Negli Stati Uniti è stato effettuato il primo trapianto doppio di polmoni su un paziente colpito dal Covid-19. L'intervento è stato condotto alcuni giorni fa al Northwestern Medicine University Hospital di Chicago ma l'ospedale ne ha dato notizia solo nelle ultime ore facendo sapere che la paziente è in buone condizioni di salute. Si tratta di una giovane di circa venti anni: l'ospedale americano ha dichiarato che la prognosi è buona. Senza il trapianto doppio di polmoni, la giovane che da due mesi era attaccata alle macchine per respirare ed aiutare la funzionalità cardiaca sarebbe morta. "È sveglia, sorride, fa videochiamate con la sua famiglia" , ha detto al New York Times la dottoressa Ankit Bharat, capo della chirurgia toracica e direttore chirurgico del  programma di trapianto di polmoni al Northwestern Medicine University Hospital. Il medico ha aggiunto che la paziente ha davanti a sé una lunga strada da percorrere, ma si sta riprendendo.

Senza il trapianto la paziente sarebbe morta

L'intervento chirurgico di trapianto è andato avanti per circa 10 ore perché l'infiammazione aveva danneggiato fortemente i polmoni della paziente e il virus ha indebolito molto anche i muscoli toracici della donna, che per questo ha bisogno ancora di un ventilatore. Il trapianto era per la ventenne l'unica possibilità di sopravvivenza, tuttavia i medici hanno sottolineato che anche se l'operazione potrebbe salvare alcuni pazienti affetti da coronavirus, il trapianto "non è per tutti i pazienti Covid". "Stiamo parlando di pazienti relativamente giovani, molto funzionali, con condizioni comorbide minime o assenti, con danni polmonari permanenti che non riescono a staccarsi dal ventilatore", ha spiegato la dottoressa Bharat.

A Milano 18enne salvato da doppio trapianto di polmoni

In Italia un giovane di 18 anni ha ricevuto il trapianto di entrambi i polmoni: il Covid-19 gli aveva "bruciato" i due organi, rendendoli in pochi giorni incapaci di respirare. L'intervento, il primo del genere in Europa, è stato eseguito dai medici del Policlinico di Milano, sotto il coordinamento del Centro nazionale trapianti, con il Centro regionale trapianti e il Nord Italia transplant program.