Una donna dello Stato USA della California è stata lasciata in uno stato semi-comatoso dopo aver usato una crema per la cura della pelle che aveva ordinato dal Messico, apparentemente contaminata con un sostanza pericolosa. Secondo il Sacramento County Public Health, si sarebbe sentita male alla fine giugno per essere stata esposta al “metilmercurio”, una forma velenosa di mercurio che causa danni al cervello e al sistema nervoso.  I sintomi di intossicazione includono perdita di memoria, depressione, insonnia, mal di testa, ansia, perdita di peso, affaticamento e tremore.

Avvelenamento da metilmercurio

I funzionari hanno affermato che si tratta del primo caso di avvelenamento di questo tipo collegato a una crema per la cura della pelle negli Stati Uniti e hanno esortato i consumatori a smettere di usare creme per la pelle simili importate dal Messico "a causa del rischio di contaminazione con metilmercurio". La donna, che secondo Fox40.com ha 47 anni, avrebbe presumibilmente acquistato la crema Rejuveness del marchio Pond da Jalisco, in Messico. L'articolo, che è disponibile per l'acquisto negli Stati Uniti, afferma di ridurre la comparsa di linee sottili e rughe entro due settimane. Suo figlio, identificato come Jay, sostiene che la madre sapeva che “qualcosa era stato aggiunto alla crema” prima che fosse spedita, ma che non aveva mai avuto problemi prima.

La crema Rejuveness

Secondo la Contea di Sacramento la donna ha ottenuto una confezione della crema Rejuveness “attraverso una rete informale che importa la crema dal Messico”. Il mercurio contenuto nella pomata “non è stato aggiunto dal produttore, ma da una terza parte dopo l'acquisto”, si chiarisce nel comunicato. Le autorità locali stanno collaborando con il Dipartimento di sanità pubblica statale per testare creme simili in tutta l'area di Sacramento alla ricerca di questa sostanza tossica. “La sanità pubblica di Sacramento esorta la comunità a interrompere l'uso di simili creme per la pelle importate dal Messico a causa del rischio di contaminazione con metilmercurio”, ha dichiarato Olivia Kasirye, funzionaria della sanità pubblica della Contea.