Covid 19
11 Febbraio 2022
07:07
AGGIORNATO11 Febbraio

Le notizie dell’11 febbraio sul Coronavirus

Le ultime notizie in tempo reale sul Covid in Italia e nel mondo, gli aggiornamenti di venerdì 11 febbraio.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
11 Febbraio
22:48

In un comune della Calabria resta l'obbligo di mascherine all'aperto

L'obbligo di indossare le mascherine all'aperto da oggi non c'è più in Italia, tranne in Campania e anche in un comune della Calabria. Pino Bosco, sindaco di Firmo, centro di duemila abitanti in provincia di Cosenza, ha emesso un'ordinanza con cui ha disposto sull'intero territorio comunale l'obbligo fino al 2 marzo di indossare le mascherine anche all'aperto. "La decisione è stata adottata – afferma il sindaco Bosco nell'ordinanza – in considerazione dei numerosi contagi registrati ultimamente nel territorio comunale". Attualmente a Firmo i positivi al Covid sono 68. Bosco, con la stessa ordinanza, ha vietato qualsiasi festeggiamento anche nel periodo di Carnevale.

A cura di Susanna Picone
11 Febbraio
22:28

Pomezia, bimbo di 10 anni muore dopo aver contratto il Covid

Dramma a Pomezia, dove un bambino di dieci anni è morto dopo aver contratto il Covid. A dare la notizia è stato il sindaco del Comune sul litorale della provincia Sud di Roma. "L’Amministrazione comunale di Pomezia si unisce al cordoglio per la prematura scomparsa di un piccolo concittadino di dieci anni che stava combattendo contro il Covid-19" si legge sulla pagina Facebook del Comune. "Una notizia che ci ha lasciato tutti sgomenti – ha commentato il sindaco Adriano Zuccalà – Alla famiglia e ai suoi cari le condoglianze dell’Amministrazione e della comunità tutta per questa perdita così dolorosa".

A cura di Susanna Picone
11 Febbraio
21:59

Gelmini: "Chiesto allentamento misure, italiani si sono fidati della scienza"

"Il sistema dei colori in parte è già superato. Oggi in Cdm Forza Italia e Lega, come centrodestra di governo, hanno chiesto di poter esaminare all'interno della cabina di regia nelle prossime giornate un allentamento delle misure. Gli italiani si sono fidati della scienza e dei vaccini, e questo ci ha consentito di raffreddare la curva dei contagi e quindi di riaprire il Paese. Siamo felici, ad esempio, di aver riaperto le discoteche, tra le attività economiche più colpite dalle restrizioni". Così la ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini a SkyTg24.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
21:26

Vaccino: aggiornamento Italia, 131.621.238 somministrazioni

Sono 131.621.238 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 98,7% del totale di quelle consegnate pari finora a 133.297.973 (nel dettaglio 88.858.539 Pfizer/BioNtech, 25.441.228 Moderna, 11.544.807 Vaxzevria-AstraZeneca, 5.604.047 Pfizer pediatrico e 1.849.352 Janssen). E' quanto emerge dal report del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle ore 20:34.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
20:46

Vaccino, Locatelli: "4,2 milioni di dosi pediatriche, reazioni avverse locali"

Franco Locatelli, coordinatore del Comitato tecnico scientifico ha rassicurato ancora una volta i genitori sul profilo di sicurezza dei vaccini anti-Covid in età pediatrica, sottolineando che "la larghissima parte degli effetti collaterali registrati in questa fascia sono reazioni locali".

