15 ottobre 23:02 Focolaio di contagio a Sambuca, 52 persone contagiate dal coronavirus

Sono 52 le persone contagiate dal coronavirus riconducibili al focolaio che si è sviluppato a Sambuca di Sicilia, nell'agrigentino. L'Asp ha confermato la presenza di altri 46 positivi al Covid dopo i sei che erano stati rilevati stamane, in gran parte concentrati in una casa di riposo che ha già registrato due vittime. All'interno della struttura si trovano una cinquantina di persone, tra ospiti e operatori, che sono in isolamento già da alcuni giorni. Il sindaco, Leo Ciaccio, ha già disposto per domani la chiusura delle scuole e degli uffici pubblici e ha chiesto agli istituti superiori di Sciacca e Castelvetrano di attivare la didattica a distanza per impedire lo spostamento degli studenti pendolari.

15 ottobre 22:59 L’immunologa Antonella Viola: “Anche col vaccino la situazione cambierà solo l’estate prossima”

"Dire che in primavera saremo senza mascherina è troppo ottimistico perché almeno di un miracolo anche con un vaccino approvato entro l'anno dovremo aspettare almeno fino all'estate per vedere una situazione migliorate" , è questa la previsione dell'immunologa Antonella Viola che, intervenuta  a Otto e Mezzo, ha sottolineato che "il rischio zero non esiste" e che "possiamo infettarci tutti anche rispettando le regole" . Per questo è importante la diagnostica rapida. "Sono Triste per la decisione di De Luca di chiudere la scuola in Campania ma servono misure restrittive senza parlare di lockdown" ha aggiunto Viola.

15 ottobre 22:46 In Usa quasi 8 milioni di contagi da coronavirus e oltre 217mila morti

In Usa quasi raggiunti gli 8 milioni di contagi da coronavirus e superai i 217mila morti per covid. Nelle ultime 24 ore gli Stati Uniti hanno registrato 52.345 nuovi casi giornalieri che hanno portato il totale dei contagi a 7.966.634 mentre i decessi per covid sono 217.497.  La Johns Hopkins University rivela anche che 21 Stati Usa, quasi tutti concentrati nel Midwest, stanno registrando un nuovo picco di medie settimanali di nuovi casi dall'inizio della pandemia.

15 ottobre 22:39 In Calabria altri due Comuni dichiarati “zona rossa” per emergenza covid

Altri due Comuni della Calabria sono stati dichiarati "zona rossa" dalla Regione perche' diventati "focolai" di coronavirus: si tratta di Torre di Ruggiero (Catanzaro) e Sant'Eufemia d'Aspromonte (Reggio Calabria). La decisione è stata adottata oggi con due ordinanze dal vicepresidente della Giunta regionale, Nino Spirlì, presidente facente funzioni dopo la scomparsa della governatrice Jole Santelli. A Torre di Ruggiero ci sono 14 contagiati su auna popolazione di mille persone, a Sant'Eufemia d'Aspromonte  il contagio ha interessato 20 soggetti residenti su una popolazione di poco inferiore a 3900 abitanti. Il provvedimento che scatterà dalle ore 17.00 di domani, 16 ottobre, prevede il divieto di allontanamento di tutte le persone residenti nei due Comune la sospensione di tutte le attività commerciali, produttive, scolastiche, ad eccezione di quelle ritenute ‘essenziali.

15 ottobre 22:31 Questore di Torino positivo al coronavirus, è in isolamento

Anche il Questore di Torino, Giuseppe De Matteis, è risultato positivo al coronavirus. Il dirigente,  61 anni, non avrebbe però accusato alcun sintomo della malattia e per questo resterà in casa in isolamento. Nelle prossime ore saranno ricostruiti gli ultimi contatti del Questore e verranno effettuati i tamponi a tutte le persone interessate.

15 ottobre 22:23 Scuole chiuse in Campania, De Luca: “600 contagi Covid tra i banchi”

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca replica al ministro dell’Istruzione Azzolina sulla chiusura delle scuole in Campania: “Tra studenti e professori ci sono stati oltre 600 contagiati" ha spiegato il governatore campano rispondendo a distanza all’esponente di governo che aveva giudicato “grave” la decisione di De Luca parlando di un accanimento di De Luca contro la scuola.

15 ottobre 22:08 Concorso scuola, dal Pd a Salvini la richiesta ad Azzolina: “Va rinviato”

La ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ribadisce che il concorso della scuola si farà, nonostante la situazione sanitaria e il continuo incremento di casi da Covid-19. Ma a protestare non è solo l'opposizione con Matteo Salvini, ma anche il Pd che chiede un'ulteriore riflessione e ipotizza un rinvio della prova.

15 ottobre 21:45 Iss: “Aumentano i focolai in ambito scolastico”

"Questa settimana sono in aumento i focolai in cui la trasmissione potrebbe essere avvenuta in ambito scolastico", si legge del monitoraggio settimanale di ministero della Salute e Iss relativo al periodo fra il 5 e l'11 ottobre, "ma – si rileva – la trasmissione intra-scolastica rimane complessivamente una dinamica di trasmissione limitata: 3,8% di tutti i nuovi i focolai in cui è stato segnalato il contesto di trasmissione". Tuttavia, "le attività extra-scolastiche possono costituire un innesco di catene di trasmissione laddove non vengano rispettate le misure di prevenzione previste".

15 ottobre 21:39 Di Maio: “Il vaccino anti-Covid arriverà tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021”

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, parla dell’emergenza Coronavirus in una intervista rilasciata al Tg1 e sostiene che la cosa “che ci deve far ben sperare è che entro la fine dell’anno e l’inizio dell’anno prossimo potremo cominciare le vaccinazioni. Nessuno si salva da solo: senza un accordo a più paesi e un investimento comune non ce l’avremo mai fatta”.

15 ottobre 21:21 L’appello di Di Maio: “Ricordate i mesi più bui? Rispettiamo noi stessi e chi ci sta accanto”

"Parliamoci chiaramente. La crisi pandemica non è finita, i contagi aumentano e i dati devono farci riflettere. Oggi in Italia è stato raggiunto il picco di contagi: 8804. Questo dato però va letto anche con il numero elevato di tamponi effettuati: 163mila. Dico questo per farvi capire che il virus è presente in Italia, che i contagi aumentano e che i rischi sono alti". Comincia così il lungo post pubblicato dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, sulla propria pagina Facebook in cui fa un appello alla responsabilità dei cittadini per non avere un nuovo lockdown. "Ricordate cos’è successo nei mesi più bui? Quando siamo stati costretti a chiudere tutto? Ecco, adesso il governo sta intervenendo per evitare di arrivare a una situazione estrema come quella, perché la nostra economia non se lo può permettere. Le imprese, i nostri commercianti, gli autonomi e tutto il mondo industriale non possono fermarsi un’altra volta. Ai cittadini chiedo di rispettare le regole, di continuare ad essere responsabili: rispettiamo noi stessi e chi ci sta accanto. Usate le mascherine e scaricate l’app Immuni. Siamo all’ultimo miglio, poi arriverà il vaccino. Non molliamo proprio ora. E guardiamoci anche attorno prima di dire che va tutto male: in Francia è stato dichiarato il coprifuoco per Parigi e altre città dalle 21.00. In Germania i locali saranno chiusi dalle 23.00. In Spagna, nella Catalogna, ci sarà una chiusura totale per 15 giorni di bar e ristoranti, mentre nel Regno Unito si sta valutando il lockdown. Questi sono i fatti. L’Italia sta lavorando duramente. Rimaniamo uniti. Forza".

15 ottobre 21:01 In Lombardia Fontana prolunga ordinanza Covid fino al 19 ottobre

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha annunciato che l’ordinanza con le restrizioni per l'emergenza covid in scadenza oggi verrà prorogata sino a lunedì 19 ottobre. Inoltre nella nota diffusa oggi ha fatto sapere di aver convocato un incontro con i sindaci delle province lombarde per domani venerdì 16 ottobre. Nella nota diffusa nel tardo pomeriggio di oggi viene anche specificato che "l'accesso alle strutture delle unità di offerta residenziali della rete territoriale da parte di familiari/caregiver e conoscenti degli utenti ivi presenti è vietata, salvo autorizzazione del responsabile medico, ovvero del Referente Covid 19 della struttura stessa".

15 ottobre 20:55 Coronavirus, Iss: “Epidemia in una fase acuta, possibile crisi degli ospedali nel prossimo mese”

L'epidemia da coronavirus in Italia è entrata di nuovo in una fase acuta. Lo spiegano gli esperti dell'Istituto superiore di sanità nel monitoraggio settimanale di Ministero della Salute e Iss. "Si assiste a un'accelerazione nell'evoluzione dell'epidemia, ormai entrata in una fase acuta con aumento progressivo nel numero dei casi" e con "evidenze di criticità nei servizi territoriali ed aumenti nel tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e area medica che rischiano, in alcune Regioni o province autonome di raggiungere i valori critici nel prossimo mese" si lege infatti nel report che indica anche un aumento dell'incide di contagio nazionale oltre la soglia di 1 a quota 1,7 in base ai dati relativi alla settimana dal 5 all'11 ottobre. Nel report si fa appello alla popolazione di rispettare con coscienza e precisione tutte le norme di precauzione previste". Si raccomanda in particolare di rispettare il distanziamento fisico e l'uso corretto e appropriato delle mascherine e inoltre "di evitare quanto più possibile situazioni che possano favorire la trasmissione quali aggregazioni spontanee e programmate per evitare un ulteriore peggioramento che potrebbe richiedere restrizioni territorialmente diffuse".

15 ottobre 20:34 La Germania dichiara la Campania zona a rischio Covid

La Germania ha dichiarato zone a rischio Covid la Campania, comprese Napoli, la costa amalfitana, Capri e Ischia, e la zona costiera della Liguria. In seguito ai forti aumenti di contagi, sono state classificate come aree a rischio anche i Paesi Bassi nella loro totalità, quasi tutta la Francia, Malta, la Slovacchia e alcune zone della Polonia. Lo riferisce il Robert Koch Institut, il centro epidemiologico nazionale, sulla sua pagina Internet. . Un Paese oppure una determinata regione sono dichiarati zona a rischio se superano le 50 nuove infezioni su 100 mila abitanti nel corso dei sette giorni. Di conseguenza è sconsigliato ai cittadini tedeschi  recarsi

15 ottobre 20:22 Azzolina attacca De Luca: “Chiusura scuole? Decisione gravissima, dovrebbe riaprirle”

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, all’attacco del governatore della Campania Vincenzo De Luca dopo l' ordinanza con la quale ha disposto la chiusura delle scuole e università fino al 30 ottobre per contenere la trasmissione del Coronavirus: “Decisione gravissima e profondamente sbagliata. Non ho né il potere di aprire le scuole né il potere di chiudere le scuole. I presidenti di Regione e le province hanno il potere di chiuderle” ha spiegato la Ministra parlando di "inopportuno accanimento di De Luca contro le scuole". Per Azzolina è "inaccettabile lasciare gli studenti a casa di fronte ai numeri dei contagi bassi" in questo settore, e "poi di fronte alla priorità le scuole dovrebbero essere l'ultima cosa da chiudere".

15 ottobre 20:17 La Valle d’Aosta chiude tre comuni e fa scattare tamponi a tappeto

In Valle d’Aosta disposta la chiusura di tre comuni per emergenza covid.  Il Presidente della Regione Valle d'Aosta, Renzo Testolin, firmerà a breve un'ordinanza di chiusura dei Comuni di Verrayes, Saint-Denis e Chambave. “L'ordinanza di chiusura consentirà di evitare un'ulteriore espansione del contagio e l'esecuzione di tamponi a tutta la popolazione, a eccezione dei bambini in età pediatrica, in modo da definire i livelli di contagio e le prossime azioni da intraprendere”.

15 ottobre 20:00 Federica Pellegrini positiva al coronavirus

Federica Pellegrini è positiva al coronavirus. Lo ha annunciato la stessa nuotatrice veneta attraverso i social  "Ho appena ricevuto la brutta notizia, oggi pomeriggio ho fatto il tampone e l'esito è positivo. Sono positiva al covid" ha spiegato in un video l'atleta

15 ottobre 19:55 Coronavirus, oltre 30.000 nuovi contagi registrati in Francia nelle ultime 24 ore

Son oltre 30.000 i nuovi contagi da coronavirus in Francia registrati nelle ultime 24 ore. Secondo gli ultimi dati pubblicati giovedì dalle autorità sanitarie francesi, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 30.621 contagi e 88 decessi legati al Covid-19.  Dall'inizio dell'epidemia, almeno 33.125 persone hanno perso la vita a causa della malattia. Secondo gli ultimi dati di Public Health France, il tasso di positività ai test si attesta ora al 12,6%. Sono 1.741 invece  pazienti attualmente ricoverati in terapia intensiva,  77 in più rispetto al giorno prima. Oltre a questi casi gravi, ci sono altri 9.584 pazienti trattati negli ospedali a causa del contagio da  coronavirus.

15 ottobre 19:46 In Alto Adige, Sesto Pusteria e Monguelfo dichiarati zona rossa per emergenza covid

Sesto Pusteria e Monguelfo in Alto Adige sono ufficialmente zone rosse da oggi e per i prossimi 14 giorni per emergenza covid. Lo ha deciso il governatore altoatesino Arno Kompatscher a seguito della forte crescita di casi di positività al coronavirus. L'ordinanza prevede nei due comuni della Val Pusteria la chiusura di tutti i bar mentre i ristoranti potranno rimanere aperti solamente fino alle ore 18. L'orario serale è consentito soltanto ai ristoranti degli alberghi che devono fornire i pasti ai propri ospiti. Sospese le manifestazione di qualsiasi tipo, dalle feste agli eventi sportivi e culturali, mentre le cerimonie civili e religiose come matrimoni, funerali o battesimi potranno avere luogo solamente in presenza di un ristretto numero di familiari per un massimo di 15 persone. Alla popolazione viene raccomandato di limitare gli spostamenti da e verso tali comuni per limitare la diffusione del virus.

15 ottobre 19:42 Nella nuova mappa Covid Ue, Italia in arancione

L'Italia è uno dei cinque Paesi europei che compare in arancione nella prima mappa Covid Ue pubblicata oggi dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) in base ai dati inviati dai singoli Paesi. Ben 17 Paesi, tra cui la Francia, la Spagna e il Regno Unito sono invece interamente colorati di rosso. In Italia la Regione Calabria appare addirittura in verde.

