236 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Segnale di precedenza invertito: due giovanissimi muoiono scontrandosi con un camion

L’incidente risale al 5 giugno ed è avvenuto nel Regno Unito: un’inchiesta ha accertato che il segnale stradale di precedenza sulla strada era stato ruotato di 60 gradi, circostanza che potrebbe aver contribuito alla tragedia.
A cura di Davide Falcioni
236 CONDIVISIONI
Immagine

Una ragazza incinta e il suo fidanzato di 21 anni sono morti in un incidente automobilistico causato molto probabilmente dalla manomissione di un segnale stradale. È quanto emerge da un'inchiesta condotta nel Regno Unito per fare luce sul decesso di Josh Alexander, 21 anni, e Jessica Poole, 18 anni: i due si sono scontrati contro un camion a un incrocio nel Kent, a sud-est di Londra, lo scorso 5 giugno. Secondo gli investigatori a determinare lo schianto potrebbe essere stata la rotazione di un segnale stradale, alla quale si sommerebbe l'usura della segnaletica orizzontale sulla carreggiata.

Secondo un'inchiesta condotta a Maidstone la coppia stava andando al lavoro: i due consegnavano cibo da asporto e volevano guadagnare del denaro extra prima della nascita del loro bambino. Secondo l'agente Simon Masterson, sentito dagli inquirenti nel corso delle indagini, la segnaletica stradale "fortemente sbiadita" e soprattutto un segnale di precedenza ruotato, vicino all'incrocio tra Plurenden Road e Bethersden Road a Woodchurch, potrebbero aver contribuito in modo determinante all'incidente. L'agente, investigatore forense esperto di collisioni stradali presso la polizia del Kent, ha detto che Josh non si sarebbe accorto che si stava avvicinando a un incrocio, circostanza che avrebbe poi determinato lo scontro letale contro un camion.

In particolare per Simon Masterson "il segnale di precedenza su Plurenden Road, che era a 11 metri dall'incrocio, è stato ruotato di 61 gradi", evento che potrebbe aver confuso sensibilmente Josh Alexander. Non solo: "La segnaletica stradale era molto usurata in diversi punti. Anche il triangolo di avvicinamento era usurato ma distinguibile". Sulla base di un filmato, si ritiene che Josh stesse guidando tra le 50 e le 56 miglia all'ora, entro il limite di 60 miglia all'ora previsto per la strada.  Tuttavia, prima dell'incidente, il video sembrava mostrare che il giovane era stato distratto dal suo telefono per un breve momento, circostanza che potrebbe aver contribuito alla tragedia.

236 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views