Un uomo ha dato fuoco alla propria automobile ed ha accoltellato due persone in pieno centro a Melbourne, in Australia, prima di essere raggiunto e colpito dagli agenti di polizia. L'uomo è morto in ospedale dopo essere stato ricoverato in condizioni gravi; avrebbe provocato l'incendio dell'auto, piena di bombole di gas, gettando un ordigno esplosivo al suo interno prima di aggredire i passanti. La polizia antiterrorismo è coinvolta ora nelle indagini anche se al momento non è chiaro se si sia trattato di un attacco terroristico. Gli agenti non starebbero dando la caccia ad altre persone sue complici.

L'attacco ha avuto inizio nel pomeriggio, quando sono state udite alcune esplosioni vicino a Bourke Street. Erano le 16.20 ora locale (in Italia era mattina presto). Un’auto è stata incendiata, secondo quanto riportano i testimoni e secondo quanto si evince dalle immagini postate in rete dagli utenti e dai media locali.

Sul posto sono intervenuti centinaia di agenti e l'area è stata isolata. Dopo aver sparato all'aggressore, l'uomo è stato arrestato e trasferito all’ospedale in condizioni critiche, secondo quanto riferito in una nota ufficiale. La polizia ha fatto sapere di non star cercando altri sospettati.

La città di Melbourne è stata teatro negli ultimi anni di diversi attacchi. Uno dei più gravi nel dicembre 2017 quando un uomo si lanciò sulla folla con un Suv causando 19 feriti.