15 ottobre 19:31 Coronavirus Spagna, 6.603 nuovi contagi e 140 morti in 24 ore

Il ministero della Salute di Madrid ha segnalato 6.603 nuovi casi di Coronavirus in Spagna e 140 decessi per covid nelle ultime 24 ore. Dall'Inizio della pandemia in Spagna sono stati segnalati 921.374 casi e 33.553 decessi, secondo i dati ufficiali. “Non possiamo accettare cifre così elevate. La nostra media nazionale è quattro volte la soglia limite. La situazione è preoccupante, instabile e fragile. Non possiamo abbassare la guardia”, ha ammonito  il ministro della Salute, Salvador Illa. La regione più colpita è quella di Madrid. Alla luce di questi dati la mappa dell'Ue indica il Paese con il colore rosso, l'allerta più alta.

15 ottobre 19:24 Vaccini Covid, Guerra (Oms): “Superato rischio accaparramento”

Sugli attesi vaccini per la cura del Covid "stiamo andando nella giusta direzione in maniera collegiale. Credo sia superato il rischio politico di una concorrenza spietata sull'accaparramento di dosi di vaccino nel momento in cui saranno a disposizione le prime dosi". A rassicurare sul rischio di accaparramento del vaccino contro il coronavirus è Ranieri Guerra, direttore aggiunto Oms. La mia organizzazione, ha aggiunto, "sta lavorando sia con l'industria farmaceutica sia con gli Stati membri per procedere nella direzione indicata anche dal presidente Mattarella oggi verso una solidarietà e una collaborazione tale per cui, aldilà dei diritti di proprietà intellettuale, non prevalga l'interesse economico".

15 ottobre 19:13 Focolaio di contagio da coronavirus in Vaticano, 11 contagiati tra le Guardie Svizzere

Si allarga il focolaio di contagio da coronavirus in Vaticano con 11 contagiati tra le Guardie Svizzere. "A seguito delle verifiche effettuate nei giorni scorsi, sono emerse altre sette positività oltre alle 4 che erano già state riscontrate. È stato disposto da subito l’isolamento dei casi positivi e si sta procedendo con gli opportuni ulteriori controlli" assicura la stessa Guardia Svizzera Pontificia, riferendo che "sono state adottate le misure più utili, anche in termini della pianificazione dei servizi delle Guardie, per escludere ogni rischio di contagio nei luoghi dove la Guardia Svizzera Pontificia presta servizio".

15 ottobre 19:01 Valentino Rossi è positivo al coronavirus

Valentino Rossi è positivo al coronavirus. Ad annunciarlo è stato lo stesso pilota attraverso un post pubblicato sul suo account ufficiale di Twitter, a corredo di un messaggio nel quale ha chiarito quali sono le sue condizioni. "Questa mattina mi son svegliato e no mi sentivo bene,  ero debole e avevo leggera febbre, ho contattato il medico e che mi ha fatto due teste, il test rapido è risultato negativo ma il secondo controllo è risultato positivo " ha scritto il campione.

15 ottobre 18:51 Coronavirus, in Polonia scatta lockdown parziale: “State a casa” 

In Polonia scatta il lockdown parziale per l'emergenza coronavirus. Il premier polacco Mateusz Morawiecki ha annunciato la nuova misura dopo l'impennata dei casi di coronavirus nel Paese, che nelle ultime 24 ore sono aumentati di 8.099, nuovo record giornaliero. "Oggi dobbiamo tornare indietro alle raccomandazioni di base che conosciamo dalla primavera: state a casa", ha dichiarato il capo di governo, esortando "chiunque possa a lavorare da remoto".

15 ottobre 18:43 Coronavirus, in Campania chiuse scuole e università

In Campania chiuse scuole e università dopo l'altissimo livello di contagio da coronavirus registrato in regione da diversi giorni e che oggi è arrivato al nuovo record. Lo ha deciso il Governatore Vincenzo De Luca con una nuova ordinanza regionale. "Per il livello di contagio altissimo registrato anche nelle famiglie e derivante da contatti nel mondo scolastico, nelle scuole primarie e secondarie sono sospese le attività didattiche ed educative in presenza dal 16 al 30 ottobre. Sono sospese le attività didattiche e di verifica in presenza nelle Università, fatta eccezione per quelle relative agli studenti del primo anno" spiega un comunicato della Regione che aggiunge:" Sono vietate le feste, anche conseguenti a cerimonie, civili o religiose, in luoghi pubblici, aperti pubblico e privati, al chiuso o all’aperto, con invitati estranei al nucleo familiare convivente. Sono sospese le attività di circoli ludici e ricreativi".

15 ottobre 18:31 L’indice di contagio Rt della città metropolitana Milano sopra 2

L'indice di contagio Rt della città metropolitana Milano è sopra quota 2. A rivelarlo è stato lo stesso sindaco di Milano Giuseppe Sala. "Da due giorni l'indice Rt nella zona della Città metropolitana di Milano ha superato 2 e preoccupa la tendenza" ha detto il sindaco al termine del vertice in Prefettura sull'aumento dei contagi, aggiungendo: "Dal mio punto di vista per capire dove intervenire bisognerebbe sapere dove nascono i contagi".

15 ottobre 18:28 Pazienti Covid guariti continuano ad avere sintomi della malattia

Una parte delle persone che contrae l’infezione da coronavirus non si riprende completamente, continuando a manifestare sintomi a distanza di diverse settimane dal contagio. Stanchezza cronica, debolezza muscolare, mal di testa tra i sintomi più comuni. A dirlo è un team internazionale di specialisti di Malattie infettive in uno studio pubblicato su The Lancet Infectious Diseases che ha posto l’attenzione sui sintomi lungo termine nei pazienti con infezione da coronavirus.

15 ottobre 18:21 Il Regno Unito impone la quarantena a chi arriva dall’Italia

Il Regno Unito impone la quarantena a chi arriva dall’Italia, dal Vaticano e da San Marino. Lo hanno deciso le autorità sanitraie di Londra dopo l'impennata di casi registrata nel nostro Paese. Il provvedimento ha effetto dalle 4 di domenica quando l'Italia si aggiunge agli altri Paesi per cui era già valida la misura come la Francia.

15 ottobre 18:09 Perché stiamo perdendo il controllo dell’epidemia di Coronavirus in Italia, i dati di oggi spiegati

Numeri da record anche nel bollettino di oggi, 15 ottobre, sull’emergenza Coronavirus in Italia. Ma c’è un dato che preoccupa più degli altri: su 100 tamponi diagnostici, 8 sono positivi, con picchi oltre il 20% in alcune regioni. È il segnale che stiamo perdendo il controllo dell’epidemia e del contagio, come successe in primavera. Ecco perché servono più tamponi, ora più che mai.  I dati di oggi spiegati.

