Un viaggio in treno è costato carissimo a un musicista. La sera di martedì della scorsa settimana, Stephen Morris ha infatti dimenticato il suo violino sulla tratta ferroviaria che collega Londra a Orpington. Lo strumento non è proprio comune: ha infatti 310 anni e vale 250mila sterline (quasi 300mila euro): è uno dei pochi realizzati dal maestro artigiano David Tecchler, componente della scuola romana di liuteria, nel 1709. Ora il violinista, che ha acquistato il violino nel 2003, ha lanciato un disperato appello per cercare di riaverlo. Morris avrebbe dovuto suonare alla Royal Philarmonic Orchestra in due concerti di Andrea Bocelli nel fine settimana. La polizia britannica dei trasporti, secondo quanto scrive la Bbc, sta cercando di recuperarlo. Per questo ha diffuso un fotogramma di una telecamera di videosorveglianza con una persona sospettata del furto. Nello scatto si vede l'uomo che poi sarebbe sceso all’altezza della fermata di Bromley South.

Stephen Morris ha preso parte anche alla composizione di alcune colonne sonore, tra cui quella de Il Signore degli Anelli e di James Bond, e ha registrato con David Bowie e Stevie Wonder. Intervistato dalla BBC, Morris ha precisato che, valore a parte, lo strumento è il suo sostentamento: "Ero davvero solo il suo custode – ha riferito Morris – una delle tante persone che l'hanno suonato e alla fine avevo sperato di trasmetterlo a un altro violinista”. E ha poi aggiunto: "Secondo i miei colleghi suonare questo violino non ha influito sulla mia esibizione, ma è stato come farmi tagliare il braccio. Il modo in cui il mio strumento risponde è come avere un arto: la mano e il cervello sanno esattamente dove andare quando si suona."

Il sospettato
in foto: Il sospettato