Non tutti i milionari, nonostante la loro fortuna, donano ingenti cifre a chi ne ha più bisogno. Non è il caso però del 48enne Matthew Moulding, ricchissimo imprenditore britannico che ha regalato ai suoi dipendenti 21 milioni di sterline e ha promesso di donare in beneficienza la totalità del suo stipendio di quest’anno: 750mila sterline. Ma non è finita qui: nei mesi scorsi, Moulding ha stanziato dieci milioni di sterline per la lotta al Covid in Gran Bretagna e altri due milioni sono stati spesi per fornire dispositivi di protezione individuale agli operatori sanitari.

L’incredibile generosità di Moulding è dovuta anche al fatto che The Hut Group, la società di e-commerce di cui è fondatore e amministratore delegato ha recentemente guadagnato 830 milioni di sterline dopo che i prezzi delle sue azioni sono saliti vertiginosamente. Eppure l’azienda è stata quotata in borsa solo lo scorso settembre. Il magnate si è assicurato innanzitutto di ricompensare coloro che stavano dietro al successo della sua attività: i suoi dipendenti. Ha donato loro 21 milioni di sterline da dividersi equamente.

Inoltre, diversi dipendenti sono diventati multimilionari a seguito del programma di riacquisto di azioni della società che è stato aperto al personale. "Nessuno nel programma ha guadagnato meno di duecentomila sterline", ha dichiarato il generoso imprenditore. La sua segretaria personale ha incassato talmente tanto dalle azioni che ha deciso di andare in pensione a 36 anni.

Il 48enne ha fondato l’azienda nel 2004 e negli ultimi 16 anni ha accumulato un'enorme fortuna. Nonostante sia uno stacanovista che inizia a lavorare ogni mattina alle sei in punto, trova sempre del tempo da dedicare a sua moglie e ai suoi quattro figli. Nato e cresciuto nel Lancashire, non ha mai dimenticato le sue origini operaie.