Era stato l’amore per gli animali a spingerlo ad intraprendere la carriera di medico veterinario ma nemmeno lui pensava che un giorno si sarebbe ritrovato a girare per le strade alla ricerca di animali da curare gratis. È la storia di Kwane Stewar, medico veterinario statunitense che da tempo ha deciso di impiegare il suo tempo libero in maniera molto originale: visitando gratis gli animali dei senzatetto che incontra per strada. Appena ha un momento libero, il 49enne originario del New mexico si aggira per le strade della California, dove ora risiede e gestisce una clinica veterinaria, in cerca di senzatetto con animali. Un viaggio perenne che ha deciso di raccontare anche attraverso Facebook con foto e video del suo operato.

“Le persone che ho incontrato e gli animali domestici che ho curato mi hanno lasciato grandi emozioni e spero di aver dato loro un po' di fiducia nella bontà delle persone” ha scritto Stewar sui social. L’uomo ha gestito un ospedale per animali prima di diventare veterinario per la contea di Stanislaus a Modesto, ma il cambiamento radicale nella sua vita c’è stato nel 2007 quando ha capito che poteva e doveva fare molto di più per gli animali. “Modesto è stata colpita in modo particolarmente duro dalla crisi economica, la gente ha iniziato ad abbandonare i loro animali domestici nei rifugi", ha ricordato Stewart alla CNN, aggiungendo: “Questo è stato il momento di svolta per me. Fino ad allora, avevo curato animali per clienti che potevano pagare per tutto. Poi la gente non poteva nemmeno permettersi di aiutare i loro animali domestici".

Prima ha accolto gli animali di chi non poteva permetterselo e poi ha deciso di andarli a cercare direttamente in strada. Per gli animali che necessitano di vaccinazioni, medicine o cibo, Stewart paga i costi di tasca propria. Quando gli animali hanno gravi problemi che necessitano di cure più costose, Stewart lancia raccolte fondi. Finora ha curato oltre 400 animali nei nove anni in cui ha lavorato come veterinario di strada raccontando molte delle sue storie anche in Tv.