15 ottobre 18:05 Coronavirus Gran Bretagna, 18.980 contagi e 138 morti nelle ultime 24 ore

Ancora altissimo il numero dei contagi e dei decessi per coronavirus nel Regno Unito dove oggi si registrano ulteriori 18.980 contagi  e 138 morti rispetto ai 19.724 casi e 137 decessi registrati mercoledì. NlePaese da domani scattano nuove pesanti misure di blocco sugli spostamenti che coinvolgeranno  metà della popolazione dell'Inghilterra entro il fine settimana, nonché l'intera Irlanda del Nord e la zona centrale della Scozia.

15 ottobre 17:53 L’immunità di gregge non fermerà il coronavirus, la lettera aperta di 80 esperti

L'Immunità gregge bocciata da 80 esperti. Con una Lettera aperta su Lancet, ottanta scienziati in tutto il mondo, tra cui epidemiologi, pediatri, virologi e psicologi, hanno firmato un appello con il quale mettono in guardia contro il “pericoloso errore” di pensare di arrestare il Coronavirus ricorrendo alla sola immunità di gregge, perché ciò non è supportato da alcuna evidenza scientifica: “Qualsiasi strategia di gestione della pandemia basata sull’immunità da infezioni naturali per Covid-19 è difettosa”.

15 ottobre 17:40 Nel Lazio 594 casi positivi e 7 morti, 307 contagi a Roma

Il bollettino di oggi, giovedì 15 ottobre, nel Lazio registra 594 casi di coronavirus e 7 morti. Nella Capitale sono 307 i nuovi positivi mentre nelle province si registrano 124 casi e un decesso. In tutto il Lazio sono stati elaborati quasi 16mila tamponi, confermando il trend in costante crescita nella regione da diversi giorni a questa parte

15 ottobre 17:26 Coronavirus Campania, 1.127 i nuovi casi in 24 ore: mai così tanti dall’inizio della pandemia

Nelle ultime 24 ore sono stati 1.127 i nuovi casi di coronavirus in Campania su 13.780 tamponi: mai così tanti dall'inizio della pandemia. Secondo i dati dell'ultimo bollettino, sono invece nove i decessi nell'ultima giornata. In totale, da quando l'emergenza sanitaria collegata al Sars-Cov-2 è cominciata, sono 20.645 i casi riscontrati in Campania, emersi dall'analisi di 709.225 tamponi.

15 ottobre 17:21 In Lombardia 2.067 contagi da coronavirus e 26 morti in 24 ore

In Lombardia nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 2.067 nuovi contagi di Coronavirus su 32.507 tamponi effettuati mentre son 26 morti per covid accertati nell'ultima giornata. Son i dati del bollettino di oggi, giovedì 15 ottobre, sui contagi Covid in Lombardia. in Regione  si regisrtra anche una mpennata di ricoveri in ospedale (+ 81) e in terapia intensiva (+ 8)

15 ottobre 17:17 Oltre 320 ricoveri per Covid in più in 24 ore in Italia

Sono aumentati di 326 unità i ricoveri per Covid registrati in Italia nell'ultima giornata mentre sono 47 in più i posti occupati in terapia intensiva dai contagiati dal coronavirus. Sono i dati che emergono dal bollettino odierno diffuso dal Ministero della salute. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 162.932 tamponi con un tasso di positività che raggiunge il 5,4% con un  aumento dello 0.5%

15 ottobre 17:08 Coronavirus Italia, 8.804 contagiati in 24 ore, nuovo record giornaliero

Nuovo record di contagi da Coronavirus giornalieri in Italia. Stando ai dati riportati nel bollettino di oggi, giovedì 15 ottobre, diramato dal Ministero della Salute, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 8804 casi (ieri ne erano +7332 ), che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a quota 381.602 . I guariti sono 245.964 (+1.899 nelle ultime 24 ore, ieri erano +2037) e i morti sono 36.372 (+83, ieri erano 43).

15 ottobre 16:52 OMS: “In Europa 700mila casi nell’ultima settimana, è record”

In Europa è record di contagi. "La Regione europea ha registrato la più alta incidenza settimanale di casi di Covid-19 dall'inizio della pandemia, con quasi 700.000 positivi segnalati. Covid-19 è ora la quinta causa di morte e la ‘barra' dei 1000 morti al giorno è stata raggiunta". L'ha detto Hans Kluge, direttore della Regione europea dell'Organizzazione mondiale della sanità, in una conferenza stampa online per fare il punto sulla situazione in Europa. "I casi confermati hanno ora superato i 7 milioni, passando da 6 a 7 milioni in soli 10 giorni. Durante il fine settimana sono stati raggiunti nuovi record con totali giornalieri che hanno superato per la prima volta i 120.000 casi, sia il 9 che il 10 ottobre", ha rilevato Kluge.

15 ottobre 16:42 OMS: “Necessario essere intransigenti. Positive le restrizioni in Europa”

"Molti Paesi europei stanno rafforzando le misure" per ridurre i contagi di Covid-19 e questo "è positivo, perché sono misure assolutamente necessarie. Sono risposte adeguate a ciò che i dati ci dicono: la trasmissione del virus avviene nelle case, all'interno dei luoghi pubblici e nelle comunità che non rispettano le misure di protezione. Dobbiamo essere intransigenti con qualsiasi politica diversa a livello locale, chiedendo una migliore protezione e limitando le riunioni più grandi". A dirlo Hans Kluge, direttore della Regione europea dell'Organizzazione mondiale della sanità, nel corso di una conferenza stampa online per fare il punto sulla situazione in Europa "Le misure attualmente in atto o proposte – ribadisce Kluge – sono risposte a quella che è la situazione attuale e intendono anticipare eventuali peggioramenti. In breve, queste misure hanno lo scopo di appiattire la curva epidemica. Sono state prese – sottolinea – per salvare vite umane da Covid-19, senza rischiare morti per altre malattie e per la crisi economica".

15 ottobre 16:35 Caruso (presidente virologi): “Rischio ondata grave tra novembre e gennaio”

In Italia "siamo entrati in una fase di aumento esponenziale dei contagi" da Covid-19, che "sono saliti vertiginosamente in pochi giorni". Per quanto concerne l'impatto sul Servizio sanitario nazionale "al momento la situazione tutto sommato è abbastanza sotto controllo", poiché Sars-Cov-2 "si è dimostrato un virus stagionale" è possibile immaginare che insieme ai numeri "nel tempo aumenterà purtroppo anche la gravità dei pazienti". A dirlo Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologia (Siv-Isv), secondo cui "potremmo dunque arrivare a una seconda ondata reale intorno a novembre-dicembre-gennaio". Però "è prematuro ipotizzare un nuovo lockdown". "Non si può escludere" a priori, ma "molto dipenderà da noi e siamo ancora in tempo per invertire la tendenza".

Secondo l'esperto "è chiaro che stiamo andando incontro a quello che abbiamo visto accadere in Paesi a noi vicini come la Francia, la Spagna o l'Inghilterra. Quindi dobbiamo pensare che anche nei prossimi giorni assisteremo a un continuo innalzarsi del tasso di infezione". Tuttavia per adesso "c'è maggiore tranquillità – sottolinea – perché, probabilmente per l'età media delle persone oggi contagiate, non vediamo i quadri gravissimi che vedevamo prima". Abbiamo cioè "numeri sovrapponibili" a quelli della primavera scorsa, ma "non dal punto di vista dei ricoveri che restano gestibili".

15 ottobre 16:28 Trump assicura: “Negli USA non ci saranno nuovi lockdown”

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha assicurato in un'intervista a Fox Business che "non ci sarà alcuna chiusura dell'economia tra i provvedimenti contro la pandemia" del Covid-19. Nel frattempo la candidata democratica alla vicepresidenza Kamala Harris ha deciso di sospendere fino a domenica la partecipazione agli eventi in persona della sua campagna elettorale dopo che due membri del suo staff sono risultati positivi al Covid. La senatrice non sarebbe stata a stretto contatto con queste persone ed è risultata negativa al test di ieri.

15 ottobre 16:23 Belgio, 7.481 casi nelle ultime 24 ore

Prosegue l'aumento dei casi di contagio da Coronavirus in Belgio, che ha registrato un nuovo record negativo con 7.481 nuove infezioni in 24 ore.

15 ottobre 16:16 Francia, arriva il coprifuoco: carcere e multe per chi non lo rispetta

Il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron ha annunciato nuove misure per contrastare il contagio da Coronavirus, che in Francia sta diventando sempre più preoccupante. A partire da sabato sarà imposto il coprifuoco dalle ore 21 alle 6 in diverse regioni e torna anche l’obbligo di autocertificazione. Agenti di polizia e gendarmi nelle strade, multe e carcere per chi non rispetterà le regole. Il parziale lockdown serve per consentire all’economia di funzionare e di tenere le scuole aperte.

15 ottobre 16:11 Il primario di cardiologia del Sacco: “Pronto soccorso invaso da pazienti Covid, usate la mascherina”

Maurizio Viecca, primario di Cardiologia dell'ospedale Sacco, ha dichiarato: "Il pronto soccorso del nostro ospedale, il Sacco, è invaso di pazienti Covid. Usate la mascherina”. Il medico ha tuttavia specificato che "la maggior parte dei pazienti attuali non ha bisogno della terapia intensiva né di essere intubata".

15 ottobre 16:04 Ricciardi: “A dicembre rischiamo di arrivare a 16mila casi al giorno”

Intervistato dall'Adnkronos Salute Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute per l’emergenza Covid-19, ha lanciato un chiaro allarme: "Ci aspettano mesi difficilissimi. Se non ci muoviamo, c’è il rischio a dicembre di arrivare a 16mila casi al giorno. Abbiamo 7 armi per evitarlo: distanza, mascherine, igiene delle mani, App Immuni, vaccino antinfluenzale, rafforzamento di terapie subintensive e pronto soccorso, e infine più test e tracciamento con i dipartimenti di prevenzione".

15 ottobre 15:59 Bertolaso: “Manderei in lockdown quelli che ci hanno portato in questa situazione”

Intervenuto a Tagada, programma di La7, l'ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso ha lanciato un attacco al governo accusandolo di aver abbassato a lungo la guardia: "Abbiamo fatto una sorta di ‘tana libera tutti' giustissimo per i cittadini, sbagliatissimo per le istituzioni che invece dovevano continuare a lavorare, programmare e pianificare. Io manderei in lockdown quelli che ci hanno portato in questa situazione".

15 ottobre 15:53 Toscana, 581 positivi in più e due morti nelle ultime 24 ore

Sono in totale 20.262 i casi di positività al coronavirus in Toscana, 581 in più rispetto a ieri (509 identificati in corso di tracciamento e 72 da attività di screening). I nuovi contagi sono il 3% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 581 casi odierni è di 44 anni circa (il 16% ha meno di 20 anni, il 27% tra 20 e 39 anni, il 30% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più). I guariti crescono dello 0,9% e raggiungono quota 11.171 (55,1% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 878.817, 11.146 in più rispetto a ieri. Sono 7.879 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 7,4% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 7.906, +6,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 322 (47 in più rispetto a ieri), di cui 46 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 2 nuovi decessi: 2 donne, con un'età media di 82 anni, una a Firenze, una a Pisa.

15 ottobre 15:33 In Abruzzo 203 nuovi casi: 83 da un focolaio in una struttura per anziani

Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono 5.648 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo, mentre rispetto a ieri si registrano 203 nuovi contagiati, 83 dei quali sono riferiti ad un unico focolaio in una struttura per anziani della provincia dell’Aquila. "I positivi – spiega la Regione – con età inferiore ai 19 anni sono 13, di cui 5 in provincia dell’Aquila, 5 in provincia di Pescara, 1 in provincia di Chieti e 2 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi e sale a 491 (si tratta di una 81enne e di una 57enne della provincia di Chieti). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1993 (+192 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 234275 test (+3222 rispetto a ieri). 159 pazienti (+5 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 10 (-5 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1824 (+192 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl".

15 ottobre 15:13 Papa Francesco: “Si rischia catastrofe educativa per 10 milioni di bambini”

Il Papa all’udienza generale nella Biblioteca del Palazzo Apostolico (La Presse)
in foto: Il Papa all’udienza generale nella Biblioteca del Palazzo Apostolico (La Presse)

Il Covid potrebbe causare "una catastrofe educativa". A dirlo Papa Francesco nel videomessaggio ai partecipanti al Global Compact on Education. "Secondo alcuni recenti dati di agenzie internazionali, si parla di ‘catastrofe educativa' – è un po' forte, ma si parla di ‘catastrofe educativa' -, di fronte ai circa dieci milioni di bambini che potrebbero essere costretti a lasciare la scuola a causa della crisi economica generata dal coronavirus, aumentando un divario educativo già allarmante, con oltre 250 milioni di bambini in età scolare esclusi da ogni attività formativa".

15 ottobre 15:09 In Basilicata 48 nuovi positivi al coronavirus

Quarantotto nuovi casi positivi di coronavirus sono emersi ieri in Basilicata dove sono stati processati 986 tamponi. Lo rende noto la task force regionale. Nella giornata di ieri risultano guarite due persone. I lucani attualmente positivi sono 438 e di questi 405 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 36 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane.

15 ottobre 15:05 Francesco Vaia (Spallanzani): “No a stress e minacce che danneggiano i giovani”

"In queste ore si paventano scenari gravi. Ribadisco che il Paese non ha bisogno di stress e di minacciati provvedimenti che rischiano di creare sequele psicologiche gravi sulle persone più fragili e sui giovani, che invece dovremmo preservare". Così il direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia, in un post su Facebook. Aggiunge lo scienziato: "Poveri giovani. Alla mancanza di futuro che non siamo stati in grado di garantire, adesso aggiungiamo la paura oscura e medievale di periodi di segregazione. Siamo sicuri che questa sia la strada giusta? Io non credo. Abbiamo bisogno di credere in noi stessi, protagonisti importanti, con i nostri comportamenti corretti, della sconfitta del virus. Questo è lo spirito giusto. Abbiamo bisogno di buon senso, di tanto buon senso", sottolinea infine Vaia.

15 ottobre 14:57 Mattarella: “Il virus dell’individualismo pericoloso come il covid”

La presenza nel mondo del "virus dell'individualismo, dell'emergere dell'ego dei singoli e degli Stati ha la stessa pericolosità del coronavirus". A dirlo il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, durante l'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università degli Studi di Macerata. "La libertà di ciascuno si ferma di fronte a quella degli altri e questo è un concetto di grande civiltà", ha aggiunto.

15 ottobre 14:50 L’epidemiologo Vespignani: “Lockdown totale si può e si deve evitare”

Il dottor Alessandro Vespignani, 55 anni, uno dei massimi esperti di epidemiologia computazionale, direttore del Laboratory for the modeling of biological and Socio-technical Systems alla Northeastern University di Boston, ha dichiarato in un'intervista al Corriere della Sera: "Quello che stiamo vedendo in Italia non costituisce certo una sorpresa. Ma il lockdown si può e si deve evitare". Secondo lo scienziato "sapevamo tutti che l’epidemia avrebbe ripreso forza in autunno, con la riapertura delle scuole, la ripresa delle attività e così via. Ora serve sangue freddo e giocare d’anticipo contro il virus, direi ‘a zona' per usare un’espressione calcistica. Innanzitutto le misure prese dal governo vanno poi declinate a livello territoriale. Il Covid va stanato regione per regione, città per città, quartiere per quartiere. Occorrono restrizioni mirate, non servono le misure a tappeto. E più che al numero dei positivi in generale, dobbiamo guardare alla situazione negli ospedali, alla saturazione dei posti nelle terapie intensive".

15 ottobre 14:31 In Francia occupato il 46% dei posti in terapia intensiva

A Parigi il 46 per cento dei letti di rianimazione sono occupati da persone positive al coronavirus. A renderlo noto il primo ministro francese, Jean Castex, nel corso di una conferenza stampa. "Ho sentito dire che la buona risposta sarebbe stata quella di creare in modo massiccio dei letti supplementari in rianimazione. È doppiamente falso", ha dichiarato il capo del governo. "Bisogna anche formare dei medici e del personale medico specializzato. Sapete bene che è impossibile in pochi mesi", ha sottolineato il primo ministro. Castex ha sottolineato il bisogno di ridurre il numero di persone che incontriamo in un circolo conviviale a casa o al ristornate".

15 ottobre 13:57 Scuola, Bonaccini: “Se aumentano contagi ingressi scaglionati”

"Se la curva dei contagi aumenta e ci fosse la necessità di prendere ulteriori provvedimenti, piuttosto che lasciare a casa i ragazzi, visto che la gran parte del Paese chiede di continuare la scuola in presenza, si potrebbero dilatare gli orari su tutta la giornata": lo ha detto il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, rilanciando la proposta degli ingressi scaglionati nelle scuole per fronteggiare il problema legato al sovraffollamento nei mezzi pubblici. "La decisione spetta al governo – ha precisato il governatore ospite della trasmissione ‘L'aria che tira' su La7 – e magari il governo provi a condividerla con le Regioni. Noi di autobus qui non ne abbiamo più. Abbiamo aggiunto centinaia di corse quotidiane, quindi, o qualcuno ci fa arrivare altri autobus che non abbiamo, oppure facciamo fatica", ha concluso Bonaccini.

15 ottobre 13:43 In Romania 4.013 casi e 73 morti nelle 24 ore

La Romania ha registrato nelle ultime 24 ore 4.013 nuovi contagi da coronavirus e 73 nuovi decessi, confermandosi tra i Paesi della regione balcanica quello di gran lunga più colpito dalla pandemia. I totali, come riferito dai media regionali, salgono a 168.490 casi e 5.674 vittime. I pazienti in ospedale sono 9.611, dei quali 721 in terapia intensiva.

15 ottobre 13:09 Scuola, le cifre del Ministero: contagiati 5.793 studenti e 1020 prof

I dati di positività al Covid-19 a scuola aggiornati alla data del 10 ottobre 2020 e comunicati dal ministero dell’Istruzione: gli studenti contagiati sono pari allo 0,080 percento, per il personale docente la percentuale è dello 0,133 percento del totale, per il personale non docente 0,139 percento.

15 ottobre 12:56 Cts: “Basta mascherine trasparenti in tv, non proteggono e danno segnale sbagliato”

Il Comitato Tecnico Scientifico condanna l’uso delle mascherine di plastica trasparente in televisione, dove diversi programmi Rai e Mediaset le fanno indossare al pubblico o ai protagonisti. Non si tratterebbe di dispositivi adatti a proteggere dalla diffusione del coronavirus e pertanto offrirebbero un messaggio errato al pubblico a casa.

15 ottobre 12:03 Croazia, 793 casi e 10 morti nelle 24 ore

La Croazia registra oggi tre record negativi: di nuovi casi di contagio da coronavirus in 24 ore, del totale dei pazienti con l'infezione attiva e di decessi in un giorno. Da ieri sono stati confermati 793 casi di Covid-19 e il numero delle persone con la infezione attiva è salito a 3.562. Sono decedute dieci persone, record giornaliero dall'inizio dell'epidemia che porta il totale delle vittime a 344. Da fine febbraio, con il primo caso di coronavirus, in Croazia si sono registrati 22.534 contagi su 380 mila tamponi effettuati.

15 ottobre 11:57 Marche, 140 positivi nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24ore sono 140 i postivi al coronavirus rilevati nelle Marche dopo i 166 riscontrati ieri, numeri simili a quelli registrati tra fine marzo e inizio aprile. Lo comunica il Servizio Sanità della Regione Marche. Nell'ultima giornata testati 2.674 tamponi (1.451 nel percorso nuove diagnosi e 1.223 nel percorso guariti). Dei nuovi positivi 42 sono in provincia di Ancona, 32 in quella di Fermo, 25 in provincia di Macerata, 23 in provincia di Ascoli Piceno, 18 a Pesaro Urbino. I casi comprendono soggetti sintomatici (26), contatti in setting domestico (37), contatti stretti di casi positivi (20), rientri dall'estero (2; Albania e Moldova), casi da screening nel percorso sanitario (2), setting lavorativo (6); contatti in ambiente di vita/divertimento (19), contatti in setting assistenziale (7), contatti in setting scolastico/formativo (14). Riguardo ad altri sette casi si stanno effettuando le indagini epidemiologiche.

15 ottobre 11:48 Oms: “La situazione in Europa è molto preoccupante”

L'evoluzione della situazione coronavirus in Europa è "molto preoccupante". Lo ha detto il direttore dell'ufficio regionale dell'Oms, Hans Kluge, nel corso di un briefing sul Covid-1

15 ottobre 11:39 Aifa: “Vaccino per inizio 2021, sarà la soluzione finale al problema”

"Tra qualche mese dovremmo avere buone notizie" sul vaccino, "immagino che per l'inizio del 2021 ci sarà finalmente la soluzione finale al problema"; il vaccino sconfiggerà la pandemia "ne sono sicuro. A metà marzo ho interpellato 36 industrie farmaceutiche che operano in Italia e in quell'occasione ho capito che la capacità reattiva del tessuto produttivo in questo ambito è fortissima. Dobbiamo pensare che fino a febbraio avevamo solo i tamponi, poi sono arrivati i test sierologici, a breve ci saranno i test salivari. Si capisce benissimo che in pochi mesi sono stati fatti passi da gigante, così sarà pure con il vaccino". Così il presidente dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) Domenico Mantoan sul Mattino, dove fa presente che è "normale che all'inizio non saranno disponibili i vaccini per tutti. Ci dovranno essere delle priorità da fissare da parte dei nostri decisori politici e decidere a chi andrà prima somministrato. Immagino si comincerà a vaccinare il personale sanitario e poi credo si passerà alle categorie della popolazione più vulnerabili. Ovviamente con il passare del tempo le industrie riusciranno a produrne non solo per tutti gli italiani, ma anche per tutti gli europei".

15 ottobre 11:21 La situazione dei contagi in tutte le regioni italiane

Continuano ad aumentare i contagi in tutta Italia. Nell’ultima settimana – secondo Gimbe “si rileva un raddoppio dei nuovi casi, a conferma di un incremento esponenziale che si riflette anche sulla curva di pazienti ospedalizzati con sintomi e in terapia intensiva”. I dati su contagi, ricoveri e terapie intensive in tutte le regioni d’Italia.

15 ottobre 11:10 Cagliari, bus a rischio per calca: scatta lo sciopero delle scuole

Andare a scuola in pullman è diventata un'azione "a rischio" per gli studenti Cagliaritani. E dopo il piccolo sciopero di pochi giorni fa monta la protesta perché in classe le distanze anti Covid vengono rispettate, ma sui bus no. Così anche dopo la conferma del Governo sulla capienza all'80%, oggi in molti sono rimasti a casa. Una protesta silenziosa dopo un appello e un "referendum" tra i rappresentanti degli student,i tutto via social. I ragazzi, non potendo sfilare per le strade della città per il divieto di assembramenti, non sono nemmeno usciti da casa. Solo per fare un esempio al liceo classico Siotto, istituto con molti pendolari, il problema è molto sentito e almeno 16 classi hanno disertato le lezioni

15 ottobre 10:47 Veneto, oggi 600 positivi e 11 morti

Sono 600 i nuovi positivi in Veneto (ieri erano +657), che portano il dato complessivo dall'inizio dell'epidemia a 33.573. 11 sono invece le vittime; il numero totale dei morti (tra ospedali e case di riposo) raggiunge i 2.237. Lo afferma il bollettino della Regione. Si aggrava anche il conteggio dei ricoveri, 375 (+16), e dei pazienti inj terapia intensiva, 45 (+5). Salgono infine i soggetti in isolamento domiciliare, 12.972 (+138).

15 ottobre 10:38 Record di morti in Russia, 286 in 24 ore

 Il numero di vittime di COVID-19 in Russia è aumentato di 286 unità nelle ultime 24 ore, il più alto dall'inizio della pandemia. Lo riporta il centro di crisi anti-coronavirus. Il precedente record di 244 morti è stato registrato il 13 ottobre. In tutto, secondo il centro di crisi, nel Paese sono morte 23.491 persona. I contagi sono stati poi 13.754 per un totale di 1,354,163.

15 ottobre 10:28 Giro d’Italia, aumentano i contagi: positivi 17 poliziotti del servizio d’ordine

Dopo i numerosi casi che hanno provocato il ritiro di due squadre, continua a crescere il numero dei positivi del Giro d’Italia. Ora sono stati trovati positivi al Covid-19 ben 17 poliziotti, che erano impegnati nel servizio d’ordine del Giro d’Italia e del Giro d’Italia E-Bike. Ora sono tutti in isolamento.

15 ottobre 10:18 In Veneto la app Immuni non funziona

Immuni non funziona in Veneto. Un ‘buco’ nella piattaforma informatica di inserimento dei codici dei positivi al tampone che sta mettendo in forte imbarazzo la Regione; nessuna tra le persone che hanno installato Immuni in regione riceverà notifiche circa la presenza di positivi nelle vicinanze. “534 mila veneti presi in giro, Zaia dia spiegazioni”

15 ottobre 10:15 Gimbe: “Misure del nuovo Dpcm insufficienti, servono lockdown mirati”

Le misure introdotte dal governo con il nuovo Dpcm sono insufficienti a contenere la diffusione dei contagi di coronavirus, che vediamo essere in continuo aumento da settimane. È la denuncia della fondazione Gimbe, che lancia un appello a governatori e autorità locali affinché intervengano tempestivamente con misure restrittive locali “compresi lockdown mirati” in modo da arginare subito i nuovi focolai. “Altrimenti, persistendo i trend delle ultime settimane, secondo gli scenari previsti dalla nuova circolare del ministero della Salute, il rischio di restrizioni sempre più ampie, lockdown incluso, è dietro l’angolo”, avvertono i ricercatori.

15 ottobre 10:01 Fontana: “In Lombardia non stiamo pensando a lockdown”

Il governatore Attilio Fontana ha detto che, al momento, non si sta pensando di fare eventuali lockdown in Lombardia e a Milano. “Stiamo monitorando la situazione e nelle prossime ore diremo se è necessario prendere qualche misura o se invece basterà essere rigorosamente rispettosi di quanto è già stato disposto”, ha dichiarato il presidente della Regione durante una trasmissione su SkyTg24.

15 ottobre 09:43 India, 680 morti in un giorno: dato più basso in tre mesi

L'India ha registrato il più basso aumento giornaliero di morti per Coronavirus in quasi tre mesi. Il ministero della Salute ha riferito di 680 decessi nelle ultime 24 ore, il dato più basso in 11 settimane, che porta il bilancio delle vittime del Paese a 111.266. Il mese scorso in India sono stati segnalati più di mille morti per Covid-19 al giorno. Per quanto riguarda i contagi, sono state 67.708 le nuove infezioni, per oltre 7,3 milioni in totale. Secondo il ministero, il numero medio di casi giornalieri in India è sceso a 72.576 la scorsa settimana, da 92.830 segnati durante la settimana dal 9 al 15 settembre, quando il virus ha raggiunto il picco. Nell'ultimo mese, il Paese ha assistito a una tendenza al calo dei casi su base settimanale.

15 ottobre 09:18 Ippolito: “Il virus circola più di prima, colpa dei bagordi dell’estate”

"Eravamo passati dall'avere il 20% di tamponi positivi" a Covid-19 "a meno dell'1%, mentre adesso siamo al 5%: è un indice del fatto che il virus circola e circola più di prima". Lo ha spiegato Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'Istituto nazionale Malattie infettive ‘Lazzaro Spallanzani' di Roma, intervenuto ad ‘Agorà' su Rai3. "I bagordi dell'estate hanno permesso al virus di riprendere corpo e di circolare", ha osservato. Perché "il virus – ha ammonito – una volta arrivato mica se ne va, non abbiamo la scopa per cacciarlo via". "Nel frattempo – ha continuato l'esperto – abbiamo avuto un indice di mobilità elevato, ci sono state le elezioni e c'è stata l'apertura delle scuole. E quello che succede all'uscita", sui trasporti e nei ritrovi tra compagni e amici, "non è paragonabile a ciò che avviene all'interno" degli istituti, ha fatto notare Ippolito secondo il quale, "se nel pubblico l'attenzione è alta, sta venendo meno l'attenzione nella vita privata".

15 ottobre 08:58 Repubblica Ceca, nuovo record di casi: 9.500 in un giorno

Record di casi di coronavirus in Repubblica Ceca che ha registrato 9.544 nuovi contagiati nelle ultime 24 ore. Lo ha annunciato il ministero della Salute secondo quanto riportato dal Guardian. si tratta del numero più alto di casi in un giorno dall'inizio della pandemia. Ottobre per la Repubblica Ceca è stato un mese nero, con i contagiati quasi raddoppiati per un totale di 139.290, su una popolazione di 10,7 millioni.

15 ottobre 08:52 Crisanti: “La curva salirà ancora, chiusure necessarie o avremo tante vittime”

Con le ultime cifre legati ai nuovi casi di Coronavirus in Italia " bisogna diminuire i contatti personali e passare a chiusure via via più estese", perchè  c'è ben poco da illudersi: "Il virus passerà inesorabilmente dai giovani agli anziani facendo salire ricoveri. E purtroppo anche i decessi" . È quel che dichiara in un'intervista a La Stampa il professor Andrea Crisanti, microbiologo all'"Imperial College" di Londra Quindi, dopo aver avanzato l‘ipotesi di lockdown a Natale, ribadisce: "Diminuire i contatti interpersonali come già si cerca di fare, per poi passare via via alla chiusura delle attività meno essenziali e, se si rendesse necessario, alle altre. Altrimenti bisognerà girare quello che gli inglesi chiamano l'interruttore di trasmissione: ci fermiamo tutti per due tre settimane".

15 ottobre 08:42 Oms, vaccino? Giovani potrebbero aspettare fino al 2022

Una persona giovane e in salute potrebbe non essere vaccinata contro il coronavirus fino al 2022. Lo ha detto la ricercatrice capo dell'Oms, Soumya Swaminathan, avvertendo che non sarà possibile una vaccinazione di massa rapida contro il Covid-19. "La priorità l'avranno gli operatori sanitari e quelli in prima linea, su questo siamo tutti d'accordo. Ma anche in quei casi bisognerà stabilire chi corre i rischi più alti. Poi ci saranno gli anziani", ha spiegato la dottoressa durante un evento su Twitter precisando "un giovane in salute potrebbe dover aspettare fino al 2022".

15 ottobre 08:34 Lombardia, Gallera: “Impennata veloce di contagi ma il sistema era pronto e sta reagendo

“Quando i posti in terapia intensiva verranno esauriti nei 18 ospedali-hub predisposti, attiveremo l’ospedale in Fiera”. Così l’assessore alla Sanità della Lombardia Giulio Gallera in una intervista al Corriere della sera commentando quella che pare con certezza ormai essere la seconda ondata dell’epidemia da Covid-19 che ieri ha portato a 1.844 nuovi positivi in appena 24 ore.

15 ottobre 07:39 Germania, Merkel annuncia misure più severe

In Germania, la cancelliera Angela Merkel dopo otto ore di serrato confronto con i dirigenti dei diversi Land del paese, ha annunciato misure più severe su raduni e maschere. "Sono convinta che quello che faremo ora sarà decisivo per come superare questa pandemia", ha detto Merkel. "Dobbiamo prevenire un aumento incontrollato o esponenziale". Le nuove infezioni in Germania hanno continuato ad aumentare mercoledì, spingendo oltre i 5.000 casi in 24 ore, un livello che non si è visto da quando è stato imposto un blocco alla più grande economia europea in primavera. Se un'area registra più di 35 nuove infezioni per 100.000 persone nell'arco di sette giorni, le mascherine diventeranno obbligatorie in tutti i luoghi in cui le persone sono a stretto contatto per un periodo prolungato. Anche il numero di persone autorizzate a radunarsi sarà limitato a 25 in spazi pubblici e 15 in spazi privati.

15 ottobre 07:26 Cina conferma altri 11 casi di contagio

La Cina ha confermato mercoledì 11 nuovi casi di Covid-19, di cui dieci di viaggiatori provenienti da altri paesi mentre uno corrisponde a un contagio locale a Qingdao, città in cui si è registrato l'ultimo focolaio. Tuttavia, secondo le autorità locali, il caso riguarderebbe un lavoratore portuale asintomatico positivo, e che ora ha iniziato a manifestare sintomi. Va ricordato che la Cina non aggiunge pazienti all'elenco dei casi confermati di Covid-19 a meno che non mostrino sintomi della malattia causata dal coronavirus, nonostante siano risultati positiv

15 ottobre 07:17 Germania, 6.638 nuovi casi: mai così tanti

La Germania registra 6.638 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, che segnano anche un nuovo record di contagi da inizio pandemia. Lo riportano i dati ufficiali. Il precedente primato di casi in 24 ore risaliva al 28 marzo quando ne erano stati registrati 6.294.

15 ottobre 07:11 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 15 ottobre

È record di contagi giornalieri dall'inizio dell'emergenza Coronavirus in Italia. Stando ai dati riportati nel bollettino di ieri, mercoledì 14 ottobre, diramato dal Ministero della Salute, i nuovi casi sono stati 7.332, per un totale dall'inizio dell'epidemia di 372.799. I guariti sono 244.065 (+2037 nelle ultime 24 ore, ieri erano +1.428) e i morti sono 36.289 (+43, ieri erano 41). In Italia ci sono attualmente 92.445 casi positivi: di questi sono 5.470 i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi, mentre sono 539 quelli in terapia intensiva. La Regione con più casi positivi nelle ultime 24 ore è la Lombardia che fa registrare un boom di nuovi contagi (+1.844), seguita da Campania , Veneto e Toscana. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 152.196, per un totale dall’inizio dell’epidemia di 12.914.895.

Questa la situazione regione per regione:

Lombardia: +1.844 (totale casi 116.644)

Piemonte: +499 (totale casi 40.041)

Emilia-Romagna: +339 (totale casi 38.695)

Veneto: +657 (totale casi 32.973)

Lazio: +543 (totale casi 21.407)

Campania: +818 (totale casi 20.645)

Toscana: +575 (totale casi 19.681)

Liguria: +362 (totale casi 16.264)

Sicilia: +366 (totale casi 10.292)

Puglia: +315 (totale casi 10.164 )

Marche: +166 (totale casi 8.878)

P.A. Trento: +29 (totale casi 6.542)

Friuli Venezia Giulia: +182 (totale casi 5.792)

Abruzzo: +126 (totale casi 5446)

Sardegna: +122 (totale casi 5.417)

P.A. Bolzano: +124 (totale casi 4.267)

Umbria: +141 (totale casi 3.749)

Calabria: +60 (totale casi 2.448)

Valle d'Aosta: +37 (totale casi 1.566)

Basilicata: +9 (totale casi 1.075)

Molise: +18 (totale casi 813)

I nuovi casi nel mondo sono oltre 313mila per un totale 38,34 milioni. Il bilancio dei morti è di 1.090.000 (dati da Johns Hopkins University, aggiornati a oggi 14 ottobre). La Gran Bretagna sfiora i 20mila nuovi contagi. Il bollettino odierno registra 19.724 casi positivi, il numero più alto di sempre (escluso il giorno in cui il dato è stato artificialmente gonfiato da test precedenti non registrati per sbaglio). Coprifuoco nella regione di Parigi e in altre città della Francia dalle 21 alle 6 a partire da sabato: lo ha annunciato in diretta tv il presidente Emmanuel Macron. Il coprifuoco è dichiarato anche a Grenoble, Lille, Lione, Montpellier, Saint-Etienne, Aix-en-Provence, Marsiglia, Rouen e Tolosa. La Germania registra 6.638 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, che segnano anche un nuovo record di contagi da inizio pandemia.