190 CONDIVISIONI
Covid 19
1 Agosto 2022
15:33

Stop quarantena per i positivi al Covid asintomatici in Austria: resta l’obbligo di mascherina FFp2

Svolta in Austria: dal 1 agosto stop alla quarantena per i positivi al Covid asintomatici: per loro resta l’obbligo di indossare la mascherina FFp2, anche all’aperto quando non c’è distanziamento.
A cura di Ida Artiaco
190 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Da oggi, lunedì 1 agosto, in Austria chi è positivo al Covid e asintomatico può non osservare il periodo di quarantena. Ma può lasciare la propria abitazione indossando la mascherina FFp2.

Si tratta di un radicale cambiamento di rotta da parte del governo di Vienna nella gestione della pandemia, nonostante la circolazione della più contagiosa variante Omicron5 sia stata responsabile anche qui come nel resto d'Europa di una risalita della curva epidemiologica.

Tutte le nuove regole Covid in Austria

Secondo le nuove norme in vigore da oggi, resta in isolamento solo chi ha sintomi, ha ribadito il ministro alla salute Johannes Rauch.

La FFp2 va indossata dai positivi anche all'aperto, quando non può essere garantito un distanziamento minimo di due metri. La mascherina deve essere portata correttamente e cambiata regolarmente. I positivi possono anche frequentare bar e ristoranti, ma non potendo mai togliere il dispositivo di protezione non possono consumare nulla.

Le persone positive al virus, anche se asintomatiche, non potranno accedere a strutture dove sono presenti persone vulnerabili, come ospedali, strutture medico-sanitarie, Rsa, asili e scuole elementari, né potranno lavorare i contagiati che non possono indossare la mascherina per motivi medici o nel caso in cui l’uso della Ffp2 renda impossibile lo svolgimento del lavoro.

Ipotesi quarantena light in Italia

Anche in Italia potrebbero presto cambiare le regole per i positivi al Covid. Al vaglio delle autorità ci sarebbe la cosiddetta quarantena light: i contagiati che non hanno sintomi da almeno 48 ore potrebbero non aspettare i canonici 7 giorni per sottoporsi a tampone di controllo e, in caso di negatività, sarebbero liberi di mettere fine all'isolamento.

Ma come hanno confermato fonti ministeriali a Fanpage.it, "sono in corso valutazioni ma ancora niente è stato definito".

190 CONDIVISIONI
31826 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni