Senza mascherina e in piena pandemia covid ha litigato con un'altra cliente di un negozio dove stava facendo la spesa e per ripicca si è avvicinata alla rivale e le ha tossito deliberatamente addosso, per questo Debra Hunter, una donna statunitense di Jacksonville in Florida, è stata condannata a una pena di 30 giorni di carcere oltre a una multa da 500 dollari, sei mesi di libertà vigilata e l'obbligo di partecipare a un corso sulla gestione della rabbia. La sentenza di condanna emessa giovedì si riferisce a una episodio avvenuto nello scorso mese di giugno quando la donna ha tossito contro Heather Sprague un'altra donna che stava facendo la spesa nello stesso negozio di casalinghi e malata di cancro.

La vittima Heather Sprague
in foto: La vittima Heather Sprague

Tutto è iniziato quando la donna ora condannata ha iniziato a litigare con il personale del negozio. La vittima quindi ha iniziato a riprenderla con il suo cellulare. Hunter se ne è accorta e, dopo averle rivolto alcuni gestacci, si è avvicinata e ha iniziato a tossire con il preciso scopo di metterle paura. Un atteggiamento che in effetti ha causato uno stato di ansia notevole alla donna che è in cura per un tumore al cervello. Sprague ha detto al giudice di aver trascorso giorni a di estrema ansia in attesa dei risultati del tampone per lei e la sua famiglia che poi fortunatamente sono stati negativi al covid.

Il marito di Hunter ha tentato di difendere il suo comportamento in tribunale, dicendo che era stato in parte stimolato da una situazione di difficoltà prima dell'incidente dovuta anche alla perdita di tutto ciò che avevano in un incendio in casa. Il giudice del tribunale della contea di Duval però non ha accettato queste attenuanti rivelando di essere rimasto colpito dal fatto che la testimonianza di Hunter si è concentrata solo sulle conseguenze che l'episodio ha avuto sulla sua vita e non su quanto avrebbe potuto danneggiare la vittima.