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
20:04

Calano ancora ricoverati in terapia intensiva e nei reparti ordinari

 I pazienti in rianimazione sono 1.265, mentre quelli negli altri reparti scendono 16.824. Intanto i nuovi tamponi positivi giornalieri sono 67.152, su 663.786 test effettuati. Il tasso di positività è al 10,1%

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
19:35

Francia: ricoveri in calo, altri 269 morti

I ricoveri sono di nuovo in calo oggi in Francia, con 31.939 pazienti Covid attualmente in cura, contro i 32.415 di giovedì e i 32.878 di mercoledì, secondo l'Agenzia di salute publica nazionale. In totale 2.377 persone sono state ricoverate in ospedale nelle ultime 24 ore. Un totale di 3.371 pazienti sono in cura nei reparti di terapia intensiva, rispetto ai 3.416 di giovedì. Infine altre 269 persone sono morte di Covid nella giornata di oggi

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
19:18

Terapie intensive e ricoveri, il rischio di zona rossa si allontana per tutte le Regioni

La tabella degli indicatori decisionali del monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità conferma il crollo dell’incidenza di casi Covid, che però resta comunque alta a livello assoluto. Stabile la situazione negli ospedali. Il rischio di zona rossa si allontana un po’ per tutte le Regioni.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
18:40

Brusaferro: "Fase di chiara decrescita continua"

"La curva" di Covid-19 in Italia "continua a decrescere, ha affermato il presidente dell’Iss, commentando i dati del monitoraggio settimanale. “Omicron è la variante ormai quasi esclusiva nel nostro Pese, al 99,1% secondo l’ultima flash survey” ha aggiunto.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
18:13

Rezza: "Rt sotto l'1, migliora il quadro epidemiologico"

Il direttore della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, conferma che il quadro epidemiologico è in miglioramento: "Continua il miglioramento della situazione epidemiologica nel nostro Paese. L'incidenza dei casi Covid scende a 962 per 100mila abitanti – continua – e anche l'indice Rt mostra una tendenza alla diminuzione intorno a 0,89 quindi ben sotto dell'unità" dice in un commento al monitoraggio della cabina di regia.

Il tasso di occupazione di area medica e terapia intensiva "è rispettivamente al 26,5% e 13,4% quindi si osserva una graduale anche se lenta diminuzione della pressione nelle strutture ospedalieri". "Anche con una elevata circolazione virale – aggiunge – con Omicron ormai prevalente al 99,1% c'è una tendenza al miglioramento anche grazie al successo della campagna di vaccinazione".

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
17:52

Regno Unito: oggi 58.899 nuovi casi e 193 morti, numeri in calo

Nelle ultime 24 ore, la Gran Bretagna ha registrato 58.899 nuovi contagi e 193 morti per il covid-19. Lo riferiscono le autorità sanitarie. Ieri erano stati registrati 66.638 casi e 206 decessi. Venerdì scorso il bollettino riportava 84.053 contagi e 254 morti.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
17:40

Covid Italia, oggi 67.152 contagi e 334 morti: il bollettino

Sono 67.152 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore su 663.786 tamponi effettuati. Il tasso di positività si attesta al 10,1% (-1,0%). Oggi si registrano altri 334 decessi covid. Sono i numeri del bollettino covid di oggi venerdì 11 febbraio 2022

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
17:28

La protesta dei camionisti no vax in Canada potrebbe sbarcare in Italia

Il Freedom Convoy tenta lo sbarco in Italia. Due le date scelte dagli organizzatori europei del movimento di protesta in corso in Canada contro le restrizioni anti Covid: il 14 e il 22 febbraio rispettivamente a Bruxelles e Roma.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
17:14

Da lunedì Sicilia torna gialla. Molise passa al giallo

Da lunedì prossimo la Sicilia passa dall'arancione al giallo. Il Molise, invece, da zona bianca diventa gialla. Sono queste le nuove fasce di colore che, con l'ordinanza del Ministro della Salute Speranza di oggi, saranno in vigore da lunedi' prossimo.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
16:30

Coronavirus Lazio: oggi 6.722 nuovi positivi e 24 decessi

Il bollettino della Regione Lazio di venerdì 11 febbraio 2022: 6722 nuovi casi positivi e 24 morti. A Roma città i contagi sono 3025.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
16:21

