Si chiamava Phoenix Netts e aveva 28 anni, la donna il cui corpo smembrato e riposto in alcune valigie è stato rinvenuto martedì sera a Coleford, nel Gloucestershire, nel Regno Unito. La causa esatta del decesso è ancora sconosciuta, dopo che un esame post mortem è stato ritenuto inconcludente. La polizia delle West Midlands ha fatto sapere di aver fermato due persone in relazione all'omicidio. In una dichiarazione rilasciata dalle autorità, la famiglia ha dichiarato: "Siamo devastati per ciò che è successo a Phoenix. Chiediamo umilmente che la privacy della nostra famiglia sia rispettata, mentre siamo addolorati e veniamo a patti con la perdita di Phoenix in circostanze così tragiche. Vorremmo ringraziare tutti gli agenti della polizia coinvolti nelle indagini per il loro duro lavoro e la loro sensibilità”.

Gareeca Conita Gordon, 27 anni, e Mahesh Sorathiya, 38 anni, sono stati accusati per l’omicidio. Il primo è attualmente in carcere prigione, mentre il tribunale ha concesso la cauzione condizionale per Sorathiya, ed entrambi compariranno di fronte alla Corte di Bristol il 4 agosto. Il giudice Garnham ha affermato che "i precedenti di questo caso rappresentano accuse del tipo più spaventoso". La polizia è stata avvisata dell'incidente dopo la segnalazione di un veicolo irregolare vicino a Coleford. All’interno sono state scoperte due valigie contenenti resti umani. Il commissario capo ispettore Scott Griffiths: "In primo luogo, vorrei esprimere le mie sincere condoglianze alla famiglia di Phoenix. Abbiamo lavorato a stretto contatto con i colleghi del Gloucestershire la scorsa settimana e le nostre indagini continuano a ritmo. Consigliamo a chiunque disponga di informazioni su questa tragedia di mettersi in contatto con noi”.