6 Febbraio 2015
12:00

Giordania dichiara guerra all’Isis. Rania abbraccia la vedova del pilota arso vivo

“La nostra rappresaglia è solo all’inizio, mostreremo loro l’inferno”, afferma il ministro degli Esteri di Amman. Decine di caccia hanno bombardato le postazioni degli jihadisti nell'”operazione Martire Mutah”.
A cura di Biagio Chiariello

La Giordania colpirà i jihadisti dello Stato islamico "ovunque" si trovino. Lo ha detto il ministro degli Esteri di Amman, Nasser Judeh, commentando in un'intervista alla Cnn i bombardamenti perpetrati dall'aeronautica giordana contro le postazioni dei jihadisti nel nord della Siria, in seguito all'uccisione del pilota Muath al-Kasaesbeh, arso vivo dall'Isis, come si vede nella raccapriccianti immagini che i miliziani del Califfato hanno diffuso anche nelle pubbliche piazze. "Operazione martire Muath": è, non a caso, il nome in codice della rappresaglia lanciata dall'aviazione giordana (Jaf). "Stiamo alzando la posta. Li inseguiremo ovunque si trovino, con ogni mezzo a disposizione. E non è che l'inizio", ha dichiarato Judeh. "Pagheranno per ogni capello di Muath", dice un comunicato delle autorità del governo di Amman. Un funzionario Usa ha dichiarato a un’agenzia di stampa che agli attacchi contro l’Isis ha partecipato anche l’aviazione degli Stati Uniti, fornendo informazioni di intelligence, di sorveglianza, ricognizione e supporto alla scelta dei bersagli.

L'abbraccio di Rania alla vedova del pilota

I militari giordani intanto hanno scritto a mano alcuni messaggi sulle bombe che vengono caricate sui caccia: "Mostreremo loro l'inferno", e anche: "Da una coraggiosa pilota giordana a Baghdadi", e: "Non pensiate che Dio sia all'oscuro di quello che i malfattori stanno facendo”, recita invece la scritta su un foglio mostrata da un pilota prima del decollo. In quelle stesse ore Re Abdallah ha fatto visita alla famiglia del 26enne barbaramente ucciso a Karak, suo luogo di origine; anche la regina Rania ha incontrato i famigliari del pilota e abbracciato la vedova di Mutah, Anwar Tarawneh.  Quest’ultima  sposata con l’uomo solo per cinque mesi, ha appreso della morte del marito da un post su Facebook.

Gaza, raggiunto l’accordo: entra in vigore il cessate il fuoco tra Israele e Jihad islamica
Gaza, raggiunto l’accordo: entra in vigore il cessate il fuoco tra Israele e Jihad islamica
Cos'è successo nel 147esimo giorno di guerra in Ucraina
Cos'è successo nel 147esimo giorno di guerra in Ucraina
Almeno 47 conigli di 8 chili in gabbia, volontari li salvano da allevamento:
Almeno 47 conigli di 8 chili in gabbia, volontari li salvano da allevamento: "Uccisi per la pelliccia"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni