Un amore durato 60 anni che non si è di certo affievolito per la separazione dovuta al Covid-19. E’ la storia di una coppia di 80enni della Florida, Joseph e Eve Loreth. Nel marzo scorso lui si è ammalato di Coronavirus ed è stato ricoverato in ospedale in condizioni gravissime. Sono stati necessari sette mesi di cure e riabilitazione perché Joseph si riprendesse completamente: 215 giorni durante i quali è stato costretto a separarsi dalla sua Eve. Si sono potuti parlare solo al telefono o vedere attraverso un vetro. Il personale della casa di riposo Rosecastle di Delaney Creek, in Florida, dove risiede Eve, ha filmato e condiviso su Facebook il commovente momento in cui i due coniugi si sono finalmente ricongiunti.

Nel video si vede Joseph entrare nella sala comune della casa di riposo su una sedia a rotelle spinta da un membro del personale sanitario. “Ecco l’entrata di Mister Jo! Qualcuno la sta aspettando”, dice l’infermiera che filma la scena. Sul viso dell’anziano, benché parzialmente coperto dalla mascherina, si nota subito un’espressione emozionata. L’inquadratura si sposta su Eve, intenta a scrivere seduta a un tavolo. È evidente la sorpresa nei suoi occhi quando vede avvicinarsi gli infermieri insieme a suo marito: “Oh mio dio!”, esclama. La coppia scoppia a piangere nello stesso momento. Eve si alza dalla sedia e abbraccia Joseph. “Ti amo! Mi sei mancato così tanto!”, esclama tra le lacrime. “Per 60 anni ho fatto la cosa giusta nello stare insieme a te”. E poi gli stampa un dolce bacio sulla fronte.

“Tirate fuori i fazzoletti”, hanno scritto gli operatori sanitari della casa di riposo condividendo il video sui social. In poche ore quelle immagini emozionanti  sono diventate virali e hanno conquistato migliaia di visualizzazioni in tutto il mondo.