Covid Sardegna: 2.575 nuovi casi e due morti

In Sardegna nelle ultime 24 si registrano altri quattro morti e 2.575 (di cui 1.807 diagnosticati da antigenico) nuovi casi di positività al Covid, circa 200 in più rispetto alla precedente rilevazione. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 15.056 tamponi per un tasso di positività che sale al 17,1%. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 29 (- 1), mentre aumentano i ricoverati in area medica, 413 (+ 10). Le persone in isolamento domiciliare sono 32.197 (+ 1011). Le vittime sono due uomini di 82 e 86 anni, residenti rispettivamente nella provincia del Sud Sardegna e in provincia di Oristano; due residenti nella provincia di Nuoro dei quali non è stata resa nota l'età

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
15:53

Bassetti: "Non è il patibolo, via mascherine all'aperto e torniamo a vivere"

"Oggi finalmente lanciamo via l'obbligo delle mascherine all'aperto nell'attesa di farlo presto anche al chiuso. Gli ospedali non sono più in affanno per il Covid e si vede una luce all'orizzonte sempre più forte. Torniamo alla vita che abbiamo sempre fatto prima del Covid". Così Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, saluta su Facebook la fine dell'imposizione a indossare i dispositivi di protezione in luoghi aperti non affollati. "Finiamola di pensare alla positività Covid come l'anticamera del patibolo", esorta l'esperto che posta una foto in cui sorridendo lancia in aria una mascherina.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
15:34

Iss: "Omicron al 100% in 11 regioni/province autonome"

La variante Omicron ha soppiantato completamente Delta in 11 regioni/province autonome: in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Molise, pa di Bolzano e Trento, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d'Aosta. Lo rileva l'ultima flash survey dell'Istituto superiore di sanità (Iss) relativa al 31 gennaio. In Sardegna e in Umbria rimangono le sacche più evidenti di Delta, 5% nella prima e 4% nella seconda.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
15:10

Abruzzo, oggi 1872 nuovi positivi e 5 decessi

Sono 1872 (di età compresa tra 1 mese e 98 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza – al netto dei riallineamenti – a 240673. Dei positivi odierni, 946 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 5 nuovi casi (di età compresa tra 76 e 88 anni, 2 in provincia di Teramo, 1 in provincia dell'Aquila, 2 risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalla Asl) e sale a 2869.

A cura di Susanna Picone
11 Febbraio
14:42

Ministero della Salute: quarta dose a immunocompromessi solo con ok dell'Aifa

"La quarta dose, esclusivamente per gli immunocompromessi, è oggetto di valutazione da parte della nostra comunità scientifica. Solo dopo il pronunciamento di AIFA potrà eventualmente essere autorizzata". Così precisa il
Ministero della Salute.

A cura di Susanna Picone
11 Febbraio
14:22

Biden: "Prematuro togliere mascherine al chiuso"

Per il presidente statunitense Biden è "prematuro" togliere mascherine al chiuso. In un'intervista alla Nbc, il presidente americano non ha voluto esplicitamente criticare i governatori che hanno deciso per un allentamento delle restrizioni, "è difficile giudicare se abbiano torto o meno", ma ha definito "probabilmente prematura" l'abolizione della mascherina al chiuso. Il Nevada è diventato l'ultimo stato a rimuovere l'obbligo di mascherine al chiuso. Connecticut, Delaware, New Jersey, Oregon, Rhode Island, California, New York, Illinois e Massachusetts sono gli altri stati che hanno annunciato un allentamento.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
13:47

Marche, 2.556 contagi e sei morti, in calo la pressione sugli ospedali

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 2.556 casi di Covid-19 (475 i sintomatici), con 6.656 tamponi processati nel percorso diagnostico e un tasso di positività al 38,4% (ieri era al 41% con 2.935 casi); l'incidenza cumulativa su 100 mila abitanti è scesa per il dodicesimo giorno consecutivo, passando da 1289,12 a 1190,95. Sono complessivamente 348 (-13) i pazienti assistiti nei reparti ospedalieri marchigiani e 42 (-6) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 47 pazienti (-3), tre su 4 dei quali non vaccinati, e il tasso di occupazione dei posti letto è al 18,5%; sono 68 (come ieri) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 233 (-10) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l'occupazione dei posti letto in area medica al 29,3%. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 6 vittime correlate al Covid-19, tra le quali un uomo albanese di 60 anni, tutte affette anche da altre patologie. Il bilancio dall'inizio della crisi pandemica e' ora di 3.497 morti. Lo si apprende dal bollettino quotidiano del Servizio sanitario regionale.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
13:15

Bassetti: "Presto anche in Italia via le mascherine al chiuso"

"Oggi finalmente lanciamo via l'obbligo delle mascherine all'aperto nell'attesa di farlo presto anche al chiuso. Gli ospedali non sono più in affanno per il Covid e si vede una luce all'orizzonte sempre più forte. Torniamo alla vita che abbiamo sempre fatto prima del Covid. Siamo protetti per oltre il 90% dalle forme gravi grazie alle vaccinazioni e alla guarigione". Lo scrive su Facebook l'infettivologo genovese Matteo Bassetti. "Oggi essere positivo al Covid per chi è protetto – sottolinea Bassetti – equivale, nella stragrande maggioranza dei casi, a una forma influenzale. Finiamola di pensare alla positività Covid come l'anticamera del patibolo. I vaccini hanno depotenziato gli effetti gravi di questo virus. Bisogna tornare – ha concluso l'infettivologo – a uscire a cena, a viaggiare, a divertirsi, a ballare e a pensare al futuro in maniera positiva. Viva la vita!".

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
13:06

Francia, per i vaccinati stop alle mascherine anche al chiuso

In Francia dal 28 febbraio l'uso della mascherina nei luoghi chiusi non sarà più obbligatorio per chi abbia il pass vaccinale che attesti l'avvenuta vaccinazione contro il Covid-19. Ad annunciarlo il ministero della Salute francese, che motiva la decisione con il "miglioramento della situazione sanitaria". Bisognerà invece continuare a usare la mascherina su treni e aerei. Lo riportano i media locali.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
13:02

Zaia: "A inizio pandemia ho pianto, ma abbiamo vinto la guerra"

Intervistato da "BeeMagazine", rivista online del gruppo The Skill, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha raccontato che "quel 21 febbraio 2020, quando mi hanno avvertito che era stato individuato il primo caso, è stato come se fossimo entrati in guerra. Ho anche pianto. È stata durissima – aggiunge -, ma il fatto di combattere insieme ad una squadra unita, composta da professionisti che si sono rimboccati le maniche, pancia a terra, ci ha permesso di garantire risposte concrete ed anche efficaci ai nostri cittadini. I nostri medici si erano messi a disposizione pienamente, in quel periodo. Più di qualcuno di loro aveva deciso di non rientrare a casa propria a fine turno. Stanchi, stremati, talvolta addirittura sopraffatti dal timore di non farcela e di perdere la guerra, non hanno mai gettato la spugna". Un conflitto vinto, a detta di Zaia, grazie anche all'autonomia sanitaria della Regione: "Questa guerra ci ha insegnato che l'essere autonomi in sanità ci ha permesso di contrastare il virus e, in un qualche modo, anche di limitarne i danni senza aspettare ogni volta che qualcuno schiacciasse il bottone da Roma".

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
12:37

Anelli (Fnomceo): "369 medici morti di Covid, lo Stato indennizzi le famiglie"

"Sono 369 i medici morti per Covid dall'inizio della pandemia ed oltre la metà sono medici di famiglia e guardie mediche. Garantire un ristoro a queste famiglie è un segno di rispetto. Porrò la questione al ministro della Salute Speranza ed ai presidente delle commissioni Sanità e Affari sociali perché l'emendamento in tal senso bocciato al Senato venga riproposto in un altro contesto per garantire questo riconoscimento importante alle famiglie, varie delle quali sono monoreddito". Lo spiega all'ANSA il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo) Filippo Anelli. "Oltre la metà dei medici deceduti – sottolinea Anelli – non sono dipendenti del Sistema sanitario nazionale e le loro famiglie non sono dunque indennizzabili da parte dell'Inail in virtù di un regime assicurativo diverso, mentre le famiglie dei medici dipendenti dal Ssn potrebbero ricevere un ristoro Inail sia pure a fronte di procedure complesse". "Chiediamo – afferma quindi il presidente Fnomceo – che i trattamenti siano unificati al fine di dare uguali diritti a tutti i medici, considerando che varie famiglie di colleghi deceduti per Covid sono monoreddito e sono ora in difficolta'". Il ristoro e' pero' innanzitutto, conclude Anelli, "un segno di rispetto e riconoscimento per questi 369 medici che hanno perso la vita nel garantire assistenza e cure ai cittadini".

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
12:27

Toscana, 4.512 nuovi casi e 26 morti. Calano i ricoveri

Sono ventisei – nove donne e diciassette uomini con un'età media di 83,1 anni – le persone positive al Covid morte nelle ultime 24 ore in Toscana, dove il totale dei decessi dovuti all'epidemia sale a 8.587. I casi complessivi di positività al Covid in regione sono 807.970. L'età media dei 4.512 nuovi positivi odierni è di 38 anni circa (31% ha meno di 20 anni, 22% tra 20 e 39 anni, 29% tra 40 e 59 anni, 13% tra 60 e 79 anni, 5% ha 80 anni o più). I guariti crescono dell'1,5% e raggiungono quota 713.115 (88,3% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 86.268, -6,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.266 (29 in meno rispetto a ieri), di cui 91 in terapia intensiva (1 in più).

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
11:54

Soumya Swaminathan (OMS): "La pandemia non è finita, potrebbero emergere nuove varianti"

"La pandemia di coronavirus non è ancora finita e potrebbero apparire nuove varianti". Lo ha ribadito la responsabile scientifica dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), Soumya Swaminathan, invitando i Paesi alla prudenza e a non abbassare la guardia.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
11:31

Quando potrebbe finire l’isolamento per i positivi al Covid, l’esempio del Regno Unito

Il Regno Unito sta eliminando una a una tutte le restrizioni anti Covid che hanno caratterizzato questi due anni di pandemia. Presto, ha detto il primo ministro Boris Johnson, verranno revocate anche le regole sulla quarantena e l'isolamento per i positivi. E in Italia, quando potrebbe accadere? "Io credo che anche noi, come il Regno Unito, arriveremo alla revoca dell'obbligo di isolamento dei positivi, ma inizialmente solo di quelli asintomatici", ha detto a Sky Tg 24 il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
11:20

Calano le prescrizioni di anticorpi monoclonali negli ospedali italiani

Prosegue il calo delle prescrizioni di anticorpi monoclonali contro Covid-19 in Italia. Negli ultimi 7 giorni monitorati dall'Agenzia italiana del farmaco Aifa, dal 3 al 9 febbraio, le richieste di farmaco sono state 2.243 contro le 2.659 della settimana precedente, con una media giornaliera in diminuzione del 14,68% (320 circa contro 375), per un totale di 44.499 a partire dal 10 marzo, quando questi medicinali sono stati autorizzati in via emergenziale in Italia. Sono 266, in costante aumento, le strutture di 21 regioni o province autonome che hanno prescritto queste terapie. È il quadro che emerge dal 45esimo report Aifa sul monitoraggio di questi farmaci.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
10:53

