Un 44enne americano è stato arrestato e accusato di aver stuprato l'amica di sua figlia mentre si trovava a casa sua per un pigiama party a giugno. James Michael Reed, di Villa Ridge, nel Missouri, è sospettato di violenza sessuale dall'ufficio dello sceriffo della contea di Franklin dopo una segnalazione arrivata agli agenti dal pronto soccorso del Mercy Hospital di Washington, secondo un comunicato stampa.

Interrogata, la vittima ha riferito ai detective che lo stupro è avvenuto mentre era andata a passare la notte a casa di un'amica il 30 giugno. Nelle prime ore del mattino, Reed, padre della sua amica, sarebbe entrato nella stanza in cui dormiva e avrebbe iniziato a fare commenti sessuali nei suoi confronti. La giovane avrebbe provato a mandare via l’uomo, ottenendo però un rifiuto. Al contrario il 44enne ha continuato a fare apprezzamenti sessuali nei suoi confronti e quando ha cercato di scappare, è stata trattenuta nel letto. Dopo averla violentata, ha lasciato la stanza.

A quel punto la ragazza ha chiamato sua madre per farsi venire a prendere e portare in ospedale, dove ha chiamato la polizia per denunciare l'incidente. Gli investigatori dell'FCSO sono poi andati a casa di Reed e hanno trovato prove dello stupro. Il 9 settembre, l'FCSO ha emesso un mandato di arresto nei confronti di Reed, fermato sul posto di lavoro due giorni dopo con l’accusa di stupro e sodomia in relazione all'incidente. Attualmente è detenuto nel carcere della contea di Franklin e la sua cauzione è stata fissato a $ 100.000.

L'FCSO ha rivelato che Reed era già stato registrato come molestatore sessuale a seguito di un incidente del 2005 che aveva coinvolto una bambina di cinque anni, ma ha sottolineato riguardo a questo recente arresto che “tutte le persone sono considerate innocenti fino a quando non sono state giudicate colpevoli in un tribunale di legge”.