Una bambina di 8 anni è morta nello Yemen in seguito a una emorragia. Una emorragia provocata dalle lesioni riportate durante la prima notte di nozze. La bambina yemenita aveva sposato, infatti, un uomo di 40 anni. Una pratica – quella delle spose bambine – molto diffusa nello Yemen. Secondo un rapporto del ministero degli Affari sociali più di un quarto delle donne yemenite si sposa prima di compiere 15 anni. Negli anni Novanta nel Paese è stata anche abrogata una legge che stabiliva un’età minima per il matrimonio, le bambine avrebbero dovuto attendere almeno i 15 anni. Ma la legge è stata cancellata proprio per consentire ai genitori di decidere autonomamente quando far sposare le proprio figlie.

“Arrestare il marito 40enne e la famiglia della bambina” – E “Rawan”, questo era il nome della sposa bambina morta dopo una notte col marito 40enne, aveva appunto solo 8 anni. Il grave episodio, che è avvenuto nella zona tribale di Hardh, vicino al confine con l’Arabia Saudita, nel nord ovest del Paese, è stato riportato dal britannico Mail che ha citato attivisti locali. Ora, in seguito al decesso della piccola di 8 anni, il gruppo di attivisti ha chiesto che la famiglia della vittima e suo marito vengano arrestati.