Veneto, 6.223 nuovi casi e 21 morti nelle ultime 24 ore

Diminuisce ancora il numero di nuovi casi di Covid-19 in Veneto. Il bollettino della Regione parla infatti di 6.223 nuove infezioni in 24 ore con un crollo del totale degli attualmente positivi, passati dal picco dei 250mila di una decina di giorni fa a 120mila. Calano anche i ricoveri con 174 dimissioni dalla aree mediche e 20 dalle terapie intensive in 24 ore. Ventuno i decessi.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
10:26

In Russia 203.949 nuovi casi Covid e 722 decessi

In Russia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 203.949 nuovi casi di Covid-19, il numero più alto di casi accertati in un giorno nel Paese dall'inizio dell'epidemia: lo riporta Novaya Gazeta citando i dati del centro operativo nazionale anticoronavirus. Secondo il centro, nelle ultime 24 ore 722 persone sono morte a causa del Covid-19 in Russia. Nella giornata precedente in Russia erano stati registrati 197.076 casi di Covid-19 e 701 decessi provocati dalla malattia.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
09:51

Cosa accadrà al Green Pass alla scadenza dello stato di emergenza Covid

Il 31 marzo il governo sarebbe intenzionato a non rinnovare lo stato di emergenza. Cosa ne sarà allora del Green Pass? Non tutti i politici sono della stessa opinione, ma di certo di una sue revisione si discuterà dettagliatamente nei prossimi mesi.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
09:19

ISS: "Calano i nuovi casi non associati a catene di trasmissione"

Diminuisce il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (553.860 rispetto 652.401 della settimana precedente). È quanto emerge dal report dell'Istituto superiore di Sanità (Iss), con i dati del monitoraggio della cabina di regia sull'epidemia di Covid-19. La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è in leggera diminuzione (17 per cento rispetto il 18 per cento la scorsa settimana). È stabile invece la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (38 per cento) ed anche la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (45 per cento).

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
09:10

ISS: "In calo l'occupazione dei reparti di terapia intensiva e area medica"

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 13,4 per cento (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 10 febbraio) rispetto il 14,8 per cento (al 3 febbraio). È quanto emerge dal report dell'Istituto superiore di sanità (Iss), con i dati del monitoraggio della cabina di regia sull'epidemia di Covid-19, secondo cui il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale è al 26,5 per cento (al 10 febbraio) rispetto il 29,5 per cento (al 3 febbraio).

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
09:02

Monitoraggio ISS, Rt in calo a 0,89, incidenza giù a 962 casi ogni 100mila abitanti

L'Istituto Superiore della Sanità ha reso noti gli ultimi dati su incidenza e indice Rt registrati in Italia. La prima scende a 962 casi ogni 100mila abitanti (la scorsa settimana era 1.362): in discesa anche l'Rt, a 0,89, quindi al di sotto della soglie epidemica di 1.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
08:57

Germania, oltre 240mila nuovi contagi e 226 morti

In Germania nelle ultime 24 ore sono stati registrati più di 240mila nuovi casi confermati di Covid-19; il Paese ha superato la soglia dei dodici milioni di contagi dall'inizio della pandemia mentre continua a salire il dato sull'incidenza settimanale. I dati diffusi dall'Istituto Robert Koch indicano che nelle ultime 24 ore sono stati accertati 240.172 contagi, mentre ci sono stati altri 226 decessi. Il bollettino parla di un totale di 12.009.712 infezioni con 119.679 morti da quando è cominciata l'emergenza sanitaria. I nuovi casi sono in calo rispetto a ieri, quando sono state comunicate quasi 250.000 nuove infezioni confermate in 24 ore (247.862, il secondo dato più alto dall'inizio della pandemia), ma continua a salire l'incidenza settimanale dei contagi da coronavirus che supera per la prima volta quota 1.470 (1.472,2) casi positivi per 100.000 abitanti, con 1.224.208 positivi negli ultimi sette giorni. I casi attivi sono circa 3.292.800 ed è la prima volta che in Germania questo dato supera i 3,2 milioni. Le persone guarite dopo aver contratto il Covid-19 sono circa 8.597.300.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
08:50

Viola: "Serve cautela, più volte il virus ci ha colti di sorpresa"

"C'è un calo importante dei casi, ma non sappiamo se il virus cambierà, serve ottimismo ma più di una volta il virus ci ha colto di sorpresa e serve cautela. Giusta la strada intrapresa dal Governo, se le restrizioni vengono tolte tutte insieme potremmo avere un aumento dei contagi. Ma le chiusure come i lockdown non torneranno più". A dirlo l'immunologa dell'Università di Padova Antonella Viola ospite di ‘Buongiorno' su SkyTg24.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
08:33

Stato di emergenza e Green Pass, le date da tenere a mente: ecco il calendario delle riaperture

Primo marzo, 31 marzo, 15 giugno. Sono alcune delle date da tenere a mente nel calendario di riaperture del governo. Da oggi non sono più obbligatorie le mascherine all’aperto, vediamo quali sono le prossime tappe.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
08:18

Salmaso: "Anche senza mascherine all'aperto necessarie precauzioni individuali"

In Italia il numero di vaccinati è molto alto, "ecco perché è stato deciso di abolire l'obbligo di indossare la protezione all'aperto nell'ottica di procedere verso un progressivo allentamento delle misure attuali. una prescrizione introdotta con strumenti legali. Ma non vorrei passasse il messaggio, sbagliato e pericoloso, che non sia più necessario usarle. Le precauzioni individuali devono restare ben salde. Evitare gli assembramenti, mantenere il distanziamento fisico. Questi comportamenti restano comunque preziosi per ridurre il rischio di contagio dell'infezione trasmessa per via aerea, specie quando si è a contatto con non vaccinati". A dirlo al Corriere della Sera Stefania Salmaso, dell'Associazione italiana di epidemiologia, sottolineando che "non va cancellata la nostra capacità di giudizio nel continuare a utilizzare la mascherina nelle occasioni in cui è indispensabile: sui mezzi pubblici, quando ci si avvicina a persone non immunizzate o cagionevoli di salute". "I dati sperimentali – riferisce l'epidemiologa – dicono che il rischio di contagiarsi diminuisce con l'aumentare della distanza e dipende dalla ventilazione del luogo frequentato che favorisce la dispersione del virus. Nel periodo in cui le mascherine sono state indossate da tutti, influenza e morbillo, malattie che si trasmettono per via aerea, si sono azzerate. Difficile predire quando il Covid non sarà più una minaccia – aggiunge – Anche se stiamo osservando il calo della curva epidemica, teniamo a mente che il numero delle nuove infezioni è sempre alto, che i ricoveri sono in discesa ma sostenuti e che i morti sono ancora tanti e non sappiamo a quale livello di incidenza verrà raggiunto l'equilibrio dell'endemia".

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
07:46

Cartabellotta (Gimbe): "Togliere le mascherine al chiuso in questo momento è improponibile"

"In questa fase si può sicuramente fotografare una discesa della quarta ondata, ormai certificata da due, tre settimane". A dirlo Nino Cartabellotta, presidente della fondazione Gimbe, ospite a ‘Uno Mattina' su Rai1. Ma "i casi scendono sia perché il virus circola meno sia perché si fanno un po' meno test", avverte. "Abbiamo fatto circa il 16% di tamponi in meno". Togliere le mascherine al chiuso? "Attenzione agli eccessivi entusiasmi perché il virus ancora circola molto. La ‘gradualità' resta la parola d'ordine. Togliere le mascherine al chiuso in questo momento è improponibile".

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
07:33

Vaccini, dose booster all'84% della popolazione italiana

Sono 131.501.151 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 98,7% del totale di quelle consegnate pari finora a 133.297.931 (nel dettaglio 88.858.507 Pfizer/BioNtech, 25.441.222 Moderna, 11.544.803 Vaxzevria-AstraZeneca, 5.604.047 Pfizer pediatrico e 1.849.352 Janssen). È quanto emerge dal report del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 06:22 di stamattina. In particolare, sono state somministrate 35.799.123 dosi addizionali/richiamo (booster) all'84,20% della popolazione over 12 potenzialmente destinataria di queste somministrazioni che ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno quattro mesi. Il totale della popolazione over 12 che ha ricevuto almeno una dose è pari a 49.169.411 persone, il 91,04%, mentre il totale del ciclo vaccinale sempre nella fascia over 12 riguarda 47.754.008 persone, pari all'88,42%.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
07:27

Fauci: "Il virus resta imprevedibile ma siamo sulla buona strada"

"Stiamo andando nella giusta direzione, ma la strada non è ancora segnata in maniera netta. Sono incoraggiato da quello che vedo e dai dati che riceviamo". A dirlo Anthony Fauci, immunologo e consigliere del presidente Usa, in un'intervista a ‘La Stampa'. "Se restiamo in questa dimensione con la presenza di Omicron, direi che la direzione è quella giusta. Tuttavia, non voglio e non posso essere troppo fiducioso", avverte. "Ho tratteggiato uno scenario legato alla predominanza di Omicron e alla coda della Delta, ma la direzione del virus è imprevedibile, è possibile che una nuova variante emerga e quindi in definitiva non credo sia appropriato dire che siamo alla fine. Ma ripeto, gli indicatori oggi sono buoni e la direzione è quella giusta". Il virologo ha quindi aggiunto: "Sarebbe più facile ritornare alla normalità se ci fossero più persone vaccinate. Non scopriamo nulla di inedito, i dati confermano che i vaccini e in particolar modo associati al booster (il richiamo) hanno un impatto decisivo nel limitare il numero di ospedalizzazioni e la mortalità".

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
07:25

Chi è Maria Elena Bottazzi, la scienziata inventrice del vaccino senza brevetto per i Paesi poveri

Candidata al Premio Nobel per la Pace, Maria Elena Bottazzi coordina il team che ha sviluppato Corbevax, vaccino senza brevetti che costerà meno di un decimo di Pfizer e Moderna e potrà essere prodotto liberamente anche nei Paesi più poveri del mondo: "Nella mia vita non ho mai pensato neppure per un istante di poter diventare ricca studiano vaccini. Il mio unico scopo è aiutare le persone più povere".

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
07:17

Da oggi stop all'obbligo di indossare mascherine all'aperto

Da oggi l’Italia fa un altro passo verso il ritorno alla normalità: non sarà infatti più obbligatorio indossare la mascherina all’aperto e le discoteche potranno riaprire.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
07:12

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 11 febbraio

Nel bollettino di ieri sono stati registrati 75.861 nuovi casi di Covid, dato è in calo rispetto agli 81.367 registrati mercoledì. Le infezioni da inizio pandemia salgono a 11.923.297. Le vittime sono state 325: il dato dei decessi da inizio emergenza arriva quindi a oltre 150.221. Questa la situazione regione per regione.

  • Lombardia: +3116
  • Veneto: +2858
  • Emilia Romagna: +5203
  • Campania: +4041
  • Lazio: +5313
  • Piemonte: +3688
  • Toscana: +2783
  • Sicilia: +3463
  • Puglia: +2345
  • Liguria: +945
  • Friuli-Venezia Giulia: +644
  • Marche: +1022
  • Abruzzo: +1080
  • Calabria: +1069
  • P.A Bolzano: +600
  • Umbria: +597
  • Sardegna: +1440
  • P.A Trento: +361
  • Basilicata: +428
  • Molise: +214
  • Valle d'Aosta: +37

Nel mondo sono 405.993.573 i contagi accertati da inizio pandemia, mentre i decessi sono 5.789.806. Le dosi di vaccino somministrate sono 10.144.768.411, in larga parte nei Paesi ad alto reddito.

A cura di Davide Falcioni
32462 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni