401 CONDIVISIONI
12 Maggio 2020
12:52

Spara in faccia all’ex e poi scappa: “Chiama un’ambulanza, sembra che l’abbia uccisa”

“Chiama l’ambulanza, sembra che l’abbia uccisa”, così Javier Núñez, 24 anni, ha detto all’amica della vittima presente sulla scena, prima di fuggire dopo aver sparato in faccia all’ex fidanzata. La vittima, una giovane donna di venticinque anni è stata uccisa mentre passeggiava con l’amica lungo i binari della stazione a Juto, Argentina.
A cura di Angela Marino
401 CONDIVISIONI

"Chiama l'ambulanza, sembra che l'abbia uccisa", così ha detto all'amica della vittima presente sulla scena, prima di fuggire dopo aver sparato in faccia all'ex fidanzata. È accaduto domenica sera in Argentina, dove una giovane donna è stata uccisa a colpi di pistola mentre passeggiava con un'amica lungo i binari della stazione. La vittima, venticinque anni, è stata brutalmente uccisa nel quartiere di La Tablada, nella città di Yuto, nella provincia di Jujuy, Argentina. Il crimine è avvenuto di sera, intorno alle 21 e 20 di domenica sera.

Rocío Ocampo stava camminando con un'amica quando il suo ex partner è sbucato dal nulla. Hanno iniziato a discutere, l'amica si è allontanata di qualche passo ma è stata immediatamente richiamata dal suono dello sparo. È stata lei ad allertare i soccorsi che nulla hanno potuto, sfortunatamente, per la vittima. Dopo il crimine, il femminicida, Javier Núñez, 24 anni, si è allontanato rapidamente dalla scena. Rintracciato poche ore fa, a casa della madre, dove si era rifugiato ora è accusato di omicidio volontario. Núñez, alias " El Loco Mes "è stato rilasciato alla fine del 2019, dopo aver scontato tre anni e sei mesi per il crimine di "Lesioni aggravate dalla violenza di genere". Il femminicidio di Rocío si aggiunge a un tragico elenco di crimini causati dalla violenza sessista durante l'isolamento sociale e dettato dalla pandemia di Covid-19.

401 CONDIVISIONI
Russia, ex soldato della Wagner ucciso a martellate: si era arreso alle forze armate ucraine
Russia, ex soldato della Wagner ucciso a martellate: si era arreso alle forze armate ucraine
Ex soldato della Wagner ucciso a martellate in Russia, Prigozhin:
Ex soldato della Wagner ucciso a martellate in Russia, Prigozhin: "Un cane merita di morire da cane"
Uccisa con il compagno dall'ex marito: “Vera aveva denunciato le violenze, ma hanno minimizzato”
Uccisa con il compagno dall'ex marito: “Vera aveva denunciato le violenze, ma hanno minimizzato”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni