’attesa per il trapianto e che sono guariti dal virus sviluppando anticorpi. I due pazienti positivi al Covid-19, ricoverati nei due reparti di Rianimazione del Policlinico, hanno potuto donare il fegato. Uno dei due organi è stato trapiantato a Torino, l'altro è arrivato a Palermo ed entrambi gli interventi sono riusciti con successo.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
14:16

Dopo le vaccinazioni la mortalità tra i medici si è ridotta del 70 per cento

"Oggi, accanto al ricordo, dobbiamo necessariamente anche sollecitare tutta la popolazione a riflettere su quanto sia importante usare il vaccino, perché l'utilizzo del vaccino riduce drasticamente la mortalità. E la riduce anche tra i medici: le vaccinazioni iniziate agli inizi di gennaio hanno oggi determinato una riduzione netta della mortalità di oltre il 70 per cento e la curva continua a scendere, nonostante siamo in una fase di ripresa epidemica importante". Lo sottolinea il presidente della federazione degli ordini dei medici (Fnomceo), Filippo Anelli, in occasione della prima Giornata in memoria delle vittime di Covid. "Questo significa – prosegue – che il vaccino produce i suoi effetti benefici, e ci consentirà finalmente di uscire dalla pandemia".

A cura di Ida Artiaco
18 Marzo
14:10

Nessuna Regione italiana andrà in zona gialla venerdì

Questo venerdì, dopo il consueto monitoraggio dell'Iss, il ministro Speranza deciderà se adottare nuove ordinanze per cambiare i colori delle Regioni. Una cosa è certa: nessuno passerà in zona gialla. Il decreto Covid ha sospeso la fascia con meno misure restrittive fino al 6 aprile. Se anche una Regione dovesse avere i dati per tornare gialla resterebbe comunque in zona arancione fino a dopo Pasqua.

A cura di Ida Artiaco
18 Marzo
14:03

In Vaticano quasi completata la campagna vaccinale: "Qui il Covid non si è più manifestato"

La campagna vaticana di vaccinazione contro Covid-19 "si sta concludendo" e i risultati sui contagi all'interno del Vaticano si stanno notando. A dirlo è Andrea Arcangeli, direttore della Sanità e Igiene dello Stato della Città del Vaticano, durante il webinar "Approcci innovativi tra etica e morale al tempo della pandemia – Confronto medico scientifico e riflessioni sul diritto alla cura per la vita". Secondo Arcangeli, "proprio per la peculiarità della nostra realtà sanitaria siamo stati in grado di portare avanti una campagna vaccinale che si sta concludendo – dice Arcangeli -. Ha interessato oltre ai residenti del Vaticano tutti i dipendenti e le persone assistite dall'ente che assicura le prestazioni sanitarie. La vaccinazione serve. Al contrario di ciò che succede al di fuori delle mura, qui il Covid non si è più manifestato", con il dato che "coincide con quelle delle realtà di Israele e Scozia dove c'è stata una campagna vaccinale massimale".

A cura di Ida Artiaco
18 Marzo
13:59

Veneto, 1.841 nuovi casi Covid e 36 decessi. Rallenta la pressione sugli ospedali

In Veneto sono stati registrati 1.841 nuovi contagi Covid nelle ultime 24 ore e 36 decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. Sono numeri in leggero calo rispetto all'andamento degli ultimi giorni, che avevano fatto segnare incrementi superiori ai 2.000 casi. Sembra frenare anche la pressione sugli ospedali: nei normali reparti medici sono 1.610 (+10) i letti occupati da malati Covid, mentre nelle terapie intensive sono 207 (+4). Resta alto il numero dei soggetti attualmente positivi, 36.938 (+496).

A cura di Davide Falcioni
18 Marzo
13:53

Vaccino AstraZeneca: ancora in corso la riunione dell'EMA

Il comitato per la sicurezza dell'Ema (Prac) sta tenendo un vertice straordinario per l'indagine sul vaccino di AstraZeneca contro il Covid ed eventi tromboembolici. L'agenzia fa sapere che "Al termine dell'incontro, comunicheremo le conclusioni sul sito web dell'Agenzia".

A cura di Davide Falcioni
18 Marzo
13:42

L’aspirina riduce il rischio di terapia intensiva e morte nei pazienti Covid

Confrontando le cartelle cliniche di pazienti contagiati dal coronavirus SARS-CoV-2 che assumevano abitualmente aspirina con quelle di chi non lo faceva, un team di ricerca americano ha dimostrato che il comune farmaco antinfiammatorio a basse dosi può ridurre il rischio di ventilazione meccanica, ricovero in terapia intensiva e morte per COVID-19.

A cura di Davide Falcioni
18 Marzo
13:37

Tra gli over 65 più alta la probabilità di riammalarsi di Covid

Ci si può ammalare due volte di Covid-19? E quale la probabilità di contrarre una seconda volta l’infezione? Sì, ma il rischio è più alto tra gli over-65. La risposta arriva da un team di ricerca dello Statens Serum Institut di Copenhagen, in Danimarca, che ha esaminato i dati di sorveglianza nazionale sui risultati dei tamponi molecolari effettuati nel 2020, stimando la cosiddetta “immunità protettiva” da Sars-Cov-2, ovvero il grado di protezione conferito dall’infezione da nuovo coronavirus nei confronti di una successiva reinfezione.

A cura di Davide Falcioni
18 Marzo
13:26

No, i bambini che indossano le mascherine non corrono nessun rischio. Lo dice uno studio

I bambini che indossano mascherine chirurgiche non corrono alcun rischio di insufficienza respiratoria: l’utilizzo di questi dispositivi per prevenire la diffusione del coronavirus Sars-Cov-2 non è associato a cambiamenti nei parametri respiratori o segni clinici di distress respiratorio. Lo ha dimostrato un team di ricerca italiano in uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Jama Network Open che suggerisce l’importanza del loro impiego anche da parte dei bambini, soprattutto in vista della riapertura delle scuole.

A cura di Davide Falcioni
18 Marzo
13:22

Anche a Torino ricordate le vittime del Covid: in Piemonte sono state 9.766

Anche Torino ricorda oggi, 18 marzo 2021, le vittime del Covid. In Piemonte le vittime della pandemia sono state 9.766, nella sola provincia di Torino 4.485. Una strage che oggi, a un anno di distanza, mentre si confida nel successo della campagna vaccinale, purtroppo continua.

A cura di Davide Falcioni
18 Marzo
13:03

Galli: "Errore sospendere somministrazione di Astrazeneca, avrà gravi conseguenze"

Massimo Galli, infettivologo e direttore del reparto Malattie infettive dell'ospedale Sacco, in una intervista al Messaggero ha parlato della sospensione del vaccino Astrazeneca spiegando che se consideriamo quante persone uccide il Covid in un mese, è evidente che sospendere la somministrazione di Astrazeneca è stato un errore che avrà gravi conseguenze. “Può darsi che in Germania si sia verificata un fenomeno un po' strano, con sette casi di una forma grave trombosi tra i vaccinati che ha portato anche a tre decessi. Ma i numeri che ci arrivano dalla Gran Bretagna sono di segno opposto. Gli episodi tedeschi potrebbero essere una perfida casualità verificatasi in una campagna vaccinale di massa e in condizioni del tutto nuove”, ha detto Galli secondo cui in Italia sarebbe stato più saggio continuare a somministrare il vaccino Astrazeneca e nel frattempo svolgere le indagini. “Di tutta questa storia patiremo le conseguenze per un po' di tempo, anche perché la smentita ufficiale sui rischi del vaccino Astrazeneca avrà molta meno eco rispetto ai timori che ha innescato l'annuncio del suo ritiro. E tutto questo, lo dico con rammarico, poteva essere evitato perché i numeri non evidenziano un pericolo reale. Sospendere Astrazeneca crea disaffezione nella popolazione e temo possa accadere ciò che è avvenuto nel 2014. Il ritiro di un lotto di vaccino antinfluenzale ha provocato un calo del 6% delle vaccinazioni degli ultra sessantacinquenni e ciò ha determinato parecchi decessi in più”.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
12:51

Inter-Sassuolo non si gioca: altri due calciatori positivi

Inter-Sassuolo non si gioca: il divieto dall'ATS dopo la positività di Stephan De Vrij e Matias Vecino di fatto impedisce la disputa della partita e obbliga la Lega di Serie A a rinviare a data da destinarsi il match. Salgono così a quattro i casi tra le fila dell'Inter a pochi giorni dalla gara con il Sassuolo che salta a causa del coronavirus.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
12:16

Oms: "Più morti in Europa rispetto a stesso periodo 2020, variante britannica predominante"

"Circa 48 Paesi o territori europei su 53, hanno segnalato la variante di britannica di coronavirus". Lo dice il direttore dell'Oms Europa, Hans Kluge, ne consueto punto sul Covid-19 sottolineando che quella mutazione "sta gradualmente diventando predominante nella nostra Regione". "Il numero di persone che muoiono a causa del Covid-19 in Europa è più alto ora rispetto allo scorso anno in questo periodo, il che riflette la vasta diffusione del virus", ha detto ancora Kluge. "La scorsa settimana, i nuovi decessi nella regione hanno superato i 900.000. Ogni settimana, più di 20.000 persone in Europa perdono la vita a causa del virus", ha aggiunto.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
12:05

Coronavirus in Toscana, 1.513 nuovi contagi: tasso positivi al 6,11%

"I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.513 su 24.764 test di cui 15.302 tamponi molecolari e 9.462 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 6,11% (13,2% sulle prime diagnosi)". Lo scrive su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull'andamento dell'epidemia di coronavirus. "Continuiamo a tenere alta l'attenzione, portare sempre la mascherina ed evitare gli assembramenti", aggiunge.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
11:57

Nelle Marche 820 contagi Covid in un giorno

Nelle ultime 24ore sono 820 i positivi rilevati nelle Marche. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che sono stati testati 6.168 tamponi: 3.493 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.017 nello screening con percorso Antigenico) e 2.675 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 23,5%). Tra i test antigenici 62 casi (da sottoporre al tampone molecolare) con "rapporto positivi/testati è pari al 6%". La provincia di Ancona registra il numero più alto di contagi (319, 38,9% del totale); seguono le province di Pesaro Urbino (230), Macerata (111), Fermo (86), Ascoli Piceno (44); 30 contagiati provenienti da fuori regione). Le persone con sintomi sono 89. I casi comprendono contatti in setting domestico (178), contatti stretti di positivi (255), contatti in setting lavorativo (27), contatti in ambiente di vita/socialità (5), in setting assistenziale (2), con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (4), screening percorso sanitario (3) e un caso proveniente da fuori regione. Per altri 256 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
11:43

Draghi a Bergamo: "Giornata piena di tristezza ma anche di speranza, lo Stato c'è"

“Oggi è una giornata piena di tristezza ma anche di speranza, vorrei tutti voi mi sentiste vicino nella tristezza e nella speranza. Lo Stato c’è e ci sarà. Non possiamo abbracciarci, ma dobbiamo sentirci ancora più uniti. Immagine indelebile quella dei camion che portavano via le bare, era esattamente un anno fa. Questo luogo è un simbolo di dolore dell’intera nazione. Siamo qui a promettere ai nostri anziani che non accadrà più che le persone fragili non verranno più protette, solo così questo bosco della memoria sarà simbolo del nostro riscatto”, da Bergamo il discorso del premier Mario Draghi alla cerimonia per la Giornata Nazionale in memoria delle vittime del Covid.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
11:39

Alto Adige, 165 nuovi casi e 7 morti

Sette decessi, 165 nuovi casi e 37 ricoveri in terapia intensiva: sono questi i dati dell'ultimo bollettino covid in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 1.397 tamponi pcr (97 positivi) e 9.958 test antigenici (68 positivi). Nei normali reparti ospedalieri si trovano 135 pazienti covid (-6 rispetto a ieri), nelle cliniche private 129 (-5) e in terapia intensiva 34 in Alto Adige e 3 in Austria (-2). Sono 4.454 gli altoatesini in quarantena (-35).

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
11:32

Monitoraggio Gimbe: aumentano casi, ricoveri e decessi, ritardo nella campagna vaccinale

"L'ulteriore incremento dei nuovi casi ha determinato nell’ultima settimana la netta espansione del bacino dei casi attualmente positivi, aumentato di oltre 57 mila unità", così il presidente della fondazione Gimbe, il dottor Nino Cartabellotta, sottolineando che questa settimana i casi di infezione ogni 100 mila abitanti crescono in 16 Regioni e in 15 si registra un incremento percentuale dei nuovi casi. L'aumento di casi si riflette sulla curva relativa ai servizi ospedalieri: in 9 Regioni l'occupazione di posti letto da parte di pazienti Covid in area medica è oltre la soglia di allerta al 40%. Il monitoraggio della fondazione Gimbe fotografa un quadro di peggioramento della situazione epidemiologica nell'ultima settimana e, allo stesso tempo, un ritardo importante nella campagna vaccinale.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
11:22

Giornata vittime del Covid, Mario Draghi alla cerimonia a Bergamo

Covid, Mario Draghi a Bergamo per la giornata in memoria delle vittime del Coronavirus
Covid, Mario Draghi a Bergamo per la giornata in memoria delle vittime del Coronavirus

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi è arrivato a Bergamo per commemorare la Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19. Ha deposto una corona d'alloro sulla stele dedicata alle vittime del Covid al cimitero monumentale di Bergamo, mentre veniva letta la poesia di Ernesto Olivero che è scolpita sulla stele. Al Parco Martin Lutero alla Trucca l’inaugurazione del Bosco della Memoria con la cerimonia per la messa a dimora dei primi 100 alberi.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
11:14

Vaccino a categorie fragili in Sicilia, ieri a Palermo inoculate 2.034 dosi Pzifer

A Palermo ieri sono state inoculate 2.034 dosi di vaccino Pzifer agli appartenenti alla categorie "vulnerabili". Dall'hub vaccinale della Fiera del Mediterraneo fanno sapere che tutte le dosi scongelate sono state utilizzate. Ne erano rimaste in frigorifero una decina. Lo staff tecnico si è messo in moto per avvisare persone in target, con prenotazioni o caratteristiche per essere ritenute fragili, disposti a recarsi in Fiera entro trenta minuti per avere somministrate le dosi di vaccino dai flaconi aperti. Fino a tarda sera, medici e infermieri hanno così potuto vaccinare altre dieci persone, utilizzando tutte le dosi a disposizione.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
11:04

Vaccino AstraZeneca: il parere dell'Ema atteso oggi pomeriggio alle 16 

Alle ore 16 di oggi l’Ema darà il suo parere sulla sicurezza del vaccino AstraZeneca. Nel pomeriggio gli esperti dell'Agenzia europea per i medicinali, in una conferenza stampa dal quartier generale di Amsterdam, daranno il proprio punto di vista sul siero anti-Covid dopo lo stop cautelativo alle somministrazioni in numerosi Paesi europei, Italia inclusa, in seguito ad alcuni casi sospetti di trombo-embolia.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
10:57

Astrazeneca, Magrini: “Dati disponibili negano nesso di causalità tra trombosi e vaccino”

Nicola Magrini, direttore generale dell’Aifa, parlando della sospensione del vaccino AstraZeneca in commissione Affari sociali, ha precisato che i dati al momento disponibili “dicono chiaramente che non è stato stabilito un nesso di causalità tra questi eventi rari e il vaccino in questione”. "Il vaccino non è sospeso, perché l'autorizzazione non è stata sospesa, ma c'è un divieto d'uso. Questo in Italia segue il sequestro di due lotti disposti dall'autorità giudiziaria. Questi sette casi tedeschi su oltre un milione di vaccinazioni, sei donne e un uomo, che hanno avuto queste trombosi dei seni cavernosi, sono associate a un'analoga segnalazione in Italia, un solo caso quindi, due in Spagna di cui uno da verificare, e precedentemente si erano segnalati sospetti eventi trombotici in Austria, Danimarca e Norvegia. (…) L'ipotesi lotto in questo momento è debole, c'è più un'ipotesi vaccino. Alcuni dei sospetti non sono stati confermati all'autopsia e di qui l'importanza di procedere in generale prima a un'esame autoptico che alla definizione di caso: diventa un caso solo se l'autopsia lo conferma. (…) La discussione si è voluta concertare tra quattro Paesi", le parole di Magrini.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
10:47

Perché la Svizzera non approva il vaccino AstraZeneca

Tra i Paesi che ancora non hanno dato il via libera al vaccino AstraZeneca c'è la Svizzera. Swissmedic, l’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici, ritiene di non aver ancora ricevuto dati sufficientemente solidi sul farmaco contro il coronavirus sviluppato da AstraZeneca. È questa la ragione per cui non è ancora stata rilasciata un’autorizzazione valida per la Svizzera del siero contro il Covid-19.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
10:39

Nuova variante francese “sfugge” al tampone molecolare

Otto pazienti di un ospedale francese sono stati contagiati da una nuova variante del coronavirus che non è stata rilevata dal tampone molecolare. La positività è emersa dal test sierologico e dall’analisi dei campioni estratti dal sistema respiratorio inferiore. Le autorità hanno intensificato restrizioni e vaccinazioni per scopo precauzionale.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
10:30

Sileri: "Entro ottobre tutti gli italiani saranno vaccinati"

"La vera vaccinazione di massa, che interesserà cinquantenni e quarantenni sarà completata tra aprile e giugno, quando oltre due terzi della popolazione entro l'estate sarà immunizzata. Massimo a ottobre, tutti gli italiani avranno ricevuto anche la seconda dose". Lo dice il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri (M5S) a Radio Capital. "Tutta Europa insieme poi dovrà lavorare a un passaporto – ha sottolineato – che permetta ai vaccinati di muoversi con maggiori facilità".

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
10:21

Come funzioneranno le vaccinazioni nelle farmacie

La priorità del governo italiano è vaccinare il più possibile e per questo da settimane l'esecutivo guidato da Draghi è al lavoro per allargare il più possibile la squadra dei vaccinatori: si sono già aggiunti medici di famiglia, specializzandi, pediatri e odontoiatri. Ora il ministro Speranza punta ai farmacisti perché nelle prossime settimane il problema non sarà più avere poche dosi di vaccino, ma non avere personale per somministrarle. Ecco come funzioneranno le vaccinazioni anti-Covid nelle farmacie.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
10:11

Covid Francia, la regione di Parigi verso il lockdown: oggi l'annuncio

Il primo ministro francese Jean Castex e il ministro della Salute, Olivier Véran, alle 18 annunceranno in conferenza stampa l'ormai sicura stretta sulle regole sanitarie nell'Ile-de-France, la regione di Parigi, dove il tasso di incidenza dei contagi da Covid-19 ha superato quota 400 su 100.000 abitanti. Con gli ospedali che sono tornati ad affollarsi come in autunno, i reparti di rianimazione pieni e ieri 38.000 nuovi contagi in 24 ore (pur con tasso di positività fermo al 7,5%), non c'è alcun dubbio sulle intenzioni del governo, che per volere del presidente Emmanuel Macron ha fin qui evitato di chiudere la capitale per la terza volta. Fino all'ultimo, si apprende da fonti vicine all'Eliseo, si discuterà se sarà sufficiente un lockdown il sabato e domenica – come decretato già per la regione di Nizza e, a nord, per Dunkerque – o se si opterà direttamente per una chiusura generale. Si tratterà, in ogni caso, di un lockdown "soft" come quello di novembre, con le scuole aperte e un semplice "invito" a ricorrere al lavoro a distanza.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
10:03

Come ripartiranno le vaccinazioni in Italia dopo la decisione su AstraZeneca

In attesa della decisione dell’Ema sul vaccino AstraZeneca si ipotizza a come far ripartire la campagna vaccinale in Italia il cui obiettivo è quello di immunizzare entro la fine di settembre l’80 percento degli italiani. Tra le ipotesi più probabili l’overbooking: e quelli che non si presentano dovranno aspettare almeno tre mesi.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:56

Bonaccini: "Sanitari che non fanno il vaccino non dovrebbero lavorare"

"Sui sanitari la dico così: io non so se serva l'obbligo vaccinale, so che se uno non si vaccina non può lavorare in quel luogo lì". Lo ha detto il presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. "Quattro anni fa fui il primo presidente di Regione a prendere la decisione di vaccinare tutti i ragazzi e i bambini – ha detto Bonaccini – e noi per primi in Italia, dopo tanti anni, tornammo all'obbligo vaccinale per la parte che ci competeva, ossia la fascia 0-3 anni. Se non ti vaccinavi e non ti vaccini non puoi iscriverti all'asilo nido pubblico o privato".

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:48

Vaccino anti-Covid, Palù spiega perché la trombosi può essere un effetto collaterale

“Sappiamo che anche i vaccini possono avere complicanze trombofiliche. Con che meccanismo? Il virus lo fa perché dà un’infiammazione. Ogni vaccino come ogni farmaco ha degli effetti collaterali. Soprattutto i vaccini che hanno virus vivi possono dare infiammazione perché sono riconosciuti come estranei. Se usiamo un virus depotenziato, come fa il vaccino AstraZeneca, e usiamo un vettore virale si può creare una certa infiammazione. Quello che dobbiamo tenere presente è che l’ente regolatorio ha il dovere di proteggere i cittadini, ma bloccando i vaccini in Italia muoiono centinaia di persone al giorno”: le parole del presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù, in audizione in commissione Affari sociali.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:42

Regno Unito, secondo uno studio aver ritardato il lockdown ha causato 27mila morti in più

Uno studio condotto nel Regno Unito ha dimostrato come aver ritardato il lockdown invernale da dicembre a gennaio abbia causato 27.000 morti in eccesso, senza salvaguardare minimamente le attività economiche che, al contrario, hanno subito danni anche maggiori. Questo il dossier che inchioda il governo di Boris Johnson.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:35

Scuole aperte anche d’estate, l’idea del ministro Bianchi

L'anno scolastico terminerà la seconda settimana di giugno, come previsto, e non subirà ulteriori variazioni. "Il problema degli apprendimenti non si risolve negli ultimi venti giorni di giugno", ha detto al Senato qualche giorno fa il ministro dell'Istruzione Bianchi che però ha anche parlato di un "ponte". Il piano è in preparazione e probabilmente sarà pronto dopo Pasqua. Creare un legame di continuità tra quest'anno e il prossimo, con le scuole che rimarrebbero aperte anche a luglio e buona parte di agosto, per permettere laboratori, attività di socializzazione, rafforzare le competenze con dei corsi specifici. Tutto, ovviamente, facoltativo. Nessun obbligo, ma un accompagnamento al prossimo anno scolastico.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:27

Il sindaco di Firenze: "Dopo i camion dell'Esercito Gori chiese aiuto, forni crematori di Bergamo erano pieni"

"Vorrei anche io ricordare una cosa personale che non ho mai raccontato a proposito del 18 marzo 2020. Quando vidi le immagini della fila dei camion dell'Esercito, scrissi subito al sindaco Giorgio Gori e gli mandai un messaggino dicendogli ‘dicci tutto quello che possiamo fare'. E dopo qualche giorno mi chiamò e mi disse: ‘Dario, i forni crematori di Bergamo sono pieni. Abbiamo bisogno di un aiuto'. E io glielo diedi subito. Quegli stessi camion dell'Esercito a Bergamo arrivarono anche a Firenze". Lo ha raccontato il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ospite di "Agorà" su Rai Tre.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:19

Sileri sulla Giornata della memoria delle vittime del Covid: "Atto sentito e doveroso"

"Il 18 marzo 2020 erano già 2.978 le persone che avevano perso la battaglia contro il Covid in Italia. Quello stesso giorno, i camion dell'Esercito partivano dal cimitero di Bergamo per trasportare in altre Regioni le bare dei tanti, troppi deceduti a causa del virus. A distanza di un anno da quegli eventi, la Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid è diventata legge. Un atto sentito e doveroso, per onorare quanti non ce l'hanno fatta e per conservare anche in futuro il ricordo di ciò che è stato". Lo scrive il sottosegretario della Salute, Pierpaolo Sileri in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:11

Il messaggio dell'ex premier Conte per la Giornata in memoria delle vittime del Covid-19

"Esattamente un anno fa questa fotografia, scattata da un balcone di Bergamo, si diffuse rapidamente in tutto il mondo, divenendo la tragica icona del nostro lutto nazionale.I camion militari che trasportavano fuori città centinaia di bare delle vittime della prima, grande ondata di Covid-19, ci costrinsero a misurarci con una ferita destinata ad aprire uno squarcio di dolore senza fine nella nostra comunità nazionale. Sono stati giorni terribili. Il grande senso di responsabilità e la necessità di rimanere lucidi e reattivi ci hanno dato la forza per affrontare questa grande sofferenza collettiva. L’adesione dei cittadini allo slancio unitario di protezione dei più fragili ci ha consentito di non rimanere sopraffatti nel momento più duro della nostra storia più recente. Oggi è la Giornata nazionale dedicata alle vittime di questa pandemia. Il ricordo ci riporta a quei giorni in cui acquistammo tutti la piena consapevolezza che la salute dei nostri cittadini, anche dei più anziani e vulnerabili, sarebbe stato il valore supremo da difendere, la cifra della nostra civiltà. Fu allora che ci persuademmo che i sacrifici personali, grandi o piccoli che sarebbero stati, la solidarietà collettiva, la responsabilità condivisa sarebbero stati i nostri imperativi categorici. Il ricordo di tante vite spezzate, il dolore per tanti affetti perduti ci deve ora trasmettere la forza per vincere questa sfida. Abbiamo dimostrato di essere una grande comunità nei giorni del dolore. Dimostreremo di esserlo anche nei giorni della speranza e del riscatto. Li attendiamo presto": è il post pubblicato su Facebook dell'ex presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:06

In Puglia 200 posti letto di emergenza contro il boom di ricoveri per Covid

La riapertura del Covid hospital privato di Conversano, con una disponibilità di 100 posti letto, più altrettanti posti aggiuntivi che il Miulli metterà presto a disposizione. È come vuole reagire la Regione Puglia all'emergenza ricoveri, che riguarda in particolare il Barese e che ha già portato allo stop di tutte le attività ospedaliere non urgenti. I letti occupati nei reparti di medicina sono arrivati a quota 1.592 a fronte di 3.623 posti disponibili.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
09:02

In Libano sospeso il vaccino AstraZeneca

Il Libano ha deciso di sospendere il vaccino AstraZeneca, per il momento non ancora consegnato nel Paese, in attesa che si pronuncino le autorità sanitarie internazionali. Lo ha annunciato il ministro uscente della Salute libanese, Hamad Hassan. Il primo lotto di dosi del vaccino anglo-svedesi sarebbe dovuto arrivare nel Paese a metà marzo, ma la compagnia ha posticipato la data di consegna, ha sottolineato Hassan. Nel frattempo, Hassan ha sottolineato che il ministero incoraggia l'importazione di vaccini da parte di compagnie del settore privato, aggiungendo: "Il settore privato ha cercato di ottenere i vaccini russo e cinese per iniziative private, e il ministero non l'ha impedito ma l'ha anzi incoraggiato a farlo".

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
08:50

In Sardegna il 27 marzo riapriranno cinema e teatri

Cinema e teatri riapriranno il prossimo 27 marzo, come aveva programmato il governo, ma solo in Sardegna, ovvero nell'unica Regione italiana al momento in zona bianca. “L’apertura programmata del 27 marzo di cinema e teatri nelle zone gialle, che è rimasta in vigore, al momento si applicherà solo alla Sardegna, salvo che ci siano dei cambiamenti da qui a quel momento, ma mi sembra molto difficile”,  ha annunciato il ministro della Cultura, Dario Franceschini, aggiungendo di aver chiesto di rifinanziare le misure economiche a favore dei lavoratori della cultura e dello spettacolo nel decreto Sostegni.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
08:42

Nata bimba con anticorpi da madre vaccinata in gravidanza

neonato

In un ospedale americano, in Florida, è nata la prima bambina con anticorpi neutralizzanti contro il coronavirus da una madre vaccinata. La donna aveva ricevuto una singola dose del vaccino a mRNA di Moderna tre settimane prima del parto, in quanto operatrice sanitaria. Gli anticorpi sono stati rilevati nel cordone ombelicale e la piccola è nata “sana e vigorosa”.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
08:36

Cambio colori Regioni: chi rischia la zona rossa dopo il nuovo monitoraggio Iss

Atteso per domani il nuovo monitoraggio dell’Iss, seguito da eventuali ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza.  Questa settimana sono ben poche le Regioni che rischiano o sperano di cambiare colore: tutti i territori entrati in zona rossa lunedì dovranno aspettare i dati del 26 marzo per poter tornare in arancione. A rischio c’è principalmente la Toscana, che da arancione potrebbe diventare rossa, mentre il Molise spera di confermare i dati e lasciare la fascia con le misure più restrittive.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
08:26

Ema verso il sì al vaccino AstraZeneca ma gli Stati potranno decidere limitazioni

Oggi l’Ema, salvo sorprese, dovrebbe dare un nuovo “via libera” al vaccino AstraZeneca. L’agenzia, tuttavia, non se la sentirebbe di escludere totalmente un legame tra le rare tromboembolie riscontrate e il vaccino, quindi potrebbe dare facoltà agli stati di stabilire autonomamente limitazioni all’uso del farmaco nei confronti di soggetti specifici ritenuti a rischio.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
08:19

Morto a 61 anni il presidente negazionista della Tanzania: "Problema cardiaco"

È morto a causa di un problema cardiaco il presidente della Tanzania John Magufuli, 61 anni. A darne notizia il vice presidente Samia Suluhu Hassan in un discorso alla televisione di stato dopo giorni di incertezza sulla salute del capo dello Stato. "È con profondo rammarico – ha detto – che vi informo che oggi 17 marzo 2021 alle 18:00 abbiamo perso il nostro coraggioso leader, il presidente della Repubblica della Tanzania, John Pombe Magufuli". Magufuli aveva fatto parlare di sé anche per il suo atteggiamento piuttosto sprezzante, se non proprio negazionista, riguardo alla pandemia: aveva per esempio negato la presenza della Covid-19 in Tanzania, sostenendo che Dio l’avesse eliminata dal paese. L'annuncio della morte del presidente arriva dopo un'assenza di due settimane dalla vita pubblica che aveva scatenato alcune voci sul fatto che potesse aver contratto il Covid-19.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
08:09

Somministrate finora in Italia 7.204.358 dosi di vaccino anti-Covid

Sono 7.204.358 le dosi di vaccino somministrate in Italia, l'81,2% del totale di quelle consegnate: 8.875.500 (nel dettaglio 5.908.500 Pfizer/BioNTech, 493.000 Moderna e 2.474.000 AstraZeneca). La somministrazione ha riguardato 4.368.447 donne e 2.835.911 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 2.225.652. È quanto emerge dal report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 06:01 di oggi. Le dosi sono state somministrate a 2.809.712 operatori sanitari, 1.141.914 unità di personale non sanitario, 497.271 ospiti di strutture residenziali, 1.893.746 over 80, 194.607 unita' delle forze armate e 667.108 unità di personale scolastico.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
07:53

Le vittime del Covid in Brasile in un anno hanno già superato quelle per Aids registrate negli ultimi 23

Le vittime causate in Brasile dal Covid-19 in un anno di pandemia hanno già superato quelle per Aids registrate negli ultimi 23 anni. Si registrano sino ad oggi 284.775 vittime del Covid mentre quelle causate dall'Aids dal 1996 al 2019 sono 281.156. Lo rivela il ministero della Salute, che monitora le vittime per Aids solo dal 1996 anche se la Sindrome da immunodeficienza acquisita è presente in Brasile dal 1982. La media annua di vittime causate dall'Aids in Brasile oscilla tra 10 e 12 mila secondo il ministero.

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
07:42

Kyriakides (Ue): "Fiducia risiede nel credere alla scienza, combatteremo le esitazioni sui vaccini"

"La fiducia risiede nel credere nella scienza. Dobbiamo mandare il messaggio corretto e combattere ogni esitazione nei confronti dei vaccini": lo ha detto al Corriere della Sera la commissaria Ue alla Salute Stella Kyriakides alla vigilia della decisione dell'Ema sul vaccino AstraZeneca. Ieri la Commissione ha preparato una Comunicazione "per una riapertura sicura e sostenibile, per dare una prospettiva chiara a governi, cittadini e imprese e offrire agli Stati un quadro di coordinamento su basi comuni, importante per il turismo", ha spiegato ad alcuni quotidiani europei. "L'Ema sta facendo le sue indagini. Alcuni Stati membri hanno deciso in via precauzionale di sospendere l'uso del vaccino AstraZeneca sino all'opinione finale di domani (oggi,ndr). Dobbiamo aspettare la valutazione scientifica finale e poi dovremo essere molto chiari nella comunicazione. Se l'esito sarà che il vaccino è sicuro e si può usare dobbiamo affrontare la questione della fiducia dei cittadini e possiamo farlo in modo efficace se gli esperti nazionali e l'Ema avranno una voce comune". "I cittadini stanno seguendo questo processo da vicino, sanno che non abbiamo preso scorciatoie sulla sicurezza. Solo la trasparenza può ricostruire la fiducia nei vaccini", ha aggiunto sottolineando poi che sui contratti "Abbiamo bisogno di trasparenza. Stiamo riflettendo su come procedere. Abbiamo contratti sicuri e quattro vaccini autorizzati. Con BioNTech-Pfizer abbiamo un'ottima collaborazione e abbiamo avuto buone forniture, mentre con AstraZeneca ci sono stati diversi problemi".

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
07:29

L'immunologo Le Foche: "Tutti i vaccini sono sicuri, siamo quasi fuori dal tunnel"

“Il rischio zero non esiste: ma qui i benefici sono di gran lunga superiore ai costi, quasi inesistenti. Tutti i vaccini sono sicuri. Nel Regno Unito sono state vaccinate più di 17 milioni di persone. Hanno ridotto contagi e degenze e nessuno si pone più il problema di Astrazeneca”: a parlare così in una intervista al Corriere della Sera è l’immunologo Francesco Le Foche, secondo cui “due terzi del cammino è stato ormai percorso e siamo quasi fuori dal tunnel”. Quando finirà e potremo togliere le mascherine? "Credo che le toglieremo il prossimo anno. Io sono ottimista perché credo nella scienza e nell’umanità", le parole dell'immunologo. Secondo Le Foche, per l'estate sarà necessario essere più prudenti dello scorso anno, "ma saremo in condizioni nettamente migliori". "Grazie all’immunità diffusa provocata dalle vaccinazioni e al rialzo delle temperature. Ci saranno a disposizione 40 milioni di dosi tra aprile e giugno", ha detto. L'immunologo ha aggiunto anche che la priorità, ora, è avere un piano vaccinale serio. Sul passaporto vaccinale: "Il rischio ora è che si creino cittadini di serie A e di serie B, perché ancora molti non hanno potuto vaccinarsi. Tra due o tre mesi, invece, potrà essere utile".

A cura di Susanna Picone
18 Marzo
07:16

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, giovedì 18 marzo

Sono 23.059 i positivi al test del coronavirus registrati in Italia nel bollettino di ieri del ministero della Salute, che portano il totale a 3.281.810. Ancora in aumento rispetto al giorno precedente, quando i casi individuati erano stati 20.396. Sono state 431 le vittime in un giorno per un totale dall'inizio dell'emergenza di 103.432. In Italia sono 539.008 attualmente positivi. Questi i dati Regione per Regione:

  • Lombardia: +4.490
  • Veneto: +2.191
  • Piemonte: +2.374
  • Campania: +2.665
  • Emilia Romagna: +2.026
  • Lazio: +1.728
  • Toscana: +1.275
  • Sicilia: +782
  • Puglia: +1.734
  • Liguria: +321
  • Friuli Venezia Giulia: +986
  • Marche: +856
  • Abruzzo: +304
  • Sardegna: +92
  • P.A. Bolzano: +158
  • Umbria: +324
  • Calabria: +216
  • P.A. Trento: +285
  • Basilicata: +126
  • Molise:  +77
  • Valle d'Aosta: +49

Oggi si celebra la prima Giornata nazionale in memoria delle vittime della pandemia. Il presidente Draghi sarà a Bergamo: alle 11 la deposizione di una corona di fiori al Cimitero monumentale, poi l'inaugurazione del Bosco della memoria. Atteso in giornata il verdetto dell'Ema sul vaccino AstraZeneca, per precauzione sospeso dall’Aifa. L'Oms da parte sua raccomanda di continuarne l'uso. L'Ue si prepara intanto a una nuova stretta sull'export dei vaccini verso il Regno Unito. Nel mondo 121.196.160 contagi.

A cura di Susanna Picone
562 CONDIVISIONI
31632 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni